La rete è una grande opportunità di comunicazione. Mi piace immaginarla come un ponte che mette in contatto le persone e le idee, che aiuta a condividere bisogni e problemi, desideri e aspettative.

E a fare sentire più unita una intera comunità.

La nostra è una Amministrazione che crede nel dialogo e vuole essere la casa per tutti i cittadini.

Scrivetemi alla mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. : farò di tutto per rispondervi puntualmente.

Il Presidente



CARTELLONISTICA ROTONDA CASSOLNOVO

Buongiorno, Le segnalo che nella rotonda gestita dalla Provincia di PV a Cassolnovo, dove è stato inaugurato un nuovo supermercato U2, è stato apposto un cartello più grande ("U2 - Aperto") sulla scritta che già era presente e che copre "Provincia di PV" dove prima c'era la scritta in piccolo "Di Meglio". Non credo che questa gente sia autorizzata da Voi ad apporre un cartello enorme che copre tutte le altre scritte e che rovina la vista del verde retrostante.??Questa mia segnalazione è da cittadina Civile che paga le tasse regolarmente e che non sopporta gli "arroganti" ; magari U2 ha pagato per 100 ed usufruisce inopportunamente lo spazio per 140....E' possibile una verifica di quanto detto?ringraziando, porgo cordiali saluti Tiziana

R.La ringrazio per la segnalazione. Desidero informarla che la sua domanda verrà inoltrata al responsabile del comparto viario della Lomellina all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e all’ufficio competente per le autorizzazioni alla cartellonistica all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti, 27 maggio 2015

RIFIUTI PIAZZOLE STRADALI

Buongiorno,
volevo segnalare che in tutte le piazzole di sosta all'altezza di Landriano e Torrevecchia Pia sono presenti rifiuti da mesi. Il danno è sia ambientale che estetico, soprattutto in questo periodo di Expo, quale immagine diamo del nostro paese?

 

La ringraziamo per la segnalazione, consigliandole di far presente la situazione anche ai Comuni le cui aree sono interessate da questo problema e al segreteria del Settore Ambiente all’indirizo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. che provvederà a verificare con il nostro servizio rifiuti la possibilità di un intervento. Purtroppo si tratta di un reiterato comportamento incivile che arreca danni alla tutela dell’ambiente, oltre che all’immagine del nostro territorio. Da anni, anche attraverso il proprio servizio di vigilanza ecologica volontaria la Provincia svolge una azione di sensibilizzazione e educazione ambientale presso le scuole, che speriamo possa cambiare l’atteggiamento delle giovani generazioni nei confronti dell’ambiente che rappresenta un prezioso patrimonio comune, che chiede a tutti il massimo della cura e del rispetto. Cordiali saluti,

PROVINCIALE 10 CERTOSA ZECCONE

la situazione in frazione Molino dei Protti lungo la provinciale n°10 Certosa-Zeccone è ormai insostenibile a causa del manto stradale devastato.
Ieri l'ennesima auto ha spaccato gomma e cerchio.
Anche Striscia la Notizia a febbraio si era occupata della situazione di questo tratto di strada lungo qualche centinaio di metri (e non decine di km!!!) definendolo il tratto di strada più dissestato d'Italia e contando oltre 200 buche in poco più di 100 mt!
Pensavo che in occasione dell'arrivo della bella stagione e considerando che il tratto di strada in questione è a poche centinaia di metri dalla Certosa di Pavia, dopo il servizio di 'Striscia' sareste intervenuti subito, non dico per rifare il manto stradale ma almeno per mettere in sicurezza il tratto.
Invece niente.
Le chiedo un riscontro per conoscere se e come la Provincia intende intervenire.

In attesa, Cordialmente Andrea – Guinzano

 R.Le condizioni della tratta che lei mi segnala ci sono purtroppo assai note, anche senza l’intervento di Striscia la notizia. Purtroppo la Provincia, in quanto ente destinato ad una radicale revisione, che ne riduce fondi, personale e competenze e ne prevede più oltre l’azzeramento della direzione politica, non è in condizione di programmare un intervento radicale e risolutore sulle strade. Proprio in questi giorni, a fronte di questa drammatica situazione ho lanciato un appello alla Prefettura in quanto espressione del governo centrale, in cui pongo in buona sostanza un ultimatum. Considerato che i margini di sopravvivenza finanziaria delle Provincia di Pavia non ci consentono di guardare oltre il prossimo autunno,  mi sono visto costretto a scrivere al massimo organo locale dello Stato, proponendo, con la speranza che questa mia nota possa risolvere una situazione insostenibile che la manutenzione della  rete viaria venga riconsegnata allo Stato, pena la chiusura per parte nostra delle strade a maggiore rischio. La informo anche che abbiamo predisposto un documento che in questi giorni verrà sottoscritto da tutti i sindaci del territorio e che invieremo al Governo chiedendo più attenzione e risorse per un patrimonio pubblico stradale che si sta sempre più impoverendo. Da soli - Province e Comuni, non ce la fanno più ed il quadro è sempre più drammatico. Da qui la decisione di rivolgersiall'unico interlocutore che può fare veramente qualcosa: il Governo.

Cordiali saluti. 20 aprile 2015

ALBUZZANO VIA ALESSANDRINA

io sottoscritto calvi giordano , residente in via alessandrina 154,  albuzzano pv la mia abitazione ogni giorno  , subisce delle varie scosse , tempo fa , fuori la mia abitazione sono stati fatti dei lavori , in quanto la chiusura della pavimentazione stradale non e stata effetuata in modo coretto , da come puo vedere dalle foto , gia si sono effetuate delle buche ,ogni volta che passa un mezzo pesante  il mio appartamento subisce delle scosse molto elevate  , spero prima possibile venga risolto questo problema, xche o paura che l,abitazione subisca  delle crepe non si puo vivere così ,io chiedo che venga fatto un controllo dove , la strada e in bruttissime condizioni, se il mio appartamento subisce dei danni o crepe , io non mi prendo nessuna responsabilità . visto che  o sempre pagato le tasse da buon cittadino . aspetto una sua risposta  . o sarò costretto a denunciare questo problema molto grave. cordiali saluti . 

R.Per quanto riguarda una possibile verifica in ordine agli eventuali danni alla sua abitazione le consiglio di contattare prima di tutto i vigili o il personale tecnico del Comune di Albuzzano per verificare se, come credo, la titolarietà dei lavori sia in capo al Comune.In caso contrario Le consiglio di contattare i responsabili del nostro Ufficio Tecnico agli indirizzi : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiali sauti. 20 aprile 2015

SINISTRO STRADALE

Spett.le Presidente le scrivo la presente per rappresentarle che in data 20.02 alle ore 7.00, mentre mi recavo sul posto di lavoro, percorrendo la S.P. 128 tra Marzano e Torrevecchia, il parabrezza della mia vettura veniva colpito da un sasso "sparato" dall'autovettura che mi precedeva.Fermatami nell'immediato per verificare se il sasso avesse provocato danni, nella circostanza mi accorgevo che il parabrezza dell'auto oltrechè essere scheggiato aveva una crepa di 5 cm. In auto ero da sola con mia figlia e non ho chiamato pattuglie delle forze dell'ordine perchè costretta a dare il cambio ai colleghi che concludevano il turno lavorativo oltre accompagnare mia figlia all'asilo nido.Come più volte da lei scritto in questo forum, ho eseguito la procedura per l'apertura del sinistro stradale, con le modalità indicate.Quest'oggi ricevo la risposta (protocollato sinistro del 20/02/2015 n. PPAV201-15) da parte dell'assicurazione da voi incaricata, che di seguito le riporto: In qualità di mandatari della UNIQA ÖSTERREICH VERSICHERUNGEN AG per la gestione e liquidazione dei Sinistri ci riferiamo al sinistro in oggetto e, in riscontro alla Sua richiesta di risarcimento, Le comunichiamo, confortati dalle risultanze istruttorie, che nella fattispecie non sono ravvisabili concrete prove di responsabilità a carico della Pubblica Amministrazione, assicurata con la nostra Mandante.

Infatti, in ottemperanza al principio generale sancito della’art, 2697 c.c. Lei deve fornire la prova del fatto, perché, come noto la responsabilità altrui e nel nostro caso della Pubblica Amministrazione proprietaria e/o concessionaria della strada, in materia di responsabilità extracontrattuale, non può fondarsi sulla sola prospettazione fornita dalla parte reclamante, alla quale compete, per tale motivo, l’onere di fornire la prova di quanto essa assume essere accaduto. Invero si segnala che il Suo reclamo è privo di chiara ed idonea prova storica del fatto (testimonianze. Verbale Autorità intervenute etc.) che accerti la sussistenza di quanto dichiarato in denuncia.Ho subito un danno alla mia vettura a causa dei sedimenti di asfalto presenti sulla corsia di marcia, che come potrà notare dalle foto allegate sono presenti in maniera cospicua, ed oggettivamente rispecchiano lo stato di quasi abbandono in cui versa la strada e la scarsa manutenzione che viene svolta.Il danno, stante quanto risposto lo dovrò riparare a mie spese, mi dica lei se è giusto che oltre il danno devo subire pure la beffa nonostante aver rispettato le prescrizioni del c.d.s. ed adottato tutte le cautele per la circolazione in strade che tali non si possono definire.Scusi lo sfogo, ma credo che la mia rabbia sia più che giustificata, tanto che le nostre autovetture si usurano in maniera precoce proprio a causa dei manti stradali pesantemente danneggiati.In attesa di una sua risposta, le porgo distinti saluti.C.N.

R.Ho letto con attenzione la sua segnalazione ma purtroppo credo che la procedura seguita sia corretta e che la Assicurazione abbia agito nel pieno rispetto delle regole. Nel caso volesse richiedere ulteriori precisazioni le consigliamo di segnalare il caso al funzionario che segue i rapporti con la Assicurazione all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   Cordiali saluti. 17 marzo 2015

PROVINCIALE 9

Gentile Presidente, 

ho letto in questo forum con grande interesse altre segnalazioni relative alla provinciale 9. Il tratto fra Torre d'Arese e Torrevecchia Pia ha il manto stradale fra i più danneggiati e con tristezza noto che, anche altri cittadini Le hanno sottoposto già qualche anno fa lo stesso problema. L''intervento di Striscia non ha fatto altro che regalarci un intervento minimo che non è risolutore. Rattoppare una buca, fa sì che alla prima pioggia si formi nuovamente la stessa buca. La mancanza di fondi non può continuare ad essere usata come una scusa per non ripristinare il manto delle nostre strade. Non si può pretendere che un cittadino accetti di correre pericoli perché la Provincia non ha soldi. La invito a percorrere il tratto fra Marzano e Torrevecchia Pia con la nebbia. Lo faccia e misurerà la rabbia che monta in noi, che anni fa abbiamo investito i nostri risparmi acquistando una casa in provincia di Pavia. Abbiamo creduto nella bontà del nostro investimento. Ci sentiamo traditi da chi non è in grado a garantire la sicurezza delle nostre strade. Non vogliamo strade nuove, come quell'inutile bretella di Villanterio, vogliamo percorrere senza terrore le strade che abbiamo già. 

Attendo un suo riscontro e le porgo cordiali saluti. 

Natascha Tarentini 

R.Mi spiace che lei pensi che la Provincia utilizzi, e cito testualmente le sue parole, la “mancanza di fondi” come “scusa per non ripristinare il manto delle nostre strade”. Purtroppo questa non è una scusa ma la drammatica verità. I tagli alla finanza locale, i limiti impostici dal patto di stabilità e la pesante incertezza normativa sull’assetto futuro delle Province peggiorano di giorno in giorno una situazione già difficile. Come Presidente dell’Unione Province Lombarde, nelle scorse settimane, mi sono fatto portatore di questa situazione pesantissima, sollecitando da parte del governo un intervento anche finanziario che ci permetta di garantire almeno la manutenzione della rete viaria, quale luogo cruciale per la sicurezza delle nostre popolazioni. Fatta salva questa premessa, Le consiglio di contattare comunque la segreteria dell’Assessore alle Infrastrutture all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e la dirigente del settore dell’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti 17 marzo 2015

STRADA VIGEVANESE

Buongiorno,
sono un cittadino di Mortara e voglio portare alla vostra attenzione la
condizione in cui si trova la strada provinciale 494 detta "vigevanese"
nel tratto che va da Vigevano a Mortara e anche oltre, fino al comune di
Zeme. La citata tratta non è mai stata riqualificata, pertanto il
tracciato, la sede stradale e le banchine sono assolutamente inadeguate
a garantire il livello minimo di sicurezza che si deve ad ogni
automobilista; in particolare le criticità maggiori sono le seguenti:
in alcuni punti, pur in presenza di avallamenti ad entrambi i lati della
carreggiata, non ci sono i guard rail o, dove presenti, sono
praticamente sfasciati;
La segnaletica verticale è in condizioni pietose, con i cartelli
piegati, scoloriti dal sole o addirittura assenti in punti strategici,
lo stesso dicasi per quella orizzontale che, in una zona come la nostra
dove la foschia o la nebbia sono spesso parte del paesaggio, dovrebbe
essere assolutamente curata per essere una sorta di "guida" quando la
visibilità è scarsa;
la sede stradale è completamente da rifare perché l'asfalto è consumato
e le buche costringono a volte le vetture ad una specie di piccolo
slalom pericolosissimo per la circolazione;
nel tratto compreso tra il casello 10 e la frazione Morsella di Vigevano
sono ubicati ai lati dei pali di cemento con dei lampioni inutili che
costituiscono un altro serio pericolo, in un punto in cui oltretutto la
carreggiata si restringe.
La condizione in cui versa questa strada, di primaria importanza per la
viabilità, è a mio avviso e di tutti gli abitanti della Lomellina un
vero e proprio attentato alla vita delle persone che, per necessità o
altro, sono costrette a percorrere un'arteria diventata più simile a
quella di un Paese africano piuttosto che a un Paese civile. Come
amministratori e responsabili del territorio, vi sollecito a prendere
dei provvedimenti urgenti per evitare che sulle nostre strade continui a
perpetrarsi una serie infinita di incidenti, che in buonissima parte
sono da addebitare alle indecenti condizioni in cui versano. Confidando
nel vostro più solerte interessamento, vi porgo i miei saluti.

Davide Gaggianese - Mortara
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

R.Purtroppo conosciamo bene le condizioni di ampia criticità sulla nostra rete viaria, ma voglio precisarle che la responsabilità di questa situazione risiede principalmente nei progressivi e disastrosi tagli effettuati sulla finanza locale, nell’incresciosa necessità di mantenere le nostre spese e i nostri investimenti entro i limiti del patto di stabilità,   e nella incertezza normativa sul futuro assetto istituzionale delle Province. Io stesso come Presidente dell’Unione Province Lombarde mi sono fatto portavoce di questa situazione gravissima, sollecitando un intervento anche finanziario da parte del Governo che ci consenta di continuare ad esercitare funzioni di manutenzione e gestione di una rete viaria che rischia altrimenti di compromettere la sicurezza viabilistica dei cittadini del nostro territorio. Nell’accogliere quindi la sua sollecitazione, le assicuro che far quanto possibile per ovviare almeno parzialmente alle criticità segnalate sulla strada in oggetto, consigliandola al tempo stesso di inoltrare la sua mail alla segreteria dell’Assessore alle Infrastrutture ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) e al geometra di reparto all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti 12 marzo 2015

STRADE GENZONE COPIANO

  Egregio Presidente Bosone,  in qualità di consigliere di minoranza della lista Civica Gente per Genzone segnalo che il tratto di strada provinciale tra il Comune di Genzone e il Comune di Copiano e oramai da tempo deteriorato e pieno di profonde buche e costituisce, pertanto, un pericolo per le autovetture e l’incolumità delle persone.Sollecito un intervento manutentivo immediato.La nostra Lista Civica sarebbe disposta ad intervenire anche direttamente alla riparazione delle buche, accollandosi le spese, Mi faccia cortesemente sapere, Cordiali saluti, Gruppo di consiglieri di minoranza Gente per Genzone. Giovanni Corbellini

R.Purtroppo, sono a conoscenza dello stato di estesa e persistente criticità della nostra rete viaria, imputabile ai pesantissimi tagli imposti alle Province, in quanto enti destinati ad una incerta e discutibile trasformazione e ai limiti imposto dal rispetto del patto di stabilità. Come Presidente dell’Unione Province Lombarde non ho mancato di moltiplicare la mia denuncia per questa insostenibile situazione, che si traduce in danno e rischio per i cittadini che transitano sulle nostre strade. Al tempo stesso ho rivolto, anche recentemente un pressante appello al Governo perché affronti il nodo cruciale del finanziamento alle Province come unica soluzione che possa garantire la continuità della manutenzione – quale cardine della efficienza e della sicurezza -  della rete stradale di nostra competenza. Posto questa necessaria premessa,  per avere maggiori chiarimenti sulla situazione in essere nella vostra zona vi consiglio di contattare direttamente l’Assessore delegato alle Infrastrutture e ai responsabili di reparto della zona pavese, non escludendo un possibile coinvolgimento delle Amministrazioni Comunali coinvolte. Potere quindi inoltrare la vostra segnalazione anche alla segreteria dell’Assessore Visponetti all’indirizzo   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e ai geometri della zona pavese agli indirizzi  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   . Cordiali saluri 9 marzo 2015

ILLUMINAZIONE E DISSESTO STRADALE

Egregio Dott. Bosone,

La contatto per segnalare che da mesi ormai manca l’illuminazione stradale tra Sp2 e la ex ss 412 sita nel Comune di Landriano,  considerata l’importanza di tale punto luce e al fine di evitare le numerose e solite buche del manto stradale

le chiedo di ripristinare l’illuminazione pubblica e sanare le buche non dovute al recente cattivo tempo ma presenti da sempre .  

Grazie per la collaborazione

R. Ho inoltrato la sua segnalazione al Dirigente del Settore Lavori Pubblici e all’Assessore alle Infrastrutture. Comprendo il suo disagio, ma mi permetto di ricordarle che questa situazione di criticità sulle strade della nostra provincia è purtroppo il frutto di progressivi tagli alla finanza locale, ulteriormente penalizzata dai limiti dl patto di stabilità e dalla incertezza normativa che ancora persiste sul futuro assetto istituzionale delle Province. Cordiali saluti 17 febbraio 2015

STRADE CERANOVA VIDIGULFO LANDRIANO

Buongiorno Presidente,

solo per segnalare nell’interesse comune le pessime condizioni del manto stradale della SP2 nel tratto Ceranova_Vidigulfo_Landriano fino ad incrociare la 412 Val Tidone. So perfettamente della scarsità di risorse, dell’estensione della rete di cui ci si deve far carico, etc., cionondimeno corre l’obbligo della segnalazione a tutela dell’incolumità di chi viaggia. Quando come occorsomi ieri si è costretti a viaggiare facendo pericolosi slalom, tra buche profonde ben oltre il limite di un normale degrado dovuto al clima di stagione, con improvvise e pericolose manovre di emergenza, invasioni corsia opposta etc., il tutto pur mantenendo velocità ben ridotta, adeguata distanza dal veicolo che precede, etc., e nonostante dette cautele ci si ritrova con gomme e cerchi spaccati per colpi dovuti a ingresso ruote in veri e propri crateri (a me accaduto ieri) di cui la strada è disseminata per chilometri…credo sia doveroso segnalarlo a chi di dovere. Mi permetto di far rilevare che la strada in questione da anni ripropone gli stessi problemi, mentre tratti anche adiacenti o vicini paiono denunciare in misura piuttosto diversa inconvenienti dello stesso tipo. Possibile che il manto posato pochi metri più in là non soffra il clima nella stessa maniera? Perdoni la provocazione ma credo varrebbe la pena riflettere sulla cosa, altrimenti in Scandinavia si potrebbe viaggiare solo a piedi…
Grazie per la Vs. attenzione, cordialmente

LUCA PERSICHITTI

R.Purtroppo la sua segnalazione sottolinea una situazione di criticità che si ripropone sulla strada in questione. Purtroppo le condizione della finanza locale non ci permettono un intervento compiuto e risolutore sull’intera tratta stradale. Sarà comunque mia premura segnalare ai responsabili del comparto pavese e all’assessore alle infrastrutture  il protrarsi di una situazione assai pesante. Né voglio nasconderle che la confusione normativa in ordine al futuro assetto delle Province accresce, nostro malgrado, una situazione di precarietà gestionale che rischia di penalizzare, al di là della nostra volontà e del nostro impegno, gli automobilisti che percorrono le nostre strade. Cordiali saluti 17 febbraio 2015

TRATTA SAN MARTINO-PALESTRO

Scrivo in merito alle condizioni dell asfalto che in molti tratti a partire da San Martino Siccomario sino

a Palestro e' in uno stato di manuntenzione disastroso.

Ci sono molti tratti pericolosi che obbligano le auto a cercare di scnasare i buchi e quindi a circolare o troppo

sulla destra o troppo sulla sx.

Sono oramai 10 anni che tra lavoro e famiglia faccio questa strada e noto che fanno solo dei "tacconi" ai buchi.

Solo sulla strada tra Mortara e Garlasco la situazione e' buona;la statale e' stata allargata e l asfalto per ora tiene .

Non sarenne il caso di fare prevenzione ?Ok i fondi che sono sempre di meno,ma e' ora di intervenire

 

Comprendo la sua sollecitazione, e spero voglia credermi quando le dico che il nostro personale a presidio della rete stradale si adopera in tutti i modi per salvaguardare la tenuta del manto stradale sull’intero patrimonio viario della Provincia che supera i 2000 chilometri.

Le nostre risorse finanziarie sono state progressivamente falcidiate dalla crisi e a volte anche il loro residuo utilizzo è ostacolato dai limiti impostici dal patto di stabilità.

La incertezza normativa che pesa sul futuro dell’Ente Provincia il cui personale già all’osso rischia di essere ulteriormente ridotto : in questo contesto quello che la Provincia può soste tenere è unicamente la manutenzione ordinaria. Sarà mia premura comunque segnalare la sua nota al responsabile di reparto e all’Assessore alle Infrastrutture per verificare tutto quello che è possibile fare. Cordiali saluti 9 febbraio 2014

PRESENZA RIFIUTI BORDO STRADA

Egregio Dott. Bosone, 

La contatto per segnalarle la presenza di numerosi rifiuti localizzati sulle banchine stradali sulla ex ss 412, nel Comune di Landriano (compresi divani, legni e lastre di amianto / eternit).

Vi chiedo pertanto di intervenire su tale arteria, installando anche delle telecamere, o delle reti metalliche di protezione, in modo da evitare che altri episodi simili si possano ripetere nella zona, multando chi commette danni all’ambiente di tale portata. 

Resto in attesa di un suo gentile riscontro, 

Un saluto e buona serata 

Stefano Cervi  

 

R,Purtroppo l’installazione di reti meta liche o di telecamere ci risulta essere difficile anche per ragioni di carattere finanziario. L’abbandono dei rifiuti lungo le strade è un complesso problema di inciviltà ed  incuria che, se risolto con sistemi di controllo in una zona, si ripresenta immediatamente in un’altra tratta stradale e come lei senz’altro capirà ci sarebbe impossibile blindare in questo modo l’intera rete provinciale.

Per quanto riguarda la sua singola segnalazione le consiglio d trasmettere la sua mail al responsabile di reparto all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. che provvederà a contattare il nostro servizio rifiuti,

 Coridali saluti. 9 febbraio 2015

ILLUMINAZIONE STRADALE

Egregio Dott. Bosone, La contatto, in quanto, nonostante numerosi solleciti fatti, l’illuminazione stradale sulla sp2, sita nel Comune di Landriano, all’altezza della rotonda del supermercato U2, non è stata ancora ripristinata. Pertanto, considerata l’importanza di tale punto luce, di intersezione tra la sp2 e la ex ss 412, vi chiedo immediatamente di ripristinare l’illuminazione pubblica. Grazie per la collaborazione Un saluto e buon pomeriggio 

Stefano 

R, La ringrazio per la segnalazione che, a mia volta, provederò ad inoltrare ai responsabili dell’Ufficio Tecnico e all’Assessore alle Infrastruture. 9 febbraio 2015

MANTO STRADALE SP 193

Buongiorno Sig. Presidente.

Da qualche giorno finalmente hanno asfaltato (se così si può chiamare ) i pezzi “DIMENTICATI” in occasione degli ultimi lavori di asfaltatura sulla Sp 193.tra Chignolo Po e Pieve Porto Morone. Bellissima notizia, solo che a distanza di poche ore sono ricomparse di nuovo le solite buche e le solite problematiche sui nuovi tratti “asfaltati”. Mi chiedo, ma come è possibile? ma siamo ancora punto daccapo? Le sarei grato se facesse controllare o magari controllare di persona.

Distinti saluti

 R.Mi dispiace molto per questo inconveniente, sicuramente legato alle difficili condizioni metereologi che e Le comunico che provvederò a segnalare la sua comunicazione all’ Assessore alle Infrastrutture, al Dirigente dei lavori pubblici e ai geometri del comparto stradale di riferimento. Cordiali saluti. 1° dicembre 2014.

STRADa PROVINCIALE per Alessandria

 Gentile presidente,come ogni anno torno a segnalare le problematiche della provinciale Pavia Alessandria,dell'abitato di Lomello in poi.
L'incrocio all'uscita del paese e' buio,non illuminato e senza segnaletica di arresto.Ma fate rotatorie ovunque ,li' servirebbe a dare sicurezza perche' ci trascurate?
La segnaletica orizzontale e' stata rifatta solo verso San giorgio ,verso Ferrera ,Sannazzaro,Pieve Albignola,Zinasco,non c'e' traccia!!!! Le rotatorie mal segnalate,le banchine (ingresso Ferrera)con gard-rail divelti dopo incidenti non ripristinate.Eche dire della pensata della deviazione per lavori al fosso tra i due Zinasco?l'asfalto e gia' ko dopo 3 giorni,fare i lavori con il tempo bello sarebbe stato logico!!!!!!!!! I pochi tratti dove la segnaletica e' stata rifatta sembrano dipinti con i gessetti colorati,si sta gia' cancellando tutto. che colorante usano,il lavabile?non li paghi,anni fa la segnaletica durava almeno un paio di stagioni adesso forse un paio di settimane.Ci state mettendo veramente a rischio,in una zona di nebbia e ghiaccio.Era proverbiale la tempistisca di intervento sulle strade, la manutenzione seria ,il personaleche al mattino buttava sale nei punti critici e chi come me percorre questa strada per lavoro da 35 anni era sicuro di poter contare sulla presenza degli uomini della Provincia nei giorni difficili.Ora me lo lasci dire e' squallida la poca attenzione per il territorio e i cittadini.Spero sempre in un colpo di reni,in un inversione di tendenza che dia il segnale che si puo' e si deve fare di piu'.Non solo Lei,tutti.Grazie per l'attenzione ,cordiali saluti Daniela bressan

R.Gentile Signora, La ringrazio per la Sua segnalazione che provvederò ad inoltrare al Dirigente dei Lavori Pubblici e al geometra della zona della Lomellina.-Leggo purtroppo che Lei ci accusa di scarsa attenzione verso il territorio e verso i cittadini. In proposito voglio assicurarla che non è affatto così. La Provincia cerca di presidiare la rete stradale nella sua intierezza e in ogni zona con la stessa attenzione e con la stessa puntualità. Purtroppo la drastica riduzione del personale stradale, le difficoltà legate alla finanza locale e al patto di stabilità, la pesantissima incertezza normativa sul futuro delle Province, che stanno vivendo una fase delicata di passaggio istituzionale, non favoriscono certo i nostri sforzi per mantenere sicura ed efficiente la rete viaria. La ringrazio e Le consiglio per ogni ulteriore delucidazione tecnica di contattare l’ing Galletti ( alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) e il geom. Parazzini  ( alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )Cordiali saluti, 1° dicembre 2014

CRITICITA' RETE VIARIA

Buonasera, come ogni anno vi scrivo, non per informarvi delle situazioni delle strade della provincia di Pavia, ma per lamentarmi del vergognoso stato in cui si trovano. Ancora.  Rimango basito soprattutto perchè anno dopo la situazione risulta peggiore.Non vi importerá, ma per lavoro giro nella Provincia di Milano, Lodi, Cremona e, credetemi, benchè anche sulle strade di quelle zone  si formino inspegabili voragini, vi assicuro che si nota il diverso approccio al problema, probabilmente dettato dal maggior interesse alla sicurezza stradale, che invece nella provincia di Pavia, la mia  provincia, sembra  mancare del tutto. Non ovunque però: se  infatti nell'Oltrepo, forse per interessi legati al turismo, la situazione è nettamente migliore, le strade provinciali che collegano tra loro i centri abitati della provincia al confine con i territori del lodigiano e del milanese sono costellate di pericolose buche, bene che vada rattoppate manualmente con una palettata di materiale, che, in un quarto d'ora di pioggia, se ne va lasciando nuovamente la strada in condizioni disastrose. Menzione particolare merita la Val Tidone (ex strada statale 412) su cui non si contano nè le voragini, che quando, e se, vengono rattoppate, si riaprono il giorno successivo, nè le vetture ferme ai lati della strada perchè, nonostante gli slalom indispensabili, non hanno potuto evitare una buca che ha provocato danni alle ruote.
Consapevole che probabilmente, come in passato, non otterrò risposta a questa mia segnalazione, vi invito a provvedere alla chiusura dei crateri formatisi, poichè tali buche che sono a dir poco pericolose, per chiunque, anche per coloro che hanno la responsabilitá di occuparsene.GRAZIE provincia UN GRAZIE DI CUORE.

R.

Le rispondo volentieri anche perché mi rendo conto che il problema che lei segnala preoccupa altri cittadini della nostra provincia. Probabilmente sulle tratte viarie della Provincia di Pavia le criticità possono essere maggiori che in altre realtà regionali. Questo fatto però è imputabile unicamente alla particolare ampiezza della rete viaria di nostra competenza che supera i 2000 chilometri di strade e presenta realtà molto diversificate tra loro, tra pianura, collina e montagna. Trasmetterò senz’altro la sua sollecitazione al Dirigente del Settore Lavori pubblici e all’Assessore delegato perché i tecnici provvedano a verificare e a fare il possibile per sanare la situazione. Quello che posso, però, dirle è che tutte le Province, storicamente deputate alla cura del manto stradale, vivono una situazione drammatica dal punto di vista finanziario, resa ancora più grave dai progressivi tagli alla finanza locale e dalle strettoie imposte dal patto di stabilità. Su tutto pesaanche l’incertezza normativa del futuro delle Province. Tutti questi elementi purtroppo concorrono, e non a giustificare, almeno a fornire qualche elemento conoscitivo in più, utile per valutare l’effettivo degrado stradale imputabile a cause delle quali non siamo direttamente responsabili.Cordiali saluti. 20 novembre 2014

CRITICITA' SP 128

Buonasera Sig. Presidente
Le riscrivo a distanza di un anno come potrà vedere la mia presedente mail, per farle notare che da allora non è cambiato assolutamente nulla!! Anzi la situazione è nettamente peggiorata , ora credo che noi cittadini che paghiamo regolarmente le tasse avremmo diritto ad un pò di rispetto, cosa, che vedo non avete nei Ns. confronti.
Ora mi piacerebbe capire cosa intende Lei "interverremo quanto prima"? gg. mesi o anni?
Oppure che" i Vs. uffici fanno il possibile per assicurare la massima sicurezza stradale"?
Ora Le scrivo rispondendo in modo privato  ma le assicuro che pubblicherò il tutto sul Forum, intanto La invito a fare un giro in un giorno di nebbia sulla strada dello scandalo.
Cordiali saluti
Mauro De feudis

R, Desidero scusarmi per il problema e Le assicuro che ogni eventuale problema sulle strade non risponde mai ad una logica di mancato rispetto per i cittadini ma piuttosto è causato dai difficilissimi problemi che stiamo affrontando che riguardano da un lato la pesantissima situazione finanziaria ulteriormente aggravata negli ultimi mesi dall’altro la fase di incertezza normativa che si trascina da troppo tempo in ordine al futuro delle Province. Provvederò comunque a verificare il problema che Lei ci segnala, parlandone direttamente con l’assessore Visponetti e i responsabili del comparto viario del Pavese, ai quali può direttamente scrivere per ogni problema agli indirizzi  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppore Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiai saluti 10 novembre 2014

ASFALTATURE ZONA S.CRISTINA

Salve,
siamo in novembre inoltrato e ho visto che ancora non è stato asfaltato il pezzo di strada promesso in prossimità della rotonda alla logistica di Santa Cristina, zona distributore di benzina.
Pezzo di strada veramente terrificante e vergognoso.
Bravi invece per il pezzo riasfaltato in località casottina, era ora.
In questo punto però c'è un problema, quando piove, andando in direzione chignolo provenendo da miradolo, c'è in curva una piazzola fatta di ghiaia, molto sconnessa dove, quando piove, ristagna acqua e crea una enorme pozza.
Questo può sicuramente provocare un rapido distacco dell'asfalto nuovo, presumo, infatti resta sempre sommerso per buona parte dalle pozze che si formano in quella curva.
Dateci un occhiata.

 RLa ringrazio per l’apprezzamento ai lavori che abbiamo effettuato in località casottina. Sarà mia premura inoltrare la sua mail, che contiene e importanti indicazioni sugli elementi di criticità, ai responsabili del comparto viabilità del Pavese, agli indirizzi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.     ai quali può comunque rivolgersi direttamenter per ogni ulteriore delucidazione. Cordiali saluti 10 novembre 2014

RINGRAZIAMENTI LAVORI SP 192

Buongiorno,vorrei ringraziare il Responsabile che gestisce il tratto stradale SP 192 ( strada da Piccolini a Gravellona), l’anno scorso mi era stato detto che avrebbero fatto dei lavori di manutenzione e in questi giorni hanno rifatto il manto stradale.Eccellente lavoro!Siete stati di parola, complimenti! Distinti saluti. Luigi Avaro

R.Nel comunicarle che ho provveduto ad inoltrare la sua mail al geom Parazzini, desidero personalmente ringraziarla per le sue parole. Spesso infatti riceviamo segnalazioni di disagi e criticità sulle strade provinciale, ma ben raramente riceviamo riscontro a quelle opere che, pur tra mille difficoltà, stiamo cercando di portare avanti per garantire la sicurezza e la percorribilità della nostra rete viaria. Cordiali saluti, 16 ottobre 2014 

TRASPORTO PUBBLICO VISTARINO

Buon pomeriggio, sono una ragazza che frequenta l'ultimo anno di liceo linguistico e come ben saprete quest' anno dovrò affrontare la maturità! La mia domanda è la seguente:

Come faccio a studiare e a prepararmi in modo esaustivo a tutte le verifiche e interrogazioni che mi accompagneranno fino a giugno e che mi garantiranno l'ammissione alla maturità se tutti i giorni per colpa dei pullman pranzo alle 15:20 e riesco ad iniziare a studiare alle 16 senza aver avuto nemmeno 10 minuti di riposo??

È possibile?Fortunatamente non abito al capolinea della mia linea Motta Visconti via torre d'isola perché se no a che ora arriverei a casa? Mezz'ora dopo? 

È una vergogna aver chiesto alle scuole di non far andare i ragazzi al sabato per ottenere cosa in cambio?

Io ho ottenuto che devo e dovrò aspettare il pullman per un'ora al freddo e al gelo per tutto l'inverno, arrivare a casa ad un orario indecente e pranzare all'orario della merenda!

Qui qualcosa deve cambiare!

Grazie, spero possiate trovare una soluzione al più presto.

Linea pullman:

92 MOTTA VISCONTI via Torre d'Isola

 

R. La ringraziamo per la sua segnalazione e purtroppo ci rendiamo conto del suo disagio. Devo però farle presente che la scelta di concentrare le lezioni in 5 sole giorni la settimana è stata oggetto di confronto con i Dirigenti scolastici che, spesso, ne hanno condiviso le ragioni, sostanzialmente imputabili alla gravità della situazione economica di tutto il Paese e ai suoi pesanti riflessi sulla disponibilità finanziarie delle autonomie locali. Nei giorni scorsi, l’Assessore alla mobilità ed io ci siamo incontrati anche con una delegazione studentesca, per cercare di trovare le soluzioni meno penalizzanti possibili per gli studenti pendolari. Cordiali saluti 30 settembre 2014

TRASPORTO PUBBLICO

Buongiorno,Oltre a segnalare il mio disagio causato dalla settimana corta e dagli orari dei pullman vorrei avanzare una proposta condivisa da tanti altri studenti di Pavia.Frequento il Cairoli, un liceo molto impegnativo (a mio parere) che prevede un enorme carico di lavoro da svolgere autonomamente a casa nel pomeriggio. Le lezioni al Cairoli si tengono dalle 8 alle 13.30, orario al quale tutto sommato e con un po' di tempo, ci si può anche adattare. Il problema maggiore, però, è l orario del pullman che provvede al rientro a casa degli studenti. Abito a Barona di Albuzzano, e usufruisco quindi del pullman con direzione Vistarino (numero 173). Il pullman parte alle 14.30, dopo essere stato mezz'ora fermo in stazione ad attendere gli studenti delle scuole che terminano le lezioni alle 14. Non trovo giusto, in quinta liceo, dover perdere così tanto tempo nell' attesa del pullman. Essendo al corrente della mancanza di soldi per ottenere ulteriori corse, la mia proposta consiste nel posticipare il pullman delle 12.40, che viaggio quotidianamente vuoto o con al massimo 5 persone a bordo. Io ritengo che questo sia anche uno spreco. E per questo chiedo gentilmente di poter posticipare il pullman alle 13.45 (orario in cui partiva il pullman gli anni precedenti). In questo modo il pullman delle 13.45 viaggerebbe pieno di studenti le cui lezioni terminano alle 13 o 13.30 e allo stesso tempo il pullman delle 14.30 viaggerebbe meno affollato è più in sicurezza.

Aspettando una Vostra risposta, le pongo i più cordiali saluti Vittoria Griffini=

 R.La ringrazio per la sua segnalazione. Ci rendiamo conto che la concentrazione delle lezioni in 5 giorni possa essere problematica – come del resto lo sono tutti i cambiamenti - , ma sono anche convinto che confrontandoci e ragionando tutti insieme potremo gradualmente trovare soluzioni che coniughino le esigenze degli studenti con quelle – purtroppo ineludibili – legate ai pesanti tagli alla finanza locale. Per verificare cosa è possibile fare nel caso dei trasporti per Vistarino. La informo intanto che dal sei ottobre il servizio è stato potenziato con corsa alle ore 13.50 dal sei ottobre. Le consiglio comunque di contattare i funzionari del nostro Ufficio trasporti alla mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TRASPORTI PUBBLICI ALBUZZANO

Buonasera a seguito dell'inizio scolastico con la settimana corta di 5 giorni, siamo a lamentare il malfunzionamento del trasporto scolastico.Abitiamo nel comune di Albuzzano, Località Barona, e purtroppo siamo molto disagiati sia per quanto riguarda i trasporti che i servizi.Il nostro problema è riferito comunque al trasporto in quanto ns. figlio che frequenta l'Istituto Volta deve prendere la Navetta B per recarsi in Stazione e dalla Stazione il mezzo che lo porta a casa.Abbiamo assistito ad episodi in cui i ragazzi corrono, si spingono, cadono per riuscire a prendere la navetta PIENISSIMA...chi non riesce a salire non arriva in stazione e perde il Pullman (arriva a casa alle 17.00).Altro problema è che a causa dell'orario scolastico dalle ore 8.10 alle 14.10 i ragazzi si trovano a dover pranzare dopo le 15.00 non potendo più seguire le attività sportive (che per i ragazzi sono un momento di divertimento, educazione e di svago).Chiediamo di migliorare e potenziare i servizi al fine di garantire una giornata migliore per i nostri ragazzi e per noi genitori che lavoriamo.

Ringraziamo e con l'occasione porgiamo cordiali saluti.

 

R.Quella di concentrare le lezioni in 5 giorni è stata una scelta che la Provincia ha condiviso con i Dirigenti scolastici che hanno adottato questa soluzione. Le assicuro che sarei ben felice di poter , come Lei scrive, di migliorare e potenziare i servizi di trasporto pubblico, ma le Amministrazioni locali stanno vivendo una fase estremamente travagliata della loro esperienza, scontando i pesanti tagli alla finanza locale. Per meglio rappresentare il suo problema le consiglio comunque di contattare i nostri funzionari del Settore Trasporti all’indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti 30 settembre 2014

PARCHEGGI PAVIA

Stavo parcheggiando oggi stesso in viale C.Battisti e ad indicarmi il parcheggio (che comunque avevo individuato da solo) c'era un gruppetto di extra comunitari che mi indicavano il posto libero approcciandosi poi al parcometro chiedendo soldi. Ho poi deciso di parcheggiare in Piazza Castello. É mai possibile che a Pavia ci sia da pagare un pizzo per parcheggiare ? Vedi piazza Gaffurio (gestita da extracomunitari che fanno loro stessi il biglietto e te lo rivendono),ospedale Maugeri (vergognosamente gestito anche se il parcheggio é gratuito ossessionandoti con vendite abusive).

R.La ringraziamo per la sua segnalazione. Dobbiamo però farLe presente che per le questioni relative alla viabilità e al servizio parcheggi in area urbana, la competenza è interamente in capo alla Amministrazione Comunale e al Sindaco. La Provincia non ha nessun tipo di competenza in materia. Le consigliamo perciò di inviare la sua mail direttamente al Comune di Pavia, i cui indirizzi mail sono facilmente reperibili sul sito istituzionale del Comune. Cordiali saluti. 4 settembre 2014

SP 10 CERTOSA

Dr. Bosone, un cordiale saluto.

Mi metto in coda anch’io per segnalare l’invasione selvaggia dell’erba sulla Str. Prov.le in oggetto.Ho letto la sua risposta al sig. di Mortara e quindi so già tutto.Se penso alle tasse che pago, e le pago tutte, fino in fondo, mi viene da piangere perché non vedo in generale grandi ritorni nei servizi.Non entro in merito all’euro si euro no, ma veramente viene voglia di far fagotto e andare fuori da questo dannato Paese.

Abbia pazienza, appena Le è possibile veda di far mandare qualcuno o prima o poi qualche ciclista ci rimette la vita…Buone cose.

 R.Al di là delle sue considerazione che sarebbe senz’altro utile approfondire, purtroppo in una sede diversa da questa, Le consiglio di contattare direttamente il geometra di reparto all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o la segreteria dell’Assessorato Infrastrutture al numero 0382 597 311. Cordiali saluti 2 settembre 2014

ILLUMINAZIONE STRADALE

Egregio Dott.Bosone,La contatto per segnalarle la mancanza di illuminazione pubblica presso le due rotonde di accesso al comune di Landriano (sia all'altezza della galleria commerciale il Quadrifoglio, che alla rotonda di  intersezione con la ex ss 412), e presso la rotonda di accesso al comune di Vidigulfo, tutte localizzate sulla sp2 Pavia - Melegnano.Vi segnalo inoltre la mancanza di illuminazione pubblica all'uscita dal cavalcavia del comune di Landriano, con immissione diretta sulla sp2, da diversi mesi a questa parte.Per queste ragioni, vi chiedo gentilmente di ripristinare l'illuminazione nei punti da me segnalati, e di procedere con le opportune verifiche.Resto in attesa di un vostro cortese riscontro,Cordiali saluti Stefano Cervi

 

R.Per velocizzare la risposta Le consiglio di inviare direttamente la sua segnalazione al geometra di reparto all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e alla segreteria dell’Assessore Infrastrutture all’indirizzo   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiali saluti 2 settembre 2014

SFALCIO ERBA PROVINCIALI

Signor Presidente,è al corrente della manutenzione delle strade attorno a Mortara?L'asfalto è invaso da erbacce e arbusti di ogni tipo ai lati delle corsie,la situazione è particolarmente grave sul cavalcavia dove c'è la deviazione per Olevano lomellina,la cui percorribilità è garantita dai camion che sradicano qualche erbaccia al passaggio.Ogni tanto io percorro in bicicletta il suddetto cavalcavia(e non sono il solo..) e Le garantisco che si rischia l'incolumità!Che mi dice poi della manutenzione delle rotonde,che stanno diventando foreste amazzoniche?Quando provvedete?E non mi si risponda con il solito ritornello dei tagli ai Comuni,alle Province,alle Regioni,insomma la solita litania!Il suo partito è lo stesso che è al governo!Distinti saluti. giorgio anglese

 R Mi dispiace, ma la mia risposta non può che fare riferimento allo stato di grave difficoltà della finanza locale, ulteriormente aggravata dall’incertezza normativa sul futuro delle Province, che secondo il decreto Del Rio diventeranno enti di secondo livello. In questi giorni, stiamo attendendo con ansia le indicazioni relative alle funzioni che le “nuove Province” manterranno o non manterranno. Conosciamo benissimo le condizioni critiche di parecchie nostre strade e ci rendiamo perfettamente conto che la nostra buona volontà e l’impegno del nostro personale a presidio delle rete, le risorse finanziarie che ci arrivano mediante trasferimenti dal Governo sono davvero troppo poche. Nel merito della sua segnalazione Le consigliamo di inoltrare la sua mail al responsabile del reparto viario della Lomellina all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    che farà quanto è possibile per migliorare la situazione. Cordiali saluti. 25 agosto 2014

SEGNALETICA STRADALE

Buonasera, la presente per segnalare due criticità :

1 –nella frazione in oggetto,  presso la fermata Arfea in direzione Voghera, NON E’ MAI STATO INSTALLATO IL CARTELLO STRADALE che indica la fermata stessa ;

2 – nel mese di Aprile è stata rifatta la segnaletica orizzontale sulla ex SS del Penice. Gli addetti si sono “ dimenticati “ delle importantissime strisce pedonali tra il civico 8 e 9 della frazione in oggetto. E’ mai possibile che nessuno controlli l’operato di questi addetti ? Diverse vetture dell’amministrazione provinciale transitano più volte al giorno, utilizzando mezzi e carburante pagati dai contribuenti, sarebbe ora di mettere a frutto tali cospicui ( e non volontari ) investimenti.Ringrazio per l’attenzione.Giampietro Deantoni

R.La ringrazio per la sua segnalazione e le consiglio per velocizzare la risposta di inoltrare la sua mail direttamente all’Assessorato alle Infrastrutture all’indirizzo della segreteria : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e per conoscenza direttamente all’Assessore delegato a questa materia all’indirizzo :  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cordiali'; document.write(''); document.write(addy_text37988); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. saluti. 22 agosto 2014

PARTECIPAZIONE CONSIGLI

Leggo : La nostra è una Amministrazione che crede nel dialogo e vuole essere la casa per tutti i cittadini.Molto bene ! Una domanda al fine di cercare di contribuire ad incrementare il dialogo :Abbiamo una statistica del numero di  partecipanti ai consigli comunali o meglio alla presenza in percentuale degli aventi diritto al voto ?( almeno dei più grandi dei ben 190 comuni della Provincia di Pavia)Se veramente crediamo nel dialogo non sarebbe questo un dato importante ?Grazie e buon lavoro. Marco Mori di Stradella

 R.La ringrazio davvero perché la sua domanda è molto interessante. A quanto mi risulta non ci sono statistiche sul numero dei cittadini che assistono alle sedute dei Consigli dei Comuni o del Consiglio Provinciale. Posso comunque informarmi perché realizzare questa sorta di censimento sarebbe un ottimo metodo per monitorare le forme di una democrazia partecipata. Cordiali saluti 23 luglio 2014.

ASFALTATURE SP 412

Buongiorno, La contatto per chiederle qualche aggiornamento in merito ad eventuali lavori di asfaltatura per le seguenti arterie provinciali:  - sp2, nella tratta compresa tra Landriano e Vidigulfo e nel territorio del Comune di Lardirago all’altezza dell’autolavaggio; - sp412, nella tratta compresa tra Landriano e Torrevecchia Pia. Proprio questa settimana ho letto sul quotidianoLa Provincia Paveseche avete previsto una serie di interventi su alcune arterie della Provincia, ma non sono state menzionate tra quelle maggiormente ammalorate la sp2 e la sp412, che ritengo meritano un intervento in tempi brevi. Resto in attesa di un suo cortese riscontro, Grazie per la collaborazioneCordiali saluti  Stefano Cervi .

 R.Per quanto riguarda la provinciale 2 provvederemo in tempi rapidi alla asfaltatura tra le due rotatorie. Sono in programma anche alcuni interventi sulla provinciale 412, anche se al momento non sono in condizione di ragguagliarla in ordine alle tratte esatte delle asfaltature e sui tempi di realizzazione. Le consiglio quindi di tenersi in contatto con la segreteria dei Lavori Pubblici all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o di rivolgersi al responsabile di reparto : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Cordiali'; document.write(''); document.write(addy_text20388); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. saluti 2 luglio 2014

MONTEMAINO ADSL

Sono da 12 anni residente in Via PIzzocaro a Pavia e dopo tutti questi anni la nostra rete telefonica non ha mai avuto copertura ADSL. La situazione ha del paradossale. L'ADSL arriva fino a Piazzale San Bernardo e riprende a San Genesio (comune al di fuori della città di Paiva). Noi siamo un gruppo nutrito di case esattamente in mezzo a queste due località dove però la copertura ADSL non arriva mai.  Questo ora mi comporta dei gravi danni soprattutto pensando alla possibilità di telelavoro che l'Ente in cui lavoro mi potrebbe concedere. Non posso naturalmente procedere a nessuna richiesta in merito visto che per farlo è necessario una connessione ad internet ADSL.Non le sembra che un lasso di tempo di 12 anni d'attesa sia abbastanza lungo per vedere avverarsi un evento che dovrebbe essere "normale" in una città e una provincia come Pavia??? Non parlo di un luogo sito in un piccolo paesino sperduto, ma di una parte della città che ha avuto uno sviluppo edilizio forte e che ha un numero di famiglie considerevole.Spero quindi che si possa prendere in considerazione questa mia mail e che si possa operare in qualche modo per risolvere il problema.Ringraziando, saluto cordialmente Antonella Lisa

 R.Ho letto attentamente la sua segnalazione. La competenza delle infrastrutture di rete e del loro potenziamento non è in capo alle Province, ma in capo ai gestori della rete. Posso però segnalarle che sulla base di un accordo tra Regione Lombardia e Telecom si sta lavorando al potenziamento della rete, per arrivare a coprire tutte quelle zone che, nella nostra provincia, sono ancora prive di collegamento adsl. I nostri tecnici della struttura informatica sono in contatto con i responsabili di Telecom e di Regione Lombardia. Le consigliamo per questo di contattare per avere maggiori chiarimenti e per verificare un eventuale stato di avanzamento dei lavori di potenziamento gestiti da Telecom, in quanto soggetto aggiudicatario dell’appalto di Regione Lombardia, il responsabile della nostra struttura informatica alla mail :   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   . Cordiali'; document.write(''); document.write(addy_text76298); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. saluti. 17 gugno 2014

TAGLI ALBERI BEREGUARDO

Buonasera presidente, mi chiamo Marco e sono un agricoltore di Bereguardo.Insieme ai miei familiari lavoro i terreni adiacenti alla strada provinciale sp185, quella che da bereguardo scende verso il ponte in barche.Le scrivo per segnalare che la numerose piante che costeggiano questa strada sono divenute ormai troppo grandi e risultano pericolose ai fini della visibilita.Come dicevo prima infatti per lavorare i terreni adiacenti sono costretto quotidianamente a imboccare le stradine secondarie che si diramano attorno alla provinciale e riimmettersi in quest ultima è sempre un terno al lotto a causa dei piantoni.Gia da anni la nostra azienda mette a disposizione mezzi e operai per ripulire rive e erbacce attorno ai piantoni, per carcare di migliorare almeno parzialmente la situazione, ma oramai anche questo non é piu sufficente a consentire la visuale.Spero vivamente che queste piante possano essere abbattute al piu presto, non solo per agevolare il mio lavoro, ma anche per porre fine alle vittime (motociclisti in primis) che quasi ogni anno queste piante tristemente ci consegnano.La ringrazio anticipatamenteCordiali saluti Marco

 R.Le consiglio di contattare direttamente i responsabili del settore viario del Pavese agli indirizzi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   . La competenza del taglio degli alberi su strade provinciali è infatti di nostra competenza, anche se la praticabilità va verificare con i responsabili del Parco del Ticino. Cordiali saluti. 17 giugno 2014.

LAVORI SP 128

Buongiorno Presidente vorrei conoscere i motivi per i quali i lavori di allargamento della provinciale che conduce alla stazione di Certosa e allo stabilimento Galbani sono completamente fermi da settimane. Pare che l'impresa che stava effettuando i lavori li abbia interrotti in quanto la provincia non paga. E' vero Presidente? Confido in una Sua risposta.Cordialmente Andrea(Guinzano)

 R.Desidero precisarLe che i lavori sulla tratta che Lei ci segnala non sono fermi, ma proseguono secondo programma. Anche per quanto riguarda i pagamenti della Provincia alla ditta appaltatrice, la situazione è assolutamente in regola. Se desiderasse ulteriori informazioni circa tempi e crono programma dei lavori, può inviare una mail direttamente al geom Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    del Settore Lavori Pubblici in quanto funzionario responsabile del procedimento. Cordiali saluti 10 giugno 2014

SEGNALAZIONI SP 193

Buongiorno Egr. Sig. Bosone
Segnalo che in diversi punti ( sp 193 )l'asfato rifatto lo scorso luglio si sta aprendo, e in un paio di punti sono già state messe delle "pezze".Spero possiate contestare il lavoro fatto e che si possa in qualche modo intervenire per evitare di ritrovarsi a breve con la stada nelle stesse condizioni disastrose in cui era fino al luglio 2013.Grazie per l'attenzione
Cordiali saluti
Emanuele Bolzoni

R. In riferimento alla Sua mail posso assicurarLe di aver già provveduto a contattare i nostri tecnici del comparto viario del Pavese. Si provvederà ad effettuare un sopraluogo di verifica e ad intervenire per evitare il ripetersi delle situazioni di criticità segnalate. Per ogni informazione può contattare il geom aglieri o il geom abbiati alle mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    . Cordiali saluti. 9 aprile 2014.

TRATTA FERROVIARIA PV-MI

Egregio Sig. Presidente,come lei sa l'Expo 2015 è dietro l'angolo e di cose da fare ce ne sono molte. Nonostante ciò, credo che un fattore di rilevanza superiore alla media sia il trasporto, perché sia esso pubblico o privato è un qualcosa di cui la popolazione ha bisogno.Detto ciò, molti pendolari pavesi utilizzano la tratta ferroviaria Pavia-Milano per recarsi sul posto di lavoro, ed un domani molti turisti per l'Expo potrebbero utilizzarla per spostarsi da milano a Pavia per visitare la nostra incantevole cittadina. E' giusto far passare nell'indifferenza più totale i continui ritardi o sospensioni che Trenord, Trenitalia & Co. stanno facendo patire ai nostri pendolari?Non sarebbe il caso di richiamare tali società e spronarle nell'offrire un servizio di trasporto puntuale ed affidabile PERLOMENO di prima mattina e la sera, orari in cui i pendolari si recano al lavoro e tornano dalle loro famiglie?Non chiediamo tanto, ma perlomeno che ci sia un collegamento affidabile e "capiente" che ci permetta di arrivare a lavoro alle 9 di mattina partendo alle 8:15 circa dalla stazione di Pavia, è chieder troppo?Se non riusciamo a smaltire le richieste attuali, quando ci sarà l'Expo andremo in TILT?Cordialità,  Massimo Antonio Carofano

 R.La sua mail tocca il nervo scoperto della qualità e della tempestività dei collegamenti tra Pavia e Milano e sicuramente rappresenta uno dei nodi da affrontare anche in vista dell’Expo. Le consiglio senz’altro di inoltrare la Suamail al nostro Assessore ai Trasporti all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per ottenere informazioni di maggior dettaglio sulle recenti iniziative dell’Assessorato attorno a questo problema. cordiali saluti, 28 marzo 2014

TRATTA SAN GENESIO PAVIA

Pare, così dice il comune di San Genesio che sia un problema di competenza della "Provincia", a me invece sembra un tipico esempio di palleggiammento delle responsabilità, evidentemente gli amministratori del comune di San Genesio o vanno tutti a lavorare in elicottero o usano il fuoristrada, se non si accorgono della pessima condizione del manto stradale, non solo in questo periodo di piogge intense (perlomeno giustificabile), ma anche negli altri periodi dell'anno con climi decisamente più favorevoli.Spero che come me, altri cittadini non si siano arresi di fronte alla cecità di alcuni amministratori e vi abbaino contattato, spero altresì che nel frattempo stiate già programmando degli interventi.Vorrei anche fare una proposta: non credo sarebbe dispendioso organizzare una "mini task force" composta da 2 operai, con un mortocarro, un po' di asfalto/bitume e un rullo, che girino periodicamente per la provincia, per fare quegli interventi minimalistici (i cosiddetti tappabuchi) in attesa di interventi più seri; senz'altro si eviterebbero molte lettere di protesta, ma anche soprattutto danni a cose e persone (una buca può anche essere sottovalutata da un automobilista, ma diventa estremamente pericolosa quando si circola con le due ruote).

R.Per risponderle con maggiore esattezza La prego di segnalare esattamente il tratto di strada che indica nella sua mail. Con tutta probabilità, a quanto capisco, mi sembra possa trattarsi della tratta viaria di competenza provinciale. Ho già segnalato agli Uffici il contenuto della sua mail e posso assicurarLe che, non diversamente da quanto Lei ci suggerisce, le nostre squadre di cantonieri sono all’opera sull’intera rete viaria, che supera i 2000 chilometri, per ripristinare le condizioni di piena sicurezza sulle strade provinciale dove le criticità si sono purtroppo accresciute causa le intense piogge di questo periodo. Purtroppo, la Amministrazione deve fare i conti con risorse finanziarie estremamente limitate, ed ulteriormente penalizzate dall’ampiezza della crisi che attraversa il Paese e dalla incertezza normativa sul futuro delle Province. Posso comunque consigliarLe di contattare direttamente anche la segreteria dell’Assessore alle Infrastrutture all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o i responsabili del reparto viabilità del pavese all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cordiali saluti. 20-02-2014

Questo le consentirà di avere ulteriori informazioni sui calendari dei nostri lavori di ripristino.

TRATTA MARCIGNAGO CASCINA DIVISA

Spett.le Dott. Bosone,

 

le scrivo perchè vorrei segnalare una strada critica, esattamente il tratto che collega la frazione Divisa di Marcignago con Pavia. Tale tratto di provinciale è percorsa da camion e da pullman e ha la problematica che è una strada in alcuni tratti molto stretta. Il problema principale a mio avviso è il ciglio della strada, che in un tratto centrale  ha un dislivello notevole e che mette a rischio l'incolumità delle persone se per sfortuna ti capita di incrociare in quel punto un camion o un pullman. Basterebbe una piccola asfaltatina per riallineare la strada e il problema è risolto. Mi auguro che questa mia segnalazione sia di aiuto per la risoluzione del problema e per evitare spiacevoli incidenti dovuti a cause così banali e risolvibili.

Cordiali saluti

 

Ho già comunicato ai tecnici del reparto viabilità la Sua segnalazione vedremo di fare il possibile con le scarse risorse dell’Amministrazione, in forte difficoltà a fronte dei pesanti tagli alla finanza locale e dalla incertezza normativa sul futuro delle Province. Posso intanto assicurarLe che il nostro personale a presidio della rete stradale sta prodigandosi sull’intera ampiezza della rete viaria di nostra competenza per ripristinare la piena sicurezza del manto stradale nei punti di più grave compromissione causa le intese piogge di questo periodo.

Spett.le Dott. Bosone,le scrivo perchè vorrei segnalare una strada critica, esattamente il tratto che collega la frazione Divisa di Marcignago con Pavia. Tale tratto di provinciale è percorsa da camion e da pullman e ha la problematica che è una strada in alcuni tratti molto stretta. Il problema principale a mio avviso è il ciglio della strada, che in un tratto centrale  ha un dislivello notevole e che mette a rischio l'incolumità delle persone se per sfortuna ti capita di incrociare in quel punto un camion o un pullman. Basterebbe una piccola asfaltatina per riallineare la strada e il problema è risolto. Mi auguro che questa mia segnalazione sia di aiuto per la risoluzione del problema e per evitare spiacevoli incidenti dovuti a cause così banali e risolvibili.Cordiali saluti

 R.Ho già comunicato ai tecnici del reparto viabilità la Sua segnalazione. Vedremo di fare il possibile con le scarse risorse dell’Amministrazione, in forte difficoltà a fronte dei pesanti tagli alla finanza locale e dalla incertezza normativa sul futuro delle Province. Posso intanto assicurarLe che il nostro personale a presidio della rete stradale sta prodigandosi sull’intera ampiezza della rete viaria di nostra competenza per ripristinare la piena sicurezza del manto stradale nei punti di più grave compromissione causa le intese piogge di questo periodo. Cordiali saluti. 20-02-2014

PROVINCIALE n.106 LOMELLINA

Buongiorno Egr. Sig. Presidente sono Ronzio Sergio e sono un residente di Borgolavezzaro, che come lei certo saprà fa parte della provincia di Novara, il nostro problema però riguarda la strada che collegala Frazionedi Vigevano, Piccolini a Gravellona e da quest' ultima porta a Borgolavezzaro appunto. Molto brevemente le comunico che la sp 104 è in condizioni a dir poco da terzo mondo con centinaia di rattoppi negli anni è simile a un campo di battaglia, con conseguenti danni a vetture già più volte riscontrati dagli abitanti nelle immediate vicinanze di Gravellona.

Le descrivo inoltre la situazione addirittura peggiore del tratto di provinciale che collega Gravellona Lomellina a Borgolavezzaro, la strada in questione è costantemente attraversata da autocarri e autotreni di grandi dimensioni come bilici etc. i quali hanno un ingombro di carreggiata notevole e per le autovetture in transito non esiste un modo per passare agevolmente su questa strada, data anche dalla mancanza di linea divisoria delle carreggiate e da segnaletica a bordo strada che garantisca sicurezza in caso delle frequenti nebbie di questa zona. Oltre a ciò il tratto appena precedente all' ingresso di Borgolavezzaro è disseminato ormai da mesi di vere e proprie voragini che mettono a rischio autovetture e passanti in genere. L' amministrazione del nostro comune scarica tutta la responsabilità a Voi della provincia e noi cittadini ci ritroviamo a pagarne lo scotto.La prego quindi di prestare la massima attenzione a questa comunicazione e a trovare una qualche soluzione per questo tratto stradale che una volta era di campagna ma ora, date le aziende della zona e unico passaggio per Novara praticabile comodamente per gli autotreni, ha bisogno quantomeno di una segnaletica e se fosse davvero possibile un allargamento anche solo di 1/2 metro per impedire rotture di specchietti delle vetture( come al sottoscritto e molti altri).La ringrazio per la sua cortesia e confido che prenderà al più presto provvedimenti, faccio fede al fatto che il Sindaco di Pavia risulta essere il più ben voluto in Italia Voi non siete certo da meno.Distinti Saluti Ronzio Sergio

 R. La ringrazio perla Sua cortese segnalazione e La informo di avere già fatto presente il problema al responsabile del Reparto viario della Lomellina. Le nostre squadre a presidio della rete stradale interverranno per il ripristino del manto stradale non appena possibile, tenendo conto che l’estensione delle strade provinciale supera i2000 chilometrie ci è quindi difficile, anche a fronte della estrema scarsità di risorse assegnate alla finanza locale, un intervento rapido e risolutivo. Il traffico viario ha visto un incremento probabilmente anche a causa della momentanea chiusura della SP n. 6 che collega Cilavegna ad Albonese per lavori idraulici. Per quanto riguarda un intervento di eventuale limitazione al passaggio di mezzi pesanti posso assicurarLe che i nostri tecnici effettueranno un sopralluogo per verificare la situazione e studiarne le possibili soluzioni. Per ogni eventuale chiarimento può contattare direttamente il responsabile del comparto della Lomellina all'indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiali saluti. 29-01-2014

SEGNALAZIONE CRITICITA' STRADE

 

BUONGIORNO PRESIDENTE.
NON SO SE SIA CORRETTO SCRIVERE A LEI O DOVREI SCRIVERE AD ALTRI, MA ESSENDO LEI LA PIU' ALTA CARICA PROVINCIALE HO DECISO DI PORRE LE SEGUENTI QUESTIONI AL PRESIDENTE SPERANDO DI RICEVERE UNA CORTESE RISPOSTA.
COME HO GIA' VISTO IN ALCUNE EMAIL IL PROBLEMA STRADE E' UNO DEI PIU' GETTONATI DA PARTE DELLA GENTE.
PER QUANTO MI RIGUARDA LE STRADE CHE PERCORRO CON MAGGIORE INTENSITA' RIGUARDANDO I TRATTI LINAROLO-STRADELLA / LINAROLO-ALBUZZANO / LINAROLO-CORTEOLONA.
NON SONO TRATTI TRA DI LORO DISTANTI, MA PER RAGGIUNGERE LE DESTINAZIONI BISOGNA FARSI IL SEGNO DELLA CROCE, SPECIALMENTE LA SERA.
STRADE ILLUMINATE MALISSIMO,ANZI ADDIRITTURA NON ILLUMINATE, MA SOPRATTUTTO I CRATERI CHE CI SONO NELLE STRADE SONO IMBARAZZANTI.
NON CREDE CHE SOPRATTUTTO IN INVERNO LE STRADE VADANO TENUTE SOTT'OCCHIO GIORNALMENTE?IN FONDO BASTA UNA PICCOLA PIOGGIA PER FAR RIAPRIRE "I CRATERI STRADALI".SE NON CI SONO SOLDI PER RIFARE LE STRADE PER LO MENO SPERO E CREDO CHE CI SIANO PER MANTENERE LE STRADE CON UNA CERTA DIGNITA'.
UN ALTRA DOMANDA CHE VORREI FARLE E': LA SITUAZIONE DEL PONTE DELLA BECCA.
A ME SEMBRA CHE "SI STIA LASCIANDO ANDARE", E' DA 2 ANNI CHE C'E' UN VERO E PROPRIO TAGLIO PROFONDO IN ENTRAMBE LE DIREZIONI E FINIRCI DENTRO CON LE RUOTE NON E' PROPRIO IL MASSIMO, E DI MANUTENZIONI A ME SEMBRA CHE NON NE VENGANO FATTE.
PREMETTENDO CHE SCRIVO A LEI MA LA COLPA DI QUESTA SITUAZIONE PROBABILMENTE NON LA SUA O NON SOLO DELLA PROVINCIA O PROBABILMENTE SIA DOVUTA ANCHE DA PROBLEMI ARRECATI DAI SUOI PREDECESSORI LE CHIEDO SE FORSE NON SIA IL CASO DI QUALCHE VELOX IN MENO E QUALCHE STRADA DECENTE IN PIU'.
RIMANENDO IN ATTESA DI UNA SUA CORDIALE RISPOSTA LE PORGODISTINTI SALUTI
LUCA CHIESA
PS. MI SCUSO ANTICIPATAMENTE PER EVENTUALI ERRORI GRAMMATICALI.

R.La ringrazio per la sua segnalazione e provvederò ad inoltrare agli uffici della Viabilità per una verifica accurata delle criticità che Lei ci indica. Purtroppo, l’esiguità delle risorse assegnate alla Provincia, a fonte di una rete stradale particolarmente estesa che supera i 2000 chilometri ci rende difficile un intervento puntuale e tempestivo sull’intera rete. Le assicuro comunque che i nostri tecnici e il nostro personale a presidio delle strade stanno prodigandosi con grande generosità per far fronte ai problemi causati dalle intense piogge di questo periodo.

Per quanto riguarda il Ponte della Becca, la struttura è monitorata dal nostro personale, e la nostra Amministrazione sta impegnandosi al massimo delle sue disponibilità, ricercando anche il sostegno da parte dell’Organo regionale, per un intervento risolutivo su questa importante infrastruttura. Le consiglio comunque, per avere maggiori dettagli sul Ponte della Becca, di inoltrare una breve nota di chiarimento anche alla segreteria dell’Assessore alle Infrastrutture all’indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cordiali saluti. 24 gennaio 2014

TRATTA SP 71

Gentile Daniele
mi permetto di darti del tu, da ex assessore del Comune di Cura Carpignano. Non mi dilungo molto: la strada provinciale che va da Cura a Ceranova non è degna di un Paese civile.C'è un tratto chiuso al traffico, ma le persone la percorrono ugualmente, in quanto è l'unica che ti permette di non tornare a Pavia per poi rifare il percorso inverso in direzione Milano. E' molto pericolosa e soprattutto sta diventando teatro di spaccio di stupefacenti e incontri molto strani, approfittando forse del fatto che dovrebbe essere chiusa.So che i fondi non ci sono e se ci sono, sono pochi. Però in questo caso l'intervento sarebbe davvero urgente.a presto Flavio Suardi

R.Comprendo bene il problema e me ne dispiace. Purtroppo ci siamo visti costretto a chiudere il tratto di strada che tu ci indichi per evitare un transito pericoloso e a rischio di incidenti. Al momento non è ipotizzabile una riapertura di questo tratto. Sarebbe quindi senz’altro utile segnalare ai Vigili o alla Polizia Stradale il fatto che alcuni automobilisti vi transitano ugualmente, commettendo una infrazione. Anche per quanto riguarda l’eventuale spaccio lungo questa tratta Ti consiglio senz’altro di segnalare l’accaduto alle forze dell’ordine per incrementare la vigilanza. Cordiali saluti, 23 gennaio 2014

ASFALTATURE SP 128

Buongiorno Presidente,in questi giorni mi è capitato di leggere sulla Provincia Pavese un articolo sulle strade della nostra Provincia in particolare della SP 412-SP 128 e dintorni.Non capisco perché si continua a parlare sempre dei soliti tratti che ormai sono ben noti agli Uffici della Provincia ma la situazione continua a non cambiare anzi peggiora sempre di più ogni mese che passa.Invece si preferisce pagare un sacco di soldi per i danni causati dallo stato pessimo delle nostre strade(anche io faccio parte di quegli automobilisti che hanno chiesto i danni per la rottura della gomma)che potrebbero essere investiti per la sicurezza e l'asfaltatura di tratti che sono al limite della percorribilità.Nei giorni passati la SP 128 a causa della pioggia è diventata un fiume d'acqua visto che l'asfalto non drena niente e la pendenza non esiste, non può neanche immaginare le voragini che si sono formate nel manto stradale.

Un'altra cosa che vorrei capire che mi fa venire molta rabbia visto che paghiamo un sacco di tasse senza vedere risultati concreti.Come mai alcuni tratti di strada che sono stati asfaltati pochi mesi fa si sono formate delle buche?

Veramente vorrei capire se la colpa è di chi asfalta che sono dei cialtroni o la Provincia che vuole asfaltare le strade spendendo poco?Spero di avere una risposta, invece delle solite frasi che vengono ripetute ogni volta.

Confido in una sua risposta di chiarimento.Cordiali Saluti

R.Desidero informarla che proprio questa mattina, le nostre squadre sono state impegnate lungo la tratta n. 128 per risanare il manto stradale e provvedere alla chiusura delle buche. Per venire, poi, agli altri quesiti posti nella sua domanda, tengo a precisarle che, proprio come ho recentemente dichiarato alla Provincia Pavese, le necessità dell’Amministrazione per garantire l’efficienza del manto stradale di competenza provinciale ( oltre 2000 chilometri ) sarebbero necessarie risorse molto più significative di quelle che vengono assegnate alla finanza locale. Stiamo impegnando tutte le risorse disponibili per migliorare una situazione viaria in grossa crisi, e purtroppo siamo costretti ad operare difficili scelte di priorità. Purtroppo le “solite frasi” – come Lei dice – rispondono assolutamente alla verità e mostrano la grave crisi delle autonomie locali, strangolate anche dal patto di stabilità. Cordiali saluti. 20 gen 2014

SEDE STRADALE ZAGONARA

Buongiorno a tutti , volevo segnalare che il manto stradale che va da Belgioioso a Stradella specialmente nel tratto Zagonara  Spessa po risulta totalmente disastrato con rischio enorme per gli automobilisti tra i quali il sottoscitto Tacchini Paolo uscito di strada per evitare un cratere.Gradirei da parte vostra un intervento immediato su questo gravissimo problema, anche perché le tasse sono salatissime ma gli interventi da parte Vostra latitano.In attesa di vs.risposta saluto cordialmente e ringrazio anticipatamente.

R,Posso informarla  che domattina tre squadre del nostro personale stradale saranno impegnate per il ripristino della sede stradale nella tratta che Lei ci indica e che stiamo facendo il possibile per garantire la massima sicurezza del transito stradale sull’intera rete, nonostante le grosse difficoltà causate dalla progressiva riduzione di fondi assegnati alla finanza locale e i limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità. Per ogni precisazione sui lavori nelle tratte del comparto viario del Pavese può anche contattare direttamente la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e/o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Cordiali saluti. 20 gennaio 2014

SP 128 e SP 412

 Buongiorno Sig. Presidente mi chiamo Mauro De Feudis e risiedo dal 2008 nel Comune di Roncaro per lavoro percorrola S.P.128  la strada che da Roncaro conduce  alla S.S. 435 Valtidone per andare a Milano e sfortunatamente per me devo attraversare quotidianamente il territorio del  Comune di Marzano, ossia da Roncaro fino territorio di competenza del comune di Torrevecchia pia. Vengo al dunque; si sa, quel tratto di strada è una gruviera rattoppata  oramai da anni, ad eccezione del tratto che porta ai capannoni delle società di logistica GEODIS ecc. e, diciamo che questo comporterebbe solo , si fa per dire, la rottura delle auto ma, se a questo aggiungiamo la totale mancanza di segnaletica orizzontale la situazione diventa un po’ più grave, perché in giornate di nebbia come gli ultimi giorni , ieri compreso, può accadere di finire contro un guard-rail ad una rotatoria cosa successa proprio sabato u.s. ad un automobilista, o finire fuori strada o addirittura finire sulla corsia opposta rischiando un frontale con qualche altra auto non avendo alcun riferimento di segnaletica orizzontale.Questa mancanza totale di segnaletica orizzontale si evince particolarmente   nel tratto di territorio che va dal comune di Roncaro a quello di Torrevecchia pia. Ora Sig. Presidente io nei Suoi panni mi preoccuperei perché credo che Lei come Figura Istituzionale sia il primo responsabile degli eventi sulla viabilità di competenza della Provincia in mancanza delle indispensabili e minime misure di sicurezza, segnaletica orizzontale ecc..Io sono a chiederLe cortesemente ,nell’interesse mio e credo  di tutta la comunità e di tutti gli automobilisti che percorrono quel tratto di strada, di provvedere almeno a fare  della segnaletica orizzontale quella centrale che divide le due corsie di marcia, in modo da poter percorrere quel tratto di strada in relativa sicurezza nei giorni di nebbia o altre cattive condizioni atmosferiche.Certo di un Suo interesse colgo l’occasione per porgerLe Cordiali saluti Mauro De Feudis

R. La ringrazio per la Sua segnalazione e desidero informarLa che i nostri Uffici Viabilità hanno messo in programma l’asfaltatura delle tratte maggiormente problematiche tra la 128 e la 412. Purtroppo, per quanto riguarda la realizzazione della segnaletica orizzontale sarà difficile prevedere un intervento immediato causa le condizioni climatiche. Tuttavia faremo il possibile per intervenire quanto prima.  Purtroppo i vincoli del patto di stabilità e le fortissime restrizioni imposte alla finanza locale a volte rendono difficile un nostro intervento puntuale e tempestivo. Nonostante le enormi difficoltà finanziarie e le ristrettezze di risorse, posso assicurarLe che i nostri Uffici fanno di tutto per assicurare massima sicurezza sulle nostre strade e per venire incontro alle segnalazioni dei cittadini e delle comunità locali. Cordiali saluti. 18 dicembre 2013

TRASPORTI LOCALI

Buonasera. A causa di spiacevoli avvenimenti mi trovo costretta a scriverle. Sono una studentessa dell'istituto tecnico agrario C. Gallini di Voghera.Diversi studenti degli istituti della città di Voghera ed io, usufruiamo di diversi treni regionali . Dal 16 corrente mese la tratta CASALE MONFERRATO-PIACENZA, che interessa in primo piano la sottoscritta, subirà una modifica di orario. Dalle 13:52 il servizio verrà spostato alle ore 14:27. Noi studenti non abbiamo possibilità di usufruire del treno regionale veloce precedente, delle ore 13:03 causa termini delle lezioni alle ore 13:10 o 13:25. Per tanto chiedo provvedimenti, in modo che sia garantito un mezzo di trasporto per le seguenti stazioni:-Casteggio;-Santa Giuletta;-Broni;-Stradella.considerando gli orari scolastici;e il tempo necessario a raggiungere la stazione dai diversi istituti. Suggerisco anche di sospendere le lezioni nelle giornate di sabato. Per recuperare le ore si potrebbe organizzare il calendario lezioni in cinque giornate da sei ore .(Si risparmierebbe anche sul riscaldamento).Attendo Sua risposta.Cordiali Saluti.Donetti Samantha  

R.Comprendendo assai bene il problema Suo e di altri studenti, tengo ad informarLa che l’Ufficio Trasporti cui si può rivolgere per ogni altra informazione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. mi ha segnalato la presenza di tre corse in partenza da Voghera negli orari di uscita dalle scuole sull’autolinea Voghera-Stradella.

ore 13.48 Voghera-Casteggio-S.Giuletta-Broni-Stradella

ore 13.48 Voghera-Casteggio-Oliva Gessi

ore 14.00 Voghera-Casteggio-Fumo

 Spero che questo possa esserle utile. Per quanto riguarda la sospensione delle lezioni nella giornata di sabato, la scelta spetta ai Dirigenti degli Istituti Scolastici, anche se la Provincia più volte ha preso posizione a favore di questa scelta. Cordiali saluti. 18 dicembre 2013

CRITICITA' ILLUMINAZIONE

Buonasera,A seguito dell'ultima segnalazione effettuata, di circa due mesi fa, vi segnalo che l'illuminazione presso la rotonda di Landriano, tra la sp2 e la ex ss412 non è stata ancora ripristinata. Vorrei per questo capire quale sia lo stato dell'arte, in quanto la precedente comunicazione prevedeva il ripristino dell'illuminazione stessa in tempi brevi.Vi chiedo inoltre qualche aggiornamento in merito all'eventuale sistemazione della sp2 in particolare nel tratto compreso tra Landriano e Vidigulfo e nel tratto di competenza del Comune di Lardirago.Cordiali saluti SC

 R.I nostri tecnici hanno effettuato nei giorni scorsi una verifica dalla quale è risultata la funzionalità dell’impianto di illuminazione. Nel caso in cui l’inconveniente dovesse riproporsi può inviare una mail direttamente al geom di reparto all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Cordiali saluti 11 dicembre 2013

TRATTA BELGIOIOSO CHIGNOLO

Eegr Presidente Provincia Pavia buonagiornatavorrei avere informazioni sulla ... famigerata... ex strada statale 234 Pavia Cremona, specialmente nel tratto Belgioioso - Chignolo Po.

Non mi dilungo sapendo che vi sono state molte altre lamentele... ma ora il vaso è veramente colmo: con la nebbia, nelle ore serali e mattutine è divenuto un rischio mortale recarsi al lavoro dato che non vi è neppure la segnaletica ....le strisce bianche di mezzeria e laterali sono invisibili.....Ma perché bisogna sempre aspettare che ...ci scappi il morto ?....Grazie per l'eventuale suo riscontro Franco Rizzi -  Corteolona

 R.I nostri uffici del settore viabilità sono a conoscenza del grave problema che lei ci segnala, e al quale, purtroppo, non possiamo rispondere in maniera efficace e tempestiva, perché fortemente ostacolati dai limiti del patto di stabilità e dai tagli di risorse a Province e Comuni. Sono comunque in condizione di dirle che abbiamo predisposto un progetto di sistemazione almeno parziale della tratta che Lei ci indica e che prevede un intervento su una ventina di chilometri nel tratto Belgioioso-Chignolo. Cordiali saluti 11 dicembre 2013

DEGRADO STRADE

Buongiorno Presidente,volevo segnalare lo stato disastroso della EX SS 412 partendo dal confine conla Provinciadi Milano, anche se sono stati fatti degli interventi di sistemazione di alcuni tratti la strada è sempre piena di buche che con la prima pioggia si allargano sempre di più ma questa situazione vale anche sulla SP 2 e SP 128.Ho letto che alcuni interventi sono in programma ma bisogna aspettare il rialzo delle temperature, non era meglio averli fatti un pò prima visto che ormai andiamo verso la stagione invernale?Un'altra cosa che mi lascia perplesso che mi è capitato di vedere ieri sulla EX SS 412 intorno alle 15, un mezzo della Provincia che effettua la chiusura delle buche, ha chiuso 3 buche lasciando decine di buche prima e dopo da chiudere e sono andati via tranquillamente.Qualche settimana fa ho visto sempre un mezzo che passava a chiudere le buche però la tecnica era diversa perché si fermava a chiudere le buche solo che quando si fermava a chiudere, il catrame veniva messo solo nel mezzo della strada avendo il cassone aperto nel lato sinistro.Purtroppo capitava che alcune buche da chiudere si trovasserosotto il mezzo quindi non venivano chiuse e in più era solo la persona che era alla guida del mezzo a fare questa operazione.Cordiali Saluti

 R.Desidero informarla che gli interventi di ripristino della segnaletica sono in corso proprio mentre le risposto e che il nostro personale stradale sta procedendo al ripristino del manto stradale con la copertura delle buche. Per quanto riguarda i particolari tecnici dell’intervento, Le consiglio di contattare il geom. aglieri all’indirizzo mai : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Cordiali saluti 11 dicembre 2013

TRATTA LODI PAVIA

 D.Sono un ' autista di bus!!! In queste settimane alla sera scende la nebbia. .....la tratta lodi-pavia sarebbe necessario rifare le righe bianche ai lati e mezzeria....perché oltre alle buche è pericoloso guidare!!! ! Grazie mille! !!!

R. Ho provveduto ad inoltrare la Suasegnalazione ai responsabili del reparto viabilità. Con tutta probabilità, nonostante i limiti imposti alle Amministrazioni locali dal patto di stabilità e malgrado i pesanti tagli di risorse che stanno penalizzando Province e Comuni, riusciremo a realizzare qualche intervento, almeno di carattere parziale, sulla tratta che Lei ci segnala. Cordiali saluti,11 dicembre 2013

SEGNALAZIONE AUTOSCUOLE

Vorrei segnalare in qualità di Segretario Provinciale Unasca perla Provinciadi Pavia come alcuni comuni della provincia organizzano "Corsi di conseguimento della patente AM" in collaborazione con associazioni che non hanno l'autorizzazione di autoscuola.Considerato che il conseguimento della patente di guida risulta essere di competenza delle autoscuole e/o il candidato può sostenere privatamente gli esami risulta quantomeno "particolare" la posizione che hanno alcuni comuni della provincia nell'organizzare corsi gratuiti per il conseguimento della patente di guida.Non ultimo, è apparso a più riprese sulla provincia pavese ed anche sul sito istituzionale del comune. la "pubblicità" di un corso gratuito organizzato dal Comune di Borgarello.Visto che l'attività di controllo delle autoscuole è demandata alle Amministrazioni Provinciali chiedo a Lei se la loro posizione è legittima.Riccardo Andrea FERRARI TRECATE

 R.Ho provveduto ad inoltrarela Suasegnalazione agli Uffici Trasporti e al responsabile della nostra Polizia Provinciale per gli accertamenti di competenza. Cordiali saluti. 11 dicembre 2013

PROVINCIALE 124 e PROVINCIALE 8

Buongiorno Sig. Presidente, 

 la strada in oggetto è divenuto luogo di scambio di stupefacenti.Ad ogni ora del giorno è possibile vedere un gran via vai di vetture che si accostano a bordo strada nell'attesa di vedere arrivare dai campi limitrofi i loro fornitori.E' possibile vedere, passando di lì, persone che scendono da vetture e corrono in mezzo ai campi oppure che si nascondono fra le piante di granoturco in attesa di qualche compratore, altre che escono in visibile stato psicofisico alterato.E' fuori dubbio che siano i braccianti che lavorano abitualmente nelle coltivazioni.I Carabinieri spesso pattugliano la zona ma non hanno possibilità di eliminare il problema perchè c'è un grande ricambio di questi personaggi, fanno quello che possono.Sono state rinvenute delle siringhe vicino al piccolo nucleo abitato della strada e gli abitanti hanno paura di questi personaggi che si aggirano nelle vicinanze.E' possibile intervenire impedendo l'accesso dalla strada provinciale 8 ? rendere la la strada provinciale124 adoppio senso solo per i residenti di Località Gioiello?Il problema sta diventando veramente grave, occorre intervenire per la sicurezza degli abitanti e soprattutto dei bambini.Confido in una Sua risposta

 R.Posso dirLe che l’ipotesi da Lei prospettata è già stata oggetto di confronto e di discussione con gli amministratori dei Comuni che manifestano però alcune perplessità in ordine alla praticabilità dell’intervento. Alla luce delle sue considerazioni, vedremo se non è possibile riconsiderare questa ipotesi. Nel frattempo comunque Le consiglio senz’altro di segnalare gli episodi malavitosi al locale Comando di Polizia e se lo ritiene di allertare anche il nostro corpo di polizia provinciale, inviando una mail al Comandante Maccarini, all’indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  . Cordiali saluti 3 dicembre 2013

PROVINCIALE 2 ROTONDA VAIRANO

Egregio Dott. Bosone,Un paio di settimane fa ho letto sul quotidiano “La Provincia Pavese” che avreste proveeduto alla sistemazione della sp2, in particolare nel territorio del Comune di Vidigulfo, all’altezza della rotonda di Vairano.Purtroppo, però, ho verificato che tale tratta non è stata ancora sistemata, ed anzi, a seguito delle abbondanti piogge del mese di novembre, risulta ancora in pessime condizioni.Quando provvederete alla sistemazione di tale arteria?

Grazie per la collaborazioneUn saluto Stefano Cervi

 R.Probabilmente c’è stato un piccolo fraintendimento, nel senso che l’intervento sulla provinciale n. 2 nel punto che Lei indica nella Sua mail è messo a programma e sono state stanziate le risorse necessarie per realizzarlo. Non si tratta di un intervento già realizzato. Per poter procedere i nostri tecnici stanno attendendo quel minimo rialzo delle temperature che consente di svolgere i lavori in piena sicurezza ed efficacia. Cordiali saluti. 3 dicembre 2013

 

SP 235

Egr. Presidente,Le scrivo per farLe presente la situazione critica del manto stradale sulla SP235 nella tratta tra Albuzzano a Fossarmato, in entrambe le corsie ci sono numerose buche, asfalto rovinato, dislivelli, è veramente una situazione indecente.Stessa situazione, sempre sulla SP235, nella tratta tra Villanterio e S.Angelo Lodigiano.Bisogna dire che questi problemi in quelle tratte esistono ormai da diverso tempo, non capisco come sia possibile che ad esempio, proseguendo sulla stessa strada, passando il confine pavese ed entrando nella tratta S.Angelo Lodigiano- Lodi, il manto stradale è di una qualità molto superiore. Dovendo attraversare spesso la tratta Pavia - Lodi, ci si rende conto immediatamente di queste differenze, anche per quanto riguarda la manutenzione delle strade stesse.Ora, capisco che ogni pronvincia ha dimensioni differenti da un'altra, bilanci differenti, c'è il famoso patto di stabilità, ecc. ma gran parte della colpa la attribuisco ai dirigenti della pronvincia di pavia, che nel tempo hanno spesso evitato di spendere i soldi pubblici per questi scopi, e quelli che sono stati spesi, sono stati spesi male vista la qualità delle strade rispetto a gran parte delle altre province lombarde, basta viaggiare per rendersene conto.

Le manutenzioni specialmente vengono fatte non a scopo duraturo  ma con materiali scarsissimi che risolvono il problema  provvisoriamente, ma che nel brevissimo tempo (pochi giorni) si ripresenta (non sono quindi soldi pubblici buttati?).

Pertanto, una riflessione va fatta sia sulla qualità delle strade, sia sulla dirigenza che decide quanto e come spendere i soldi in questo settore.Da ultimo, tornando sulla situazione della SP235, sembrerebbe che chi abita nei paesi limitrofi a quella tratta (l'elenco dei peasi è lungo quindi parliamo di diverse migliaia di abitanti) abbia un trattamento di serie b rispetto a chi abita nei paesi limitrofi alla poco distante strada parallela ss234, che presenta una situazione nettamente superiore come qualità.In attesa di un cortese riscontro, La ringrazio per avermi dato questa possibilità di comunicazione e porgo Distinti saluti. C.D.

 R.Desidero informarla chela Provincia ha messo a programma un intervento di sistemazione complessiva delle tratte stradale che Lei ci indica. I fondi necessari per la realizzazione dell’intervento sono disponibili, anche se c’è stato qualche ritardo nel loro reperimento a causa delle difficoltà create a tutte le amministrazioni locali dai vincoli del patto di stabilità. Quindi, non appena le temperature ce lo consentiranno procederemo senz’altro all’avvio dell’intervento.

Desidero però anche dirle che non condivido le sue valutazioni sulla qualità delle nostre strade che purtroppo sono allineate allo standard medio delle altre tratte regionali. Tutti i nostri interventi sono seguiti con la massima professionalità e il massimo scrupolo dai nostri responsabili, e non vedo, quindi, ragioni per mettere sotto accusa una classe dirigenti che, in questi anni difficili, di penose ristrettezze finanziarie, sta facendo tutto il possibile per fronteggiare la situazione e garantire la massima sicurezza del transito sulla nostra rete viaria. Cordiali saluti 3 dicembre 2013

SP 10 e SP 2

Egregio Presidente Bosone,desidero informarLa che anche questa sera (2 dicembre 2013) è occorso l’ennesimo incidente stradale sulla SP148 che dalla stazione ferroviaria di Certosa (e stabilimento Galbani) si immette sulla SP10 Certosa-Zeccone.
A prescindere dalle condizioni pietose della suddetta strada che vede spesso ribaltamenti di camion provenienti o diretti allo stabilimento Galbani a causa della ristretta sede stradale, del cattivo stato della stessa, delle banchine pericolanti e della mancanza totale di illuminazione (tutte questioni che immagino Lei conosca), io desidero segnalarLe l’estrema pericolosità dell’incrocio a raso con la SP10 Certosa-Zeccone.
Per chi proviene dalla stazione o dalla Galbani, infatti, la visibilità è ridotta sia dal cavalcavia sulla sx, sia dalla presenza del muro di cinta del Monastero creando vere e proprie scene di azzardo automobilistico per l’immissione sulla SP10 oppure per l’attraversamento per proseguire poi per Borgarello.L'elevata velocità di chi percorre la SP10, inoltre, non fa che aumentarne la pericolosità.
Non potendo evidentemente abbattere il muro di cinta della Certosa né far sparire il cavalcavia (a meno di costruire un costoso sottopassaggio stradale) ritengo che l'unica soluzione praticabile sia quella di prevedere la realizzazione di una rotatoria.
Le tre strade in questione sono tutte provinciali ed è per questo che mi rivolgo a Lei.
Attenzione, qui parliamo di sicurezza su un incrocio che conduce oltre che allo stabilimento della Galbani anche alla stazione ferroviaria di Certosa che, dopo l’attivazione della linea suburbana S13, ha avuto un notevole incremento di traffico negli ultimi anni.Vista la notevole pericolosità ed il traffico elevato di tale incrocio, potrebbe cortesemente farmi sapere se e quali soluzioni intende prevedere per la sua messa in sicurezza?
Presidente, non aspettiamo che ci scappi il morto…
Cordialmente
Andrea di  Giussago

R. Purtroppo i nostri uffici viabilità conoscono assai bene il problema e si rendono conto della sua urgenza. In questo senso, si sta provvedendo alla messa a punto di un protocollo di intesa tra Provincia e Comuni della zona per avviare un intervento di razionalizzazione complessiva della viabilità in zona finalizzato alla messa in sicurezza della tratta. Cordiali saluti. 3 dicembre 2013

TANGENZIALE STRADELLA VIA NAZIONALE

Egr. Presidente,sono proprietario di una casa a Stradella in via Lentini Nr.1, proprio di fronte all’ Ospedale , in corrispondenza della futura rotatoria in costruzione sulla via Nazionale.Di seguito esprimo il mio personale parere negativo a quanto in realizzazione.L’Amministrazione Provinciale di Pavia in data 27-06-2012 con nota prot.42283 haespresso il parere preventivo favorevole sulla soluzione viabilistica riguardante il progetto della rotatoria e della strada di collegamento con l’ospedale;la Commissioneper il Paesaggio del Comune di Stradella ha espresso parere favorevole in data 13 febbraio 2013.La rotatoria in progetto interessa parzialmente la mia proprieta‘ e il Comune ha richiesto la cessione di mt.1,00 inprofondita‘ per una larghezza media di mt. 12,50 con lo scopo di eseguire il marciapiede.Le opere che stanno per iniziare sulla mia proprieta‘ sono di spostare all‘ interno di mt. 1  il muretto e relativa recinzione andando quasi ad appoggiare su 4 pini esistenti da almeno 40 anni.Questa opera mette in serio pericolo la vita di queste storiche piante utilissime perché creano una barriera di sicurezza; il nuovo muretto necessita di rifacimento della fondazione scavando almeno50 cmin profondita‘ compromettendone molto probabilmente l’apparato radicale.I lavori di spostamento sono fissati per lunedi‘ 04-11-2013, magari non e‘ troppo tardi per salvare queste piante, eseguendo il marciapiede piu‘ stretto, considerando l’esiguo utilizzo dello stesso.Mi permetto di sottolineare che lo spazio richiesto e‘ solamente 1 mt , ma di vitale importanza per quanto vive all‘ interno della proprieta‘; solamente ieri il giardiniere incaricato della potatura ha sollevato questo triste problema .Resto in attesa di un Vs gentile riscontro , con l’occasione porgo distinti saluti.C.Poggi 

R.Ho letto con grande attenzione la sua mail e ne ho verificato il contenuto anche con l’Assessore Provinciale alle Infrastrutture. Desidero quindi precisarLe che la Provinciaè coinvolta nella questione solo per quanto attiene il nulla osta al traffico veicolare sulla provinciale n.10. Per quanto riguarda la restante parte della materia che Lei gentilmente ci segnala essa rientra tra le prerogative di ordine comunale, essendo il Comune il soggetto deputato al rilascio delle altre concessioni. Le consigliamo quindi di rivolgersi all’Amministrazione Comunale. In caso di dubbi o esitazioni, può comunque contattare l’Ufficio concessioni ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .i ) oppure il geometra del reparto viario dell’Oltrepo ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) Cordiali'; document.write(''); document.write(addy_text23990); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. saluti. 7 novembre 2013

TRATTA CERTOSA CASARILE

D. Salve Presidente, la mia domanda è la seguente: Come mai la strada in oggetto essendo un collegamento fondamentale tra Milano con il Monumento della Certosa, anche in vista dell’expo e sprovvista di illuminazione e ancora con tratti pieni di buche? Secondo lei ci faremo bella figura con tutti i visitatori che vorranno visitare sia il Monastero che la citta di Pavia? non pensa che sia arrivata l’ora che questa strada venga effettuato un reastyling completo? Chiedo cortesemente una risposta concreta. Grazie saluti..

R.Faremo il possibile per migliorare la situazione viaria e i punti di criticità sulla tratta che Lei indica. Ci rendiamo perfettamente conto del problema che questa tratta rappresenta, anche in vista dell’EXPO, ma purtroppo la nostra Amministrazione come quasi tutte in Italia deve fare i conti con i pesanti tagli alla finanza locale, con i limiti del patto di stabilità ed ora anche con l’incertezza normativa in ordine al futuro assetto istituzionale delle Province.Ferme restando queste pesanti ipotesi che, spesso, non ci consentono di intervenire con l’organicità e la rapidità che la situazione richiederebbe, ho comunque informato gli uffici e l’Assessore alle Infrastrutture della sua segnalazione, garantendole sin da ora il nostro interessamento. Cordiali saluti, 7 novembre 2013

ILLUMINAZIOE STRADALE

Egregio Dott. Bosone,Le segnalo che da qualche settimana a questa parte è saltata l'illuminazione alla rotonda di incrocio tra la sp2 e la sp412 nel comune di Landriano, così come sulle rampe di accesso alla sp412, sia in direzione di Milano, che in direzione di Torrevecchia Pia.Per queste ragioni vi chiedo di verificare cosa sia successo, ripristinando in tal modo l'illuminazione, in uno dei tratti di strada più trafficati di tutta la nostra estesa provincia.In attesa di un suo riscontro.La ringrazio per l'attenzione e la collaborazione. Cordiali saluti. Stefano Cervi

 R. I nostri Uffici sono a conoscenza del problema. Siamo verificando la disponibilità delle risorse necessarie all’intervento e interverremo non appena possibile, anche in considerazione del fatto che l’affidamento lavori per questi interventi deve essere rinnovato. Cordiali saluti, 29 ottobre 2013

TRASPORTO PUBBLICO CASSOLNOVO MORTARA

Buongiorno,mio figlio, per recarsi a scuola, viaggia per 5 gg. la settimana da Cassolnovo a Mortara.La linea autobus di Lomellina Trasporti (STAV) all'andata prevede il passaggio per Vigevano (stazione autobus di Via Sacchetti) e senza cambiare mezzo si prosegue poi per Mortara passando da Gravellona e Cilavegna.Al ritorno la linea segue un percorso differente poiché da Mortara (sempre passando da Cilavegna e Gravellona) prima transita a Cassolnovo e poi prosegue per Vigevano.Il mattino (quindi all'andata) il percorso da Cassolnovo a Mortara è in totale di26,4 km; ai fini della tariffa, pur non considerando che di fatto al ritorno il tragitto è più breve, riferendomi alla tabella pubblicata su Internet da Lomellina Trasporti, ne deduco che trattasi della tratta 6 (da25,1 a30 km). Purtroppo non è così perché invece, secondo Lomellina Trasporti, la tratta non è la 6 bensì la 7 (da30,1 a35 km), secondo una loro tabella che però su Internet non è pubblicata e che solo loro possiedono. Si pensi che per determinare l'importo del biglietto di viaggio o dell'abbonamento è d’obbligo rivolgersi ad una rivendita o direttamente a Lomellina Trasporti, perché non esiste a disposizione dell’utenza una mappa o un elenco.

 A questo punto chiedo come vengono determinate le distanze? Per arrivare a determinare che la distanza è26,4 kmio ho ricostruito il percorso secondo il tragitto effettivamente compiuto dall’autobus con una mappa satellitare e non riesco a capire come Lomellina Trasporti (o chi per essa) abbia calcolato le distanze, anche perché per raggiungere lo scaglione successivo mancano ben3,7 km.Ad esempio, il percorso Vigevano-Novara per Lomellina Trasporti è tratta 6 ed il tragitto che l’autobus compie visto sulla mappa satellitare è appunto di27,4 km(appunto tratta 6 che comprende distanze da25,1 a30 km).Che criterio viene utilizzato per la determinazione delle tratte? Non sarebbe il caso di renderlo pubblico o di pubblicare questo loro fantomatico documento su Internet per maggiore trasparenza?Non sono i 50 Euro/anno circa spesi in più che cambiano la vita nel budget di una famiglia, ma è una questione di correttezza.Non voglio toccare in questa sede il tasto puntualità e stato dei mezzi di trasporto, perché ci sarebbe da piangere.Grazie. Franco Dettori - Cassolnovo.

 R. Mi scusi se rispondo con un certo ritardo alla sua mail ma ho fatto contattare dai nostri Uffici direttamente la società STAV che è comunque sempre disponile ad ogni chiarimento con i propri utenti anche in merito al sistema tariffario in essere nella sotto rete Lomellina  al numero verde 800824393  oppure al 0381 23725,  e può essere anche contattata  via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Sentita la società, Le precisiamo quindi che il percorso effettuato da suo figlio (Cassolnovo-Mortara) viene effettuato mediante le tratte Cassolnovo-Vigevano (linea Vigevano-Novara) e Vigevano-Mortara (linea Vigevano-Gravellona-Mortara), non esistendo un collegamento diretto Cassolnovo-Mortara. La tariffa viene pertanto calcolata sulla sommatoria delle due tariffe.  In merito alla puntualità delle corse, la società provvede, come da obblighi contrattuali, ad inviare report periodici che testimoniano la regolarità della coincidenza a Vigevano e la regolarità del servizio tra le due corse. Per quanto attiene la presunta vetustà dei mezzi, la loro età media si attesta attorno ai 6 anni,  risultando tra le migliori in assoluto in tutt'Italia. Per quanto attiene poi la pulizia dei bus, svolta da una società esterna con un preciso capitolato, essa è oggetto di verifiche a campione il cui esito risulta essere soddisfacente.Spero di avere chiarito i diversi aspetti della Sua domanda e Le segnalo anche che per ogni altro chiarimento può contattare anche il responsabile del settore Trasporti all’indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  . Cordiali saluti 23 ottobre 2013

PROVINCIALE n.50

Oggetto: strada provinciale 50 campomorto - mandrino Buongiorno,sicuramente non sono la prima persona a farlo, ma volevo segnalare la situazione disastrosa della sp50 che da Campomorto passa per Mandrino e arriva a Vidigulfo, è trafficata all'inverosimile (ormai Vidigulfo è una cittadina, non più un paese di campagna), piena di buche, buia e stretta, percorrerla in inverno poi è un vero pericolo quando a terra c'è il ghiaccio o la neve si rischia di cadere nei fossi ai lati...........non è possibile allargarla e illuminarla per renderla meno pericolosa?E' previsto qualche intervento a  breve?La ringrazio per l'attenzione. Tiziana

 R.La situazione di estesa criticità di questa tratta ci è ben nota, ma purtroppo le risorse finanziarie dell’Ente, pesantemente sottoposte a tagli e limitate anche nel loro utilizzo dal patto di stabilità non ci consentono di avviare l’intervento rapido e risolutore che sarebbe necessario. Posso però dirLe chela Provincia ha avviato con i Comuni di questa area un ragionamento inteso a coinvolgersi nella gestione stradale, senza escludere una ipotesi di dismissione della Provincia a favore delle realtà comunali, insieme alle quali si sarebbe in condizione di avviare una azione di ripristino della sede stradale e di miglioramento della tratta. Cordiali saluti. 22 ottobre 2013

PARACARRI

Gentilissimo Sig.Presidente, l’autunno è iniziato, la nebbia è alle porte. Le chiedo: perché in tutte le strade provinciali mancano i paracarri? La linea bianca che delimita il bordo della strada non si vede in condizioni normali, figuriamoci con la nebbia, la pioggia, la neve. Gradirei una Sua risposta in merito a questa grave mancanza. Cordialmente Maurizio Anselmo Bonini.

 R.Desideriamo informarla che il Codice della Strada esclude l’utilizzo dei i paracarri tradizionali, in granito, in quanto non sono a norma e rappresentano un pericoloso elemento di ingombro della carreggiata.Lo stesso vale per i paracarri in metallo. Gli unici segnalimiti in regola con il Codice della Strada sono quelle strutture colorate in gomma che Lei ad esempio può vedere all’imbocco del Ponte della Becca. Queste strutture sono le uniche validate dal Codice della Strada e sono quelle impiegate dalla Provincia di Pavia per segnalare i tratti stradali a maggiore rischio. Cordiali saluti. 9 ottobre 2013

PROBLEMI MIETITREBBIE

D. Buongiorno presidente,so che Lei non potrà fare molto ma volevo chierderle se è mai possibile che in un centro storico con strade strette passino mietitrebbia gigantesche, che OBBLIGANO le macchine parcheggiate (non c'è alcun divieto di sosta) a spostarsi per farli passare. Siamo andati già a fare ricorso al sindaco ma non dice niente. È possibile fare in modo di mettere un divieto mietitrebbie? i campi che ci sono non sono poi così grandi da giustificare mezzi del genere. Cordiali Saluti

 R.Desidero precisarLe che gli Uffici Provinciali rilasciano il nulla osta al passaggio di questi mezzi su strade provinciali e su strade comunali. Ci sembra assai improbabile un transito intenso di mietitrebbie in un centro storico, ma se Lei avessi la cortesia di indicarci il Comune dove si produce questo fatto saremmo, eventualmente, in condizioni di verificare la situazione. Cordiali saluti. 1 ottobre 2013.

 

VIABILITA' BORGO PRIOLO

D. Egr.presidente, la preghiamo voler considerare il riasfalto o almeno il rappezzo di "taglienti" fessurazioni altamente pericolose nel tratto stradale Ca'Boatti/Borgo Priolo Pv SP202/via Maestra Fraz.Gabbione. Così da scongiurare prossimi imminenti disastri stradali. Certo possa prendere in esame questa segnalazione le porgo Distinti saluti.

Inviato da iPhone=

R. Desideriamo informarla che proprio di recente i responsabili dell’Ufficio Viabilità, insieme agli amministratori della zona e all’Assessore Provinciale alle Infrastrutture hanno effettuato un sopralluogo per verificare una situazione che risulta essere davvero molto critica e compromessa. La situazione finanziaria dei Comuni e delle Province, in questa fase della vita del Paese, è tale da rendere difficilissimo un intervento rapido e risolutivo. I tagli alla finanza locale e i limiti del patto di stabilità sono tali da rischiare di compromettere la tenuta del patrimonio viario in capo alle Province. Tuttavia non appena riusciremo a reperire le risorse necessarie per riuscire almeno ad intervenire nei punti più critici esse troveranno sicuramente destinazione prioritaria nella zona che Lei ci indica.Per maggiori informazioni può contattare il geometra di reparto all’indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  . Cordiali saluti 1° ottobre 2013

VIABILITA' ZONA CASSININO

Salve Presidente, voglio segnalare che il tratto di strada che va dall’uscita della Tangenziale fino alla zona Cassinino (dove è presente l’autovelox) da voi istallato per la nostra sicurezza..le faccio notare che il suddetto tratto di strada (circa2 Km) è in condizioni a dir poco disastrose, non pensa che una parte dei soldini ricavati dalle multe del suddetto autovelox possano essere spesi per RIASFALTARE (non rappezzare) PER GARANTIRE + SICUREZZA. grazie, saluti

 R.I nostri Uffici conoscono bene il problema e faranno il possibile per sanare i punti di maggiore criticità presenti sulla tratta che Lei ci segnala. Il posizionamento degli auvelox risponde ad un bisogno di sicurezza che ci sta particolarmente a cuore e posso assicurarle che gli introiti derivanti dalle sanzioni sono destinati a realizzare azioni finalizzate alla sicurezza del transito. Cordiali saluti, 17 settembre 2013.

ILLUMINAZIONE SP 193

Buongiorno Egr. Sig. Bosone
Segnalo che le lampade sulla rotatoria non sono mai state sostituite, anzi nel frattempo se ne è bruciata qualcun'altra.
Anche la segnaletica orizzontale non è stata rifatta.
Sono passati più di 8 mesi dalla Sua risposta e i problemi non sono stati risolti.
L'autunno è alle porte.
Cordiali saluti
Emanuele Bolzoni

R. Ho segnalato il problema agli Uffici competenti che provvederanno alla sostituzione dell’illuminazione. Per quanto riguarda il rifacimento della segnaletica, esso rientra sicuramente nei nostri programmi, ma la situazione economica è davvero pesante e gli enti locali spesso non sono in condizione di effettuare gli interventi programmati, rispettandone la tempistica, causa il progressivo taglio delle risorse assegnate alla finanza locale. Sindaci ed amministratori locali che rappresentano i primi interlocutori dei cittadini vivono una situazione di estrema solitudine di fronte alla carenza di risorse. Le segnalo comunque che per ogni informazioni più diretta può contattare i responsabili del settore viabilità agli indirizzi mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o angelo.abbiadati@provincia .pv.it. Cordiali saluti.10 settembre 2013

INTERVENTI SP 2 e 412

Buonasera Dott.Bosone,La contatto per chiederle qualche aggiornamento in merito all'eventuale riqualificazione delle seguenti arterie stradali:

  • Sp2 nel tratto Landriano - Vidigulfo e nel tratto che precede la rotonda di accesso al Comune di Lardirago;
  • Sp412 nel tratto Landriano - confine milanese.

Le chiedo ciò in quanto il manto stradale per le tratte evidenziate si sta usurando sempre di più, e riengo pertanto che sia fondamentale un intervento da parte della Provincia di Pavia, per garantire la sicurezza dei numerosi automobilisti che usufruiscono di tali vie di comunicazione.Sperando in un suo intervento nel breve termine,La ringrazio per l'attenzione e la collaborazione. SC

 

R. In riferimento alla sua nota, posso dirLe che  abbiamo previsto alcuni piccoli interventi di rappezzo nei tratti maggiormente usurati delle provinciali n. 2 e n. 412.Concordo con Lei nel considerare prioritaria la sicurezza stradale e spero Lei voglia credermi quando Le dico che i nostri Uffici stanno facendo il possibile, incontrando purtroppo enormi difficoltà : le risorse assegnate agli Enti locali sono sempre più ridotte e non sono sufficienti a coprire il fabbisogno legato alla manutenzione stradale. In ogni caso può contattare anche i nostri Uffici del Settore Viabilità del Pavese alle mail che Le indico   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . I nostri funzionari saranno in grado di fornirLe le risposte di merito più precise. Cordiali saluti.10 settembre 2013.

STAGIONE VENATORIA

Egregio Presidente le scrivo per sottoporle una questione che se vera è grave, relativa allo svolgimento della prossima stagione venatoria, e della prossima apertura in Provincia di Pavia, anche se sono sicuro che chi mi ha dato questa notizia mi ha detta una stupidaggine e avrà capito male, perché anche per la logica una cosa così non può essere vera.Premetto che io mio padre e mio fratello pur essendo residenti in Umbria a Terni sono più di 20 anni da quando esistevano le aree a gestione sociale della caccia che veniamo per l'apertura nel Comune di Fortunago e andiamo a caccia con i ns. parenti e amici. All'epoca avevamo una quota nell'area a gestione sociale della caccia di Montalto Pavese, poi una volta fatta e applicatala Legge157, per le quote di cacciatori che la stessa prevede, poter essere presi fuori Regione, abbiamo fatto domanda nell'ATC n° 5 Varzi Oltrepò Sud anche perché proprietari sia terrieri che di casa.Le premetto che mio padre è nativo di Zavattarello ed è Lombardo e che noi tutti e 3 siamo proprietari nel Comune di Fortunago di una casa e di ha. 02.50,00 circa di terreni agricoli, oltre ad avere li tutti i ns. parenti.Nel rispetto delle regole abbiamo provveduto tutti e3 apagare la tassa di concessione governativa, quella regionale, l'assicurazione, nonché le quote come soci relative all'ATC n° 5 Varzi Oltrepò Sud per la stagione 2013 - 2014 per €. 150.00 cadauno che fanno un totale di €. 450.00, noi veniamo su 3 settimane l'anno facciamo le ns. ferie e poi torniamo a casa e fino all'anno successivo non torniamo più, quindi capisce bene che alla fine con noi l'ATC diciamo che ci guadagna in quanto facciamo solo 10 giornate di caccia all'anno.    Abbiamo partecipato in passato anche a contributi volontari per l'acquisto della selvaggina e la realizzazione di recinti di protezione.Ora mi si dice, non so se ho capito bene che quest'anno i primi 2 giorni di caccia, 29 e 30 settembre si vogliono riservare ai soli residenti in Provincia di Pavia, sono sicuro che questa è una grossa balla e se non lo fosse la prego sentitamente di porvi rimedio finché si è in tempo perché se fosse vera una cosa simile si paleserebbe una vera e propria truffa, primo perché queste cose si devono sapere in anticipo e uno può decidere se pagare o meno la quota sociale, secondo la selvaggina che è stata liberata e acquistata dall'ATC l'abbiamo pagata pure noi con la ns. quota versata per intero e non ridotta o scontata in quanto non ci viene consentito di fare l'apertura, lei capisce che noi  non vogliamo andare a caccia dopo che la metà della selvaggina che abbiamo pagato e stata prelevata solo da alcuni privilegiati, si poteva al limite essere in accordo se ai cacciatori Pavesi l'ATC avesse fatto pagare €. 150.00 di quota associativa e a noi residenti fuori Provincia e fuori Regione ce ne fossero stati fatti pagare 100.00 allora si avremmo pagato di meno e dovevamo sottostare a decisioni diverse dalla logica.Resta comunque inteso che il giorno dell'apertura è sempre il più bello perché c'è un'attesa particolare che dopo svanisce. Ragion per cui le faccio presente che è ns. intenzione come cittadini italiani onesti che sono in regola con i pagamenti delle tasse, che sono in regola con il pagamento delle quote di iscrizione all'ATC. effettuare regolarmente l'apertura della caccia che è un ns. diritto perché le ripeto il 29 e il 30 settembre verrà prelevata anche la selvaggina acquistata da noi con i ns. soldi e questo non è fattibile, noi non abbiamo pagato per far divertire gli altri e dopo andare a caccia.  Ci auguriamo che tutto vada per il meglio e tutto si chiarisca anche con il Presidente dell'ATC, con l'Assessore alla Caccia e Pesca della Provincia e il Dirigente del Servizio e si risolva la cosa se vera, mancando ancora un mese all'apertura, certo è che se dovessimo subire verbali o soprusi e danni morali da eventuali contravvenzioni anche per la posizione che io ricopro nell'ambito lavorativo saremo costretti a fare i ns. passi nei confronti di chi mette in campo queste regole assurde.  Siamo certi che lei non potrà non essere d'accordo nel principio con noi, perché è vero che parte della selvaggina la dala Provincia, ma noi la tassa di concessione Regionale è logico che dobbiamo pagarla dove siamo residenti, ma è pur vero che la maggior parte della selvaggina viene acquistata dall'ATC n° 5 Varzi Oltrepò Sud quindi l'abbiamo pagata anche noi e come tale vogliamo andare a caccia come gli altri nei giorni del calendario in cui ci vanno gli altri.Anche la selvaggina pronta caccia quella che viene liberata 2 giorni prima dell'apertura l'acquistano anche con i ns. soldi che succede successivamente faranno dei lanci per i non residenti per farci recuperare?Povera Italia come l'abbiamo ridotta, poveri Garibaldi, Mazzini, Cavour, Mameli e via dicendo.Mi è comunque gradita l'occasione per salutarla cordialmente e formularle i migliori auguri a lei e famiglia.Geom. Riccardo Santini.  

 R.Ho letto con attenzionela Sua nota e La ringrazio comunque per avermi scritto. Ho già avuto modo di spiegare diverse volte la scelta della Provincia di Pavia che non si ispira certo a ragioni discriminatorie ma unicamente a motivi di sicurezza. Infatti il nostro calendario venatorio slitta di due settimane per tutelare al meglio le coltivazioni agricole delle nostre zone che devono ancora completare il loro processo di maturazione. Abbiamo inserito la clausola che permette ai soli residenti in provincia di Pavia e ai soci di ATC ( anche non residenti in provincia  purchè  inscritti in UN SOLO AMBITO ) di partecipare all’apertura della caccia nei primi due giorni, 29 e 30 settembre per ragioni fondate unicamente sulla sicurezza e per evitare una presenza di cacciatori eccessiva nei primissimi giorni con il rischio di un affollamento contrario a principi di sicurezza e di tutela degli stessi cacciatori. Nessun limite, dunque, di territorialità o di appartenenza, ma unicamente fondati di sicurezza.Per ogni altra informazione potete inviare direttamente una mail al responsabile dell’Ufficio Caccia all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiali saluti. 10 settembre 2013.

PROBLEMATICHE VENATORIE

Egregio Sen. Bosone,siamo un gruppo di cacciatori bresciani regolarmente iscritti all’ambito di caccia della Sua Provincia ATC pavese 3. Territorio nel quale ci siamo sempre sentiti ben accolti e tutelati.Le chiediamo pertanto di aiutarci a capire, a Lei e al Consiglio Provinciale, come mai quest’anno dobbiamo subire una discriminazione rispetto ai cacciatori residenti, pur avendo rispettato tutte le scadenze di pagamento e i regolamenti del territorio, ed avere pagato una quota pari a quella dei residenti.Leggiamo infatti che l’apertura dell’anno venatorio nella provincia di Pavia per i non residenti sarà posticipato di 2 giorni, togliendoci la possibilità di accedere al Vostro territorio nel “primo giorno di caccia”, situazione che non si verifica (giustamente) per i cacciatori pavesi iscritti negli ambiti territoriali delle altre provincie lombarde. Per chi come noi, lavora durante la settimana, perdere la domenica significa perdere una settimana e la possibilità di godere di una giornata attesa con passione.Riteniamo che questa Vostra decisione sia ingiusta e contraria ai nostri diritti di utenti, che hanno pagato per usufruire un servizio che non prevedeva alcun limite di “territorialità o appartenenza”.Certi in una sua cortese e sollecita risposta, che ci aiuti a capire il motivo di tale decisione, porgiamo distinti saluti.Belloni ArnaldoLancini DanteBelotti Alessandro

 R.Comprendiamo il vostro dispiacere ma teniamo soprattutto a spiegarvi che la scelta assunta dalla Provincia di Pavia non si ispira certo a ragioni discriminatorie ma unicamente a motivi di sicurezza.Infatti il nostro calendario venatorio slitta di due settimane, prevedendo l’apertura in data 29 settembre per  meglio tutelare le coltivazioni agricole delle nostre zone che devono ancora completare il loro processo di maturazione.Abbiamo inserito la clausola che permette ai soli residenti in provincia di Pavia e ai soci di ATC ( anche non residenti in provincia ) purchè  inscritti in UN SOLO AMBITO di partecipare all’apertura della caccia nei primi due giorni, 29 e 30 settembre per ragioni ispirate unicamente alla sicurezza della pratica venatoria e per evitare una presenza di cacciatori eccessiva nei primissimi giorni con il rischio di un affollamento contrario a principi di sicurezza e di tutela degli stessi cacciatori.Nessun limite, dunque, di territorialità o di appartenenza, ma unicamente fondati di sicurezza.Per ogni altra informazione potete inviare direttamente una mail al responsabile dell’Ufficio Caccia all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiali saluti 10 settembre 2013

PROBLEMI EDILIZIA

D. Illustrissimo Sig. Presidente,sono a sottoporre a Voi un quesito per trovare una soluzione in via definitiva:il confinante della mia proprietà ha eretto un muro a ridosso della rete confinante senza aver ottenuto consenso alcuno da parte mia, il tecnico comunale di Bornasco ha sostenuto che era suo diritto farlo sia con la mia approvazione che senza.Ad oggi per il secondo anno consecutivo mi trovo in condizione di pericolo nell'entrare a casa mia, lo scorso anno a causa di un imponente alveare di vespe accertato dai carabinieri che con insistenza ho fatto intervenire ed a cui è seguito un esposto al comando della Polizia Locale ed al comune di Bornasco senza alcun riscontro.Ieri invece a causa di uno sciame di calabroni che hanno nidificato nelle fessure del fantomatico muro eretto con approvazione del solo comune di Bornasco, nonostante la chiamata al 112 non abbia riscosso alcun intervento, tantomeno ai vigili del fuoco in quanto non sono io  ptoprietario del muro.In breve, cosa posso fare per poter entrare in casa mia o stare tranquillamente seduto nel patio di casa mia senza correre rischi?Nella speranza di ricevere un Suo suggerimento, ringrazio. Giovanni Verzi, Bornasco

 R. Sono dispiaciuto per la sua situazione di difficoltà, ma purtroppo il caso che Lei ci segnala esula dalle competenze e dalle possibilità di intervento della Provincia di Pavia. Si tratta infatti di materia di ordine squisitamente comunale rispetto alla qualel a Provincianon è titolata in alcun modo ad intervenire.L’unica cosa che possiamo consigliare è di ribadire anche in forma scritta al Comune di appartenenzala Sua situazione, con l’auspicio che il Comune si faccia mediatore tra le sue istanze e quelle del suo vicino. Cordiali saluti. Pavia 10 settembre 2013

 

 

EX STATALE dei CAIROLI

Buongiorno, la mia domanda è riferita al fatto che da troppe legislature si sente parlare della riqualificazione dell'ex statale dei Cairoli tra S.Croce, frazione di S.Martino Siccomario e Gropello, più avanti anche i due tratti in entrata e uscita da Garlasco se fossero più larghi non sarebbero male, ma sopratutto il primo tratto urge di manutenzione.......dovremo aspettare purtroppola Broni-Mortara, che con i suoi svincoli e innesti "spingerà" i lavori anche su questa strada oppure (come sarebbe bello!) vedere eliminati punti e incroci pericolosi senza dover aspettare "il mostro" ?....... Il discorso prescinde dalle risorse economiche perchè la domanda si riferisce a programmazione e progetti al di là del momento finanziariamente disastroso ...................come per la strada che doveva essere la variante di Cava Manara per alleviare il traffico delle ore di punta verso PV al mattino e ritorno la sera........ps.  Vorrei segnalare come viene lasciata da mesi immondizia e uno scaffale rosa sotto il ponte dell'A7 (inizio tangenziale per Garlasco) all'altezza di Gropello, chi deve occuparsi del mantenimento decoroso delle strade, visto che appunto da qualche mese le stesse cose si vedono lasciate lì in bella vista,  anche quando viene tagliata l'erba lungo le strade spunta di tutto ma non sempre viene ripulito.......Distinti saluti.

 R.Il problema che Lei segnala purtroppo è affine a quello di tante strade provinciali, che presentano diverse criticità dovute principalmente alla pesantissima carenza di fondi, ai tagli di spesa e ai limiti previsti dal patto di stabilità che rendono spesso difficile un nostro intervento tempestivo e risolutivo. Su tutto questo pesa anche la situazione di incertezza sul futuro normativo delle Province. Posso però assicurarLe che quanto Lei ci segnala rientra tra le priorità dell’Amministrazione e che con il prossimo bilancio faremo senz’altro il possibile per risanare la situazione. Desidero inoltre informarLa che per quanto riguarda l’abbandono dei rifiuti il problema rientra tra le competenze dei Comuni e La invitiamo pertanto a segnalare la situazione al Comune competente, invitandolo alla rimozione dei rifiuti. Cordiali saluti. 24 luglio 2013

QUALITA' AMBIENTALE PARONA

Spettablie Sen. Daniele Bosone,
Da buon cittadino volevo segnalare che nonostante il rinnovo della concessione dell'AIA alla ditta Vedani, assistiamo ancora impotenti a delle violazioni delle norme ambientali e dei nostri diritti. Per essere più preciso mi riferisco agli odori di Amoniaca e di bruciato che fuoriescono dell'impianto e del fumo che molto spesso non è captato dal sistema di filtraggio ed invade le zone limitrofe. Di questi eventi sono testimone più o meno tutti i giorni, poichè percorro a piedi la pista ciclabile che attraversa la zona industriale, per recarmi in stazione.
Non posso negare che dal 2006, anno in cui sono arrivato a Parona, dei miglioramenti ci sono stati (si figuri che l'odore di Amoniaca era così forte che si diffondeva in casa dalla bocchetta di areazione che abbiamo in cucina per le fughe di gas, quindi eravamo costretti a siggillare anche quella con evidenti problemi di sicurezza.) Io non mi ritengo un ambientalista e non sono contro l'insediamento industriale a patto che non vengano calpestati i miei diritti. Purtoppo dopo diversi anni di lotte di comitati vari qualcosa si è ottenuto ma è solo cio' che ci spetterebbe di diritto.
Arrivo alla conclusione che ci sono cittadini di serie A e di serie B e a Parona siamo evidentemente di serie B perchè non abbiamo neanche il diritto di "respirare".
Scusate per lo sfogo ma vorrei capire a chi rivolgermi per avere risposte adeguate.
Cordiali saluti,

R. Desidero precisarLe che il procedimento per il rilascio del rinnovo dell’AIA alla ditta Vedani Metalli S.p.A. è ancora in corso. A conclusione della Conferenza di Servizi, che si è articolata su 3 sedute, a dimostrazione dell’attenzione richiesta per il caso in esame, gli uffici stanno definendo i contenuti tecnici dell’autorizzazione. In particolare, durante la Conferenzadi Servizi: 1) è stato valutato e validato un cronoprogramma di interventi impiantistici migliorativi volti alla riduzione dell’impatto sul territorio e l’azienda sta già operando sulla base di tale programma; 2) è stato sviluppato un nuovo piano di monitoraggio, in accordo con ARPA, che prevede l'implementazione dei controlli da effettuare, incrementando le frequenze e introducendo nuovi parametri;3) l’azienda, su richiesta della Provincia, ha dato la disponibilità ad effettuare un’indagine olfattiva secondo le metodiche recentemente introdotte dalla Regione Lombardia. Gli esperti in materia contattati dall’azienda hanno illustrato in quella sede le modalità dell’indagine. Infine, si segnala che si è attivato, a seguito di un tavolo di lavoro promosso e coordinato dalla Provincia di Pavia, un progetto di monitoraggio ambientale  sul territorio della Lomellina compreso tra i Comuni di Parona, Mortara, Vigevano e Olevano Lomellina. Questo, per assicurarLe che la Provinciasegue con la massima attenzione l’intera questione. Per ogni informazione di carattere tecnico Le consiglio di contattare l’ing. Gustavo Lodignani del Settore Ambiente al numero 0382/ 597 802. Cordiali saluti. 17 luglio 2013.

CONDIZIONI SP 193

Egr. Sen. Bosone,per ragioni di lavoro, da cinque anni, percorro giornalmente questa famigerata strada con tutti i disagi che essa comporta, e quando il giorno 18 del corrente mese sonocominciati i lavori di ripristino del manto stradale ho pensato che l' insostenibile situazione si sarebbe finalmente risolta.Devo ammettere che la delusione è stata profonda quando, dopo aver ricondizionato solo un asiguo tratto della provinciale, i lavori sono stati fermati.Capisco tutti i problemi economici a cui dovete far fronte, ma se non ricordo male erano stati preventivati lavori per un tratto di almeno 2,5km. e non alcune centinaia di metri come è stato fatto sin ora. La domanda che mi sorge spontanea é: si provvederà a continuare in tempi brevi alle operazioni di risanamento oppure ci dovremmo rassegnare a percorrere la strada nelle attuali condizioni?Grazie per la cortese attenzione.Cordiali saluti Ing. Alberto Grosso   

 R. Ho effettuato una rapida verifica con gli Uffici Viabilità che mi confermano che, così come previst, le asfaltature sono state realizzate nella misura prevista di 2 km e mezzo. Cordiali saluti.

9 luglio 2013.

CONDIZIONI SP 142

Buongiorno Presidente, volevo segnalare che ormai è da più di un mese che sulla provinciale142 inoggetto partendo dal confine con la provincia di Milano ci sono delle buche che non sono state chiuse.Visto che il tempo fortunatamente ha dato una tregue, sarebbe il caso di passare a mettere delle pezze al manto stradale.

Grazie Distinti saluti Giampaolo C.

 R.Dal controllo effettuato dai nostri Uffici Viabilità sul tratto che Lei ci indica non risulta la presenza di buche sul manto stradale tali da mettere a rischio la sicurezza di chi viaggia. Sono invece presenti diverse buche sulla banchina stradale rispetto alle quali interverremo il prima possibile, compatibilmente con le altre emergenze presenti sulla rete viaria. Cordiali saluti,  9 luglio 2013

ADSL Zona Vigevano Parona

Ho visto che già qualcuno le ha fatto presente la situazione della nostra bella frazione sita tra Vigevano e Parona: se vuole può verificare la copertura attraverso il mio numero: 0381329990.Grazie e buon lavoro.Alfano dott. Agostino
T.TI.IOA/NO Maintenance

 R. Effettivamente il servizio non è ancora attivo. I nostri Uffici hanno provveduto quindi a contattare direttamente Telecom, inviando una segnalazione ai responsabili del servizio per accelerare al massimo l’attivazione del servizio. Per ogni ulteriore problema può contattare direttamente il nostro Ufficio Informativo a questo indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Cordiali saluti. 10 giugno 2013.

RIMBORSO ASSICURAZIONE

Buonasera Sen. Bosone, questa mia è per chiedere come è possibile che a causa della mancata manutenzione del manto stradale, dopo aver subito un sinistro come da mia allegata e dove confermo che la spesa è stata di 417,00€, mi vedo recapitare un risarcimento di MENO DELLA META'..... Non credo che noi cittadini siamo costretti a rimetterci di tasca nostra per dei danni subiti non per causa nostra....già abbiamo le nostre pecche.....ci manca solo questa.
Vi chiedo, quindi, spiegazioni in merito, perchè è inaccettabile che ad un cittadino che è stato COSTRETTO ad affrontare spese impreviste gli venga detto "applichiamo il degrado perchè la macchina è vecchia " e ti risarciamo solo questo.
Se non fosse stato per le buche, non avrei certamente affrontato la spesa......
In attesa di un suo cordiale riscontro, la ringrazio e la saluto

 R. Per avere informazioni circa i passaggi del rimborso Le segnalo come riferimento il sign. Vito Scanarotti ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) responsabile dell’Economato che potrà spiegarLe certo meglio di me l’iter della pratica assicurativa di rimborso danni. Cordiali saluti. 5 giugno 2013.

PROVINCIALE 193

Egr. Presidente della Provincia di Pavia,

penso di non essere il primo cittadino che Le segnala la situazione distrosa e pericolosa della SP193, il fondo stradale è inesistente con buche  grosse e profonde come crateri, sono una miriade ed è praticamente impossibile evitarle, una situazione di  tale degrado non esiste neanche nel terzo mondo, tale da mette in serio pericolo l'incolumità delle persone (io personalmente ho rischiato di uscire di strada con l'auto) per non parlare poi dei danni arrecati alle  parte meccaniche della autovettura.La invito  provare  percorrerla personalmete specialmente di notte per constatare di persona cosa deve affrontare il malcapitato cittadino che vi debba transitare.Il problema persiste oramai da anni ed è in continuo peggioramente, non esiste manto stradale, non esiste segnaletica orizzonale non esiste nulla è poco più di una mulattiera,  e la provincia cosa fa? si lamenta dei tagli dovuti alla crisi e se ne freaga se la gente rischia la vita sulla strada, mi chiedo se nelle pieghe di un bilancio di milioni di euro non si riesce a reperire i fondi per il rifacimento di 8-9 Kmdi fondo stradale.Alla luce di quanto spora è auspicabile che  Lei i suoi Tecnici  alziate il "sedere" dalla vostre poltrone e vi diate una smossa in merito il prima possibile.Io fossi in lei mi vergognerei di essere un'amministratore della cosa pubblica e di avere strade nelle sue condizioni, poi si chiede come mai la gente ritiene inutili le provincie e voglia abolirle, se questo è quello che sapete fare nella gestione dei lavori pubblici è meglio che andiate a casa tutti e speso che i cittadini se ne ricodino nella prossime tornate elettorali qualora siate ancora operativi come Ente. Io personalemnte me ne ricorderò  di certo e mi comporterò di conseguenza.Con distinti saluti. Luciano Rangognini.

 R.Ci spiace davvero che lei abbia una visione tanto negativa del ruolo della Provincia : desidero infatti farLe presente che tutto il nostro personale stradale, sia gli operatori che i tecnici, lavorano a pieno ritmo per tenere sotto controllo una rete stradale che supera i 2000 chilometridi strade a fronte di trasferimento dello Stato via via sempre più esigui. Detti trasferimenti sono infatti assolutamente inadeguati a gestire la nostra rete viaria. Anche i limiti del patto di stabilità non aiutano certo l’ente locale ad affrontare al meglio i propri compiti istituzionali. Posso dirle che in questi anni di mandato tutti noi abbiamo esercitato le nostre funzioni con abnegazione e grande senso di responsabilità.Capisco il suo risentimento e capisco anche che, a fronte di questa situazione, lei sostenga l’ipotesi di scioglimento delle Province.Le chiedo però di interrogarsi su un aspetto : all’indomani dello scioglimento delle Province, progressivamente penalizzate negli anni dai tagli della finanza locale, chi si occuperà della gestione delle strade ? I Comuni ? E con quali fondi ? . La pregherei davvero di riflettere attorno a questa gestione. Cordiali saluti. 5 gugno 2013.

TRATTA STRADALE 128 e 412

Buongiorno presidente,volevo segnalare per l'ennesima volta la strada in oggetto perché non è possibile che solo l'altro giorno dopo circa 3 settimane sono state chiuse le voragini presenti sul quel tratto, però continuo a non capire perché non vengono chiuse tutte le buche questa volta hanno fatto il tratto che va da una rotonda all'altra, e il resto della strada la prossima volta?Qualcuno ha interesse a non chiudere tutte le buche?Veramente non capisco.Tempo fa sul TG regionale ho sentito che il comune di Milano ha intrapreso una bella iniziativa istituendo un canale per la segnalazione delle problematiche della viabilità oltre ha intensificare i controlli sulla qualità dell'asfalto visto le condizioni delle strade attuali.A riguardo volevo segnalare che il tratto della SP 128 asfaltato lo scorso anno(ma è stato fatto da meno di un anno) è già lesionato, questo vuol dire che fra qualche mese si formeranno delle buche anche in questo tratto.Anche sulla Val Tidone (SP 412) all'altezza di Landriano in prossimità del benzinaio della Erg sono già passati a chiudere delle buche nell'asfalto(fatto lo scorso anno).Quest'ultima strada è da giorni che è piena di buche ma non è passato ancora nessuno a sistemare tenendo presente che è una provinciale molto trafficata.Secondo lei a chi bisogna dare la colpa per questo asfalto scadente?Grazie Distinti salutiGiampaolo C.

 R.Ha fatto bene a segnalarci gli elementi di criticità presenti sul manto stradale. Purtroppo non possiamo che dirle che il nostro personale a presidio della rete stradale lavora a pieno regime per tenere sotto controllo una situazione viaria resa ancora più difficile dalle intense piogge degli ultimi mesi.Il numero dei nostri operatori stradali è davvero esiguo a fronte dell’estensione della nostra rete viaria e anche i trasferimento dello Stato alle Province sono stati pesantemente tagliati, a tutto svantaggio dei cittadini.Anche l’ipotesi sufficientemente accreditata dell’eliminazione dal quadro istituzionale delle Province non aiuta certo a semplificare una situazione in cui ogni giorno diventa più difficile operare nell’interesse collettivo. Cordiali saluti. 5-giugno 2013

CRITICITA' STRADA ALBUZZANO

BUON GIORNO,VOLEVO SEGNALARE - NEL TRATTO IN OGGETTO - UNA BUCA ASSAI PERICOLOSA, A RIDOSSO DEL CIGLIO DELLA STRADA.LA PERICOLOSITA' E'DATA DAL FATTO CHE E' OLTETUTTO POCO VISIBILE E CHE PUO' DETERMINARE PROBLEMI SOPRATUTTO AI MOTOCICLI/CICOLOMOTORI/BICICLETTE. TANTO PIU' IN VISTA DELLA BELLA STAGIONE QUALDO IL SUDDETTO TRAFFICO AUMENTA ESPONENZIALMENTE  GIAN LUCA MUTTARINI – ALBUZZANO

 R.Gli uffici hanno preso nota della sua segnalazione e proprio stamattina il nostro personale stradale andrà a verificare l’elemento di criticità che Lei ci segnala. Cordiali saluti. 29 maggio 2013

percorso marzano torrevecchia pia

Allora questa e una delle tante lamentele ma risulta difficile capire qual e il lavoro della provincia la suddetta strada e stata fatta sicuramente da qualche ditta di incapaci in quanto è piena di pietre e in sottilissimo strato di asfalto, denota che è stata fatta senza criteri, qualcuno forse nn ha controllato. Sempre la suddetta strada all'altezza della rotonda della scala ci sono due voragini, forse nessuno la comunicato e poi su tutto il percorso sono da marzano a torrevecchia pia ci sono buche e voragini sparse qua e la. Martedì per l ennesima volta ho visto il camioncino della provincia che girava li in zona nn capisco perché nn hanno chiuso la strada!!!!!egregio presidente siamo vessati di tasse nn capisco perché nn si possa avere una strada decente ma soprattutto quella strada e stata fatta con enorme incapacità perché le altre strade nn sono così rovinate. Comunque stiamo facendo una raccolta di firme da portare alla sua attenzione ed alla procura , forse così si muoverà qualcosa.un ultima domanda mi preme farle ma se qualche motociclista ci lascia la pelle , la responsabilità di chi è? Inviato da iPhone Francesco

 R.Purtroppo capisco assai il Suo fortissimo disagio. Posso solo assicurarLe che stiamo facendo ogni sforzo con il poco personale stradale a nostra disposizione per garantire la sicurezza del transito e il ripristino del manto stradale fortemente compromesso anche dalle forti piogge di questi mesi. Desidero anche precisarLe che nonostante la forte tassazione dei cittadini i trasferimenti dello Stato penalizzano fortemente la finanza locale ed in particolare modo le Amministrazioni Provinciale che si trovano nell’impossibilità di garantire la manutenzione sulla rete stradale. Lei avrà sicuramente anche sentito parlare della possibilità che le Province vengano soppresse. A questo punto la situazione non potrà che essere ulteriormente confusa anche perché non è chiaro a quali soggetti di governo locale saranno affidate le funzioni ( tra cui appunto la manutenzione stradale ) oggi svolte, sia pure con grandi limiti e grandi difficoltà, dalle Provincie. Cordiali saluti. 29 maggio 2013.

AUTOVELOX CATARIFRANGENTI

Vi chiederei se fosse possibile dipingere con colori catarifrangenti gli autovelox, in modo che una persona distratta e non frettolosa abbia modo di veder bene ciò che prepara a punire una infrazione, aggiungo che l’economia arranca e con il proliferare di limiti, rischia di fermarsi e per chi lavora  con merci che viaggiano su strada ,non è simpatica la situazione.Buona giornata,  Sipo

R.Desidero precisarLe che la Polizia Provinciale ha curato con molta attenzione la segnalazione degli impianti per la rilevazione elettronica della velocità dei veicoli sulle strade provinciali. In particolare sono stati installati n° 2 segnali iperdimensionati (1.50 x 2.00) con la dicitura "controllo elettronico della velocità", il primo ad1 Km circa prima dell'impianto e il secondo a circa 400 mt circa prima dell'impianto. Inoltre il primo dei due cartelli è munito di dispositivi lampeggianti H24 (due fari di colore giallo), benché la normativa non preveda tale tipo di segnalazione per una migliore e più incisiva segnalazione ai conducenti dei veicoli.

Infine proprio in corrispondenza degli impianti è stato installato il segnale stradale FIGURA II 111 Art. Reg. C.d.S.125 "POLIZIA MUNICIPALE" (il segnale riportante il cappello della polizia locale) che da la corretta percezione all'automobilista della presenza dell'impianto. In futuro gli impianti verranno "protetti" da guard rail muniti da rifrangenti bianchi e rossi (anche se non previsto dalla normativa): in tal modo gli impianti risulteranno più protetti, migliorando ulteriormente la visibilità. Cordiali saluti. 29 maggio 2013

PROVINCIALE n.2

Buongiorno,vorrei segnalare il degrado della strada provinciale nr.2 inparticolare nel tratto tra Landriano e Lardirago. Lo stato del manto stradale è disastroso e molto pericoloso, ci sono buche continue e quando piove (cosa che ultimamente capita spesso) la situazione peggiora, non è sufficiente tamponare la situazione chiudendo le buche il manto è proprio da rifare! In particolare la rotonda di Vairano è devastata.

Vi prego di provvedere al più presto fornendoci dettagli. 

Grazie da parte degli abitanti di Ceranova.Katia 

 R.Conosciamo purtroppo lo stato di criticità che Lei giustamente ci segnala. Le posso assicurare che il personale provinciale a presidio della rete sta lavorando a pieno regime per monitorare la situazione e per intervenire sulle tratte a maggior rischio. Purtroppo deve tenere presente che il nostro personale è estremamente ridotto di numero, specie se si considera l’estensione della rete di oltre2000 chilometri. A questo elemento si associa anche una fortissima situazione di difficoltà dovuta ai tagli sulla finanza locale e ai limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità. Inoltre, l’attuale incertezza normativa sul futuro delle Province non giova certamente a facilitare la gestione dei nostri compiti istituzionali. Possiamo tuttavia assicurarLe che i nostri tecnici effettueranno una verifica della situazione e vedremo di fare il possibile per migliorare la situazione. Cordiali saluti 29 maggio 2013

STRADE LOMELLINA

Buonasera Presidente,le scrivo in merito al cattivo stato del manto stradale sulla SP 19 nel tratto tra Dorno e Gropello C. Spero che riusciate a chiudere le numerose buche che si sono formate in seguito alle ultime settimane di pioggia.Inoltre le scrivo per un danno che ho subito a due cerchi e gomme della mia auto sulla SS596 all'altezza di Carbonara al Ticino. Vorrei sapere chi è l'ente che ha in gestione la strada per chiedere risarcimento, in quanto si sono formate svariate buche profonde, tra cui una che ha lesionato pneumatici e cerchi della mia autovettura.Ho visto nell'ultima pubblicazione degli interventi di riasfaltatura che la lomellina ha pochissimi tratti interessati, mi permetto di ricordarle il cattivo stato del manto stradale in generale. Pur conoscendo i problemi economici e di lavoro che il patto di stabilità impone, spero che si riesca a trovare una soluzione al problema.Certo di un suo gentile riscontro, porgo cordiali saluti.

 R.Ho subito provveduto a segnalare il problema sulla SP 19 . I nostri tecnici verificheranno la situazione e posso assicurarLe che faranno tutto il possibile per ripristinare la massima sicurezza sulla tratta in questione.Per quanto riguarda il sinistro della sua auto, per avviare la procedura di rimborso deve segnalare l’accaduto all’Ufficio Economato della Provincia piazza Italia 2, Pavia, indicando il luogo esatto della provinciale dove è accaduto il sinistro, il giorno e l’ora, allegando eventuali foto o eventuale verbale dei vigili o polizia stradale. Per ogni altra informazione su questa procedura può contattare il responsabile dell’Ufficio economato alla mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Per quanto riguarda l’ultimo passaggio della Sua lettera desidero rassicurarLa, informandola che le strade della Lomellina sono oggetto di interventi di riasfaltatura particolarmente accurati, pur compatibilmente con le nostre scarse risorse a disposizione, e che faremo il possibile per mantenere un buon standard di manutenzione in questa zona.

Pavia, 28 maggio 2013

PROVINCIALE ZEME LOMELLINA

buonasera sig presidente mi chiamo alessandro sant'angelo e abito nel comune di zeme lomellina le scrivo per il problema della statale che attraversa il nostro paese da questa statale passano tutti girni camion macchine a velocita' un po troppo elevata ho parlato con il nostro vigile per cercare di proporre un dissuasore di velocita' ma la risposta e stata che la strada e una provinciale e quindi se ne deve occupare la provinciaio spero che scrivendole lei si possa interessare a questo caso grazie distinti saluti alessandro sant'angelo

 R.In riferimento alla Sua nota desidero subito precisarle che per avere informazioni di maggiore dettaglio Le conviene senz’altro contattare il responsabile di reparto Remo Parazzini ( 335 74 93 631 ). Posso intanto precisarle che, trattandosi di un percorso di centro abitato, il Comune può senz’altro attivare una campagna di controlli sulla velocità e posizionare, ove lo ritenga, anche rilevatori mobili di velocità, la cui attivazione non richiede il rilascio del permesso da parte della Provincia. Restiamo a Sua disposizioen per ulteriori informazioni. Cordiali saluti. 30 aprile 2013.

PROVINCIALE 412 Torrevecchia Pia

 Gentilissimi, sono al corrente delle poche risorse disponibili per la manutenzione delle nostre strade, ma voglio segnalarvi una situazione di GRAVE PERICOLOSITA’ nel Comune di Torrevecchia Pia per la quale vi chiedo d’intervenire il più presto possibile. Sulla ex statale 412 nel tratto precedente e successivo all’incrocio di Vigonzone si è formato un dislivello (un vero e proprio scalino) alto fino 30 cm, sul bordo esterno della corsia di marcia in direzione di Torrevecchia Pia, esattamente dove la sede stradale è più stretta. Di conseguenza i T.I.R., che vi transitano numerosissimi, sono obbligati a passare sul bordo di questo forte dislivello.

Per risolvere il problema basterebbe un intervento di riporto materiali per colmare questo pericolosissimo dislivello.

Venerdì 19 Aprile, mentre procedevo in direzione Valera Fratta nel tratto sopra descritto, un TIR stava “cadendo” nel dislivello e nel disperato tentativo di risalire invadeva completamente la mia corsia mancando di un soffio il pulmino con disabili a bordo che il sottoscritto stava conducendo.ABBIAMO VISTOLA MORTE INFACCIA!Vi prego, non aspettiamo che si verifichino tragedie prima di intervenire!Ringraziandovi per l’attenzione e il sicuro Vostro pronto intervento, porgo distinti saluti. Emilio Barbieri Via Paltano 9 Torrevecchia Pia

 R.La ringrazio perla Sua segnalazione e desidero farle presente che la condizione di pericolo che Lei segnala è già all’attenzione dei competenti uffici provinciali. Il personale stradale a presidio della nostra rete viaria infatti sta per apporre l’opportuna segnaletica nella zona interessata al cedimento, come misura indispensabile per la sicurezza e preliminare all’intervento di risanamento vero e proprio. Cordiali saluti. 22 aprile 2013

PROVINCIALE 128, SITUAZIONE BUCHE

Buongiorno Presidente,grazie per la risposta al messaggio però veramente non capisco la logica della chiusura delle buche, lunedì è iniziata la chiusura delle buche che è proseguita tutta la settimana    ma non è stato fatto un lavoro a zone, ma è stata chiusa a caso una buca tra le tante che ci sono, e ad oggi non sono ancora state chiuse tutte.Non è più semplice passare una sola volta e chiudere tutte le buche?Grazie Distinti Saluti

 R.Desidero informarLa che ho subito provveduto ad allertare il nostro ufficio tecnico perché effettui una verifica sul posto. Se necessario, posso garantirLe che interverremo di nuovo per ripristinare la sicurezza della tratta. Cordiali saluti. 22 aprile 2013.

PROVINCIALE n. 128

 

Buongiorno Presidente,
non capisco perché la s.p. 128 tra torrevecchia pia e marzano le voragini che si formano non vengono mai chiuse!Due settimane fa mi è capitato di rompere un pneumatico.Ormai è da più di 3 settimane che nessuno passa a sistemarle sembra la strada di nessuno e il continuo passaggio di mezzi pesanti la sta rendendo impraticabile. Si aspetta sempre che succeda qualcosa.Distinti Saluti

R. Purtroppo abbiamo ben presente la situazione di estrema criticità sulla provinciale in questione. Le recenti piogge hanno aggravato una situazione già pesante, alla quale cercheremo comunque di fare fronte con i nostri operatori stradali che si stanno prodigando sull’intera rete provinciale che supera i2000 chilometrie che rende perciò difficile un intervento tempestivo su tutta la sua ampiezza. Oltre a questo primo intervento, gli uffici dell’Assessorato Infrastrutture stanno verificando la possibilità di prevedere un intervento di parziale asfaltatura compatibilmente con la scarsità sempre più pesante delle nostre risorse. Cordiali saluti. 16 aprile 2013

PROVINCIALE n.50

Buongiorno,mi premeva segnalare le pessime condizioni del manto stradale della SP 50, sia nel tratto iniziale (frazione di campomorto - Siziano) che nel tratto finale (frazione pontelungo -. Vidigulfo).Bene, è ragionevole pensare che per la parte finale, visto che si è in procinto di riprendere i lavori per la nuova variante SP50, interventi non ne saranno fatti. Ma per la parte iniziale ? è un obbrobrio, e mi non capisco perchè, nonostante sia trafficata, non si è intervenuti nemmeno con il classico "rattoppo" con l'asfalto.Grazie mille per l'attenzione.Maurizio.

R.Ha fatto bene a ribadire le criticità della provinciale 50 . Possiamo garantirle che provvederemo quanto prima a chiudere le buche e ad eseguire i rattoppi che si rendano necessari e che si sono moltiplicati dopo le forti piogge di questa ultima fase nel tratto tra Vidigulfo e Campomorto.Per far fronte alla situazione il nostro personale stradale sta prodigandosi con grande generosità per evitare  l’innescarsi di ulteriori rischi per il transito, anche se  I recenti ed ulteriori tagli alle finanze provinciali rendono davvero difficile garantire la continuità del servizio e il mantenimento in efficienza della rete viaria.Per quanto riguarda il tratto verso Pontelungo, alla fine del corrente mese di Aprile o al piu’ tardi ai primi di Maggio riprenderanno i lavori di adeguamento dell’Sp.50 con innesto in rotatoria sulla Sp.205 “Vigentina”. Cordiali saluti. 16 aprile 2013.

RIMBORSO SINISTRO STRADALE

Buongiorno Sen. Bosone, con questa mia volevo sapere quanto tempo deve passare per avere un rimborso per danni causati alla mia autovettura dalle cattivissime condizioni del manto stradale.
Abito a Zerbolò e tutti i giorni percorro la strada provinciale 3 in direzione Carbonara al Ticino. A breve dovrò mandare la raccomandata all'ufficio Economato-Provincia di Pavia con tutti i dati del caso e il verbale che i vigili di Zerbolò mi consegneranno.
Mi scoccia, che per una buca devo spendere più di 400 €.
Rimango a disposizione
Cordiali Saluti.

 R.Posso assicurarLe che appenala Suanota raccomandata viene recapitata al nostro Ufficio Economato, la procedura di sinistro viene aperta immediatamente. I nostri tecnici provvedono a valutare le condizioni della strada dove è avvenuto il sinistro; dopo questo passaggio la pratica viene seguita direttamente dall’Assicurazione e mi è quindi difficile indicarle ragionevolmente una data certa della sua evasione. Le consiglio comunque di provvedere ad inviare la nota all’Ufficio Economato con la massima tempestività possibile e di rivolgersi direttamente, per tutte le informazioni di merito, al sign. Vito Scanarotti, responsabile dell’Ufficio Economato al numero 0382/597 337. Cordiali saluti. 16 aprile 2013

MULTE AUTOVELOX

Gent. Dr. Bosone, buongiornoQualcosa si muove:27/01/13 ore 21,53: velocità superata di Km 6,3/h = € 57,00 10/02/13 ore 22,02: “ “ “ 5,8/h = € 70,67A parte che non mi spiego la differente sanzione pecuniaria, della quale la pregherei di rendermi edotto, le chiedo ragionevolmente:

limiti di velocità 50Km/h, limiti di 70Km/h, buche da aggirare con pericoli per la circolazione, attenzione ad altri veicoli ecc. E’ convinto che sia ancora un piacere trasferirsi necessariamente in macchina da una località all’altra? Con stima, in attesa di un suo cenno.

R.Ho verificatola Suasegnalazione con gli Uffici della Polizia Provinciale i quali mi precisano che la risposta è di fatto già inserita all'interno dell'art. 195 del Codice della Strada, comma 2 bis, così come modificato dalla L. 15 luglio 2009, n. 94.  2-bis. Le sanzioni amministrative pecuniarie infatti previste dagli articoli 141, 142, 145, 146, 149, 154, 174, 176, commi 19 e 20, e 178 sono aumentate di un terzo quando la violazione è commessa dopo le ore 22 e prima delle ore 7; tale incremento della sanzione quando la violazione è accertata da uno dei soggetti di cui all’art. 208, comma 1, primo periodo, è destinato ad alimentare il Fondo di cui all’articolo 6-bis del decreto legge 3 agosto 2007, n. 117, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 ottobre 2007, n. 160, e successive modificazioni. Per quanto riguarda il problema delle buche sul piano viario purtroppo si tratta di una criticità ben nota all’Amministrazione, che, malgrado i pesantissimi tagli alla finanza locale, sta facendo il possibile con il personale stradale per risolvere la situazione e sanare le situazioni a maggior rischio. Cordiali saluti. 16 aprile 2013

STRADE ZONA PAVESE-PROBLEMI

Gent.mo Sig. Bosone,la presente in qualità di utilizzatore della SP 193. Io risiedo a San Colombano al Lambro (MI), ma spesso mi trovo a utilizzare tale tratto stradale per andare a trovare i miei parenti sparsi nell'oltrepo pavese. A mio parere il Vs. intervento previsto su soli2 kmè inutile in quanto tutta la strada è in condizioni disastrose. Le buche molto profonde sono ormai disseminate su tutta la carreggiata rendendo vani tutti i tentativi di evitarle. Trovo increscioso dover allungare il mio percorso per evitarela SP193 e non rischiare gravi danni al mio veicolo che sicuramente nessuno rimborserebbe. I continui rattoppi sono totalmente inutili in quanto alla prima pioggia tutte le buche riaffiorano.Geom. Riva Davide

 R.Siamo purtroppo consapevoli che il nostro intervento sui due chilometri e mezzo della tratta in questione è parziale. Rappresenta tuttavia quanto possiamo realizzare nell’attuale congiuntura economica e stante le gravissime difficoltà della finanza locale, penalizzata anche dai limiti di investimenti e di spesa imposti dal patto di stabilità.Vogliamo credere che questo intervento rappresenti un primo lotto al quale dovranno necessariamente seguirne altri in tempi, ad oggi, non ancora programmabili.Spero voglia credermi quando le dico che il nostro personale stradale, attivo su una rete che supera i2000 km, fa davvero il possibile per sanare la presenza delle buche e per garantire comunque con interventi anche di carattere minimo la sicurezza di chi transita. Posso anticiparLe che giovedi 14 marzola Provinciaha programmato un incontro conla Prefetturae i sindaci della zona per monitorare la situazione di crisi sulle strade del Pavese e per cercare di mettere a punto un programma condiviso di interventi, evidenziandone le priorità. Cordiali saluti. 11 marzo 2013.

PROVINCIALE 412 - SEGNALAZIONE

Buongiorno, dopo ormai 6 anni che percorrola SS412 ela SP128 credo di essere arrivata al limite. Lo stato attuale di queste strade (da sempre direi) è davvero pietoso e pericoloso. Evitare i crateri e soprattutto evitare i sassi che i camion che passano quotidianamente alzano comincia a essere insostenibile. Per non parlare della segnaletica a terra inesistente quando c’è la nebbia.Credo che questo sarà il motivo per lasciare queste zone ed andare ad abitare altrove. Non c’è alcun interesse e questo demoralizza moltissimo.La prego di darmi un riscontro, una prospettiva, perchè così non si può andare avanti.La ringrazio.Buona giornata,

 R.Siamo consapevoli dello stato di crisi di tante strade della zona pavese, reso particolarmente grave dalla intensa presenza di traffico pesante. Purtroppo ci risulta difficile venire incontro alle esigenze sue e di tanti cittadini : la finanza locale, Province e Comuni, è realmente strangolata dai massicci tagli realizzati dal governo nel corso di quest’ultimo anno e i limiti imposti dal patto di stabilità a spese ed investimenti rendono ancora più difficile una situazione già precaria. I nostri operatori stradali e i nostri tecnici fanno davvero il possibile per tamponare i danni e le buche del manto stradale, assicurando così uno standard di sicurezza al transito. Mi rendo conto che non è molto, ma in questa fase economica di crisi rappresenta il massimo dello sforzo dell’Amministrazione.Certo, interventi strutturali andavano programmati negli scorsi anni, quando vi era disponibilità di fondi, purtroppo non è stato fatto e noi, in carica dal Giugno 2011, dobbiamo gestire emergenze senza adeguati finanziamenti.La speranza è che il nuovo Governo Centrale e quello di Regione Lombardia rifinanzino gli interventi per la sicurezza delle strade. Cordiali saluti. 11-03-2013

INTERVENTI SP 193

Gent Sen. Bosone,sono un utente della vostra provinciale 193.Non voglio lamentarmi ma consigliare.Ho letto sul vs forum che è programmato il rifacimento di circa2 kmdella mulattiera sopra descritta.Mi auspico che i vostri tecnici hanno in programma il totale rifacimento della massicciata e non solamente la copertura di asfalto nuovo del breve tratto.Permettetemi di informarvi che la " strada " ( uso le virgolette per non offendere le vere strade ) in questione è in queste condizioni anche perchè il materiale di copertura posato nelle ere passate non è adatto a supportare una mole di traffico intenso e pesante dato che a ragion di cronaca questa provinciale collega il casello della A 21 di Castelsangiovanni conla Ss 234.Se azzardatamente verrà posato un materiale non adatto, con i primi temporali di tarda primavera salterà via tutto.Spero in un vs riscontro.Francesco Carramusa

 R.Grazie per il suggerimento che, comunque, già i nostri tecnici hanno preso in considerazione. Infatti già per gli ultimi interventi di asfaltatura sono state eseguite prove di laboratorio per verificare la qualità del materiale utilizzato e testarne la composizione in base a quanto prescritto dalla normativa ed anche secondo quanto indicato nel capitolato speciale di appalto. Cordiali saluti. 18-02.2013

PRECISAZIONE RISPOSTA SIGN. BOLZONI

A maggior chiarimento della risposta precedente al sign. Bolzoni desidero precisarLe che i tecnici, su disposizione dell’Assessore Visponetti, hanno effettuato il sopralluogo per procedere alla sostituzione delle lampade sulla rotatoria da Lei segnalata. Si è appurato che questo intervento però non è afferibile alle competenze di questa Amministrazione in quanto trattasi di impianto gestito dall’Enel.Si è pertanto provveduto ad inviare immediato sollecito all’Enel stesso e per conoscenza al Comune di Chignolo per competenza, al fine di provvedere immediatamente all’intervento manutentivo. Nuovamente, cordiali saluti. 31-gen 2013.

RINGRAZIAMENTO INTERVENTO SP 193

!Buona sera Egr. Sig. Bosone
La ringrazio per aver trovato il tempo di rispondermi.
La ringrazio per essersi impegnato a far sostituire le lampade sulla rotatoria.
La prego vivamente di voler provvedere al rifacimento della segnaletica orizzontale. Con la nebbia tutti i rischi e i pericoli delle SP 193 si amplificano a dismisura.
L'altra sera (io arrivavo da Castel San Giovanni) al rondò di immissione della SP 32 ho incrociato una macchina che, disorientata dalla nebbia, dalla quasi totale mancanza della segnaletica orizzontale e dai lampioni bruciati, ha percorso la rotatoria contromano; è passata alla mia sinistra contromano! non so nemmeno se alla fine l'automobilista se ne sia reso conto.
Per favore, faccia qualcosa per la segnaletica orizzontale.
Grazie
Cordiali saluti
Emanuele Bolzoni

R. La ringrazio per la Sua cortesia. Provvederò a girare il suo testo anche all'Assessore alle infrastrutture Maurizio Visponetti che con gli Uffici segue con attenzione le problematiche in ordine alla sp 193 e posso garantire che faremo il possibile per risolvere tutti i problemi presenti su questa tratta. Cordiali saluti. 31 gennaio 2013

MANTO STRADALE SP 193

Buongiorno Sig. Bosone
qui di seguito trova la seconda mail che ho scritto alla Sig.ra Galletti.
In più mi permetto di aggiungere che percorro la SP 193 tutti i giorni da nove (9) anni (andata alle 6 e ritorno alle 19.30) e le condizioni di questa Strada Provinciale sono sempre state disastrose. Nove anni fa non c'era "la crisi".
Ripristinare la segnaletica orizzontale non costerà quanto rifare il manto stradale. Anche il rifacimento della segnaletica orizzontale è impedito dalla "crisi"?
La sostituzione dei fari dei lampioni è impedita dalla "crisi"?
E' inutile spendere altre parole. Credo che sappiate benissimo quale sia la condizione di questa strada.
Troppo facile dare la colpa alla "crisi".
Distinti saluti
Egr. Sig. Bolzoni

R. Inutile negare che la crisi ha giocato un ruolo importante nel destinare risorse alle Pubbliche Amministrazioni; infatti il Governo Centrale ha tagliato risorse alla Provincia di Pavia di €.25.000.000,00.Con questi tagli, considerando che sia il Governo che i media che l’opinione pubblica, considerano a torto le Province enti inutili da chiudere o trasformare, ad oggi non vi sono piu’ risorse neanche per le piu’ piccole manutenzioni.Certo Lei ha ragione, le precedenti Amministrazioni dovevano porsi il problema dell’Sp.193 quando vi erano finanziamenti disponibili, ma purtroppo così non è stato.L’unico intervento che verrà effettuato sarà sicuramente la sostituzione delle lampade sulla rotatoria, per la cui segnalazione ringrazio.Certo, andando avanti di questo passo l’attuale limite di velocità potrebbe essere portato da50 km/ha30 km./h.Concordo con Lei che l’Sp.193 necessiterebbe di un intervento radicale che ad oggi non è possibile effettuare; tuttavia al di là di questo, La informo che nella prossima tarda Primavera verrà effettuato un rifacimento di asfalto per circa 2km. sulla Sp.193 dall’innesto della ex SS.234 verso Pieve Porto Morone così come verrà asfaltata una parte di Sp.193 in zona di Pieve Porto Morone, lavori questi già appaltati che attendono solo la bella stagione per essere effettuati.Nel frattempo non possiamo fare altro che provvedere a chiudere le buche che si apriranno sul manto stradale, ricordando che su questa strada vige, per motivi di dissesto, il limite di velocità di50 km/h. cordiali saluti. 30- gen - 2013

DISSERVIZI TRASPORTO LOCALE

Salve, per l’ennesima volta devo ancora lamentarmi per il fatto che i pulman della PTM effettuano le corse “QUANDO VOGLIONO LORO” in barba ad orari e fermate. Più volte ho scritto all’azienda in questione senza mai avere una risposta, ho anche telefonato (numero trovato sul sito pmtsrl.it) ma chi risponde ovviamente dice “ha ragione” “ma non possiamo farci nulla”.......MA SI PUO’????? NON SOLO CHE PAGO LE TASSE, PAGO L’ABBONAMENTO IN ANTICIPO –CHE DEVO FRA LE ALTRE COSE ANDARE A COMPRARLO IN UN ALTRO PAESE PERCHE’ A TORRE D’ARESE NON ESISTE UNA BIGLIETTERIA E CHI E’ SPROVVISTO DI BIGLIETTO E’ COSTRETTO A PAGARLO CON SOVRATTASSA SUL MEZZO??????- MA E’ UN PAESE CIVILE QUESTO???? E’ questo il modo di incentivare il trasporto pubblico? nella mia azienda se non eseguo il lavoro che mi viene richiesto sono PASSIBILE DI LICENZIAMENTO....perchè qui ognuno si fa i P....CI comodi sulle spalle della gente onesta? E’ ORA DI FINIRLA perchè ci siamo davvero rotti di pagare tasse e non avere servizi.Salut.S. T. Torre d’Arese

 R.Ho provveduto con la massima tempestività a segnalare agli Uffici questo problema. Per affrontarlo al meglio e permettere all’Amministrazione di svolgere i propri compiti di vigilanza e di controllo, Le consiglierei senz’altro di prendere nota del luogo e dell’ora in cui si verifica un disservizio segnalandolo al funzionario che si occupa dei trasporti a questo indirizzo mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. segnalazione circostanziata e ben precisa, con i riferimenti puntuali di ora e di luogo, ci sarebbe infatti molti utile per intervenire pressola Società. Cordiali saluti. 30-01-2013

SEGNALAZIONE PROVINCIALE 193

Buonasera,sono una pendolare della Sp 193 e come altri viaggiatori vorrei rimarcare la situazione disastrosa in cui versa la tratta in questione.Le buche sono estremamente profonde e al passare di un mezzo pesante vengono sollevati sassi che si frantumano contro il parabrezza. Senza pensare all'incolumità degli autisti: visto che molti mezzi pesanti non rispettano il limite imposto, non immagino cosa potrebbe accadere nel momento in cui si fora un pneumatico e magari il mezzo perde il controllo!!!! I50 km/hnon aiutano di certo soprattutto se si viaggia di sera con il buio!!!!!!!Per ovviare al costo, certamente  oneroso, del rifacimento del manto stradale, non potreste sistemare un autovelox (in regola) fisso o mobile?In attesa di una non ovvia risposta mi muoverò con il denuciare la situazione a quotidiani e a programmi televisiviDistinti Saluti.Elena Boselli

R. Gent.ma Sig.ra Boselli,effettivamente l'Sp.193 necessiterebbe di un radicale intervento che ad oggi non è possibile effettuare in quanto i drastici tagli operati dal Governo alle Province (25.000.000,00 di euro in meno alla Provincia di Pavia!), considerate a torto dall'opinione pubblica, dai media e dallo Stato Centrale Enti inutili e da sopprimere, producono disservizi dei quali non vedo valide soluzioni.Detto questo La informo che nella prossima tarda primavera verrà effettuato un rifacimento di asfalto per circa 2km sulla Sp.193 dall'innesto della ex SS.234 verso Pieve Porto Morone così come verrà asfaltata una parte di Sp.193 in zona di Pieve Porto Morone, lavori questi già applatati che attendono solo la bella stagione per essere effettuati.Nel frattempo provvederemo con i pochi mezzi a disposizione dei nostri cantonieri a coprire le buche che continuamente si formano sul manto stradale.Per quanto riguarda l’eccessiva velocità, detto controllo è di competenza delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali nei rispettivi territori; infine per quanto riguarda la collocazione di un eventuale autovelox, questi apparecchi sono autorizzati dalla Prefettura che ad oggi ha espresso parere favorevole solo su alcune tratte di strade ex Statali.Per la denuncia a quotidiani e a programmi televisivi, la informo che sono ormai 2 anni che denunciamo con ogni mezzo i continui tagli di risorse che non ci permettono di effettuare adeguati interventi manutentivi.

 Ad oggi, ripeto, meno 25.000.000,00 di euro! Cordiali saluti 30-01-2013

TRATTA PROVINCIALE CHIGNOLO

Egr. Presidente della Provincia di Pavia, con la presente sono a segnalarLe una situazione divenuta davvero insostenibile. Infatti, il tratto di strada provinciale Pieve Porto Morone - Chignolo Po, in entrambe le direzioni, presenta un manto stradale a dir poco dissestato, che diviene particolarmente pericoloso quando piove. Infatti, vengono a formarsi delle buche molto profonde e in taluni punti (soprattutto all'altezza Chignolo Po e all'altezza di Badia Pavese) manca totalmente la segnaletica stradale orizzontale che delimita corsia e carreggiata.Mi trovo a percorrere per questioni lavorative tale tratto di strada ormai da quasi 8 anni e, con grande disappunto, sono a segnalarLe che in tutti questi anni non sono mai stati effettuati lavori di asfaltatura totale e di rifacimento della segnaletica.La situazione, ad oggi, risulta esser divenuta insostenibile e la pericolosità di tale strada è oltremodo elevata.Pertanto, con la presente sono a chiedrVi di intervenire nel più breve tempo possibile ripristinando e, soprattutto, mettendo in sicurezza il tratto stradale di cui sopra. In caso contrario, stante la gravità della situazione, mi vedrò costretto ad adire le competenti autorità, nonché a segnalare tale mancanza al noto programma televisivo "striscia la notizia"che, purtroppo o per fortuna, di fronte a situazioni del genere, risulta essere più celere ed incisivo di una segnalazione alla P.A. competente.In attesa di Vostro sollecito riscontro, Vi porgo Distinti saluti Tosca Andrea

 R.Mi spiace dirLe che purtroppo sarebbero molte le criticità da segnalare : ma probabilmente andrebbe anche detto che queste criticità sono in larga parte imputabili ai tagli alla finanza locale e ai limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità, impedendo spesso alle amministrazioni locali di spendere anche quanto hanno in cassa e di realizzare nuovi investimenti.Per quanto riguarda la presenza di buche desidero informarLa che proprio stamattina una squadra del nostro personale stradale è al lavoro per risanare le maggiori criticità, ma che abbiamo messo a calendario un intervento complessivo di ripristino su due km. e mezzo di questa tratta che verranno avviati a primavera. Cordiali saluti. 23 gennaio 2013

TRATTA STRADALE BADIA PAVESE

Buonasera,so che siete già a conoscenza del problema che attanaglia come ogni anno la sp 193 nei pressi di Badia pavese,ma in questi giorni quel tratto di strada è diventato veramente impraticabile,non si può neanche viaggiare a passo d uomo,le buche sono diventate crateri di oltre15 cmdi profondità e dai 30 ai 50 di diametro...fate qualcosa per chi come me deve affrontare quel tratto di strada ogni giorno per recarsi al lavoro!?è una cosa inammissibile,quella non è una provinciale ma UN CAMPO DI BATTAGLIA...Inviato da iPhone=

 R.Purtroppo sono in molti quelli che in questi giorni ci segnalano un pesante stato di disagio sulla tratta della 193. Posso informarLa che stamattina le nostre squadre di personale stradale stanno provvedendo a sistemare le buche che provocano il maggiore ammaloramento e che possono indurre a pesanti fattori di rischio. Con questo intervento speriamo di migliorare almeno parzialmente una situazione a rischio, mentre, come ho già avuto modo di informare da questo blog, i lavori organici di asfaltatura per circa2 kme mezzo verranno realizzati nella prossima primavera. Cordiali saluti 23 gennaio 2013.

CRITICITA' SP 71 e 124

Buongiorno

Ho potuto constatare che vi sono già parecchie segnalazioni riguardo ai manti stradali delle strade da voi gestite; percorrendo quotidianamente le SP 71 e SP 124 che collegano Cura Carpignano a Ceranova, non posso però fare a meno però di chiedermi e di chiedere quando mai verranno ri-asfaltate  poiché non hanno nulla da invidiare al suolo lunare (crateri compresi). Oltre a danneggiare i componenti dei mezzi che le percorrono (ammortizzatori e cerchioni), mettono anche a repentaglio la sicurezza in quanto occorre effettuare dei veri e propri slalom per evitare quelle “voragini” presenti in corsia che causano incidenti o cadute.Certo di un vostro riscontro e fiducioso di una soluzione porgo i miei cordiali saluti

Andrea Peroni

 R.Purtroppo siamo a conoscenza del problema e ci dispiace per i pesanti disagi che esso sta creando sulla mobilità provinciale. Purtroppo, credo che anche Lei sia a conoscenza dei pesantissimi tagli che stanno davvero massacrando la finanza locale, rendendo difficile la realizzazione di interventi efficaci e puntuali sui manufatti e sulle infrastrutture di proprietà provinciale.Anche i limiti del patto di stabilità ci costringono ad un forte intervento selettivo nella definizione del nostro piano delle opere. La penuria di fondi e la necessità di rispettare gli equilibri di bilancio infatti ci obbligano quasi sempre a privilegiare interventi di sistemazione e di ripristino sulle ex statali e sulle strade a maggiore densità di traffico, rinviando gli interventi sulla viabilità minore.Desidero informarLa che gli Uffici hanno comunque preso nota della sua segnalazione e non appena si libereranno le risorse disponibili non mancherò di fare il possibile per migliorare la situazione sulle tratte che Lei indica o quanto meno di tamponare le criticità del piano viario che provocano il maggior rischio nel transito. 22 gennaio 2013.

CRITICITA' SP 193

 Buongiorno,
      con la presente sono a denunciare l'attuale stato della strada provinciale 193, il quale, a seguito degli ultimi eventi atmosferici, può definirsi solo drastico e altamente pericoloso per l'incolumità dei conducenti di qualsiasi tipo di veicolo che debba percorrerlo.
E' assurdo oltre che scandaloso che nessuno si adoperi al fine di riparare ad una simile situazione, procedendo ad un repentino rifacimento dell'intero manto stradale. Ci sono buche che ormai, a lungo andare, stante l'assoluta mancanza di interventi, sono diventate voragini ed ogni suo tratto è totalmente dissestato.
Una simile situazione necessita di un sollecito rimedio, in quanto oltre al pericolo di rovinare ingentemente la propria auto, vi è l'elevato rischio che gli automobilisti al fine di evitare i crateri presenti sulla strada, pongano in essere manovre atte a causare incidenti stradali.
Pertanto, Vi invito a provvedere alla tempestiva manutenzione del tratto stradale in oggetto.
In difetto, qualora dovessi riportare danni al veicolo, mi vedrò costretta ad adire le competenti auto0rità di giustizia.

Distinti Saluti.

 R.Come ho già avuto modo di rispondere, ad oggi le condizioni della finanza locale, fortemente penalizzata dai tagli e messa in crescente difficoltà dalla necessità di rispettare il patto di stabilità, non ci consentono un intervento complessivo e risolutore sull’intera tratta che Lei ci segnala.Al momento, siamo riusciti a mettere a calendario il ripristino di due chilometri e mezzo di strada tra Badia e Chignolo e tra Chignolo e la 234.Le estreme ristrettezze finanziarie ci hanno costretto ad intervenire con alcuni interventi tampone che possono essere comunque utili ad evitare i maggiori rischi agli automobilisti, quali il divieto di superare i50 chilometriorari e l’introduzione di apposita segnaletica.Terremo comunque presentela Sua segnalazione e la preghiamo di credere che la nostra non è indifferenza rispetto ai problemi dei cittadini, ma il forte disagio di una amministrazione che, penalizzata nelle sue risorse, fatica a mantenere in efficienza il patrimonio pubblico.Tengo comunque a segnalare la possibilità di effettuare un percorso alternativo sulla 412 e sulla 234. Cordiali saluti, 22 gennaio 2013.

BUCHE SP 193

Buongiorno, volevo sottolineare il fatto che la sp193 inquesti ultimi gg, causa maltempo, è peggiorata.Il rischio di rovinare l'automobile è alto.Non avete in previsione il rifacimento del manto stradale?GrazieDistinti SalutiA.Bonizzi

 R.Ad oggi, la nostra programmazione prevede un intervento radicale di risistemazione del manto stradale per l’ampiezza di circa2 kme mezzo, nella tratta attorno a Badia Pavese e attorno a Chignolo all’incrocio con la sp 234.Questi lavori saranno effettuati non appena le condizioni del tempo lo consentiranno.Vorrei però precisarLe che purtroppo la condizioni della finanza locale fortemente penalizzata dai recenti tagli e messa in ulteriore difficoltà dai vincoli imposti dal patto di stabilità non ci consentono interventi più estesi e più efficaci sull’intera ampiezza della nostra rete che supera i 2000 chilometri.Posso però assicurarLe che i nostri uffici fanno tutto il possibile per mantenere in sicurezza le strade del nostro territorio, intervenendo con il proprio personale per la sistemazione di buche o di avvallamenti provocati dalle precipitazioni e spesso aggravate dal passaggio del traffico pesante. Cordiali saluti. 15 gennaio 2013.

PIANO GOVERNO COMUNALE

Buongiorno, Le scrivo per esporLe un mio quesito.

Nell'ottobre 2011 comprai una cascina con annesso terreno agricolo, in un comune in provincia di Pavia. Al momento dell'acquisto in questo immobile era presente un allevamento di equini con regolare codice stalla dal 1960 e una stalla con sei box cavalli regolarmente accatastata. Quando è stato approvato il pgt questo terreno è rientrato nella fascia di rispetto dell'abitato, diventando (anche per un imprenditore agricolo) totalmente inedificabile. Il mio intento, essendo un istruttore federale di equitazione, era di aprire un maneggio al pubblico creando su questo terreno una scuderia in legno di 20 box cavalli e un campo da lavoro (ho i 100mt dalle abitazioni). Il Sindaco mi consigliò verbalmente la variante del pgt così nel marzo 2012 protocollai la mia richiesta di variante per avere l'area sportiva. Nel frattempo presentai la d.i.a. per realizzare gli spogliatoi e servizi completi di doccia sia per uomini che per donne e disabili (con doccia disabili, wc e lavabo disabili a norma). La d.i.a. è stata approvata e in parte della cascina li realizzai. Alla mia richiesta di variante non ebbi mai avuto risposta ne verbale ne scritta, fino a dicembre 2012 dove verbalmente mi hanno proposto il terreno privato ad uso pubblico, con convenzioni obbligatorie stabilite dal comune, il tutto per un costo di circa 7000€. Se non sbaglio per questo tipo di terreno esiste anche l'esproprio da parte del comune.Ora vorrei chiederLe se il comune può non rispondere alla richiesta della variante del pgt e mi può essere negata l'area sportiva proponendomi invece, dopo nove mesi dalla mia richiesta, il terreno privato ad uso pubblico?Distinti SalutiBroccolo Beatrice

 R.Ho letto con attenzione la Sua mail e mi sono anche confrontato in proposito con i nostri tecnici del Settore Territorio. Molti degli aspetti che Lei sottolinea rientrano nelle precise prerogative dell’Amministrazione Comunale che ha pieno titolo decisionale in proposito. Le uniche cose che posso dirLe è che ogni Amministrazione Pubblica ha il dovere di rispondere in forma scritta ai quesiti protocollati inviati dai cittadini, e che questo dovere deve essere assolto entro 30 giorni dalla presentazione della istanza. I rapporti tra cittadini e istituzione pubblica devono essere regolati in forma scritta e designati con un apposito numero di protocollo. Per quanto riguarda la procedura di esproprio essa viene attivata solo nel caso in cui si debba procedere ad una realizzazione finalizzata ad interventi di pubblica utilità. Cordiali saluti. 15 gennaio 2013.

RICHIESTA CONTRIBUTO

Egregio Sen Bosone,
Sono il presidente della Pro Loco di Tromello e mi permetto di disturbarla per informarla che la nostra Associazione negli ultimi anni ha aumentato il numero delle manifestazioni di varia natura spaziando in molti settori, come riportato all'interno del nostro sito internet, ma da tempo senza ricevere nessuna forma di contributo dalle Amministrazioni. In questi difficili momenti gli sponsor sono in via d estinzione e per noi diventa sempre più difficile reperire fondi da destinare alle attività di svago e cultura all interno del nostro Comune. A tale scopo vorrei capire se l amministrazione provinciale potesse in qualche modo aiutarci condividendo progetti per il nuovo anno da poco iniziato.
A completa disposizione per ulteriori chiarimenti, porgo cordiali saluti.

Michele Contini
Cell 347.1440498

Www.PROLOCOTROMELLO.it

R.Rispondo volentieri alla Sua mail anche perché l’Amministrazione apprezza moltissimo lo sforzo e la fantasia di tante Pro Loco della nostra Provincia, le cui iniziative culturali e turistiche rappresentano un valore aggiunto nell’offerta complessiva del nostro territorio.Comprendo assai bene la ragione della Vostra richiesta di un sostegno anche di ordine finanziario : purtroppo i tagli che penalizzano la finanza locale colpiscono in modo molto pesante anche la nostra Amministrazione, tanto da rendere spesso difficile il sostegno a valide iniziative di carattere decentrato.Nel caso in cui però aveste individuato una iniziativa particolarmente significativa sotto il profilo turistico e culturale Vi consiglio di compilare il modulo per la richiesta di compartecipazione che troverete comunque nella sezione dedicata al turismo del nostro sito istituzionale. Potete compilarlo dettagliando i carattere e le finalità dell’iniziativa. Faremo di tutto per cercare di venirvi incontro, pur ribadendo la congiuntura economica estremamente penalizzante per le amministrazioni locali del nostro paese. Cordiali saluti 8 gen 2013

CRITICITA' EX "£$ BELGIOIOSO

Gentile Presidente,

ritornando sull'argomento della mia raccomandata protocollata in data 15 giugno 2012, di cui non ho avuto alcun riscontro, sono di nuovo a segnalarle il degrado del fondo stradale sulla ex ss234, abitato di Belgioioso, via XX settembre specie tra i civici 14 e 28. (In prossimità di quest'ultimo civico vi è anche un grosso avvallamento).I numerosi cedimenti e irregolarità del fondo provocano, al passaggio di ogni mezzo pesante, intensissime vibrazioni e sussulti che si ripercuotono sugli edifici.Si tratta di vecchie costruzioni, certamente non pensate per resistere a sollecitazioni di tale intensità e, in effetti, nel tempo, si sono formate moltissime crepe e danni di vario genere.Il tutto è notevolmente amplificato dalla velocità eccessiva di questi mezzi, su cui non è, né è mai stato effettuato alcun controllo, almeno nel tratto più interno e critico della strada.La maggiore preoccupazione degli abitanti riguarda proprio la staticità degli edifici. Quando ogni autotreno transita su un tratto malmesso, provoca una intensa scossa. Considerato il volume del traffico pensante si può immaginare il continuo tremore cui le case sono sottoposte (e che si aggiunge all'invivibilità complessiva: rumore, inquinamento, mancanza di sicurezza).Le assicuro che la situazione è pesante e tutt'altro che rassicurante e sono quindi, di nuovo, a chiederle come, la sua Amministrazione, intenda agire. Cesare Maiocchi

R.Desidero anzitutto comunicarLe che ho provveduto a contattare gli uffici per verificare i passaggi della sua nota del 15 giugno 2012.In  ogni modo tengo a precisarle che risulta estremamente difficile stabilre se le vibrazioni causate dal passaggio ad alta velocità di mezzi pesanti possa arrecare danni e fessurazioni alle abitazioni limitrofe, dove si consiglia, per una specifica verifica della stabilità muraria, di contattare ditte specializzate in materia di vibrazioni e constatare così se effettivamente sussistano o meno condizioni di pericolo.In quanto alla tratta stradale in oggetto vige il limite di velocità di 50 km/ora il cui rispetto deve essere imposto dalla Polizia Locale del Comune di Belgioioso.Spetta altresì al Comune ogni altro intervento risolutore in materia di limitazione della velocità. Cordiali saluti. 7- gennaio 2013.

INFORMAZIONE BANDA LARGA

Gentile sig. presidente, mi chiamo Porchera Giovanni e le scrivo da Bascapè.Il mio vuole essere un messaggio di ottimismo.Ho letto tutte le lamentele dei cittadini che non hanno ancora la banda larga. Io li capisco, ho dovuto aspettare tre mesi prima che mi attivassero prima la 7 mega poi la 10 e non contento la 20 mega . La telecom aveva attivato il servizio adsl veloce a Bascapè se non ricordo male a fine ottobre 2011, io, dopo ripetute lamentele al 187, ho visto attivato il servizio adsl 7 mega il 5 gennaio 2012. Be devo rassicurare tutti i miei concittadini, dovete avere un po di pazienza e rompere un po le scatole alla telecom, i tecnici telecom se la prendono un po con comodo, ma una volta che l'adsl vi sarà attivata sarà veramente Mega. Io ho dovuto protestare solo una volta circa tre mesi fa perchè la 20 mega non andava come è sempre andata sino ad allora, prontamente sono venuti a casa mia, hanno fatto i loro test, hanno ascoltato le mie ragionevoli proteste, ma con il risultato che dopo circa tre mesi in cui la 20 mega era un po ballerina, con la fine del 2012 e l'inizio 2013 la 20 mega è tornata a viaggiare veramente bene. Per cui ripeto a tutti di avere pazienza la vera banda larga arrivera in tutti i comuni previsti dal anti digital divide.Cordiali saluti e buon anno a tutti.

 R.Ho letto con attenzionela Suanota e tengo davvero a pubblicarLa perché i cittadini della zona interessata siano a conoscenza del positivo sviluppo del progetto inteso a recuperare il digital divide che per troppo tempo ha penalizzato il nostro territorio.La ringrazio per gli auguri e auguro a Lei e ai suoi un buon 2013. 7 gennaio 2013

CRITICITA' PONTE CHIATTE

Buongiorno Presidentele scrivo a nome mio e del Comitato Ticino 2000.Siamo profondamente delusi per quando riguarda la gestione del ponte in chiatte sul Ticino.  Da oramai più di 6 mesi (causa cedimento strutturale) siamo costretti ad un percorso a senso unico alternato.   Ora, causa nuovo cedimento strutturale, è stata transennata una nuova campata peggiorando di molto la già difficile circolazione.  Ora oltre ad un percorso da montagne russe c'è anche obbligo di gimcana, e non siamo al luna park.Lavori risolutivi non se ne vedono, nel 2012 si è fatta solo normale manutenzione e i lavori alla campata centrale (costo 40.000 euro) pare vi abbiamo costretti ai salti mortali per trovare i soldi. Speriamo che per il nuovo cedimento non si debba aspettare ancora 6 mesi per recuperare i fondi per l'intervento.    Questo ponte oltre ad essere un importante via di collegamento è anche un monumento storico, una volta la pianura padana era piena di questi ponti, quindi cerchiamo fondi per questo manufatto storico magari anche a Roma, in Regione Lombardia e alla Comunità Europea.   Per il Comitato Ticino 2000     Carlo Maiocchi

 R.Ho letto con attenzionela Sua nota, ma purtroppo al momento non ho novità rispetto a quanto già segnalatoLe dall’ Assessore alle infrastrutture Maurizio Visponetti in una nota del 13 dicembre inviata via mail a Lei e al signor Frigerio.

Non mancherò di tenerla informata su sviluppi che speriamo essere positivi e colgo anzi l’occasione per inviare a Lei e ai suoi cari i miei auguri di buone feste. 20-dicembre 2012.

PROVINCIALE ROBBIO

Presidente volevo portare alla Sua attenzione 2 problemi riscontrabili sul tratto di strada che da Castelnovetto porta a Robbio. 1) Ci sono i pozzetti delle fibre ottiche che la ditta che ha eseguito i lavori ha pensato bene di posizionare sul ciglio strada (esattamente sulla riga bianca) che presentano buche pericolosissime causati dallo sgretolamento dell'asfalto circostante. 2) L'asfalto posato qualche settimana fà sta già presentando buche, e ci si chiede che qualità di asfalto abbiano usato. Questa mattina stessa ho visto operai che rappezzavano già le sopracitate buche. Se dovete ancora pagare la ditta che ha steso il manto pensateci bene...

R.I nostri Uffici sono al corrente della situazione che lei gentilmente ci segnala.Desidero informarLa che i pozzetti delle fibre ottiche sono stati realizzati dalla ditta concessionaria dei lavori che ha l’obbligo contrattuale di provvedere al ripristino preciso del manufatto stradale e delle sue pertinenze nelle condizioni precedenti i lavori.Sarà perciò nostra cura sollecitare la ditta concessionaria ad effettuare questi interventi in tempi ragionevolmente rapidi.Gli uffici inoltre hanno rilevato essi stessi anche le criticità nella realizzazione delle asfaltature. In questo senso, in questi giorni, si stanno effettuando le prove tecniche sui materiali impiegati.In base all’esito di queste prove saremo in condizione di stabilire l’entità complessiva dei rifacimenti che saranno nuovamente effettuati dalla ditta, e a totale carico economico della medesima.Nel frattempo, in attesa del nuovo intervento da parte della ditta che presenti caratteri risolutori e definitivi,la Provinciasi farà carico di intervenire sulle buche con conglomerato bituminoso, allo scopo di migliorare la transitabilità di questa tratta. Cordiali saluti. 11-12-2012.

POSIZIONAMENTO AUTOVELOX

Ho visto la mappa degli autovelox pubblicata sul sito della provincia.......bene....tanti soldi spesi per cosa? solo ed esclusivamente per fare altri soldi conla SCUSA(BELLA E BUONA) della sicurezza stradale (e comunque vorrei vedere quanti soldi guadagnerete, nelle ore di punta è un miracolo se si riesce ad andare a 40kmh almeno sulla valtidone!!!) tralasciando il fatto che sicurezza stradale non vuol dire soltanto eccesso di velocità....lo dica a tutte quelle persone che incontro ogni santo giorno che va a 40 all’ora, si, ma con cellulare alla guancia o che entra sulla valtidone da landriano a da melegnano FREGANDOSENE ALTAMENTE DI DARELA PRECEDENZA ACHI CE L’HA e poi, sempre cellulare alla guancia ti costringe magari a fermarti addirittura perchè se nell’altra corsia succede qualcosa sa....la curiosità innanzitutto, sbattendosene altamente del fatto che si creano delle file chilometriche.....ma tanto.....questo non c’entra nulla con la sicurezza stradale, VERO????? a voi interessa solamente fare più soldi possibile e lo dico con rammarico visto che vi ho votato sperando in un cambiamento ma comincio ad essere davvero deluso: siete tutti uguali.salutiS. T. Torre d’arese

R.Ci spiace davvero che lei esprima una valutazione così pesantemente negativa sulla iniziativa dell’Amministrazione in ordine al posizionamento degli autovelox, che rappresentano, a nostro avviso, uno dei deterrenti più importanti in ordine alla riduzione della velocità, causa prima di tanti incidenti. Crediamo che il posizionamento degli autovelox possano aiutare significativamente la sicurezza del transito che rappresenta uno degli obiettivi strategici di questa Amministrazione.Certamente anche l’utilizzo del cellulare, mentre si guida, e la distrazione rappresentano altrettanti fattori di rischio. Si tratta di comportamenti rispetto ai quali è necessaria una azione ferma ed attenta da parte di Polizia Stradale e della Polizia Locale, ma anche una azione educativa, che sensibilizzi tutti quanti e soprattutto i giovani, al rispetto del codice della strada e di tutte quelle norme di civiltà e di rispetto per gli altri, sulle quali si fonda una comunità civile. Cordiali saluti- 5-12-2012.

adsl san damiano

Buon giorno, ho assistito l'hanno scorso alla posa dei cavi ottici, ma da allora non ho più avuto notizie. Quando sarà attivata la banda largaa SAN DAMIANO AL COLLE? Grazie Lucia brega

 

 R.Le possiamo confermare cher i lavori sono finiti.  Il servizio non è ancora commercializzato in quanto è necessario prevedere un certo margine temporale ad ultimazione lavori, per permettere a tutti gli operatori di rete di collocarsi sulla infrastruttura e proporsi poi con la propria offerta agli utenti della zona. cordiali saluti . 3-12-2012.

SP 45

Buonasera,siamo un gruppo di abitanti della  località in oggetto immersa nelle dolci colline dell'Oltrepo, in mezzo ai vigneti. Chiediamo il suo intervento per porre fine o almeno attenuare il rischio di incidenti a pedoni, ciclisti e gatti, dovuto alla totale mancanza di segnaletica che preveda la riduzione della velocità a30 kmorari.Sarebbe anche opportuno porre dissuasori di velocità, come dossi o griglie, sia a monte che a valle della curva in prossimità della quale esistono 3 case con entrata sulla SP 45 e la presenza di piccola strada da cui escono i veicoli degli abitanti vicini.Si tratta infatti di un piccolo agglomerato di case i cui abitanti e i loro animali (abbiamo già perso vari gatti di famiglia) rischiano quotidianamente per la percorrenza a velocità non idonea per queste strade di collina.Chiediamo anche di porre il divieto dell'utilizzo del segnalatore acustico, in quanto tanti automobilisti, anzichè rallentare, suonano disturbando l'amenità di questi luoghi e il prezioso sonno anche nei giorni di festa.Siamo certi che vorrà porre rimedio a tale annosa situazione e rimaniamo in attesa di una sua cortese risposta.Cordiali saluti.

Dott. Luca Santonocito cell 3466929115

 R.Per poter rispondere in modo esauriente alla sua domanda La pregherei di segnalarci la località ed il Comune di riferimento con il quale possiamo eventualmente studiare alcune soluzioni che possano migliorare la sicurezza in zona.Devo però anticiparLe che il Codice della strada non consente l’installazione di dossi e che il limite di velocità a trenta chilometri è consentito solo in aree a traffico limitato, e quindi non su una strada provinciale.Sarò lieto di risponderLe ancora all’indomani della sua precisazione e le consiglio comunque di contattare anche i nostri tecnici del Reparto stradale, geom Bacchio ( tel. 0382 597 242 )    o geom. Cristiani. ( tel. 0382 597 297). Cordiali saluti. 3-12-2012.

PROBLEMI SP 193

Salve TUTTI i giorni percorro la strada provinciale n°193, nell'ultimo anno ho dovuto sostituire BEN 2 VOLTE gli ammortizzatori dell'auto e sorvoliamo sui cerchi piegati e altro, ora  io vorrei sapere ma con tutti i soldi che paghiamo in tasse vi sembra normale lasciare una strada cosi' tanto percorsa e importante in tale situazione "voragini, tappezzata scandalosamente ovunque, dissestata in ogni suo tratto" non parliamo sulle gomme rotte che ho cambiato quando piove a causa di buche che si creano dalla sera alla mattina, vi sembra normale??? a me non li regalano i soldi me li devo sudare pesantemente, chi dovrei ringraziare per tale situazione??? e crede di porre un rimedio adeguato??? cordialmente vi saluto e resto in attesa di una vostra esauriente risposta.

Costantin Flavio

R. Purtroppo conosciamo anche noi le forti criticità sulla 193. Al momento siamo stati costretti ad apporre il divieto di superare i 50 chilometri-orari. Si tratta infatti di una misura prudenziale necessaria per evitare danni e pericoli al transito.Desideriamo però che tutti i cittadini sappiamo che i forti limiti nella manutenzione del patrimonio stradale non sono sicuramente imputabili a negligenze o disinteresse dell’Amministrazione e dei nostri Uffici, quanto piuttosto ai pesantissimi tagli imposti all’intero sistema delle autonomie locale che rischiano di collassare e di non riuscire a garantire efficienza e continuità nella gestione dei servizi ai cittadini.Province e Regioni vengono inoltre fortemente penalizzate dalla necessità di rispettare il patto di stabilità, che molto spesso limita le nostre possibilità di spesa e di investimento.All’interno di questo quadro, che rappresenta un ulteriore aspetto della pesante recessione che investe il nostro Paese, cercheremo però di realizzare un intervento di asfaltatura su circa due km. e mezzo della 193, per sanarne almeno parzialmente le criticità. I lavori verranno effettuati dopo l’inverno, non appena le condizioni del tempo saranno migliorate. Cordiali saluti. 26 novembre 2012.

SP 50 ROTONDA

BuongiornoLa risposta è esauriente e significativa.Vorrei porLe però,dopo aver letto la parte II, una domanda in seguito alla rotonda che dovrebbe essere fatta a Pontelungo:Secondo Lei la percentuale maggiore utilizza di più  rotonda per andare a Pavia,probabilmente prevista per l’insediamento di parecchi capannoni al confine con Bornasco, poi non realizzato???Od eventualmente quella che si dovrebbe fare all’incrocio d’uscita da Vidigulfo.Io le do la mia percentuale30% a Pavia 70% a Milano.Grazie.Roberto

 R.La sua  richiesta in ordine alle percentuali di traffico presunto non mi risulta del tutto chiara e mi è comunque difficile azzardare delle percentuali di ordine numerico. Sono però convinto che l’Amministrazione, nel mettere in cantiere la realizzazione della rotonda all’altezza di Pontelungo, abbia optato per la soluzione più efficace nell’interesse dei cittadini e della sicurezza del transito.

Cordiali saluti. 26-11-2012.

COLLEGAMENTO ADSL

Salve,vorrei sapere se nei prossimi mesi la frazione di guinzano avrà una reale banda larga, in quanto la distanza della centralina di certosa fa si che ad oggi la banda di Telecom non va oltre i 2 mega in condizioni meteorologiche favorevoli. Da un tecnico della telecom mi è stato detto che sono state posate nuove centraline di fibra ottica lungo la linea ferroviaria, se è davvero così i lavori per posare la fibra ottica e poi per collegare la frazione quando sarebbero pianificate?Grazie mille 

 R.Il suo è un problema che riguarda alcune frazioni del nostro territorio che rischiano di non usufruire in pieno dei servizi di banda larga. Infatti, secondo gli accordi siglati con Regione Lombardia, Telecom si impegna alla realizzazione della banda nella misura di 2 mega, il che può rischiare di escludere chi si trova ai confini estremi della centralina.Essendo il suo problema, comunque, abbastanza diffuso, se lei lo ritiene può trasmettere ai nostri uffici ( mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) il suo numero di telefono. Gli nostri Uffici avranno cura di trasmetterlo a Telecom che provvederà a contattarla. Cordiali saluti, 26-11-2012.

ROTONDA SP 50 - II

Buongiorno,vorrei avere delle delucidazioni sulle motivazioni che giustificano la costruzione di una rotonda che devia il tracciato di una provinciale per agevolare l'ingresso ad un struttura privata (anche se aperta al pubblico). Mi riferisco alla nuova rotonda alle porte di Siziano che agevola solo chi entra o esce dall'Hotel o dal ristorante. Mi sembra che una rotonda sarebbe stata molto più utile all'incrocio che si trova nei pressi con la strada che proviene da Vidigulfo, oppure qualche km più avanti, in direzione Pavia, in località Pontelungo dove si incrociano le strade che arrivano da Vidigulfo e dalla frazione Gualdrasco. Questo incrocio peraltro è già stato teatro di gravi incidenti ed è interessato anche da un attraversamento pedonale assai pericoloso, che conduce alla fermata degli autobus proveniente da Pavia in direzione Milano. Oltretutto in questo tratto di strada è stato innalzato il limite di velocità a70 km/h.   Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.Cordialmente   Gianmaria Pavesi

R.Tengo a precisare anche a Lei, così come ho fatto con un altro cittadino che mi sottopone la stessa questione, che la rotonda è stata realizzata da privati, senza alcun onere di spesa perla Provincia, che, come previsto dalla norma, ha solamente rilasciato il nulla osta.Quanto all’ipotesi che Lei mi segnala, desidero farLe presente che è già stato redatto un progetto per la realizzazione di una rotatoria all’altezza di Ponte Lungo.Si tratta di un’opera di estrema utilità per la razionalizzazione del traffico in questa area. L’iter della procedura è già avviato e stiamo verificando l’ammontare delle risorse che sarà necessario impegnare per farvi fronte. Cordiali saluti. 22 novembre 2012.

ROTONDA SP 50

Buongiorno

Volevo delucidazioni sulla nuova rotonda,fatta esclusivamente per entrare in un Ristorante,nonostante50 metriprima c’è una pericolosissima deviazione sulla Provinciale 50 per Vidigulfo, dove l’entrata e soprattutto l’uscita comporta manovre molto molto pericolose.Qui bisognava fare la rotonda, dove escono ed entrano centinaia di auto al giorno e non per entrare in una proprietà privata.Non mi risponda che questa rotonda è stata fatta con gli oneri di urbanizzazione,perché comunque l’autorizzazione sarà stata della Provincia, ma qualcuno si è ben guardato da integrarla, magari facendo come al Forum di Assago, e cioè a doppia continuata, considerando anche che esiste un’altra rotonda poco prima.Voto a Tecnici    5--Grazie  Roberto

 R.Desidero precisarLe che la rotonda in questione è stata realizzata dal privato e non ha comportato alcun onere di spesa perla Provincia.E’ certamente vero che il nulla osta alla sua realizzazione è stato rilasciato dalla Provincia, non essendovi motivi che ne ostacolassero la realizzazione. Quanto all’ipotesi di integrazione del manufatto , si tratta certamente di un utile suggerimento. Tanto è vero che questa ipotesi era stata presa in considerazione dai nostri stessi Uffici, ma ad oggi la sua realizzazione non risulta praticabile in considerazione dell’ammontare della spesa, che risulta essere davvero troppo oneroso per le condizioni del bilancio della Provincia, sottoposta, come l’intero sistema delle autonomie locali, a tagli drastici e molto pesante, a fronte dei quali non ci risulta possibile intervenire con l’efficienza che vorremmo. Cordiali saluti. 21 novembre 2012.

SP 194 segnaletica

Segnalo la sgrave situazione di potenziale pericolo viabilistico (specialmente nelle ore di scarsa visibilità), dovuto alla mancanza di segnaletica orizzontale, nel tratto Mede-Pieve del Cairo S.P.. 194. Distinti saluti.

geom. Clementina Rava - Via Damiani 12/4 – Mede.

R.Gli Uffici sono a conoscenza delle criticità che Lei gentilmente espone relative alla segnaletica orizzontale sulla 194. Al momento, i nostri interventi sono concentrati sulla sistemazione della segnaletica su alcune tratte che versano in condizioni particolarmente critiche  e sicuramente peggiori di quanto non avvenga sulla 194. Le condizioni della finanza locale, fortemente penalizzata dai tagli, rendono difficile infatti gestire un intervento complessivo ed organico sulla intera rete stradale di competenza provinciale che supera i2000 chilometri. Terremo comunque presente la sua segnalazione e speriamo di potere intervenire non appena si libereranno le risorse necessarie. Cordiali saluti. 12 novembre 2012

VIABILITA' EX SS35

Caro Presidente ci tengo ad informarla a nome di molti pendolari che come me percorrono la ss35 da Pavia a Milano tutti i giorni, che i lavori di asfaltatura della suddetta strada non vanno affatto bene. La nuova asfaltatura già presenta crepe e buche, inoltre tra il vecchio ed il nuovo manto ci sono forti dislivelli ed infine siamo da 15 giorni senza la segnaletica orizzontale, sembra quasi come se il cantiere fosse sospeso. Chiediamo semplicemente che prima di effettuare il pagamento alla ditta con i nostri soldi venga fatta una accurata verifica che i lavori siano eseguiti a regola d’arte. Grazie.

Desidero anzittutto informarLa che stanno per iniziare i lavori per la segnaletica orizzontale che sicuramente contribuiranno a migliorare lo scorrimento su questa arteria particolarmente penalizzata dalla presenza di intenso traffico pesante. Per quanto riguarda le asfaltature ci sono stati alcuni problemi dovuti alle forti piogge e che vedremo comunque di risolvere effettuando un procedimento di sabbiatura per uniformare il manto stradale.  Per quanto riguarda il pagamento alla ditta appaltatrice, desidero infomarLa che ogni lavoro su infrastrutture viene sottoposto ad accertamenti di funzionalità e a collaudi, prima di effettuare il pagamento.

INFORMAZIONE LISTE MOBILITA'

Buona sera,

avrei bisogno di una informazione.Ho saputo che alcune provincie lombarde hanno una specie di dote lavoro ovvero degli incentivi alle aziende che assumomo personale ultra cinquantenne iscritto alle liste di mobilità.Vorrei sapere se anche la provincia di Pavia ha questo tipo di incentivi. 
Desidererei avere questa informazione in quanto forse potrei avere a breve un'assunzione e mi è stato chiesto se ho questo tipo di incentivo.Grazie mille per la vostra gentilezza, cordiali saluti

Rita Brondi Via Paolo Borsellino 1 Landriano (PV)cell 3339259763

 R.Desidero informarLa chela Provinciadi Pavia ha in corso un bando per incentivi alle aziende del nostro territorio provinciale, in caso di assunzione di personale iscritto alle liste di mobilità.L’incentivo sarà erogato a fronte di nuove assunzioni oppure, in misura diversa, nel caso di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato. Il valore complessivo dell’incentivo  varia  in base alla tipologia contrattuale e alle  specifiche caratteristiche del lavoratore.  Per ulteriori informazioni sono reperibili al seguente indirizzo:http://www.provincia.pv.it/index.php?option=com_content&view=category&id=731&Itemid=120&lang=it

Cordiali saluti. 5 novembre 2012. 

 

Spero di esserLe stato utile e resto a Sua disposizione per altri eventuali chiarimenti.

MERCATI NATALE

Gentili Signori
desidererei ricevere cortesemente informazioni in merito alla possibilità di esporre prodotti e creazioni artistiche durante le fiere/mercati di Natale a Pavia. Non sono una ditta (opero a livello amatoriale, partecipando anche a fiere, ecc..); vorrei pertanto sapere se è possibile avere un piccolo spazio presso le vostre aree disponibili in città/o fiere e luoghi predisposti per il periodo natalizio. Se si, qual'è la procedura da seguire? Va compilata una domanda da indirizzare ai vs uffici, in un format predisposto?
Ringraziandovi moltissimo in anticipo per la disponibilità accordata, attendo cortesemente vostre quanto prima
Cordiali saluti
roberta

R:Desidero precisarLe chela Provincianon ha competenze gestionali dirette in questa materia e Le conviene senz’altro rivolgersi ai Comuni che organizzano mercati o fiere che possano interessarLe. Presso i Comuni della nostra Provincia è attiva uno sportello URP al quale Le consiglio di rivolgersi per avere tutte le informazioni che Le sono necessarie. Cordiali saluti. 5 novembre 2012

PIANO INDIRIZZO FAUNISTICO

 Egregio sig.presidente, con la presente intendo chiedere chiarimenti in merito all'effettiva entrata in vigore del P.I.F. (piano d'indirizzo forestale), che da come era stato presentato ormai parecchio tempo fa, potrebbe essere lo strumento che permetterà ai comuni dell'Oltrepò collinare di far finalmente pulire i tanti vigneti incolti (focolai di malattie quali la Flavescenza Doratae arrecanti degrado e dissesto idrogeologico) senza incorrere nelle sanzioni della Forestale.
 Parlo da giovane imprenditore agricolo conduttore di vigneti che si trovano ad essere circondati da incolti e di anno in anno sono costretto ad effettuare continue sostituzioni di viti ammalate di FD, più trattamenti insetticidi, con dispendio di tempo, denaro ed inevitabili perdite di produzione. In più è altissima la probabilità che le nuove viti impiantate possano riammalarsi nel giro di due tre anni.
 Ritengo pertanto di estrema urgenza l'approvazione del regolamento in questione, ne va della sopravvivenza della viticoltura quasi eroica che si fa sui difficili versanti collinari, in particolare dell'Oltrepò orientale, già messa a dura prova dalla scarsa remunerazione delle uve.                        
                                                                                                                                                                                              Cordiali Caluti.                                                                                                                                                                          R.In riferimento alla Sua voglio precisarLe che il Consiglio Provinciale con propria deliberazione del 14/11/20111 n. 66/2011  ha adottato il P.I.F. (Piano di Indirizzo Forestale).

Si tratta di un Piano di programmazione provinciale con validità di anni 10 che comporta altresìla Valutazione AmbientaleStrategica, procedura necessaria ed importante, ma sicuramente complessa.

A seguito della pubblicazione del Piano adottato, sono pervenute circa 40 osservazioni da parte di Comuni e privati (tutte sopralluogate e valutate dai tecnici e dai funzionari provinciali) e successivamente in data 10 agosto u.s. si è provveduto all’invio alla Regione Lombardia (DG Sistemi Verdi) per il parere vincolante.

In particolare il problema legato agli incolti derivanti dall’abbandono dei vigneti, come Lei ricorda,  ha comportato l’adozione da parte della Giunta Regionale (DGR 4216 del 25/10/2012) di alcune deroghe alle norme forestali regionali (r.r. 5/2007) in merito agli aspetti tecnici delle attività selvicolturali.

Da notizie informalila DG SistemiVerdidella Regione Lombardia dovrebbe a breve emettere il Decreto di parere favorevole, atto fondamentale per approvare definitiva del PIF della Provincia di Pavia, con durata anni 2013 -2022.

Cordiali saluti. 5- novembre 2012

PONTE GEROLA

Gent. Presidente, a proposito del ponte sul Po della Gerola si ritiene indispensabile in concomitanza con il prossimo, quanto mai auspicato, rifacimento completo della pavimentazione, installare agli ingressi del ponte due tutor per la misurazione della velocità e del peso dei mezzi in transito, altrimenti il lavoro sarà inutile perché con l’aumento della velocità di scorrimento finirà con il cedere la struttura portante;sarebbe utile prima dei suddetti lavori procedere a sistemare almeno le buche più grandi (da mesi non viene fatta manutenzione);sarebbe bello inoltre (risorse permettendo) ristrutturare la casa dei cantonieri antistante il ristorante Acqua Dolce; è una costruzione di un certo valore storico che senza manutenzione è destinata alla demolizione.Cordiali saluti.

R.La ringrazio senz’altro del suo suggerimento e, a tal proposito, desidero informarLa che gli uffici ci sono già allertati per la posa dei tutor per la regolamentazione della velocità.Ho provveduto a segnalare al nostro personale stradale la necessità di un intervento tempestivo per riparare le buche e posso assicurarLe che provvederemo quanto prima. In quando alla ristrutturazione della ex casa cantoniera, da tempo essa non è più di proprietà provinciale. Cordiali saluti. 5 novembre 2012

SP 199

 Egregio sig. Presidente,La situazione della SP 199  è divenuta non più tollerabile  visto l’attuale manto sconnesso , pieno di buche  e rotture varie in tutta la sua percorrenza voglia per quantità di transito che avviene su questa strada  di mezzi pesanti e bus  visto la chiusura del ponte della Becca .oggi a distanza di mesi dalla sua risposta alla sig.ra  Malinverni  pubblicata nel forum non è stato fatto ancora nessun intervento al manto della strada in oggetto sempre più sconnesso e pericoloso.Le chiedo di intervenire al più presto  ripristinando la sicurezza di noi automobilisti.In riferimento alla  rotonda da voi citata nel post all’incrocio di Spessa /San Zenone  credo sia altra cosa , ben venga , ma separiamo gli interventi .Egregio sig presidente servono fatti non parole o promesse.

R.Lei ha ragione, servono fatti. Purtroppo per passare ai fatti occorrono risorse e quelle trasferite dallo Stato alle amministrazioni locali sono sempre più ridotte e tali da rendere sempre più difficile una gestione efficiente e puntuale del patrimonio stradale. Posso però dirle che abbiamo ben chiaro il problema che Lei ci segnala e che faremo il possibile per intervenire, utilizzando anche un eventuale ribasso d’asta sui lavori per la realizzazione della rotatoria di Zagonara. Cordiali saluti 31 ottobre 2012

LISTE MOBILITA' RICHIESTA

Buongiorno,la presente per richiedere un supporto nellâ??utilizzo del vostro sito.Avremmo necessità di reperire le vostre liste di mobilità con e senza sussidio.Esiste un elenco pubblico da poter consultare o un ente territoriale da poter contattare che si occupa di questa tipologia di lavoratori?Rimaniamo in attesa di un vostro gentile riscontro.

 Cordiali saluti e-work spa

 R.Il problema è complesso e la materia di cui si parla è abbastanza delicata. Per avere tutte le informazioni di dettaglio, Vi consigliamo di contattare direttamente la responsabile del servizio al numero 0382-597 455. Cordiali saluti. 31 ottobre 2012.

LAVORI BRESSANA SALICE

Buongiorno, mi fa piacere constatare che i lavori promessi e da farsi prima dell'inverno nei tratti della Bressana Salice e Bressana ponte sul Po siano stati fatti, quando le risorse lo permetteranno sarebbe bello vedere ripristinati i vari tratti di guard rail che lungo tale tratto e purtroppo tanti altri andrebbero sistemati o migliorati per garantire l'adeguata sicurezza stradale, cordiali saluti Gabriele M. Bressana.

 

R. La ringrazio per il Suo apprezzamento. Ho già segnalato agli uffici la questione dei guard rail e vedremo di fare il possibile per risolvere anche questo passaggio, andando così a migliorare la viabilità nella tratta che Le ci indica. Cordiali saluti.

PROGRAMMA LEONARDO

Salve sono Eleonora Albini riguardo al concorso Leonardo, una volta compilata la domanda di partecipazione e una volta compilato il curriculum nella lingua scelta, dove devo inviarli? grazie mille attendo notizie.

R. Può trasmetterli alla Provincia di Pavia - Settore sviluppo economico, alla cortese attenzione  dott.ssa Elisabetta Pozzi. Cordiali saluti, 29 ottobre 2012.

VIABILITA' COMPARTO OLTREPO

 


Cort. Att. Sig. Bosone, Presidente della Provincia di Paviada: Carlo Giuseppe Pisoni, via Oratorio 6, 27050 Corvino San Quirico (PV), tel. 0383896532Buongiorno e scusi il disturbo. Quale suo elettore spero potrà aiutarmi a risolvere un piccolo problema che attende soluzione fin dallo scorso autunno, che riguarda la strada SP46 nella tratta collinare Fumo-Oratorio di Corvino San Quirico, nell'Oltrepò zona Casteggio. Allegata la corrispondenza inviata ai suoi uffici competenti.La strada in questione non ha 1) le striscie bianche ai lati della carreggiata e 2) 4 curve non dispongono di illuminazione stradale. Con il buio e soprattutto con la nebbia la strada non è sicura. Il Geom. Bacchio, dell'ufficio competente, lo scorso autunno 2011 si era detto disposto ad installare paletti catarinfrangenti nelle 4 curve, ma non a tracciare le striscie bianche per mancanza di fondi.Nel mese di giugno 2012 ho sollecitato l'esecuzione dei lavori. Questi sono stati subito eseguiti ma solo sulla 1a e 4a curva.La Ditta Valtellinastava interrando sul bordo destro della strada una guaina di12 cmdi diametro per il cavo della fibra ottica e i cantonieri addetti ai lavori non hanno installato i paletti sulla 2a e 3a curva. Avrebbero invece proprio dovuto farlo in quella occasione quando la guaina era ancora visibile e non ancora interrata.Nel mese di luglio 2012 ho telefonato al Geom. Bacchio che mi ha spiegato che ora i cantonieri erano impegnati al taglio dell'erba ai lati delle strade e che i lavori sulle altre 2 curve sarebbero stati fatti subito dopo. Infatti durante il taglio dell'erba sui cigli della strada è stato abbattuto un paletto catarinfrangente sulla 4a curva.  Ne ho subito informato i cantonieri che stavano lavorando, ma non lo hanno ripiantato.Nel mese di settembre 2012 ho mandato una email al Geom. Bacchio. Ho sollecitato l'esecuzione dei lavori sulle 2 curve mancanti e di ripiantare il paletto abbattuto. Solo il paletto è stato ripiantato. Mi rendo conto che ora, con la guaina interrata, i lavori siano più complicati da eseguire perchè non bisogna danneggiarla. Ho provato a fare un piccolo scavo per conto mio, la terra è ancora smossa, ed ho scoperto che la guaina è circa30 cmsotto terra e vi è spazio tra la guaina ed il fosso stradale per piantare i paletti.Le faccio presente che non ho mai ricevuto nessuna risposta alle mie emails, cosa che invece credo sia prassi obbligatoria perla Pubblica Amministrazione.Ora non sono più disposto a continuare a telefonare per pietire l'esecuzione di un lavoro di pubblica utilità, già pagato dalle nostra tasse, che avrebbe potuto essere fatto fin dalla primavera 2012. Ora è iniziata la stagione delle nebbie ed il rischio per chi percorre questa strada è maggiore.Mi scuso per essermi dilungato e spero potrà far accellerare l'esecuzione dei lavori in questione. Ringrazio per la cortese attenzione e, in attesa di una gentile risposta, porgo cordiali saluti.

R.La ringrazio per la precisione della sua informativa, che mi ha permesso di risolvere rapidamente la situazione con gli Uffici del Settore Viabilità e con il geom Bacchio, responsabile del reparto Oltrepo. Posso assicurarle che i delineari normali di margine verranno posizionati  all’altezza della seconda e terza curva della tratta che Lei ci segnala. I nostri operatori stradali sono già stati allertati in proposito e posso dirle con certezza che i lavori verranno effettuati al massimo nel corso di questa settimana. Colgo l’occasione per precisarLe che il rinvio è dovuto ai lavori che stava effettuandola Ditta Valtellina e che non risulta compatibile l’esercizio contestuale di un’altra attività stradale. Spero di esserLe stato utile e Le invio i miei più cordiali saluti. 15 ottobre 2012.

LAVORI BANDA LARGA

 Apprendo con piacere dalla stampa locale che il digital device che rende l'oltrepo' pavese

( un bel posto da viverci ) ma un po' complicato per navigare in  rete, stà dimuendo e dal vs sitotrovo l'elenco dei comuni che man mano saranno coperti dalla adsl. Puo' indicarmi, in linea di massima,  i tempi di copertura del comune dove risiedo ?** Mornico Losana **nel vs sito web non è indicato e/o non l'ho trovatoIn attesa , Le porgo cordiali saluti. Davide Moglia

 R.Scusandomi per il ritardo desidero informarLa che Mornico Losana è compreso nell’elenco dei Comuni che andranno a beneficiare del servizio di banda larga, i cui lavori sono in corso di realizzazione da parte di Telecom sulla base del bando di regione lombardia. La scadenza dei lavori è prevista per il 2013 ed entro questa data anche Mornico Losana usufruirà del servizio. La prego ancora di scusare il nostro ritardo nella risposta. Cordiali saluti. 15 ottobre 2012.

LAVORI SP 50

Caro Presidente; Caro ass. Visponetti,Riguardo l ‘ottimo lavoro effettuato sul primo tratto della SP 50 Pontelungo- Vidigulfo …. , e vista la grande  soddisfazione  da parte di tutti gli utenti che ne fanno uso quotidianamente, volevo semplicemente chiedere semplicemente … una data prevista  …  per  l’ inizio della “fine dei lavori”  (vale a dire tratto mancante  “ponte detto del “Saltagat” – rotonda Pontelungo.”) .Ringraziando per l’ attenzione.

 William Gaiaschi – Trattoria Pontelungo – Strada Vigentina 20 – Pontelungo di Vidigulfo (PV)

 R.I lavori sono stati momentaneamente sospesi per la redazione della perizia di variante in corso d’opera. La redazione della perizia si è resa necessaria causa la presenza di alcune criticità riscontrate nell’attraversamento del cavo colatore Lonetta.La ripresa dei lavori è prevista a brevissimo, senza che siano prevedibili ulteriori interruzioni. Cordiali saluti. 15 ottobre 2012.

ILLUMINAZIONE ROTONDA LANDRIANO

Egregio Dott. Bosone,Le segnalo un guasto all’illuminazione pubblica presso la rotonda di Landriano, di accesso alla zona industriale (Bartolini, Bitolea, CAB Log); da parecchie settimane molte lampade sono spente e necessitano di un vostro intervento di ripristino. Vi chiedo inoltre quando verrà asfaltata la sp2 nel comune di Vidigulfo, appena prima della rotonda di Vairano, e nel comune di Lardirago, all’altezza dell’autolavaggio, in quanto tratti completamente dissestati da anni di mancata asfaltatura.Grazie per la collaborazione. SC

R.Ha fatto bene ad inoltrarmi la Sua segnalazione. Devo però precisarLe che la competenza in proposito non è della Provincia. Le consiglio senz’altro di rivolgersi all’Amministrazione Comunale perché segnali la sua istanza anche alle ditte presenti in zona.Per quanto riguarda le asfaltature sulle tratte della Provinciale n. 2, al momento, purtroppo, non sono previsti interventi, in ragione del fatto che i pesanti tagli alla finanza locale e il necessario rispetto del patto di stabilità ci obbligano a dare priorità agli interventi sulle ex statali che presentano un grado di ammaloramento maggiore, anche a causa del volume di traffico pesante. Non mancherò comunque di segnalare agli ufficila Suarichiesta e non appena ci saranno risorse disponibili metteremo senz’altro a calendario anche un intervento sulle tratte segnalate della SP 2. Cordiali saluti. 9 ottobre 2012.

STRADA PROVINCIALE 412 CANTIERE

Buongiorno Dott. Bosone,Sono qui a chiederle qualche informazione in merito alla segnaletica gialla (da cantiere), presente sulla ex SS 412 tra Landriano ed il confine milanese. Per quale motivo sussiste ancora tale segnaletica, quando i lavori sono conclusi da parecchio tempo? Nel caso, verrà completata l’asfaltatura anche di quei 500 mt? Nel frattempo, La ringrazio per aver autorizzato l’asfaltatura nel territorio di Landriano.Stefano

R.Tengo a precisarLe che la segnaletica apposta sulla ex ss 412 è stata posizionata in vista della prossima apertura di un cantiere per la realizzazione di un distributore. La segnaletica delimita infatti l’area interessata e indica il prossimo accesso al cantiere in via di apertura. Cordiali saluti. 9 ottobre 2012.

SP 192 LOMELLINA

Buongiorno, scrivo per avere delucidazioni sulla proprietà di un tratto di strada della SP 192 inuscita dal Comune di Gravellona (all'altezza del parco della Villa Barbavara), in direzione Vigevano, che per circa 3 KM(poco prima della Cascina Franciosa) ha il fondo molto ammalorato, che sta diventando pericoloso per la circolazione.Oltre alla segnalazione volevo sapere appunto di chi era la proprietà (se della Provincia o del Comune di Gravellona) e nel caso fosse di competenza provinciale se è in programma l'eventuale asfaltatura di questo breve tratto di viabilità.
Io percorro questa strada tutti i giorni per lavoro (abito a Cilavegna e lavoro a Vigevano) e sta diventando un problema, soprattutto pensando alla stagione invernale.
Colgo l'occasione per segnalare anche che sulla nuova circonvallazione che da Cilavegna va a Parona (zona industriale - Bennet), manca la riga bianca ormai da almeno 2 inverni. Lo segnalo a voi perchè, anche per questa viabilità non so se è di competenza provinciale o dei comuni interessati.
Grazie per la vostra attenzione.
Antonella Maccaferri
P.S. Se posso permettermi: nel caso la competenza sia dei Comuni, suggerirei di segnalare a loro il problema.

R. Posso anzitutto informarLe che l’intera tratta della 193 è di competenza provinciale.Ho parlato con gli Uffici viabilità del comparto Lomellina che conoscono la situazione di criticità presente in zona e che faranno tutto il possibile per comprendere un intervento migliorativo su questa zona, non appena ne avremo la disponibilità finanziaria. Non voglio nasconderLe infatti che i pesanti tagli delle manovre finanziarie penalizzano le possibilità di intervento delle Amministrazioni locali e rendono a volte difficile un intervento puntuale ed efficace sulla rete viaria, specie se si considera la particolare estensione della nostra rete stradale che supera i2000 chilometri.Per quanto riguarda la Sua seconda domanda, il nostro piano di sistemazione e di miglioramento della segnaletica orizzontale comprende anche un intervento sulla segnaletica attorno alla circonvallazione da Cilavegna a Parona, che, secondo la nostra programmazione, verrà realizzato entro il prossimo inverno. Cordiali saluti. 8 ottobre 2012.

SEGNALETICA SP 23

 Come già segnalato precedentemente in questa strada non è più visibile la linea bianca di mezzaria con questa segnalazione io e altri residenti della zona chiediamo che venga ripristinata

       prima dell'autunno perchè con la nebbia si viaggia con difficoltà . grazie Angelo Albini (Oriolo)

R.Gli Uffici hanno ben presente la sua segnalazione. Al momento è  stato predisposto un piano complessivo per la sistemazione della segnaletica che, come Lei può capire, dovrà privilegiare le direttrici a traffico più intenso. La fortissima riduzione delle risorse e i pesanti limiti del patto di stabilità ci costringono infatti ad una selezione delle priorità di intervento. Anche se, al momento, non posso assicurarle con certezza i tempi del nostro intervento, posso tuttavia dirle che non appena saranno disponibili le risorse finanziarie, l’intervento sulla tratta della sp 23 sarà inserito nella nostra programmazione. Cordiali saluti. 4 ottobre 2012.

RICHIESTA STAGE

Buongiorno.
Sono uno studente del terzo anno del corso "Scienze Politiche e delle relazioni internazionali" della facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli studi di Pavia. Essendo a conoscenza della Vostra convenzione con la mia facoltà contatto la Provincia di Pavia per eventuali Vostre esigenze, in qualità di stagista, per un totale di 150 ore come richiesto dal mio piano di studi, per il periodo Marzo - Giugno 2013. Allego il mio CV e il certificato aggiornato degli esami sostenuti.
Confidando in una Vostra risposta positiva porgo cordiali saluti.

 R.Desidero informarLa che la Sua richiesta è stata acquisita dai Dirigenti degli Uffici coinvolti e che sarà vagliata anche in relazione alle esigenze e ai programmi di lavoro dell’Amministrazione. Cordiali saluti- 4-10-2012

PONTE BARCHE

 sono una residente del Comune di Zerbolò ed ogni giorni per recarmi al lavoro a Milano transito sul ponte delle barche sul Ticino.

Il Ponte è chiuso in parte dal mese di luglio recando non pochi disagi a chi vi deve obbligatoriamente transitare tutti igiorni. Vorrei sapere quando i lavori di manutenzione verrano debitamente terminati. Grazie anticipatamente. Barbara Borgonovo

 R. Considerate le condizioni di pesante criticità del ponte di barche, abbiamo ritenuto che la cosa più opportuna fosse quella di limitare il volume di traffico, prevedendo il passaggio dei veicoli a senso unico alternato.Per ripristinare il manufatto, gli Uffici hanno predisposto un progetto che prevede un importo finanziario di circa 40 mila euro :la Giunta provinciale valuterà il progetto in tempi che le assicuro rapidi e faremo il possibile per reperire le risorse finanziarie necessarie, all’interno di un bilancio fortemente penalizzato dai tagli alla finanza locale e di complessa gestione a causa del necessario rispetto del patto di stabilità. Cordiali saluti. 26 settembre 2012.

PROGETTO Ti Po

Buongiorno,ho sentito parlarle del progetto TI_PO e della navigazione sui due fiumi.Purtroppo non sono riuscito a trovare nulla in merito su internet per capire meglio di cosa si tratti e di come sia organizzato (ho trovato solo un articolo sulla provincia pavese che dice veramente poco).Potete inviarmi qualcosa in merito o indicarmi dove posso trovare informazioni in merito.

Grazie,Stefano FregoniResponsabile Area Banche

 R.Proprio in questi giorni abbiamo aggiornato il nostro sito istituzionale, mettendo in rete una intera sezione sul progetto TIPO che rappresenta uno degli interventi in cui l’Amministrazione crede di più . Oltre a visitare le pagine del nostro sito,  che contengono aggiornamenti settimanali ed importanti informazioni sulla situazione meteo e sui livelli idrometrici all’indirizzo internet sotto esposto, Le consiglio anche di contattare la dott Rossin al numero 0382-597 008, che segue direttamente questo progetto.  Cordiali saluti. 24 settembre 2012.

http://89.96.162.13/index.php?option=com_content&view=article&id=2760:progetto-tipo&catid=7&Itemid=109&lang=it

MANTO STRADALE PROVINCIALE 66

Buongiorno, Le chiedo se, visto le disastrose condizioni del manto stradale della S.P. n. 66, nel tratto Fr. San Re - Santa Giuletta, la Provincia di Pavia  ha in programma a breve interventi di manutenzione.
Ringrazio Marco Tornari

 R.I nostri Uffici hanno presente la situazione di criticità sul tratto che Lei indica e non appena avremo la disponibilità delle risorse finanziarie necessarie metteremo in cantiere un intervento di miglioramento.I pesanti tagli alla finanza locale e i confini di spesa ed investimento ai quali siamo costretti per rispettare il patto di stabilità ci costringono infatti a selezionare i nostri interventi, secondo priorità condivise anche con le Amministrazioni locali. Posso però assicurarLe che dopo i lavori positivamente conclusi sulla sp 65, sarà nostra cura provvedere ad un intervento anche sulla 66. Cordiali saluti. 24 settembre 2012.

LAVORI PROVINCIALE 65

Buon giorno ,desidero complimentarmi conla Vostraamministrazione per gli ottimi lavori di asfaltatura del manto stradale nel tratto di strada provinciale 65 Casteggio Verretto appena terminati.cordiali saluti Elena Quadrelli

 R.La ringrazio per le Sue parole. Sarà anzi mia premura estendere il Suo ringraziamento al responsabile e ai tecnici del comparto viabilità dell' Oltrepo e all’Assessore alle infrastrutture Maurizio Visponetti. 24 settembre. Cordiali saluti.

BANDI MOBILITA'

Buongiornovolevo sapere dove trovare sul sito della vostra Provincia  la sezione dedicata ai bandi di concorso e mobilità. grazie.   Distinti saluti.   Lucilla Cerretano

 R.Le consiglio di contattare direttamente il nostro Ufficio personale al numeri telefonici 0382 – 597 237. Cordiali saluti. 20 settembre 2012.

DIPENDENTE GP STRADELLA

buon giorno, mi chiamo GoggiGian Claudio sono un ex dipendente della G&P di Stradella e come i miei colleghi ho ottenuto con il patrocinio dell' avv. Mauro Tagliabue una sentenza del Trib. di Voghera che imponeva il pagamento di alcune mensilità da parte vostra. Siccome pur essendo scaduto il termine nei primi giorni di giugno 2012 non ho avuto ancora nessun riscontro. Desdidererei ricevere notizie. Certo della vostra solerte risposta porgo distinti saluti. il mio indirizzo mail è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  cell.3381106953   

 R. Ho personalmente verificato il problema che Lei con piena ragione mi sottopone. Gli Uffici Finanziari hanno concluso l’iter procedurale per la liquidazione di quanto Le è dovuto. Credo che si tratti di aspettare massimo ancora qualche giorno prima dell’erogazione materiale di quanto dovuto. Cordiali saluti 18 settembre 2012.

LINEA STAV VIGEVANO

Vi inoltro per conoscenza quanto inviato alla STAV autolinee di Vigevano.Spero vivamente che la mia richiesta possa essere accolta perchè altrimenti non saprei veramente come fare a risolvere il problema di mia figlia di 11 anni lasciata da sola per un' ora all' autostazione.Distinti SalutiMerigelli Giuseppina

----- Original Message -----

From: Giusy MerigelliTo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sent: Saturday, September 15, 2012 2:15 PM

Subject: Orario Scolastico linea Pavia VigevanoBuongiorno,

Mi chiamo Giuseppina Merigelli, risiedo a Carbonara al Ticino e sono la mamma di una bambina di 11 anni che quest' anno frequenta la 1° media a Pavia.Il mio problema scasturisce dall' orario della corsa di rientro da Pavia verso Carbonara.Il Vostro orario prevede una sola corsa con partenza da Pavia alle ore 13.50, l' uscita da scuola è fissata quotidianamente alle 13.40.E' evidente che in soli 10 minuti la bambina non riesce a raggiungere la stazione dei pulman da via Scopoli dove è situata la scuola.Considerando che dovrò richiedere comunque un permesso di uscita anticipata alla direzione scolastica, Vi chiedo di posticipare la partenza della corsa alle ore 14.00, in modo da evitare che la bambina perda tutti i giorni buona parte dell' ultima ora di lezione. Non avendo alternative ai mezzi pubblici Vi chiedo di dare corso alla mia richiesta anche per evitare che mia figlia debba rimanere per circa un ora in attesa della corsa delle 14.45 da sola all' autostazione.Fiduciosa di un Vostro positivo riscontro alla mia richiesta porgoDistinti Saluti.Giuseppina Merigelli

 R.Ho letto con attenzione la sua mail. Capisco il problema e posso assicurarLe che i nostri Uffici contatteranno la direzione STAV in questi giorni per verificare al meglio il problema, specie se esso coinvolge altri studenti. Le consiglio per questo di inviare nei prossimi giorni una mail al responsabile ufficio trasporti ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) per conoscere i risultati del confronto tra STAV e i nostri Uffici. Cordiali saliti. 17 settembre 2012.

TRASPORTO PUBBLICO MILANO

Buongiorno,sono residente a Binasco e sono anni che utilizzo i mezzi pubblici per Milano.Anche quest’anno i pullman per Milano, da qualche giorno (inizio scuole) non riescono a rispettare gli orari in fermata a Binasco per Milano-diretto.Il pullman delle 7 non si riesce a prendere, passa in anticipo? E' in ritardo?Dopo il 7 per Milano c'è solo il 7.13 che raccoglie tantissima gente tra studenti e lavoratori. Il pullman è quasi pieno, con tanta gente in piedi. Prima o poi qualche autista ci chiuderà le porte in faccia (non sarebbe la prima) e saremo costretti ad aspettare il pullman successivo delle 7.23, con notevoli disagi sugli orari di lavoro e scuola.Potreste incrementare la linea con l'inserimento di un altro pullman tra le 7 e le 7.13? E' Davvero sproporzionata la differenza di passaggio di Pullman agli stessi orari per Pavia. E' vero che ci sono tanti ragazzi che vanno a scuola a Pavia ma è altrettanto vero che passano almeno 4 pullman a distanza di pochissimi minuti e gli ultimi partono da Binasco quasi vuoti.Grati per quello che riuscirete a fare, porgo distinti saluti

 R. Se Lei, come mi pare, risiede a Binasco, credo farebbe bene a rivolgersi alla Provincia di Milano, in quanto soggetto territorialmente competente per la gestione del trasporto pubblico su questa tratta. I nostri uffici provvederanno comunque  a verificare la situazione che Lei segnala, anche se ad oggi, stante i pesantissimi tagli sulle risorse della finanza locale, diventa davvero impraticabile l’aggiunta di una corsa ulteriore tra le 7.00 e le 7.13. Il lasso di tempo tra le due corse è infatti in linea con gli standard di tutte i passaggi su linee interurbane.Pur rendendomi conto del Suo disagio, credo assai difficile un intervento migliorativo, i cui costi risultererebbero essere assolutamente insostenibili dagli enti locali come soggetti appaltanti del servizio. Cordiali salutri. 17 settembre 2012.

UTILIZZO ACQUA

Buon giorno volevo stimolare la Suacortese attenzione sulla tematica in oggetto, dagli indubbi vantaggi ecologici ma anche economici ed educativi .Sono a conoscenza del fatto che questa iniziativa ha un rilevante riscontro nella confinante provincia lodigiana dove anche l'amministrazione provinciale ed il "soggetto gestore" (ossia la società SAL-SOCIETA' ACQUA LODIGIANA) hanno svolto una meritoria opera di stimolo sia sui singoli comuni che sulla cittadinanza, unitamente all'enfatizzazione dell'utilizzo riferito ai prodotti "a filiera corta/km zero" (di cui quella realtà prvinciale, come peraltro la nostra, può vantare vere e proprie eccellenze).Oltretutto l'iniziativa  sta assumendo valenza più generale, nel momento in cui i giovanbi studenti inducono i genitori a farne uso anche nell'ambito domesticoAnche nella provincia di Pavia vi sono amminstrazioni "virtuose" come quella di Bornasco; tuttavia sono ancora numericamente troppo poche anche perchè della questione forse si parla troppo pocoSo perfettamente che ciò non attiene ala competenza della Provincia; tuttavia penso che un'opera di stimolo da parte di codesta Amministrazione, della soc.PAVIACQUE e dei vari "venditori" (in primis ASM Pavia) determinebbe indubbi vantaggi - mi consenta la battuta -  anche ai bilanci (ed agli azionisti) delle predette società Segnalo inoltre, come certamente saprà, il fatto che in sempre più esercizi pubblici (bar, ristoranti/trattorie, agriturismi) soprattutto nell'Italia centrale (Roma compresa) viene servita acqua captata dal rubinetto; anche in tal senso si potrebbero avviare azioni di stimolo, coinvolgendo le associazioni di categoria  Cordialità  Gian Luca Muttarini.  Albuzzano

 R.Il suo suggerimento è certamente interessante e si colloca nell’ottica di un attento risparmio di risorse che è perfettamente coerente con gli orientamenti strategici di questa Amministrazione. Provvederò volenteri a segnalarela Suaidea all’Assessore all’Ambiente e al Dirigente del Settore competente perché valutino gli eventuali provvedimenti da assumere per sviluppare un percorso educativo in questa direzione. Cordiali saluti 17 settembre 2012.

PROBLEMI LAVORO

sono un dipendente scapa italia da 23 anni lavoro li a marzano ,abito a zeme sono circa140 kmandata ritorno. chiedo aiuto perche .sono diabetico insulinico abastanza grave  ho 51anni.purtroppo sono andato esporre il problema ma non mi prendono in cosiderazione ,perche ho gia un posto di lavoro.ma io non ce la faccio piu .per la mia malattia e anche il costo.infatti io mi reco con il camper  per 5 giorni e poi ritorno. a casa perche non ce un mezzo per arivaci.     faccio presente che prima la mia azienda era a trezzano sul naviglio mi  ,e prendevo ij treno a mortara   so che forse ho sbagliato scriverla .e magari non la leggera ma sto provando tutte gli lascio la mia mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 R. ho letto con grande partecipazione la sua mail e mi rendo davvero conto delle grandi difficoltà della Sua condizione, aggravata anche da problemi di salute. Purtroppo mi è oggettivamente difficilissimo venirle incontro : la situazione di pesante recessione dell’intero Paese è davanti agli occhi di tutti, e certamente anche Lei si renderà conto che il fatto già di avere un posto di lavoro rappresenta comunque un elemento di certezza che purtroppo molti altri non hanno più.La Provincia ha competenze precise in materia di lavoro, ma esse, comunqe, non ci consentono un intervento di eventuale sostegno in ordine alla problematica che La riguarda. L’unica cosa che posso dirle è di avviare una procedura per invalidità civile. Nel caso Le fosse accertata l’invalidità civile, l’azienda è tenuta ad assegnarLe mansioni compatibili con la sua condizione.Le esprimo tutta la mia solidarietà. Cordiali saluti. 17 sett. 2012.      

GARZAIA SANT'ALESSANDRO

 

Buongiorno. Scrivo a voi, dato che all'oasi Sant'Alessandro non rispondono, nonostante i miei solleciiti.Mi sapete dire Voi qualcosa conriferimento all'oasi Sant'Alessandro (non Sant'Alessio) anche se ora l'oasi non è visitabile ma mi nteressa segnarmi le info per l'annoprossimo.grazie

 R.Ho verificato io stesso, e mi sembra che sul sito della garzaia di Sant’Alessandro siano ben evidenziate tutte le informazioni che Lei cerca. Nel caso in cui, però, voglia parlare direttamente con un nostro funzionario Le consiglio di contattare il sign Bruno Sparpaglione al nuimero 0382 597 831 o di inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Cordiali saluti. 17 sett 2012.

ASFALTATURE VIGENTINA

Buongiorno Sig. Presidente,
faccio seguito alla mia mail del 07 marzo 2012 alla quale è seguita sua pronta e cortese risposta.
Volevo gentilmente chiederle se ha delle novità in merito all'asfaltatura del manto stradale sulla tangenziale di pavia (uscite lardirago, vigentina, olevano); nella sua comunicazione del mese di marzo infatti spiegava che con buona probabilità la ditta appaltatrice avrebbe provveduto ai lavori di manutenzione entro l'estate.
Mi scuso per il ripetersi della mia richiesta ma come sicuramente lei già saprà e come le avranno segnalato anche i suoi tecnici, il manto stradale presenta sembre più buche ed avvallamenti che, se ad oggi costituiscono un "fastidio" e un pericolo parziale, (dovuto agli automobilisti che per evitarle invadono quasi la corsia opposto) potrebbero diventare ben più pericolose con l'approssimarsi della stagione invernale che porta con se neve e ghiaccio.
La ringrazio ancora in anticipo per la cortese disponibilità.
Distinti saluti
Marco FerrariR.Ho verificato la situazione con i nostri tecnici del Settore Viabilità e posso confermarle che nonostante questo piccolo ritardo, dovuto unicamente a passaggi di ordine burocratico, i lavori troveranno avvio entro il prox ottobre e comunque prima della cattiva stagione, così da assicurare un transito più sicuro su questa tratta. Cordiali saluti 17 sett. 2012

COMPUTO DISABILE

Buongiorno,avrei bisogno cortesemente di sapere come fare per inviare la richiesta computo disabile per l’assunzione di una nostra dipendente sul pdv di Voghera.In attesa di un Vostro cortese riscontro alla presente, porgo cordiali saluti.Federica Corbella

Maxi Zoo Italia S.p.A.- a member of Fressnapf Group -Via XXV Aprile, 520016 Pero - Mi

e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 R.Già ieri abbiamo provveduto all’inoltro della Sua richiesta al responsabile dell’Ufficio del Lavoro per consentirLe l’avvio della procedura informatica richiesta. Cordiali saluti. 11 settembre 2012.

MARZANO ADSL


In riferimento all'articolo Banda larga anti digital divide, vorrei delle informazioni a riguardo.
Sul sito della provincia di Pavia l'articolo presente non è aggiornato, gli ultimi aggiornamenti sono di fine 2011 ed inizio 2012.
Se si potesse vorrei delle informazioni su quando sarà possibile fare l'attivazione della banda larga.
Il mio paese è Marzano (PV) dove per ora la banda larga non è ancora attivabile, anche se i lavori sembrerebbero essere conclusi.
Per maggiori informazioni la mail a disposizione è questa. Spero che l'indirizzo e-mail per informazioni sia quello giusto altrimenti mi scuso per il disturbo.
Dinstinti Saluti.Tiziano Centinaio

 R.Come saprà la Provincia non è direttamente titolare dei lavori, che sono stati appaltati a Telecom da Regione Lombardia, che è direttamente coinvolta nella loro gestione. Dal crono programma di Telecom ci risulta che il Comune di Marzano rientra tra i territori che verranno raggiunti dal servizio entro il 2013. Le consigliamo inoltre di consultare la pagina del sito di Regione Lombardia che dà conto, passaggio per passaggio, dell’iter dei lavori.
http://www.ors.regione.lombardia.it/cm/pagina.jhtml;jsessionid=24903B3F2173FCB827FC13C0C1378362.node1?param1_1=N1313dd4e6e257582442 Cordiali saluti 11 settembre 2012

SEGNALETICA STRADALE

Egregio presidente buonasera, finalmente dopo tanti anni e' stata rifatta la segnaletica orizzontale sulla provinciale Zavattarello-Varzi,mentre purtroppo sulla Zavattarello- Borgoratto Mormorolo niente! Possiamo, noi poveri pendolari che facciamo questa strada, sperare di vedere qualche riga bianca a bordo strada? Le assicuro che viaggiare ( soprattutto con la nebbia) senza un minimo di segnaletica sulla carreggiata e' davvero pericoloso.GrazieMarco

ps. Non ho parlato delle pessime condizioni del fondo stradale perche' ormai ho perso la speranza....

 R.Come vede, malgrado i pesantissimi tagli sulla finanza locale e i limiti di investimento e di spesa che ci vengono imposti dal patto di stabilità siamo riusciti a realizzare un primo intervento per il miglioramento della segnaletica sulla Zavattarello Varzi. Purtroppo, ad oggi, non sono ancora disponibili, per i motivi che le ho esposto, le risorse necessarie per realizzare un intervento sulla tratta che Lei ci indica ma posso assicurarLe che gli Uffici conoscono la situazione e se fin’ora non siamo ancora riusciti ad intervenire non è per negligenza ma per la situazione finanziaria davvero difficile che travaglia le amministrazioni locali. Pertanto ho segnalato agli Uffici la sua segnalazione e posso assicurarLe che, man mano si liberaranno le risorse necessarie, cercheremo di programmare un intervento migliorativo anche sulla tratta che Lei ci indica. Cordiali saluti. 11 Settembre 2012.

VIABILITA' CORVINO SAN QUIRICO

Mi trovo in vacanza a Corvino S.Quirico e l'altro giorno ho percorsola S.P.188 (non segnalata come strada provinciale ) da Casteggio verso Montalto.Il percorso stradale presenta una curva dietro l'altra che non sono affatto segnalate da adeguata segnaletica,il che rende pericolosa la guida.Mi chiedo come sia possibile una situazione simile, ben difficilmente riscontrabile in altri posti.Distinti saluti

 R.Rispondo volentieri alla Sua domanda anche per spiegare a quanti ci leggeranno alcuni passaggi importanti.La Provinciadi Pavia ha un patrimonio stradale che supera i2000 chilometrie ad oggi, le pesanti restrizioni poste in essere sulla finanza locale e i limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità rendono difficile un intervento puntuale ed efficace sull’intera rete. La scarsità di risorse ci impone purtroppo una rigorosa selezione sugli interventi e nostro malgrado siamo costretti a privilegiare le direttrici di maggiore traffico, quali ad esempio le ex statali. Ho comunque segnalato agli uffici quanto ci viene segnalato e posso assicurarLe che, man mano, come noi speriamo, si dovessero liberare risorse finanziarie andremo senz’altro a prevedere un intervento sulla segnaletica della tratta che Lei ci indica. Cordiali saluti, 11 settembre 2012.

