MODALITA' OPERATIVE A CUI ATTENERSI PER ACCEDERE AI RIMBORSI:

 1.      RIMBORSI EROGATI DA REGIONE LOMBARDIA

 1.1 Modalità di richiesta di attivazione dei benefici di legge a Regione Lombardia

Richiamate le modalità per l’invio della richiesta di attivazione dei benefici previsti dagli artt. 9 e 10 DPR 194/2001:

-         In caso di attività formative ed addestrative, la richiesta di attivazione dei benefici di legge dovrà essere trasmessa alla Regione dalla Provincia di Pavia o dall’organizzazione che coordina l’evento, preventivamente all’impiego dei volontari interessati, secondo la tempistica stabilita al punto 5 della circolare DPC/VOL/46576 del 2 agosto 2011

-         In caso di emergenze di livello locale e regionale, la richiesta dovrà essere trasmessa alla Regione dalla Provincia di Pavia per conto dell’Autorità locale di protezione civile, entro 24 ore dall’attivazione del volontariato.

-         In caso di eventi a rilevante impatto locale, ferma restando la necessità che lo scenario sia stato individuato nel Piano di Emergenza Comunale, la richiesta alla Regione, a cura dell’Autorità comunale di protezione civile formulata prima dell’impiego del volontariato, dovrà essere trasmessa dalla Provincia di Pavia. Si sottolinea che, in caso l’attività in oggetto sia gestita da soggetti diversi dall’Autorità comunale ed aventi scopo di lucro, gli stessi saranno tenuti a compartecipare alle spese per la copertura dei benefici previsti dagli artt. 9 e 10 del DPR 194/2001

-         In caso di ricerca di persone disperse, la richiesta alla Regione dovrà essere inoltrata a cura dell’autorità competente (Provincia di Pavia, Comune, Prefettura, Forze dell’Ordine, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco) preventivamente all’impiego del volontariato. In caso di particolare e motivata urgenza, potrà essere inoltrata direttamente alle organizzazioni di volontariato e tempestivamente comunicata alla Provincia di Pavia ed alla Regione

Tutte le suddette richieste di attivazione dovranno essere inoltrate a Regione a mezzo posta elettronica certificata o fax e contestualmente comunicate alla Sala Operativa Regionale;

Preso atto che Regione Lombardia, valutata la congruità della richiesta, procederà ad attivare le organizzazioni di volontariato ed a concedere i benefici previsti dagli artt. 9 e 10 del DPR 194/2001, dando comunicazione scritta all’Ente o all’organizzazione richiedente ed alla Provincia di Pavia per conoscenza;

Tenuto conto che Regione, ricevuta la richiesta di attivazione, procederà alla creazione dell’evento specifico nel catalogo contenuto nel database del volontariato e, a seguito di ciò, la Provincia di Pavia provvederà al caricamento dei volontari attivati, per consentire la conseguente produzione degli attestati di partecipazione riportanti il codice da utilizzare per la richiesta di rimborso ai datori di lavoro;

1.2 Modalità di richiesta di rimborso

Le procedure di richiesta di rimborso da parte di Regione saranno gestite attraverso il sistema GEFO al link https://gefo.servizirl.it/ e attraverso la modulistica attualmente in uso e scaricabile dal sito web del Dipartimento Nazionale Protezione Civile al link: http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/modulistica_volontariato.wp.

Datori di lavoro

I datori di lavoro dei volontari, formalmente comandati in servizio, prima di procedere alla richiesta di rimborso, dovranno ottenere dal proprio dipendente i seguenti documenti rilasciati dall’Autorità di protezione civile al termine dell’attività prestata e necessari ai fini del rimborso stesso:

-         Copia della nota formale di attivazione, inviata a mezzo pec da Regione Lombardia

-         Copia dell’attestato di partecipazione, generato in automatico dal sistema DBVOL, riportante il codice di attivazione del volontario, necessario ai fini della richiesta di rimborso

Una volta in possesso dei suddetti documenti, il datore di lavoro potrà effettuare la richiesta di rimborso, esclusivamente on-line accedendo al sistema informativo https://gefo.servizirl.it/

Organizzazioni di volontariato

Le organizzazioni di volontariato che risultino iscritte, in condizione di operatività, nell’elenco territoriale del volontariato di protezione civile della Regione Lombardia e che siano state formalmente attivate da Regione o, per conto di essa, da un ente/struttura del sistema regionale di protezione civile, possono richiedere il rimborso delle spese sostenute nel corso dell’attività prestata, ai sensi dell’art. 10 del DPR 194/2001.

Ai fini della richiesta l’organizzazione dovrà essere in possesso dei seguenti documenti:

-         Copia della nota formale di attivazione, inviata a mezzo pec da Regione Lombardia

-         Copia dell’attestato di partecipazione, generato in automatico dal sistema DBVOL, riportante il codice di attivazione del volontario, per gli autisti dei mezzi utilizzati nel teatro operativo

-         Originali degli eventuali documenti di spesa ammissibili a rimborso, come definite dalla circolare del Dipartimento della protezione civile del 26 novembre 2004. Si precisa che, relativamente al rimborso delle spese per i pasti, in aggiunta a quanto previsto dalla citata circolare, Regione Lombardia, ad oggi e fino a diversa indicazione, riconosce  € 15,00 a pasto per ciascun volontario attivato, in caso di intervento in emergenza che dovesse protrarsi per un periodo di almeno 8 ore attestato dal soggetto incaricato di rilevare la presenza in sito, o per manifeste evidenze operative.

La richiesta potrà essere effettuata esclusivamente on-line accedendo al sistema informativo https://gefo.servizirl.it/

Le richieste di rimborso devono pervenire entro i due anni successivi alla conclusione dell’evento, decorso tale termine non sarà più possibile accogliere le istanze di rimborso.

La Provincia di Pavia provvederà all’istruttoria formale delle richieste di rimborso presentate attraverso il sistema informativo https://gefo.servizirl.it/, acquisendo, in caso di documentazione incompleta o non conforme alle prescrizioni, le eventuali integrazioni necessarie.

La richiesta di rimborso, a conclusione positiva dell’istruttoria, verrà evasa da Regione che procederà con la liquidazione diretta dei rimborsi spettanti, nel caso di eventi di propria competenza, mentre provvederà ad inoltrare le richieste al Dipartimento per gli eventi di competenza dello stesso; in questo caso la liquidazione avverrà a seguito dell’erogazione dei fondi da parte del Dipartimento.

2.      RIMBORSI EROGATI DALLA PROVINCIA DI PAVIA

2.1  Modalità di richiesta di rimborso

Nei casi previsti dal DPR 194/2001, ove l’attivazione sia  Provinciale, la richiesta di rimborso dovrà essere inviata direttamente alla Provincia di Pavia all’indirizzo “Provincia di Pavia– Ufficio Protezione Civile – Piazza Italia, 2  27100 Pavia” utilizzando l’apposita modulistica che si allega e reperibile sul sito dell’Ente. Alla domanda di rimborso dovranno essere allegati:

  • copia della nota formale di attivazione da parte della Provincia di Pavia
  • gli originali dei giustificativi di spesa, debitamente quietanzati, che devono riportare una data rientrante nel periodo di apertura e chiusura dell’evento.

Per tutti i casi non previsti dal DPR 194/2001 non potrà essere concesso alcun rimborso spese.

Si informa che il personale dell’Ufficio di Protezione Civile resta a disposizione per qualsiasi informazione e per dare supporto tecnico per l’espletamento delle procedure.

LE SUDDETTE MODALITA’ OPERATIVE APPROVATE CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 137/11314 DEL 27/02/2017  SONO IN VIGORE DAL 1/03/2017

Condividi