12/10/2017 Prosegue la costruzione del nuovo ponte sul Ticino a Vigevano, di seguito un breve resoconto sull'andamento dei lavori.

 

 

 

  • Luglio 2014: il cantiere, a circa due anni dalla consegna lavori, viene improvvisamente abbandonato dall'impresa esecutrice CESI a seguito della liquidazione coatta amministrativa della medesima; al tempo si stavano completando i getti dei plinti di fondazione. (si ricorda che già durante la predisposizione del progetto esecutivo l'allora impresa affidataria PIVATO veniva ammessa ad una procedura di concordato preventivo, con cessione del ramo di azienda comprendente l'appalto del ponte alla impresa CESI).
  • Agosto 2014-agosto 2015: si svolgono le procedure atte ad individuare l'impresa che avrebbe proseguito nell'esecuzione dei lavori; nell'inverno il cantiere subisce una grave inondazione per la piena del fiume Ticino; le parti strutturali in fase di completamento, in particolare le armature di precompressione delle elevazioni, lasciate scoperte, subiscono gravi danni.
  • Settembre 2015 – gennaio 2016: si riprendono con la subentrata impresa POLESE le lavorazioni relative alle fondazioni con particolare riguardo alle operazioni di pulizia dei pozzi, posizionamento di armature integrative, idropulitura e sabbiatura delle armature conservate.
  • Febbraio 2016 – ottobre 2017: i lavori proseguono con la costruzione degli otto spiccati che costituiscono la base di ancoraggio degli archi; parallelamente si costruiscono gli impalcati cosiddetti "di riva", sia lato Milano che lato Vigevano, per una lunghezza totale di mt 250 circa, che sono stati completati a fine giugno 2017.
  • A giugno 2017 iniziano le attività di assemblaggio a terra dei vari elementi metallici che costituiscono l'involucro esterno degli archi (conci).
  • A settembre 2017 iniziano le attività di varo dei "macroconci" degli archi lato Milano e lato Vigevano, attività che si completeranno entro fine ottobre per l'arco lato Vigevano, mentre per l'arco lato Milano le operazioni si completeranno entro dicembre, piene del Ticino permettendo.
  • La costruzione dell' impalcato di grande luce per il lato Vigevano (impalcato "appeso" all'arco, circa 150 mt di lunghezza) inizierà a ottobre 2017, per completarsi a gennaio 2018; a seguire si procederà alla costruzione dell'impalcato grande luce per il lato Milano il cui completamento è previsto per marzo/aprile 2018.
OTTOBRE 2016
MARZO 2017
SETTEMBRE 2017

Opere viabilistiche
La costruzione del rilevato lato Abbiategrasso/Milano verrà realizzata per fasi per consentire al traffico un regolare scorrimento; da prima verrà completata la porzione in destra della Via Vigevanese, poi una volta realizzati i manufatti idraulici e faunistici, verrà spostato il traffico sulla sinistra per consentire il completamento del rilevato in destra. L'attivazione definitiva del rilevato si avrà con l'apertura al traffico del nuovo ponte.
Per quanto riguarda la viabilità lato Vigevano, parte del rilevato stradale risulta già realizzata; attualmente è allo studio la riprogettazione della rotonda di svincolo del traffico proveniente dal ponte sulla viabilità esistente vigevanese per ovviare a problematiche di tipo ambientale rilevate nell'area; la viabilità di collegamento verrà completata entro circa 6 mesi dall'approvazione della variante stessa e dalla risoluzione delle problematiche ambientali.

ALCUNE CIFRE
Lo stanziamento complessivo è di 51,2 milioni di euro (lavori più somme a disposizione)
LAVORI ESEGUITI DA CESI:
Sono stati eseguiti e liquidati a CESI lavori per circa 10 milioni di euro (al lordo dell'IVA)
LAVORI GIA' ESEGUITI DA POLESE
Sono stati eseguiti e liquidati a POLESE lavori per circa € 11,7 milioni di euro (al lordo dell'IVA)
LAVORI ANCORA DA ESEGUIRE
L'importo dei lavori ancora da eseguire da POLESE è pari a circa 19 milioni di euro (al lordo dell'IVA)

(Circa 10 milioni sono destinati a espropri, incarichi di progettazione, verifica del progetto, acquisizione autorizzazioni (paesaggistica, trasformazione del bosco), direzione lavori, coordinamento sicurezza, collaudo, compensazioni ambientali, accordi transattivi, gestione interferenze e imprevisti, ecc.)

COMPENSAZIONI AMBIENTALI A SEGUITO DELLA TRASFORMAZIONE DEL BOSCO
Per la realizzazione dei lavori è risultato necessario procedere al taglio di alcune porzioni di bosco, taglio che risulta da compensare mediante la piantumazione di nuovi boschi.
Le aree destinate alla piantumazione di nuovi boschi, di superficie pari a circa 130.000,00 metri quadrati (13 ettari), saranno rese disponibili dal comune di Vigevano, previa stipula di convenzione con la Provincia.
Il primo lotto di intervento, per una superficie di 14.500 metri quadrati (1,45 ettari), é stato già realizzato negli scorsi anni in localitá Cascina Cavalli.
Con il secondo lotto saranno realizzati ulteriori 11,5 ettari di intervento.
La maggior parte delle aree sará interessata da interventi di rimboschimento forestale con prevalente funzione naturalistica. Queste zone saranno localizzate prevalentemente in fraz. Fogliano e ancora in località Cascina Cavalli e permetteranno un rafforzamento della rete ecologica locale e un incremento dei livelli di biodiversità.
Saranno inoltre realizzati due boschi urbani per un totale di circa 10.000 mq (1 ettaro), in località Piccolini (zona Palazzetto) e in via Cagnola/ via Buccella. In questi boschi "urbani" sará data particolare attenzione all'aspetto ricreativo, in modo da rendere fruibili tali zone dalla cittadinanza. Dell'importo complessivo dei lavori di piantumazione, circa 60.000 euro saranno destinati alla realizzazione delle strutture atte ad attrezzare i boschi "urbani", ovvero sentieristica, impianti di irrigazione, arredo urbano (panchine, ecc...) e, ove necessario, recinzioni.

Condividi