VIABILITA' CENTRO ABITATO

Buongiorno,le scrivo , anche a nome di altri residenti, per segnalare la pericolosità della strada che attraversa Battuda.Il sindaco sostiene che è dovere della provincia sistemarla, le faccio presente che non abbiamo neanche la segnaletica orizzontale.Le strisce infatti arrivano a inizio paese e poi si interrompono, le corsie non esistono e neanche le strisce di delimitazione della carreggiata.Ho due bambini e percorrere via Rebecchino (rasente alle case per non essere investiti) diventa ogni giorno piu' pericoloso.La strada è anche piena di buche, quando piove è un vero disastro.L'incrocio con via Marcignago e via Torrino non è segnalato..non abbiamo neanche un cartello di rispettare il limite...è a norma una strada del genere?Potete fare qualcosa? Si tratta di100 metridi strada, non è possibile vivere in queste condizioni.Grazie.

 R.Purtroppo Lei non è sola a lamentarsi di una situazione difficile. Proprio ora, ho appena finito di rispondere ad un Suo concittadino che denuncia le stesse criticità evidenziate nella Sua mail. Anche a Lei, purtroppo, non posso che rispondere allo stesso modo, precisandole che le azioni di posizionamento e realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale sono di precisa competenza comunale, trattandosi di strada in centro abitato. La competenza della Provincia è limitata agli interventi sul manufatto stradale cui cercheremo di porre rimedio non appena si libereranno le risorse necessarie e potremo realizzare un piccolo investimento, pur rimando entro i limiti di spesa prescritti dal patto di stabilità. Cordiali saluti. 5 settembre 2012

VIABILITA' CENTRO ABITATO BATTUDA

Buongiorno, sono passati ormai mesi dalla prima mail che ho inviato.Purtroppo, come temevo, nulla è cambiato..anzi, la situazione a Battuda sta diventando ogni giorno piu' insostenibile e ormai molti residenti hano cominciato a lamentarsi.Le riassumo quanto già scritto e evidenziato in precedenza :Via Rebecchino, che attraversa la parte vecchia del paese, è una strada proviniciale. Da anni combattiamo con buche, pozzanghere e anche con l'assenza TOTALE di segnaletica che la rende molto pericolosa sopratutto in inverno e in presenza di nebbia. Questa strada incrocia Via Torrino , tale incrocio non è segnalato neanche con un cartello, c'era lo stop ma la scritta è invisibile.Questa situazione rende difficile e rischioso il solo uscire di casa, le macchine , vista l'assenza di dossi , percorrono la via ad alta velocità e noi resideti siamo costretti a camminare a filo delle case..sperando sempre di non essere investiti.Oltre al danno c'è pure la beffa...parlando col Sindaco ( al quale da anni sollecitiamo dossi, cartelli, marciapiedi) è emerso che lui non effettuerà nessun lavoro in quanto ora la responsabilità è della Provincia, ma se dovesse fare qualcosa la responsabilità passerebbe a lui e non ha voglia di "andare in galera" , è possibile avere un Sindaco cosi?Il paese è fermo da decenni nonostante l'aumento di residenti...nei paesi intorno non hanno esitato a costruire dossi e marciapiedi.Vi chiedo cortesemente di provvedere almeno al rifacimento del manto stradale e delle strisce, per il resto ho paura che dovremmo aspettare la prossima amministrazione Comunale.Grazie.Tiziano

 R.Lei ha molta parte di ragione, ma purtroppo la mia risposta non è né potrebbe essere diversa dalla precedente, in quanto in centro abitato parecchie delle azioni che Lei sollecita sono inequivocabilmente poste in capo all’Amministrazione Comunale. In particolare, la realizzazione ed il posizionamento della segnaletica orizzontale o verticale è di competenza del Comune, secondo quanto prescritto dal Codice della Strada. Anche le iniziative di controllo e di limitazione della velocità sono in capo al Comune, che, comunque, non potrebbe realizzare i cosidetti “dossi”, secondo l’esplicito articolo del Codice della strada che ne vieta il posizionamento.La responsabilità della Provincia riguarda l’eventuale intervento sul manufatto stradale, per il rifacimento del quale, al momento, ci è difficile intervenire considerata la pesante situazione della finanza locale e i limiti di investimento e spesa previsti dal patto di stabilità. Gli Uffici comunque non mancheranno di tenere presentela Suasollecitazione, nel momento in cui si andrà a definire la nostra prossima programmazione in materia di opere pubbliche.Spero comunque di esserle stato utile, se non altro a chiarire i termini delle competenze di legge. Cordiali saluti. 5 settembre 2012.

STRADA PROVINCIALE n.2

Gentile Sig. Bosone,Vorrei segnarle un problema legato alle condizioni viabilistiche nel tratto di strada provinciale 2 Pavia Landriano; in particolare i problemi maggiori dell’arteria sono nei pressi della rotonda di Vairano, in un tratto di circa100 metri, e nel tratto del comune di Lardirago, tra la rotonda di recente costruzione e l’autolavaggio.Non penso che per un tratto di 200 mt totali circa, vi debba essere un dispendio di risorse ingente.In attesa di un suo riscontro,Spero in un vostro celere intervento.Grazie per la collaborazione.  Stefano Cervi

 R.La ringrazio per la sua segnalazione che consente anche ai nostri uffici di meglio monitorare le condizioni di una rete viaria particolarmente estesa. Gli Uffici del Settore Viabilità hanno presente le criticità che anche Lei ci segnala e con tutta probabilità alcuni interventi su questa tratta verranno inseriti nella nostra prossima programmazione. Al momento, infatti siamo in forte difficoltà a realizzare un intervento anche piccolo, perchè la nostra Amministrazione, come tante in tutto il Paese sconta i pesanti tagli alla finanza locale e i limiti di spesa ed investimento imposti dal rispetto del patto di stabilità. Non mancherò comunque di sollecitare i nostri uffici, affinchè non appena si libereranno le risorse finanziarie necessarie, programmino un intervento sulla tratta da Lei indicata. Cordiali saluti. 5 settembre 2012

INSTALLAZIONE AUTOVELOX

Gent.mo Presidente Bosone,Essendo un automobilista pendolare con Milano spesso ho scritto su questo forum, sia durante il Suo mandato che durante la presidenza Poma, lamentandomi dello stato pietoso delle strade che collegano la nostra provincia con quella milanese, in particolare la sp2 e la 412 “val Tidone”. Per quest’ultima in un post di qualche giorno fa si parla di “criticità”: ebbene, io parlerei di vero e proprio DISASTRO! E ciò che mi fa ancora più rabbia è leggere che spenderà 1,5 milioni di euro in un bando di gara per l’affidamento del servizio di gestione di 6 nuovi autovelox, di cui uno proprio sulla citata sp 412. Perché, invece, non ha destinato totalmente questa cifra a riasfaltare le malandate strade pavesi nei loro punti più “critici” in aggiunta alle, poche, risorse già stanziate?Distinti saluti.LT

R. La ringrazio per la Sua domanda perché essa mi dà l’occasione di precisare alcuni passaggi importanti della scelta della Provincia in ordine al posizionamento degli autovelox che saranno fissi e molto ben segnalati.L’elemento cardine sul quale dobbiamo riflettere è dato dal fatto che, sulla rete stradale della nostra provincia, negli ultimi cinque anni, si sono verificati ben 173 incidenti mortali.La totalità di questi incidenti trova la sua causa precisa, non nelle possibili criticità delle strade, ma nella alta velocità di taluni automobilisti, che mettono a rischio l’esistenza propria e quella di altri cittadini.Per questo,la Provinciadi Pavia individua come priorità assoluta quella della sicurezza del transito e negli autovelox lo strumento più efficace per tutelare e garantire la sicurezza stessa di tutti coloro che percorrano le nostre strade.Questa scelta non esclude un preciso impegno di risorse per realizzare una buona manutenzione delle nostre strade, che rappresentano un patrimonio di oltre2000 chilometrie che richiedono anche una attività di costante monitoraggio da parte dei nostri tecnici e dei nostri operatori stradali.Anzi, sin da ora, posso anticiparLe che gli eventuali proventi derivanti da sanzioni saranno interamente destinati a migliorare la manutenzione ordinaria e straordinaria delle nostre strade e a potenziare le attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale. Cordiali saluti. 4 settembre 2012.

PUBBLICAZIONE VIRTU' TEOLOGALI

Buon giorno Presidente,nnanzitutto mi scusi per il disturbo.Le scrivo questa mail per porle una richiesta particolare.Sono un appassionato di Sant'Agostino (appassionato è forse una parola che rende poco, dovrei piuttosto dire "amico", "amante", e forse con queste parole mi avvicinerei di più al significato vero).Sono in procinto di entrare a far parte del Comitato Pavia Città di Sant'Agostino, nella commissione teologico-filosofica (sono un insegnante di filosofia, e don Gianluigi Corti mi ha detto di aver fatto il mio nome per la commissione, e che la richiesta è stata accolta dai partecipanti).Ho studiato a fondo sia la vita e le opere di Sant'Agostino sia l'Arca in San Pietro in Ciel d'Oro, e spesso accompagno lì amici per delle visite guidate.Inoltre ho partecipato alla costruzione della mostra "Sant'Agostino, si conosce solo ciò che si ama" che si è tenuta nella cripta del Duomo lo scorso dicembre. In quest'occasione il mio ruolo (oltre a quello di guida) è stato quello di istruire, nei mesi precedenti, le persone che poi hanno condotto le visite guidate.Le scrivo per chiederle un favore. L'altro giorno, parlando con Padre Giustino, lui mi diceva chela Provinciaha editato un libro fotografico dal titolo "LA CITTA' DELL'UOMO" che mette a tema le statue delle Virtù presenti nell'Arca. Quando gli ho chiesto dove avrei potuto trovarlo, lo stesso Padre Giustino mi ha risposto che lui l'ha ricevuto in dono dalla Provincia, e mi ha consigliato di rivolgermi a qualcuno dell'Amministrazione Provinciale che potesse donarlo anche a me.Mi rivolgo quindi direttamente a lei per chiederle se è davvero possibile ricevere in dono questo libro, il cui possesso sarebbe per me preziosissimo e desideratissimo. Sarebbe altresì un bellissimo regalo di compleanno (il 19 settembre!).Sarebbe per me facilissimo poterlo ritirare personalmente dato che abito in Strada Nuova, quindi non ci sarebbe nemmeno il disturbo della spedizione!Io capisco che la richiesta possa sembrare sfacciata oltrechè insolita, per cui mi scuso in anticipo per il fastidio che posso averle arrecato con questa mail.La saluto cordialmente e La ringrazio anticipatamente se vorrà esaudire questo mio desiderio.Marco Radaelli

 R.Sarò particolarmente lieto di offrirLe in dono da parte della Provincia di Pavia il libro sul Vescovo di Ippona, i cui studi e il cui pensiero rappresentano, come Lei ben mi insegna, un passaggio fondamentale nella storia del pensiero cristiano e di tutto il pensiero occidentale. Può senz’altro mettersi in contatto con la mia segreteria (0382-597 412)  o con quella dell’Assessore alla Cultura Milena D’Imperio (0382-597 551)  per ricevere direttamente il volume. Cordiali saluti. 4 settembre 2012.

PROBLEMI STRADE

Salve,mi chiamo Marelli Stefano e sono un cittadino di Mariano Comense (Como) ho deciso di scrivere a lei per vedere se può darmi una mano.Io abito a Mariano Comense in Via Dante Alighieri qui un tempo c' erano due dossi e la strada era piu sicura invece e da un po di tempo che li hanno tolti e hanno fatto solo una riga poco profonda nell' asfalto che serve a nulla perchè da me negli orari di punta e la notte vanno fortissimo.Infatti appena tolti mi hanno investito una micia di 2 anni ed è morta e ho rischiato pure io di essere investito.
Cmq sono già andato a parlare sia con l' assessore sia con il comandante della polizia locale e hanno detto che per loro la strada è a norma cosi  gli ho pure chiesto di mettere un cartello rallentare ma non vogliono. Quindi ho deciso di scrivere a lei per vedere se puo darmi una mano?
Grazie
Cordiali saluti
Stefano Marelli

 R.Purtroppo la competenza su questo ordine di questioni compete agli organi di governo territoriali, quindi al Comune di Mariano Comense e alla Provincia di Como. Mi spiace di non poterLe essere utile in alcun modo e Le consiglio comunque di tornare a evidenziare il problema sia al Comune di appartenenza sia alla Provincia competente. Cordiali saluti. 3 settembre 2012.

PROCEDURA DANNI STRADALI

 

more info (+)

scrivo per sapere come poter attivare la procedura di richiesta di rimborso per danni causati alla mia auto dalle cattive condizioni del manto stradale. In particolare, il giorno 24/08/2012, mentre percorrevo la strada provinciale 2 ho urtato una pietra (sanpietrino) che si trovava nella corsia della rotativa presente nel comune di Lardirago in uscita verso Landriano (coordinate GPS 45.240732,9.233354). La pietra era parte della pavimentazione della rotativa che, insieme ad altre si era spostata dal centro fino in mezzo alla corsia. L'urto mi ha provocato un taglio sul lato del pneumatico rendendolo non più riparabile. Sono costretto quindi ad acquistare un nuovo pneumatico.

Allego le foto della rotatoria, della pietra e del pneumatico forato come da descrizione sopra.

In attesa di Vs. gentile riscontro porgo cordiali saluti e rimango a disposizione.
Alessandro Conta
3922418842

R.Mi dispiace molto per l'inconveniente e Le segnalo subito che per attivare la procedura, è necessario inviare una raccomandata RR all’Ufficio Economato-Provincia di Pavia piazza Italia, 2, 27100 Pavia specificando il luogo esatto dell’incidente e descrivendone, così come già evidenziato nella Sua nota, la modalità esatta. Può allegare tutta la documentazione in Suo possesso ed eventualmente specificare se, sul luogo del sinistro, siano intervenuti i vigili e/o la polizia stradale. L’Ufficio Economato aprirà la procedura di sinistro, in vista di un eventuale rimborso, previo sopraluogo da parte del nostri tecnici del Settore Viabilità.

Cordiali saluti, 3 settembre 2012.

LINEA MEZZARIA ORIOLO

Come già segnalato precedentemente in questa strada non è più visibile la linea bianca di mezzaria con questa segnalazione io e altri residenti della zona chiediamo che venga ripristinata prima dell'autunno perchè con la nebbia si viaggia con difficoltà . grazie Angelo Albini (Oriolo)

 R.Nei limiti delle pesanti ristrettezze finanziarie degli enti locali,  gli uffici cui ho già inoltrato la sua segnalazione provvederanno appena possibile al ripristino della linea di mezzaria per assicurare una maggiore sicurezza del transito. Cordiali saluti- 2 agosto 2012.

PROVINCIALE 199

 Mi chiamo  Cristina MalinverniSono una delle tantissime utenti della provinciale  199  vi faccio presente che  è dal  1998  utilizzo questa strada  e non ho mai visto  fatta alcuna  manutenzione  al  manto stradale.Pertanto  vi  lascio immaginarela MIRIADE  di  Buche , dossi,  sbriciolamenti vari , che rendono pericolo anche le frenate .Addirittura  quando si arriva o da Belgioioso o da Corteolona e si deve girare per Spessa po, proprio sulla curva  vi sono delle  VORAGGINI  PROFONDE ED ENORMI  che rendono la manovra pericolosissimaPertanto la mia  richiesta  è sicuramente di una rapida  manutenzione della stessa ed oltre a questoRitengo la Provincia di Pavia settore Viabilità    responsabile  per TUTTI I DANNI CHE LA MIA  AUTOVETTURA  eo la mia persona dovesse  subire -  visto che la strada d’inverno è altamente coperta dalla Nebbia pertanto è impossibile praticare la gincana che con tempo bello è attuabile per salvare la propria vita e quella della propria autovettura.Inoltre la strada è altamente percorsa da mezzi pesanti  che contribuiscono notevolmente a rendere  grandi e profonde le innumerevoli buche che la  ricoprono.

 R.Desidero informarLa che all’altezza di Spessa è in previsione la realizzazione di una rotatoria che andrà senz’altro a migliorare la sicurezza del transito. Come sempre, purtroppo, tutti i nostri interventi, compresi quelli di manutenzione ordinaria, quali ad esempio, il ripristino del manto stradale e la messa in sicurezza delle buche, sono fortemente limitati dalla contrazione delle risorse assegnate alla finanza pubblica e dai limiti del patto di stabilità, il cui rispetto frena pesantemente le possibilità di un intervento efficace e tempestivo da parte della pubblica amministrazione. Ho comunque provveduto ad inoltrare la sua segnalazione al Settore viabilità , che provvederà a fare il possibile per un intervento che, almeno in via provvisoria e in attesa della realizzazione della rotatoria, possa garantire una maggiore sicurezza di percorrenza. Cordiali saluti- 2 agosto 2012.

CRITICITA' 412 VAL TIDONE

Ringrazio sentitamente il presidente Bosone per la risposta data. Mi ero dimenticato, purtroppo, di segnalare anche il tratto della ex ss ora sp 412 "valTidone", dal confine della provincia di Milano a Landriano.Specialmente nel tratto antistante il distributore ERG di Landriano, la situazione è persino più pericolosa delle altre citate. Secondo me la causa è da attribuire all'aumento di traffico pesante (logistiche) e da scarsa attenzione posta alle piante che si "affacciano" sulla strada; durante i mesi autunnali ed invernali la condensa che si forma sulle foglie si tramuta in pioggia e "scava" l'asfalto sottostante. Sarebbe auspicabile una netta potatura di queste piante.Cordiali Saluti.Maurizio

 R.Ha fatto bene a scrivermi ancora, perché questo mi consente di informarla che proprio sul tratto antistante al distributore ERG di Landriano è previsto un intervento organico di asfaltatura, per la realizzazione del quale è già stato messo a punto un progetto definitivo/esecutivo. I tempi di questo intervento restano purtroppo vincolati alle pesanti strettoie del patto di stabilità, che , come ho avuto modo di esprimere in diverse occasioni, sta davvero strangolando la finanza locale, rischiando, con questo, di compromettere la tenuta e la qualità di importanti servizi resi dalla pubblica amministrazione alla comunità locale, quali, ad esempio, il mantenimento in efficienza della rete stradale. Cordiali saluti- 2 agosto 2012.

MODULISTA AUTORIZZAZIONE

Buongiorno,avrei bisogno della modulistica relativa alla domanda di autorizzazione per un nuovo centro di revisione veicoli, purtoppo non l'ho trovata sul sito, se cortesemente poteste inviarmela.Grazie.  Marco Albieri
  Direzione Vendite e Sviluppo ReteMartin Motors
            O.M.C.I. GroupS.r.l.Via Franchi Maggi, 119
      20089 Rozzano (Milan) Italy
        Phone: +39 02 8242720
        Mobile: +39 392 5516757
            www.martinmotors.it

R. In riferimento alla Sua, Le preciso che i moduli di autorizzazione sono disponibili presso gli Uffici della Motorizzazione e non presso gli Uffici della Provincia. In ogni modo, se Lei come mi pare scrive da Rozzano, deve rivolgersi per ulteriori informazioni all’Ufficio Trasporti della Provincia di Milano in quanto ente territorialmente competente. Cordiali saluti. 24 luglio 2012

CONTROLLO IMPIANTI TERMICI

 Buongiorno,mi chiamo Paolo Spina , risiedo a Palestro ed il mio recapito telefonico è 3498666178.Scrivo per avere, se possibile, un definitivo chiarimento sugli intervalli di manutenzione e controllo fumi per un impianto termico residenziale con potenza inferiore a 35 Kv.L'ultima manutenzione con controllo fumi da me fatta effettuare risale ad agosto 2011. Alcuni giorni fa gli installatori mi hanno comunicato che dovrò far svolgere la stessa operazione anche quest’anno, sostenendo chela Provinciadi Pavia prevede il controllo annuale (e non biennale).Il sito della Provincia nella sezione Ambiente-Impianti Termici riporta chiaramente l’intervallo  biennale e non annuale. Ho fatto presente la cosa e come risposta mi è stato fatto cenno ad una non meglio specificata circolare Provinciale, di cui non sono riuscito a trovare traccia.Il produttore della caldaia specifica sul certificato di garanzia che la stessa è valida in “presenza di manutenzione periodica prevista per Legge” , ma che ritiene “opportuno un controllo annuale da parte di personale..….”, escludendo così un vincolo temporale differente da quello Provinciale e Regionale. Di fatto il controllo annuale è una facoltà e non un obbligo.Ovviamente ritengo che gli installatori stiano tentando di vendermi un servizio facoltativo facendolo passare per obbligatorio.Esiste una recente circolare Provinciale in proposito? Le modalità riportate dal sito sono da considerarsi pienamente in vigore?Nel salutarvi, ringrazio per il tempo dedicatomi.

 R.Le posso confermare che, stante la vigente normativa, la Provincia impegna i cittadini al controllo biennale dei propri impianti termici. Le confermo che quanto riportato sul sito istituzionale è corretto e che non esiste alcuna circolare da parte dell’ente che preveda un obbligo di controllo annuale. Posso però dirLe che se il produttore della caldaia consiglia un controllo più ravvicinato , e quindi a cadenza annuale, credo che sia nel suo stesso interesse procedere secondo le indicazioni del certificato di garanzia. Le segnalo comunque anche il numero di telefono dell’Ufficio Provinciale deputato alla questione : 0382-597 803. Cordiali saluti. 24 luglio 2012.

VIABILITA' MEZZANINO STRADA PALAZZO

Buongiorno, con molto rammarico sono ancora a scrivere riguardo la strada via Palazzo Mezzanino.COme ogni anno scrivo per il problema dell'alta velocità di moto, auto e camion che a200 km/ha dir poco mi continua tremare la casa.Ma non vedo nessun intervento, nè da pate vs nè tanto meno del comune.In piu' a causa dell'alta velocità (e questo è solo il non buon senso della gente) c'è il problema dell'inquinamento acustico che piuttosto di rallentare all'incrocio strombazzano all'impazzata.Quando prendete una soluzione?tutto è insostenibile. Miauguro che si al'ultima volta che vi scrivo per questo problema.Cordiali saluti

 R.Ho valutato anche con il responsabile di reparto la situazione che Lei segnala. Essa sicuramente presenta elementi di criticità. In questo senso, trattandosi di centro abitato, le eventuali azioni che possono essere intraprese sono in capo all’Ammin istrazione Comunale che, a nostro avviso, potrebbe intensificare i controlli con i propri vigili ed eventualmente anche provvedere all’installazione di un multavelox. Le anticipo che il posizionamento dei dossi non è consentito ai sensi dell’articolo 179 del Codice della Strada, ma riteniamo che una maggiore vigilanza da parte del personale comunale preposto a queste funzioni potrebbe essere senz’altro utile. Cordiali saluti. 23 luglio 2012.

BUCHE STRADALI loc. BUTTIRAGO

Appena dopo la fraz. Buttirago ci sono due buche molto larghe e fonde , tra l'latro nei pressi di una curva con scarsa visibilità; sarebbe il caso di intervenire tempestivamente almeno a chiuderle con un po' di catrame, prima che qualcuno di faccia male seriamente.

R.Ho immediatamente fatto verificare la situazione che Lei mi segnala. A quanto mi risulta il personale a presidio della rete stradale è già intervenuto nella tarda mattinata di ieri risanando il manto stradale e provvedendo alla chiusura delle buche, la cui formazione, con tutta probabilità, dipende dalla fuoriuscita dell’acqua delle risaie circostanti. Se si dovessero verificare altri inconvenienti La prego di contattarmi al più presto. Cordiali saluti. 17 luglio 2012.

STRADE NORD PAVESE II

Buongiorno, Collegandomi a quanto già evidenziato poc’anzi e già ripetutamente fatto ,anche alla vecchia gestione della Provincia, volevo segnalare che la tratta sottodescritta Vidigulfo/Siziano, è stata ultimamente sottoposta anche ad un maggior lavoro di sgretolamento,proprio a causa del dirottamento di auto,per il lavori di Pontelungo.Niente da obbiettare,ma sicuramente,considerando che la maggioranza dei cittadini di Vidigulfo và verso Milano a lavorare, penso sia il caso di trovare le risorse per sistemare questo tratto, anche perché andando incontro all’inverno, Lei dovrebbe chiedere a chi la fa più volte al giorno la situazione di buche e di visibilità e non essendoci segnalazioni valide, le probabilità di incidenti gravi è notevole, essendo anche aumentato il transito di camioncini della Bartolini.Grazie, Roberto

R.Ho verificato la situazione con l’Assessore alle Infrastrutture e con gli Uffici del comparto viabilità. La tratta in zona Pontelungo è stata riaperta dopo i lavori e questo ci lascia prevedere una riduzione del traffico in questa zona. Desidero inoltre informarLa che in base agli accordi intercorsi trala Provinciadi Pavia e il Comune di Vidugulfo stiamo verificando la possibilità di un intervento migliorativo sulla tratta verso Siziano, da realizzarsi con eventuali fondi risultanti dal ribasso d’asta sui lavori. Cordiali saluti, 17 luglio 2012.

STRADE NORD PAVESE

Buongiorno,mi permetto di segnalare la situzione pietosa in cui versano delle strade provinciali nel nord Pavese :la SP154 (da Vidigulfo a Siziano/Campomorto), specialmente nel tratto che risiede nel comune di Siziano, è un "groviera". Gli interventi di chiusura temporanea delle buche con toppe di asfalto sono al limite, si dovrebbe procedere ad una riasfaltatura totale.Nel recente passato si è provveduto ad un piccolo intervento di "allargamento" della sede stradale, mediante bonifica delle banchine, ma l'applicazione di asfalto su asfalto risulta essere oggi pericolosa.La SP2 (da Landriano a Pavia) presenta una deformazione sull'asse trasversale nel tratto tra Landriano e Vidigulfo a "gobba", forse dovuta al frequente passaggio di mezzi pesanti (apertura recente della logistica Bartolini, insieme alle altre logistiche che si erano già insediate nel territorio senza che nessuno abbia mai pensato di migliorare la viabilità); inoltre, più avanti, la rotatoria tra il paese di Vidigulfo ela SP50 verso la frazione di Vairano è attualmente pericolosissima per come si presenta l'asfalto, specialmente per i mezzi con 2 ruote.E' possibile sapere se sono nel breve previsti degli interventi per sistemare queste pericolose situazioni ?Grazie in anticipoMaurizio Cecconi

 R.Abbiamo, purtroppo, ben presente la situazione di diffusa criticità che interessa la rete stradale della nostra provincia, e che coinvolge anche le tratte che Lei ci indica. Insieme agli Uffici abbiamo predisposto un piano degli interventi che privilegia le tratte a più alta percorrenza che presentano una situazione di usura pericolosa. Abbiamo dovuto concentrare le nostre risorse sulle zone a maggior rischio, compiendo scelte davvero difficili, perché ci rendiamo conto che ogni cittadino, in ogni area della provincia, avrebbe diritto ad una manutenzione stradale davvero efficiente. Ebbene, devo dirle che purtroppo realizzare interventi anche piccoli di manutenzione diventa ogni giorno più difficile : i tagli di risorse e i limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità stanno strangolando gli enti locali che presiedono alla manutenzione stradale. Il probabile taglio delle Province renderà ancora più difficile questa situazione, anche perché ad oggi non abbiamo ancora notizie chiare sul futuro dell’ente che amministriamo da appena un anno né conosciamo con certezza quali funzioni saranno ancora assegnate alle Province. Né con quali risorse le potremo eventualmente gestire ancora.In questo quadro davvero cupo e complicato, i cittadini rischiano di pagare in termini di sicurezza sulle strade una situazione della quale non hanno responsabilità.Voglio però citare ad esempio tra i diversi lavori eseguiti nella zona del Pavese, qualche intervento che è già stato realizzato in questi ultimi mesi:-         sono stati eseguiti 3 lotti di asfaltatura sulla Sp. ex SS.35 tra Certosa e Giussago per un costo di circa €.91.000;-         il tratto della Sp.205 “Vigentina” tra Zeccone e Pontelungo è stato asfaltato poche settimane fa;-         è stata ultimata la riqualifica dell’Sp.50 “Pontelungo-Vidigulfo” strada questa che verrà riaperta proprio oggi. Mi creda che farò comunque il possibile per individuare nel bilancio provinciale le eventuali risorse ancora disponibili per realizzare un intervento, sia pure minimale, sulle tratte che Lei ci segnala. Cordiali saluti. 12 luglio 2012.

PONTE di BARCHE criticità

Buongiorno Sig. Presidentele scrivo per esprimere la soddisfazione mia e di tutta Zerbolò per l'inizio dei lavori di allargamento della SP3 Zerbolò-GropelloDevo però sottoporre alla sua attenzione come a quella dell'ass. ai LL.PP. Visponetti il fatto che al comitato Ticino 2000 sono arrivate numerose segnalazioni di pendolari che transitando sul ponte in chiatte hanno avuto lo gomme dei loro automezzi bucate e alcuni addirittura squarciate dalle lamiere che oramai non rimandono più nella loro sede.Si richiede un intervento urgente su quella campata dove le lamiere si alzano in modo pericoloso.  Non sono più sufficienti le quattro martellate e le successive saldature per tenerle insieme perchè poco dopo sono di nuovo divelte e più pericolose di prima.E' assolutamente necessario, almeno su quella campata, un intervento radicale.  Quelle poche risorse economiche disponibili utilizziamole dove è più necessario.Contiamo in un intervento al più presto. .Grazie, Carlo Maiocchi 

 

 R.Tengo ad informarLa che tra oggi e domani i nostri tecnici insieme al personale della ditta appaltatrice incaricata della manutenzione effettueranno un sopralluogo presso la struttura del ponte di barche per valutarne lo stato di criticità e per mettere a punto gli interventi di manutenzione e di risanamento che presentano maggiore urgenza per garantire la sicurezza del transito. cordiali saluti. 10 luglio 2012.

BANDA LARGA BREME

buongiorno,vorrei gentilmente sapere se e quando potremo avere la banda larga (quella vera, non l'anti digital divide...) a Breme. Tutti i paesi del circondario ne sono provvisti,qui, il nulla.Questo paese vanta eccellenze ( cipolla rossa, abbazia di San Pietro, la cripta, che vanta numerosi visitatori...) eppure, ci si dimentica di noi e delle ns necessità primarie. L'adsl non serve solo ai ragazzi per andare su Youtube, a molti servirebbe per lavoro o come nel mio caso, a comunicare celermente con l'ospedale Gaslini di Genova.Possibile che paesi come Cozzo e Langosco , che insieme non hanno gli abitanti di Breme abbiano la connettività a 7 mega e noi niente ?grazie per la rispostacordialmente

 Silvio

R.Comprendo perfettamente la sua esigenza di disporre di una comunicazione internet veloce, che anchela Provinciaritiene essere uno dei motori fondamentali di lo sviluppo dei nostri territori. Come Lei saprà già senz’altro la competenza diretta per l’estensione della banda larga è in capo al gestore della rete, e non alle istituzioni locali. Tuttavia, per meglio esercitare il proprio ruolo di coordinamento, la Provinciadi Pavia si è attivata presso Regione Lombardia affinchè nel bando regionale per il potenziamento di questo servizio fossero comprese ampie zone dei nostri territori. In questo senso, posso dirLe che, stante le informazioni che riceviamo da Telecom e da Regione Lombardia, il Comune di Breme rientra nell’elenco dei Comuni che entro il giugno 2013 dovrebbero essere raggiunti dal servizio. Cordiali saluti.

INCIDENTE PROVINCIALE 10

Buongiorno e mi perdoni se la disturbo ma non so a chi rivolgermi, ho avuto un incidente sulla SP10 da Certosa a Zeccone che mi viene contestato.Volevo sapere se il tratto di strada da Viale Certosa (strada alberata) a località Porta d'Agosto (SP27) è di competenza della SP10 come asserito da Carabinieri o della SP27 come mi viene contestato.Grazie mille anticipatamente.Cordiali salutiDaniela POLLASTRO

 R.Ho verificato con gli Uffici viabilità il quesito che Lei mi pone e posso dirle che tutta certezza che il tratto alberato da viale Certosa a via Porta d’Agosto afferisce alla provinciale n.10. Cordiali saluti. 9 luglio 2012.

CONTROLLO VELOCITA'

Buona giornata,Mi chiedo come mai sia stato installato un rallentatore di velocità (dosso) e quanto sia costato, a meta' del ponte !Ad oggi tutto il ponte e' un rallentatore di velocità viste le continue rotture!Confidando in una cortese sollecita risposta ( che non sia per il rispetto dei limiti di velocità ) porgo distinti saluti.

R.L’installazione del rallentatore di velocità si è resa necessaria per il migliore controllo possibile della sicurezza stradale, considerata la eccessiva velocità con cui troppi automobilisti percorrono il ponte.Siamo assolutamente convinti di aver realizzato un passaggio utile in ordine alla sicurezza del transito, ed intendiamo anzi migliorare ulteriormente gli standard di sicurezza, posizionando anche i cartelli di divieto di superamento del limite di velocità a 20 km/ora. Cordiali saluti. 27 giugno 2012.

EX 234 LOCALITA SANTA CRISTINA

Egregio presidente,
La ringrazio per la Sua risposta sul forum, mi scuso per non aver indicato la località. Mi trovo a S. Cristina e Bissone ed abito in Via Don Antonio Bacci, 8. Mi riferisco al manto stradale in prossimità della stazione di servizio Tamoil. Ad ogni passaggio di mezzo pesante le vibrazioni della casa sono sempre più importanti!
Nel ringraziarLa nuovamente per la Sua risposta, Le porgo i miei più cordiali saluti.
Daniele Chiodaroli

R. La ringrazio perla Sua precisazione. Provvederemo ad indicare agli Uffici la località esatta, così da metterli in condizione di programmare in tempi ragionevolmente brevi un sopralluogo per la verifica del manto stradale. Cordiali saluti. 11- giugno 2012.

SICUREZZA EX 35

Salve Presidente, ho notato che recentemente è stata rifatta la segnaletica orizzontale sulla ss35 zona cassinino, inserendo la doppia striscia continua e le strisce pedonali per l’attraversamento della statale. Mi permetta di fare alcune osservazioni: l’istallazione dell’autovelox sicuramente ha portato soldi nelle casse, tali soldi devono assolutamente essere spesi per la sicurezza di questo maledetto tratto di strada, quindi credo che un intervento serio con i soldi ricavati dal velox si possa fare. In primis l’ attraversamento pedonale sulla statale dove le auto viaggiano min a 70 km-h e già costata un gamba ad un ragazzo di 17 anni proprio per attraversare la statale dopo sceso dal bus a Giovenzano, quindi sarebbe opportuno istallare un passaggio pedonale (strutture in metallo rialzati). Inoltre dalla tangenziale fino al cassinino dir. nord c’è ancora da rifare l’asfalto che è in condizioni pietose (pieno di buche), inoltre dal cassinino fino a Certosa mancano ancora pezzi di guardrail. infine le due fermate del bus sono sprovviste di pensiline. Questi sono secondo il mio modesto parere interventi mirati alla sicurezza dei cittadini. Grazie

Ho preso in attenta considerazione le sue osservazioni e tengo a sottolinearLe chela Provinciaha realizzato quanto possibile per migliorare la sicurezza del transito sulla ex statale, in considerazione dell’intensità del traffico su questa arteria che rappresenta uno dei principali assi di collegamento con il nostro territorio. Per quanto riguarda l’autovelox le preciso che è stato installato dal Comune di Pavia, con il pieno consenso della Provincia. Le preciso inoltre che la realizzazione di un passaggio pedonale con strutture in metallo rialzato, pur rappresentando una soluzione interessante, richiederebbe un impegno finanziario che le condizioni di grande fragilità della finanza locale e i limiti pesantissimi imposti dal patto di stabilità non ci consentono al momento di affrontare.

R.Credo però che lo sforzo congiunto della Provincia e del Comune, da una parte con la realizzazione della segnaletica e dall’altro con il posizionamento dell’autovelox, rappresentano passaggi significativi per migliorare la sicurezza della strada.  Sarà mia premura verificare inoltre con gli Uffici i tempi effettivi per gli interventi di ripristino del manto stradale e per la sistemazione dei guard rail. Per quanto riguarda infine il posizionamento delle pensiline per il passaggio delle corriere, esso non è in capo alla Provincia, ma dipende dalla società di gestione del servizio. Cordiali saluti. 11-giugno 2012

SICUREZZA STRADALE VARZI

gentilissimo Presidente, ti scrivo a nome di parecchi miei concittadini Varzesi, per segnalarti un problema di non facile risoluzione, ma che rappresenta un forte pericolo per la popolazione ... quindi prima che ci scappi il morto.... forse e ' meglio correre ai ripari. La strada principale che attraversa il centro abitato di Varzi e' l'ex statale del Penice, passata ora provinciale; purtroppo questa strada, eccezion fatta per la via Pietro Mazza ed una parte della Via Lombardia, fino all incrocio del bar commercio, viene quotidianamente percorsa a folle velocita'(principalmente di sera e nei giorni festivi) da moto e macchine che passano ad oltre100 kmorari. poiche' il comune, nulla puo' fare su di una strada provinciale, chiediamo di porre riparo a questo problema mettendo magari qualche dossetto, allargando la rotonda dell'ospedale (con precedenza alla francese) deviando il traffico che sale verso Varzi, dalla rotonda dell'ospedale direttamente verso piazza Fiera .... purtroppo questa strada e' percorsa da moltissimi pedoni che si recano alla casa di riposo, all'ospedale, al cimitero ecc e costoro non hanno nemmeno piu' il coraggio di attravversare da un marciapiede all'altro. personalmente, una macchina in corsa ha scagliato un piombino delle gomme contro la tapparella oltre a vari pezzi d'auto tipo marmitte cerchioni ecc.... grazie per l'interessamento. con tantissima stima, Marida Morelli

R.E’ sicuramente vero che la strada è di competenza provinciale, ma non è altrettanto vero che il Comune non possa porre in essere alcuni provvedimenti per limitare la velocità. Anzi, questi eventuali provvedimenti chiamano direttamente in causa prerogative di carattere comunale, e, prima di tutto, l’allertamento dei vigili urbani e la richiesta di eventuali controlli aggiuntivi da parte della polizia stradale. Per quanto riguarda i dossi stradali il loro posizionamento non è normato con precisione dal codice della strada, quindi, la loro applicazione parecchio problematica. Per quanto attiene invece l’allargamento della rotonda dell’ospedale, essa non sarebbe una ipotesi da scartare. Si tratta di verificare se la disponibilità finanziaria da parte del Comune sia tale da potersi integrare con eventuali risorse provinciali per la realizzazione di questo intervento.Mi permetto di segnalarLe in tal senso che l’attuale situazione finanziaria e le gravose difficoltà connesse alla applicazione del patto di stabilità rendono difficile la programmazione di un intervento oneroso di questo tipo.Credo che l’ipotesi più praticabile, come già le anticipavo prima, sia quella di richiedere al Comune e al suo personale stradale un intervento più efficace e intenso sulle eventuali infrazioni e sul superamento dei limiti di velocità prescritti in centro abitato. Cordiali saluti. 11 giugno 2012

LEGALITA'

Nel triste odierno anniversario,  noto che si sprecano i richiami ai principi di legalità. Lo ha fatto anche Lei nella sua pagina facebook. Mi permette però di evidenziare che  la legalità richiede un’applicazione costante  a cominciare dagli adempimenti ordinari e apparentemente trascurabili.Oltre due mesi fa  ho presentato, all’Ente da Lei presieduto, un’istanza a tutt’oggi inevasa. L’inadempimento, a prescindere dall’inosservanza di un legge dello Stato (con profili anche penalmente rilevanti), denota,  a mio parere,  un atteggiamento irriguardoso nei confronti dei cittadini.E da cittadina della Provincia di Pavia,  mi corre l’obbligo di esprimerLe il senso di disagio per l’uso e abuso del termine legalità.Con osservanza.Flavia FULVIO

 R.Mi scuso se Le rispondo con un qualche ritardo. Sono pienamente d’accordo con Lei nel sottolineare come il concetto di legalità non è una vuota rivendicazione ma richiede anzi una attenzione costante ed una applicazione puntuale da parte di ciascuno di noi, qualunque sia il suo ruolo, nelle scelte e nelle azioni quotidiane. Le chiederei perciò di volermi trasmettere direttamente l’istanza presentata, per permettermi in condizione di darLe una risposta puntuale.Scusandomi ancora per il ritardo La prego di cogliere i miei saluti. 11-giugno- 2012

CRITICITA' EX SS 234

Egregio Presidente,
Le scrivo in merito ad un tratto della ex SS234 in prossimità della stazione di servizio Tamoil.
Io abito dalla parte opposta alla exSS 234 e da circa 3 anni, con il passaggio di TIR, le nostre case tremano (lo dimostrano le crepe crescenti nei nostri muri) in modo vistoso e il tutto è causato da una cocavità nel manto stradale che provoca queste vibrazioni. Numerosi tratti di questa strada sono stati riasfaltati negli anni precedenti, meno che questo.
Capisco benissimo i problemi economici della Provincia e il rispetto del piano di stabilità, però penso sia necessario riuscire a coprire questo manto stradale che tra l'altro è pieno di altre buche e pericoloso per il traffico pesante a cui è sottoposto quotidianamente.
Cordialmente
Daniele Chiodaroli

R. La pregherei di indicare con maggiore precisione la località e il Comune dove è sita la sua abitazione per mettere i nostri operatori in condizione di verificare con maggiore sicurezza se le crepe nel muro alla abitazione che Lei segnala siano effettivamente conseguenza diretta del passaggio dei tir. Gli interventi di riasfaltatura sono decisamente importanti per garantire comunque la sicurezza su questa tratta, come sulla intera rete viaria di nostra competenza, anche se, per le note difficoltà della finanza locale e per i pesanti limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità per il momento siamo costretti a rinviare, almeno ancora per un poco, interventi di maggiore portata intesi al miglioramento delle condizioni di transitabilità e sicurezza delle nostre strade. Cordiali saluti.5 giugno 2012.

