Progetto turistico integrato interprovinciale

Rete Verde Via del Mare

La Via del Mare è una rete di percorsi o vie verdi, (ciclopedonali e/o per il turismo equestre), connessi geograficamente, che attraversano territori accomunati da una storia che affonda le sue radici in un passato secolare.
I territori attraversati si estendono dalla pianura di Milano, Pavia, Alessandria e Piacenza fino al magnifico promontorio di Portofino, passando per i colli dell'Oltrepò Pavese, tortonesi, piacentini e i monti e i crinali delle Valli Staffora, Tidone, Curone, Borbera, Trebbia, Scrivia e Fontanabuona.
Quello della Via Del Mare è un progetto Turistico Integrato all'interno di un territorio di straordinaria bellezza, un progetto unico nel panorama turistico italiano ed europeo, rivolto a varie tipologie di utenza turistica e quindi capace di offrire altrettante varie possibilità di fruizione. Gli enti coinvolti in questo progetto turistico sono la Provincia di Pavia, la Provincia di Genova, il Parco del Ticino, il Parco Antola e il Parco di Portofino.
Graficamente la Via del Mare va rappresentata come un ampio "corridoio" territoriale e turistico all'interno del quale è possibile scoprire un mondo variegato di natura, cultura e tradizioni locali.

 

L'asse centrale della Via del Mare (avente uno sviluppo di circa 170 Km) è rappresentato dal percorso che parte da Milano e tocca Pavia, Voghera, Varzi, il Monte Chiappo, Capanne di Cosola, Capanne di Carrega, il Monte Antola, Torriglia, il Monte Lavagnola, Uscio, Ruta, Pietre Strette per terminare a Portofino.
Su quest'asse centrale si innestano vari raccordi con le vallate appenniniche Curone, Borbera, Tidone, Trebbia, Scrivia e Fontanabuona e da esso si articolano varianti con caratteristiche adatte ad una fruizione mirata ai ciclo escursionisti.
L'asse centrale e i raccordi definiscono così più Vie del Mare, ognuna identificabile con un'aggettivazione provinciale: Via del Mare milanese-pavese, Via del Mare piacentina, Via del Mare alessandrina, Via del Mare genovese.
I percorsi della Via del Mare racchiudono risorse storiche e culturali. Basti pensare alle numerose località dall'immenso valore storico, monumentale ed artistico: dalle città di medie e grandi dimensioni, protagoniste di una storia millenaria e ricchissima, ai piccoli borghi che custodiscono tesori artistici e tradizioni culturali tramandate nei secoli. Magici paesaggi e affascinanti percorsi in cui ci si trova a diretto contatto con la storia e gli avvenimenti del passato che hanno caratterizzato questa parte d'Italia.

La Via del Mare ingloba diverse tipologie ambientali:

- la pianura (le diverse Vie del Mare hanno come punto di partenza una città della pianura Padana),
- la collina (soprattutto la fascia collinare dell'Oltrepò pavese, ma anche la collina tortonese e piacentina)
- la montagna, dai 700 m in su (nelle province di Pavia, Alessandria, Piacenza e Genova)
- la costa marina (Portofino e la Riviera Ligure di Levante)

La Via del Mare promuove la pratica di una mobilità responsabile alternativa a quella dei veicoli a motore, attraverso l'uso della bicicletta o l'uso combinato di bici e treno (intermodalità), costituendo così un possibile modello per lo sviluppo di un turismo ecologicamente sostenibile.

 
Il Progetto Turistico Integrato prevede la costituzione dell'Associazione Via del Mare che avrà la funzione di promuovere iniziative quali escursioni guidate, visite a monumenti e località storiche, visite a laboratori artigianali dove è possibile veder nascere i prodotti tipici locali (vino, salumi, formaggi, cereali, ecc.), didattica per le scuole, manifestazioni, mostre, conferenze, provvedere alla manutenzione dei percorsi e alla loro segnaletica, coordinare progetti e lavori che riguardano la Rete Verde, promuovere il nostro territorio in Italia e all'estero.

Visita il sito della Via del Mare  

Le tappe dell'asse centrale della Via del Mare: