Estirpi e reimpianti

DIRITTI VITIVINICOLI

I diritti di reimpianto sono assegnati ai produttori che hanno estirpato una superficie impiantata a vite. Tali diritti devono essere esercitati nell'azienda per la quale sono stati assegnati, salvo i casi in cui è possibile il trasferimento  parziale o totale dei diritti  ad altra azienda, ben inteso che il diritto acquistato può essere esercitato solo in superfici di categoria pari o superiore a quella della superficie spiantata.
I diritti di reimpianto devono essere esercitati entro l’ottava campagna successiva a quella in cui ha avuto luogo l’estirpo, fermo restando che il regime dei diritti sarà in vigore sino al 31/12/2015 (come indicato dall’art. 85 septies del Reg. CE 491/2009) e fatta salva eventuale proroga. 

ESTIRPAZIONE E REIMPIANTO VIGNETI

Per estirpare un vigneto l'azienda agricola deve richiedere al proprio Centro di Assistenza Agricola (CAA), il nullaosta per le superfici che intende estirpare.
Il CAA è tenuto a compilare la domanda tramite i modelli informatizzati presenti al Sistema Informativo Agricolo della Regione Lombardia, il SIARL.
Entro 6 mesi dalla data del rilascio del nullaosta l'azienda agricola deve effettuare l'estirpo e comunicarlo al CAA.
Il CAA redige la comunicazione di avvenuto estirpo e la trasmette alla Provincia con la richiesta di sopralluogo per il rilascio del diritto di reimpianto allegando le planimetrie delle superfici estirpate.

La Provincia, dopo aver ricevuto la richiesta di sopralluogo, entro i 60 giorni successivi provvede a verificare la correttezza delle dichiarazioni, a effettuare il sopralluogo presso l'azienda e a  inviare al CAA il verbale di accertamento definitivo.

Il CAA, entro 15 giorni dal ricevimento del verbale di accertamento definitivo, provvede a stampare il corrispondente diritto di reimpianto e a inviarlo alla Provincia, la quale verifica la correttezza dei dati contenuti autentica il diritto, apponendo il timbro dell'Amministrazione, la firma del Dirigente e lo ritrasmette al CAA .
Il CAA, aggiorna i dati del fascicolo aziendale e trasmette il diritto di reimpianto alla azienda agricola.
I diritti di reimpianto devono essere utilizzati entro i termini stabiliti; in caso contrario sono automaticamente assegnati alla riserva regionale. Nel caso di utilizzo l'azienda deve darne comunicazione alla Provincia entro 30 gg.

Vedi manuale alla sezione allegati.

 

A chi rivolgersi 

Piero Stella
U.O.    Organizzazioni Comuni di Mercato
0382/597771 • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.