ABBANDONO RIFIUTI

Buongiorno, volevo segnalare, nel tratto di strada che va dal ponte sul Po di Bressana alla rotatoria che nella scarpata destra provenendo da Pavia ho notato dei materiali gettati in mezzo alle robinie, che con la bella stagione e crescendo stanno quasi coprendo il materiale stesso, non sapendo di cosa si tratti, ma comunque di discariche abusive ce ne sono e fin troppe per colpa dell'inciviltà di alcuni, i materiali si trovano all'altezza di un guard rail piegato verso il fossato e danneggiato da tempo, forse pensavano di mimetizzare il materiale con la vegetazione?? Cordiali saluti Gabriele M..

R.La ringrazio della Sua segnalazioni, perché il controllo della salute del territorio passa anzitutto dalla collaborazione con tutti i cittadini sensibili al problema. Le consiglierei senz’altro di contattare il funzionario responsabile delle guardie ecologiche volontarie al numero 0382 – 597 840. Le guardie ecologiche, a fronte della sua segnalazione, effettueranno un controllo sul territorio, verificando anche se si tratta di abbandono su tratta di strada di competenza provinciale o di competenza comunale. Nel primo caso, saràla Provinciaad intervenire direttamente, altrimenti i nostri uffici si metteranno in contatto con quelli del Comune  per provvedere a risolvere la questione. Cordiali saluti 5 giugno 2012.

PROVINCIALE 193 PAVESE

Buongiorno,in generale le strade di collegamento principali non sono certo messe bene sul Pavese, ma questa SP193 è un vero disastro personalmente ho rotto le ruote della bici da corsa pagate altri miei conoscenti hanno rotto ruote dell'auto, ovviamente il tutto pagato a nostre spese altre alle tasse che paghiamo per avere anche credo la viabilità decente ( non diciamo cosa dovevo fare per ottenere il risarcimento è arrendevole)vedo ancora ogni tanto operari andare con il badile a mettere pezze; ma dopo due tir di passaggio va tutto nei campi.quando si sente parlare di sicurezze delle auto ecc. ma le starde di chi sono ?cordiali saluti

 

R.Conosco direttamente le tante criticità presenti sulla rete viaria provinciale e posso assicurarLe che una ampia porzione del nostro bilancio è finalizzata proprio alla manutenzione stradale.Purtroppo il pesante taglio dei trasferimenti da parte dello Stato agli enti locali associato ai limiti che ci vengono imposti dal patto di stabilità rendono davvero difficile garantire una manutenzione efficiente della rete che con i suoi2000 chilometridi strada è tra le più estese tra quelle delle Province Lombarde.Il nostro personale stradale presidia la situazione e si prodiga per garantire livelli almeno accettabili di sicurezza.In rete troverà le notizie più aggiornate sui nostri ultimi interventi sulle strade, che siamo riusciti a realizzare impegnando tante delle nostre “limitate” risorse e mantenendo al tempo stesso il rispetto degli equilibri di bilancio.La sua segnalazione è stata comunque acquisita dagli uffici e cercheremo di darle corso non appena si libereranno le risorse necessarie. Cordiali saluti. 5 giugno 2012

COLLEGAMENTI FRAZIONE

Buongiorno

Avrei da porLe un quesito

Tratto di strada Provinciale che collega un grosso Comune con una  frazione in espansione abitativa.Dopo ,aver molte volte,inviato comunicazioni ai Responsabili del Comune, i quali si sono ben guardati dal dare una risposta,mi permetto di disturbarla per la domanda:A CHI E COME CHIEDERE DI INTERVENIRE SU QUESTA ARTERIA (PROVINCIA O COMUNE ??)PER METTERE DEI  DOSSI (rettilineo di700 metricon pericolosa curva in entrata del centro abitativo della Frazione)METTERE MARCIAPIEDE E/O COMUNQUE SPAZIO PER PERSONE ( molte mamme e bambini con carrozzella)BICICLETTE e BICICLETTINE(famiglie intere) CHE SONO A REPENTAGLIO DELLA VITA (successo da poco incidente mortale)TENENDO PRESENTE CHE OLTRE ALLE AUTO CHE FATICANO PER PASSARE AFFIANCATE PASSANO ANCHE I PULMANN DI LINEA(velocità da competizione)

 Grazie Roby Ps Strada Provinciale 2

 R.Ho valutato attentamente insieme agli uffici tutte le sue domande che ruotano attorno alla questione centrale della sicurezza stradale. Posso assicurarLe anche alla luce della verifica effettuata che le richieste che Le pone ricadono interamente entro le competenze del Comune. Le consiglio quindi con piena certezza di rivolgersi all’Amministrazione Comunale. cordiali saluti. 5 giugno 2012.

GUARDIA VENATORIA

Titolo: lavoro come guardiapesca o venatoria provinciale
Domanda: Buongiorno signor presidente le scrivo siccome non ho avuto risposta alla email precedente, sono un 50enne disoccupato con vari problemi economici. Attualmente mi trovo in difficoltà e se non mi rivolgo a lei non saprei a chi rivolgermi. Sono un amante della caccia e della pesca e vorrei sapere come fare per inserirmi per un lavoro come venatoria. Mi scuso anticipatamente per il tempo che le rubo per rispondermi, avrà cose più importanti. Ringrazio anticipatamente sperando in una sua risposta , distinti saluti Guala Ferdinando vigevano
Data: 2012-05-22 07:12:20

R.Mi scusi se non ho risposto alla Sua preceente; con ogni probabilità, tra le tante che arrivano, mi deve essere sfuggita. Purtroppo, le assunzioni sono bloccate e al momento non posso darle nessuna risposta certa. Tuttavia, se l’impegno in campo venatorio le interessa posso consigliarLe di seguire uno dei prossimi corsi di formazione in materia che i nostri Uffici organizzano periodicamente. Il corso di formazione fornisce infatti un’ottima presentazione in materia e rappresenta senz’altro una qualifica preferenziale nel caso in cui, come tutti ci auguriamo, si potesse tornare ad assumere.La notizia del corso di formazione verrà data senz’altro pubblicizzata sul nostro sito, ma se mi scriverà ancora sarò lieto di tenerla infomata. Cordiali saluti, 5- giugno 2012

TANGENZIALE PAVIA

Gentile Presidente Bosone,
vorrei farle notare che, in molti punti dei raccordi della tangenziale di Pavia, i blocchi anti-urto che si trovano alla congiuzione delle rampe di uscita e di entrara, per preservare gli automobilisti dall'impatto con gli angoli dei guard-rail, essendo costituiti da contenitori di acqua deformanti, sono, in alcuni casi, già stati 'utilizzati' da incidenti precedentemente avvenuti e non ancora sostituiti; in alcuni casi vi sono dei detriti sull'asfalto, residui della deformazione di questi contenitori. Oltre all'assenza di un sistema di sicurezza funzionante, vi è il rischio costituito proprio da questi detriti. Dobbiamo aspettare qualche vittima prima di vederli sostituiti? Se la competenza, trattandosi della tangenziale, fosse della Società Autostrade per L'talia, sarebbe dovere della Provincia sollecitare una rapidissima e costante manutenzione e sostituzione dei sistemi di sicurezza.Grazie per l'attenzione e spero di vedere, anche per la mia sicurezza, questi dispositivi sostituiti in breve tempo.
Andrea Evolti

 R.Provvederemo rapidamente a verificare le condizioni e la funzionalità degli attenuatori d’urto, in cuscini d’aria, collocati alle congiunzioni tra rampe di uscite e rampe di entrata, che possono essere stati danneggiati da incidenti che non sono stati rilevati e di cui i nostri uffici non sono stati messi al corrente . Se i risultati della nostra verifica dessero risultati negativi, metteremo in programma un intervento di ripristino degli attenuatori d’urto, pur considerando che le condizioni della finanza locale sono di giorno in giorno più critiche e che i vincoli del patto di stabilità ci rendono difficile programmare un intervento organico che porti a soluzione le tante criticità purtroppo presenti sulla rete viaria provinciale. Cordiali saluti. 22-05-2012

PROVINCIALE 50 LAVORI

Buongiorno Presidente,In merito alla Sua risposta data alla mia/ al mio concittadina/o Le scrivo per confermarLe che la costruzione della nuova strada SP50 è effettivamente ferma ormai da tempo !. Purtroppo però non è l’unico disservizio che sembra siate lieti di offrire alla popolazione del luogo o agli sfortunati automobilisti che loro malgrado devono passare per le strade che permettono  il raggiungimento del paese di Vidigulfo. Più che strade provinciali sembrano “mulattiere” di paesi del terzo mondo, su cui ogni giorno molti pendolari come la sottoscritta si “divertono” a schivare buche  e fossi ovviamente cercando di non scontrarsi con qualche altro “fortunato” che in senso contrario su queste “enormi e spaziose” stradine si dilettano nello stesso sport automobilistico!Ora sebbene il vostro scopo possa essere quello di non far mai abbassare l’attenzione durante la guida tenendoci sempre svegli ed attivi, mi chiedo e senza alcun sarcasmo….che fine hanno fatto i soldi abbondantemente pagati con le nostre tasse??!!!Per quanto tempo ancora dovremmo subire questi continui disagi?! E quando riprenderanno i lavori per la tanto “attesa” ed ormai” famosa” Sp50??!Pirola Claudia

R.Desidero anzittutto precisarLe che i lavori sulla 50 non sono fermi, ma stanno attraversando una fase di rallentamento per consentire il chiarimento di alcuni aspetti fondamentali del lavoro, che richiederanno la predisposizione di una perizia di variante. Nei prossimi giorni, andremo anche ad un incontro con la ditta appaltatrice per verificare gli aspetti più problematici del lavoro.Posso inoltre assicurarLe che le nostre squadre di manutenzione stradale lavorano a pieno ritmo per mantenere in efficienza la rete stradale di competenza provinciale.Purtroppo la sproporzione tra l’ampiezza della nostra rete e il personale destinato a questa funzione è tale da rendere difficile un intervento sempre puntuale e tempestivo.Nonostante la manutenzione stradale assorba una quota consistente del nostro bilancio, diventa difficile garantire la piena efficienza della rete stradale a causa dei fortissimi tagli alla finanza locale che stanno penalizzando tutte le amministrazioni, messe in ulteriore difficoltà dai vincoli che ci vengono imposti dal patto di stabilità. Cordiali saluti. 22-05-2012

ABUSO EDILIZIO

Come le ho detto carissimo presidente mi sembra che tutto tace pur avendo vinto al TAR il quale ha annullato il permesso di costruire in sanatoria dato dal comune fraudolento  ed imbroglione di Cilavegna  non solo in questo caso ma vi sono altri casi tipo distanza delle costruzioni dal canale quintino sella che negli articoli del PRG risulta essere10 mdall’argine del canale o20 metridal centro del canale che è la stessa cosa ma graficamente la zona di rispetto acque è ripotata erronea a 25,43 dal centro del canale ed anche per questo sono in causa col comune che mi vuole fare abbattere un muretto di contenimento dee terreno in declivio che graficamente potrebbe trovarsi nella fascia di rispetto ma andando a leggere  gli art. in merito il muretto è esterno all’area di rispetto ma come dicevo il comune purtroppo è fraudolento imbroglione e più ce ne ce ne metta il comune non vuole demolire la villetta ma il mio modesto muretto si assurdo e voi state a guardare. anche l’architetto fontana sembra scocciato ma lo si vuole mettere questo commissario acta al comune di Cilavegna?trovate tutta la documentazione al seguente link http://cilavegna.blogolandia.it/2012/04/26/cilavegna-cilavegna-est-nuova-sentenza-del-tar-sullabuso-edilizio/ bartolomeo adriano

 R. In riferimento alla Sua, l’architetto Fontana ( tel. 0382 – 597 542 ) mi ha brevemente esposto il caso, rispetto al quale so che c’è stato un lungo carteggio con il Presidente Poma. A mia volta, non posso che consigliarle di far riferimento al dirigente del Settore Territorio con il quale, a quanto mi risulta, ha avuto un confronto chiarificatore nei giorni scorsi. Cordiali saluti. 16-05-2012.

ADSL BORNASCO

Buongiorno sig. presidenteLe scrivo in merito all’intesa Provincia-Telecom per portare l’ADSL nei comuni sprovvisti di questo servizio. Le chiedevo gentilmente se questo è ad oggi un progetto oppure se la copertura è già in essere nel Comune di Bornasco.Perché sono stato contattato da TELETU i quali sostengono che nella via Mazzini del suddetto comune c’è già la copertura ADSL via cavo, mentre i tecnici della TELECOM sostengono che a loro non risulta e comunque nessun altro gestore può garantire un servizio che TELECOM non ha ancora. E’ possibile tutto questo o TELETU sta cercando di vendermi un servizio che non esiste? La ringrazio anticipatamenteFilippo P.

R. Dalle informazioni a disposizione dei nostri Uffici e verificate anche nel corso dell’ultimo tavolo tecnico della Provincia con Telecom ( in quanto soggetto aggiudicatario della gara di appalto da parte di Regione Lombardia per i lavori intesi a recuperare il gap tecnologico presso molti comuni di Lombardia  ancora sprovvisti del servizio di banda larga ) il Comune di Bornasco risulta essere coperto dall’ottobre 2011. Il servizio, a quanto ci consta, risulta essere garantito anche da Vodafone. Cordiali saluti 15-05-2012

BANDA LARGA CAMPOSPINOSO

Buonasera Presidente, abito a Campospinoso dove posso dire che la banda larga non esiste, ho fatto un contratto di  "banda larga" via cavo ed è disastroso, sia in Download che in Upload ho una portante di 0.2 Mega overro circa 19kb. Nell'elenco dei comuni apparsi per il progetto banda larga  c'è Albaredo Arnaboldi ma non Campospinoso. Posso sapere se c'è anche Campospinoso nella pianificazione e se si quando saranno eseguiti i lavori per l'attivazione della banda larga?
La ringrazio
Cordiali saluti
Matteo

R.Tengo a precisarLe che i lavori per l’estensione del servizio di banda larga sono stati programmati ed attivati da Regione Lombardia, che ha individuato telecom come soggetto aggiudicatario della gara di appalto. A quanto risulta ai nostri Uffici, posso confermarLe il Comune di Camposinoso non rientra nell’elenco dei 143 Comuni che verranno progressivamente coperti dal servizio. Le consiglio di far presente l’esclusione di Campo Spinoso direttamente all’Amministrazione Comunale, che può intervenire a sua volta presso regione lombardia. Da parte nostra, al prossimo tavolo di incontro trala Provincia e Telecom, segnaleremo anche noi questa situazione e vedremo di fare quanto ci è possibile per risolverla. Cordiali saluti 15-05-2012

SEZIONE SITO PESCA

Gent.mo sig. Presidente,nel gennaio u.s. Le avevo scritto per avere notizie circa la possibilità di poter visionare sul sito della Provincia tutte le indicazioni riguardanti l’attività di pesca sportiva Piano ittico Provinciale e Regolamento di pesca .A tutt’oggi pur entrando nel sito al tema Caccia e Pesca, Riserve naturali, nella sottocategoria  Pesca non riesco ad avere alcun riferimento specifico.Nonostante le sue rassicurazioni devo constatare che il sito è assolutamente privo di quelle informazioni necessarie che nel vecchio sito erano invece  ben espresse.E’ possibile che a distanza di mesi nulla sia stato fatto?

 GrazieCordiali salutiEdovico Masciadri

R: La ringrazio per la Suasegnalazione, e, se non sbaglio, già da oggi la sezione “pesca” del nostro sito è attiva con le voci aggiornate. Cordiali slauti. 9-05-2012

PROGETTO PONTE BECCA

Buongiorno Presidente,vorrei rispondere in merito all'articolo sulle 150 firme a Tornello,io sono un residente del tornello e faccio parte delle 200 persone che NON  hanno firmato perche' il progetto da voi descritto del ponte a monte e' lasoluzione PERFETTA per il territorio, visto che non tocca nessuna casa.Rispondo alle inesattezze dette da chi lo fa solo per il SUO UNICO interessenon per tutto il paese che finalmente con il ponte nuovo respira aria pulita1'  Pensiamo che il Tornello sia l'unico paese senza marciapiedi e quindimolto pericoloso, quindi raggiungere i 2 negozi sia pericolosissimo, vuoi uscire coni tuoi bambini a fare un giro, COME SI FA (CON ILTRAFFICO INTENSISSIMO E SENZA MARCIAPIEDI?)2) Quanti anziani giocano a carte? FORSE 03)IL Tornello prima della rottura del ponte era diventato una pista da corsadove sfrecciavano auto visto che non c'era controllo di velocita', con moltiincidenti e feriti, addirittura morti e poi non parliamo dei TIR. NEL 2011  sulponte e al tornello passano al giorno 25000 auto senza  contare i tir.4)Questi sono i motivi che fansi' che il ponte A MONTE  E'LA COSA PIU'GIUSTA  FATTA PERLA VIABILITA' DETTADA 200 PERSONE DEL TORNELLOE DA QUALCUNO DEGLI ADDETTI AL LAVORO DEL PONTE DELLA BECCAVISTO LE GRAVI CONDIZIONI DEL PONTE.Comunque fate pure dei controlli e noterete le inesattezze dette nell' articolo 150 firme,non penso che una rotatoria a 150metri dalla vecchia strada possa uccidere il mercato di2 commercianti.

 R.Ho vistola Suanota insieme all’Assessore alle Infrastrutture Maurizio Visponetti. La ringraziamo per le sue osservazioni e per il suo apprezzamento nei confronti del progetto chela Provinciaha proposto per il ponte della Becca. Cordiali slauti. 3-05-2012

ILLUMINAZIONE STRADALE

Egregio Dott. Bosone,La contatto per chiederle un intervento di sollecito nei confronti della società privata Geodis Logistics, perchè possano ripristinare l'illuminazione della rotonda di accesso a tale società di logistica.La situazione di mancanza di illuminazione si protrae da circa due mesi, per cui richiedo un intervento immediato.In attesa di un suo riscontro,La ringrazio per l'attenzione e la collaborazione,Buona giornataStefano Cervi

R. Tengo a precisarle che proprio in quest’ultima fase è stata effettuata la volturazione dell’impianto che è passato dalla competenza della società di logistica a quello del Comune di Landriano.La titolarietà della concessione, precedentemente in capo alla società di logistica, è ora in capo all’Amministrazione Comunale.Lei può quindi far presente questa situazione di disagio direttamente all’Amministrazione Comunale, ma posso garantire che anche il nostro Assessore alle Infrastrutture si farà portatore di questa segnalazione agli Uffici competenti del Comune di Landriano. Cordiali saluti. 3-05-2012

CRITICITA' Provinciale 2 zona Pavese

Egregio Presidente,le scrivo per raccontarle quanto ho visto stamattina mentre mi recavo al lavoro e che mi ha fatto davvero male.Stavo percorrendo come ogni mattina la provinciale 2 verso Milano, dove lavoro, quando ho notato all'altezza della curva che c'era tra Vidigulfo e Landriano davanti al gommista Bollani un agente della polizia municipale di Landriano intento a posizionare un apparecchio autovelox. Nulla di male, visto che è ampiamente segnalato che lungo quel tratto di strada vige il limite dei70 km/he che viene effettuato il rilevamento elettronico della velocità tramite autovelox: se non vosse però che avanti10 metririspetto a dove l'agente si trovava è presente oramai da settimane un vero e proprio cratere di 30-40 cmdi diametro mai sistemato. Possibile che nessuno, nemmeno le autorità della polizia locale, abbiano fatto nulla per sistemare quel dissesto stradale presente proprio sotto i loro occhi? O le numerose buche presenti nei kilometri successivi?  E che pensino solo a posizionare l'autovelox? Poi per forza di cose la gente pensa che comuni e provincia pensino solo a far cassa!! E' la verità, perchè altrimenti non si spiega questo episodio, così come non si spiega come mai da anni c'è il rondò sempre lungo la strada provinciale 2 all'altezza di Vidigulfo che è ridotto in condizioni pietose e nessuno, ne la sua amministrazione ne quella precedente di Poma, fa nulla se non posizionare un misero cartellino giallo che segnala strada dissestata. O così come sempre da anni non viene sistemato il tratto di strada provinciale 412 dopo l'ingresso dal rondò con la provinciale 2 all'altezza del distributore Erg, pieno di buche che saltuariamente vengono tappate e che alla prima pioggia si riempie nuovamente di crateri. Eppure a breve pagheròla RCauto con l'addizionale provinciale aumentata dal 12,5 % dello scorso anno al 16% di quest'anno. Credo che ci debba una risposta, a noi cittadini che paghiamo le tasse, ed anche a tutti coloro che stanno perdendo fiducia nella politica. Grazie e saluti. LT

R.Per quanto riguarda il posizionamento dell’autovelox esso rientra nelle scelte dell’Amministrazione comunale : riteniamo comunque che queste apparecchiature rappresentino una forma utile a migliorare la sicurezza del transito e a scoraggiare i trasgressori del Codice della strada, là dove prevede il rispetto di precisi limiti di velocità.Per quanto riguarda la presenza delle buche, le nostre squadre a presidio della rete stradale si prodigano sempre con grande generosità e lavorano a pieno ritmo, insieme al personale delle ditte appaltatrice incaricate della manutenzione stradale, per monitorare i nostri2000 chilometridi strada e per intervenire nelle situazioni di maggiore criticità. In qualche caso, è vero che è difficile intervenire con la dovuta tempestività, ma posso assicurarLe che faremo il possibile per risanare le situazioni a maggiore rischio.L’aspetto cruciale è dato dai pesantissimi limiti della finanza locale, che viene penalizzata dalla crisi e che, anche a causa del patto di stabilità, rischia di non assolvere in pieno e con prontezza a tutti i doveri nei confronti dei cittadini.Per quest’anno, la nostra programmazione prevede diversi importanti interventi, ma saremo in condizione di preventivarne altri, non appena arriveranno alcuni trasferimenti finanziari di risorse destinate alla sicurezza stradale da parte di Regione Lombardia.Quanto alla sfiducia per la politica, credo che questa non sia la sede per affrontare con qualche sensatezza un ragionamento complesso che ci porterebbe assai lontano.Posso però dirle che a mio avviso il solo fatto che questa Amministrazione abbia voluto, con questa casella di posta elettronica, garantire maggiore trasparenza e maggiore dialogo tra cittadini ed istituzioni può rappresentare un segnale di speranza e dare maggiore credibilità alle istituzioni pubbliche. Cordiali saluti. 4-05-2012.

POZZO IRRIGUO

Buongiorno sig. Presidente,Dovrei realizzare un pozzo irriguo per il giardino della mia costruenda abitazione, sul terreno sito in Vigevano, Via Strada Fogliano San Marco.Gradirei conoscere l'Iter burocratico per realizzare tale pozzo e la fattibilità di utilizzarlo a scopo geotermico.cordialmenteNicola Girardi

R.Le consiglio senz’altro di rivolgersi alla nostra segreteria del Settore Acque al numero 0382-597731 dove potrà spiegare il problema e avere tutte le risposte del caso.Non lo faccio io personalemte perché i nostri tecnici, a fronte della sua mail, mi hanno fatto notare che c’è una differenza non trascurabile tra pozzo irriguo e pozzo con destinazione geotermica.

Per questa ragione è conveniente che contatti direttamente gli uffici. Resto comunque a sua disposizione e le invio cordiali saluti. Cordiali saluti. 3-maggio 2012.

INFORMAZIONI CAMPEGGIO

Gentile Dott. Bosone,in questi giorni mi è venuta una voglia pazzasca di stare in mezzo alla natura e mi sono chiesto:ma in oltrepò di può piantare una tenda in alta collina solo per una notte (con fuocherello annesso) e smontarla al mattino MI piacerebbe fare questa esperienza assieme a mia moglie e mia figlia.So che c'è differenza fra bivacco (una notte) e campeggio fisso (più giorni) Sa darmi cortesemente una risposta?la ringrazio e la saluto cordialmenteDaniele Lissi

 R.Meglio non accendere fuochi!! E neanche fuocherelli, perché ci sono divieti espliciti in questo senso. Mentre se vuole campeggiare una notte o più notti in una area libera dell’Oltrepo, deve contattare il Comune di riferimento segnalando la sua posizione, anche per la sua stessa sicurezza.Se, invece, volesse fare una vacanza più tradizionale, ma sempre bellissima nel nostro Oltrepo ci sono tante interessanti soluzioni. In proposito può visitare il nostro sito alle pagine del turismo dove troverà senz’altro molti stimoli interessanti. Cordiali saluti. 3-05-2012

VIABILITA' BATTUDA

Buongiorno,grazie per la risposta precisa datami settimana scorsa. Grazie a quella ho avuto in mano dei validi motivi e giustificazioni per rivolegermi al Sindaco.Mi è stato assicurato che a breve (1-2 mesi) verranno posti due dossi e telecamere di video sorveglianzaPer il marciapiede, ahimè, mi è stato risposto che al momento il comune non ha a disposizione fondi per costruirlo ma rientra nei prossimi progetti.Non capisco il secco "no" alla postazione di autovelox, i comuni di Vellezzo e Giovenzano ne hanno messi una decina, è auspicabile l'installazione sulla provinciale da Rebecchino e Battuda? Essendo provinciale magari potete intervenire Voi?Un 'ultima cosa : forse siete venuti a sistemare delle buche, è troppo chiedere di riasfaltare completamente via Rebecchino? Non abbiamo neanche le strisce che delimitano le corsie..con la nebbia è un disastro...ma anche senzaGrazie per l'attenzione.Tiziano 

 R.Al momento, soprattutto per ragioni di ordine finanziario, stiamo concentrando il nostro intervento relativo al posizionamento di nuovi autovelox sulle tratte principali, dove il volume di traffico rappresenta un elemento di possibile rischio per la sicurezza del transito.Lo stesso discorso vale per gli interventi di asfaltatura che, in via prioritaria, vengono concentrati sulle ex statali e sulle strade a maggiore percorrenza di traffico pesante, dove il rischio di dissesto è maggiore.Ho comunque segnalato agli uffici la Sua richiesta e vedremo, per il futuro, di fare il possibile per prenderla in considerazione. Cordiali saluti. 24-042012.

LAVORI PROVINCIALE 50 PAVESE

Buonasera Presidente Bosone,vorrei delucidazioni in merito al blocco dei lavori sulla SP 50 ( notizia letta sulla Provincia Pavese ) per mancanza fondi da parte del Comune di Vidigulfo.Ma quando sono iniziati i lavori il Sindaco o gli Assessori o chi per essi non sapevano di non avere i soldi per pagare la società appaltatrice ???? A domanda rispondono che per il famoso patto di stabilità non possono toccare i soldi e che hanno chiesto un mutuo erogato sul cc del Comune e che non possono pagare ???E forse faranno fare un bonifico sul cc della Provincia per poter pagare la società che ha fatto i lavori.....Ormai i lavori sono a 3/4 ... manca veramente poco... e se non ricordo male è stata diramata una comunicazione sia del Comune che dalla Provincia ( sul vostro sito ) che questa famosa SP50 sarebbe stata chiusa dal 23 Gennaio 2012 e  riaperta il 15 Giugno 2012  (!!!)E adesso ??? Tutto fermo ??? Di chi è la colpa ??? La viabilità è disastrosa .... per andare sulla Vigentina rimangono 2 strade strette .. o per Campomorto  o per Misano-Bornasco ...Mi piacerebbe avere delucidazioni in merito. La ringrazio e La saluto.

R.Non c’è alcun fondamento nella notizia apparsa sulla Provincia Pavese. I lavori proseguono regolarmente e la Provincia si sta impegnando per rispettare, condizioni metereologiche permettendo, la scadenza del 15 giugno per la riapertura della tratta. Cordiali saluti. 24-04-2012

ADSL CERANOVA

Adsl ceranova Titolo: ADSL a Ceranova
Domanda: Buongiorno volevo avere se possibile notizie in merito all'avanzamento dei lavori per la predisposizione del servizio ADSL a Ceranova,attualmente oltre al wi-fi fornito da alcuni gestori ho sentito che Vodafone a fatto promozioni in merito ad una linea ad alta velocità,ma nulla di chiaro in merito al discorso ADSL,io ho un contratto con Infostrada ma quando ho richiesto il nuovo numero e la nuova linea a Ceranova,il tecnico mi ha riferito che ero stato collegato alla centrale di Lardirago ma attualmente non risulta disponibile nessun servizio ADSL ne tramite Libero,ne tramite Vodafone e neanche tramite Telecom,le sarei grato se riuscisse a fornirmi dettagli e una data sicura sull'avvio del servizio ADSL nel nostro comune,colgo l'occasione per porgere distinti saluti
Data: 2012-04-13 19:41:28

R.Da quanto ci risulta la centrale di Lardirago è attiva dall’inverno scorso e anche l’abitato di Ceranova ci risulta coperto dal servizio ADSL.Alla luce di quanto ci scrive, i nostri Uffici, che ho direttamente informato, provvederanno a segnalare la sua situazione nella prox riunione di servizio chela Provinciaterrà insieme a Telecom, in quanto soggetto aggiudicatorio della gara indetta da Regione Lombardia.Sarà mia premura tenerla informata, e Le consiglio anche di verificare alcune informazioni che Le possono essere utili sul sito di Regione Lombardia, accedendo dal lick che le trasmetto :http://www.ors.regione.lombardia.it/cm/pagina.jhtml;jsessionid=1B4366854A28F3E6A12E5F7496FE5C5B.node1?param1_1=N11fc7c4e480158a78be. Cordiali saluti. 19-04-2012

ADSL ZERBOLO

Adsl zerbolo Mi scusi x il disturbo Sen.Bosone Daniele x l’adsl nel comune di zerbolo’ i lavori dovevano finire x febbraio 2012 siamo a meta' aprile ed ancora niente quanto tempo si dovra’ ancora aspettare??? saluti grazie x la sua disponibilita’ nicola simone..

R.Le rispondo volentieri con le informazioni che desumiamo dal crono programma di Telecom in quanto soggetto aggiudicatario della gara ad evidenza pubblica di Regione Lombardia. Per quanto riguarda Zerbolo ci risulta che i lavori per l’attivazione della banda larga avranno inizio nel secondo bimestre del 2012.Le consiglio comunque di consultare il sito di regione lombardia accedendo dal link http://www.ors.regione.lombardia.it/cm/pagina.jhtml;jsessionid=1B4366854A28F3E6A12E5F7496FE5C5B.node1?param1_1=N11fc7c4e480158a78be che le segnalo.Potrà avere alcune informazioni che le saranno senz’altro utili. Cordiali saluti. 19-04-2012.

ACQUE REFLUE DOMESTICHE

Gentile Presidente, innanzitutto mi scuso se la domanda che vado a fare non è di competenza della Provincia e La ringrazio sentitamente del contatto che offre ai cittadini. La domanda riguarda l’argomento “acque reflue domestiche”.

Visto l’art. 130 del D.Lgs n. 152/2006, il quale prevede che in caso di inosservanza delle prescrizioni contenute nell’autorizzazione allo scarico l’autorità competente procede, secondo la gravità dell’infrazione, per es. alla diffida; la domanda è: chi è da considerarsi “ l’autorità competente” in un Comune nella provincia di Pavia?Le sottopongo il caso di un cittadino che ha acquistato recentemente un’immobile, costruito nel 2000, e tale immobile ha nel 2000 ottenuto la concessione per l’immissione dello scarico, sebbene non fosse stata rispettata una prescrizione.E’ corretto che ora, nel 2012, il Comune diffidi  l’attuale ignaro acquirente ad eliminare l’inosservanza a tale concessione?  E che tale cittadino sia costretto a rivolgersi ad un legale per rivalersi sul costruttore, quando è stato proprio il Comune a rilasciare tale autorizzazione a suo tempo?Ogni suggerimento in merito è apprezzato.Cordiali salutiMauro

R. Le consiglio senz’altro di contattare il nostro Ufficio Risorse Idriche al numero 0382-597 791 dove potrà avere tutti i chiarimenti di merito che, in questa sede, io le espongo in maniera molto sintetica.Fino al 2006, l’autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche era in capo all’Amministrazione Comunale; successivamente con l’emanazione del regolamento regionale n. 3 del 2006 la competenza per detta autorizzazione è stata posta in capo alla Provincia.In questo senso, il cittadino di cui Lei parla nella Sua mail avrebbe dovuto mettersi in contatto conla Provinciaper regolarizzare la propria posizione in materia.Pertanto Le ribadisco la necessità di provvedere a contattare i nostri uffici per verificare esattamente la situazione e provvedere a mettersi in regola.Posso solo aggiungere che l’Amministrazione Comunale mantiene le proprie competenze, nei casi in cui si verifichino problemi o disagi di ordine igienico sanitario. Cordiali saluti, 19-04-2012

TORREVECCHIA CRITICITA' TRAFFICO

Buongiorno Presidente,volevo capire quali erano le intenzioni della provincia per quanto riguarda la strada ormai sempre più piena di buche o voragini visto che sono anche intervenuti i vostri addetti a transennare certi punti veramente pericolosi, finalmente sono iniziati i lavori di allargamento del tratto che mancava ma il resto della strada è sempre più malmessa.Sono in programma degli interventi?Volevo anche informarla che ormai sono diverse settimane che la rotonda dell'ingresso alla logistica che va da Torrevecchia Pia a Landriano l'illuminazioni è spenta, a mio dire è stata fatta male la rotonda a livello di segnaletica visto che sono stati messi sulla rotonda i lampeggianti di pericolo e le macchine ogni tanto ne tirano giù qualcuno, forse perchè sembrano dei birilli, e questo può creare un corto all'impianto elettrico facendo saltare il generale della rotonda lasciandola al buio.Grazie per la disponibilitàSaluti

R.Nella nostra programmazione abbiamo previsto un intervento organico nella tratta verso Milano, che ci pare essere quella a maggiore criticità, ma andremo anche a realizzare, entro l’estate, lavori di rappezzo e di ripristino nel manto stradale sulla sp 128, nella tratta da Torrevecchia Pia verso Marzano.Per quanto riguarda la rotatoria, la gestione e la cura della sua illuminazione rappresentano azioni poste in capo alla società di logistica.Sarà nostra cura segnalare alla società stessa le criticità che Lei ci indica, confidando in un intervento risolutore da parte della società.Per quanto riguarda la questione complessiva della “sicurezza” della rotatoria, sono convinto che la sua realizzazione abbia contribuito a rendere più sicuro il transito : la rotatoria infatti è stata realizzata, nel rispetto dei parametri di legge, per sostituire una curva davvero pericolosa, che, tra l’altro, era stata teatro di parecchi gravi incidenti. Le anticipo inoltre che, a breve, insieme all'Assessore alle Infrastrutture, daremo notizie più dettagliate in ordine ai nostri prossimi interventi sulle strade. Cordiali saluti. 12-04-2012.

BATTUDA CRICITA' TRAFFICO

Buongiorno,la presente per segnalarVi una situazione diventata ormai insostenibile, mi riferisco al paese di Battuda, nella tratta che va da Rebecchino al centro del paese, se cosi si puo' chiamare.A parte le buche a cui ormai siamo abituati, alla sporcizia costante, all'assenza di qualsiasi forma di sicurezza (specie per chi ha dei figli) , la novità dell'ultima settimana, che mi ha spinto nuovamente a scriverVi, è l'inizio di corse clandestine di automobili che partono da Via Torrino e sfrecciano verso Rebecchino a tutta velocità invadendo le due corsie di marcia.E' possibile che un paese civile non abbia un dosso, un marciapiede, o almeno delle linee tratteggiate ?ho fatto presente la questione in Comune già anni fa, le risposte sono sempre relative alla mancanza di fondi per fare qualsiasi lavoro, si dà la responsabilità alla Provincia in quanto la strada che attraversa Battuda è "provinicale", intanto noi  siamo costretti a camminare rasente i muri delle case per evitare di essere investiti dalle auto, portarci dietro delle torcie per farci vedere...francamente non è accettabile.E' cosi oneroso costruire50 metridi marciapiede e installare un paio di dossi? Paesi piccoli come Rognano, Villarasca ne sono dotati...non capisco perchè Battuda venga lasciata morire cosi.Potete intervenire?Grazie.Un papà di due bambini di Battuda.

R.E’ vero che la strada che attraversa Battuda è di proprietà provinciale, e in tal senso metteremo al lavoro le nostre squadre di operatori stradali per ripristinare i guasti creati dalle buche, ma per tutte le altre questioni gravi ed importanti che Lei solleva la competenza ad intervenire è unicamente in capo al Comune.La realizzazione di marciapiedi, il posizionamento dei dossi, gli interventi in ordine alla sicurezza richiedono sicuramente interventi precisi che il Comune ha il dovere di realizzare.Le consiglio di intervenire nuovamente pressola AmministrazioneComunalesollecitandola ad un intervento anche minimo che tuteli la sicurezza del transito. Cordiali saluti. 12-04-2012

ISCRIZIONI A SCUOLA

Buongiorno, le scrivo perchè sento la necessità di condividere alcuni fatti che mi sono accaduti. Abito in un paese della Provincia di Pavia ed ho iscritto mio figlio, insieme a tre compagni, ad una scuola media di Pavia vicina al mio luogo di lavoro (per comodità e perchè la ritenevo la scuola più adatta). Purtroppo lui è stato l'unico a non essere accettato (cosa che avevo messo in conto), nonostante una sua compagna abiti fuori Pavia come noi. La cosa che non ritengo giusta sono i modi che non sono stati tra i più corretti. Credo infatti che una comunicazione del genere debba essere scritta e non data con una semplice telefonata; ci sono state inoltre molte risposte non chiare e contraddittorie nel rispescaggio di alcuni bambini prima esclusi e poi richiamati. Vorrei anche far luce sul fatto di quanto le modalità d'iscrizione siano fatte in modo da privilegiare i più furbi. Ho saputo infatti che molti genitori che abitano fuori Pavia hanno spostato la residenza dei bambini a casa di parenti che abitano nel quartiere per assicurarsi l'entrata nella scuola. Anch'io avevo la possibiiltà di farlo, ma ho preferito l'onestà e ne ho pagato le conseguenze. Basterebbe che nel modulo d'iscrizione si specifichi che la residenza dell'alunno deve coincidere con quella di un genitore (come fanno molte scuole superiori) e così le graduatorie sarebbero molto più serie. L'amarezza e la delusione sono grandi, credo che la correttezza ed il rispetto degli alunni e delle loro famiglie siano la base da cui partire.Cordiali saluti.Una mamma

 R.Ha fatto bene a scrivermi, perché mi interessa senz’altro condividere con i cittadini del nostro territorio situazioni e problemi : ritengo infatti che ogni segnalazione merita ascolto ed attenzione e aiuta anche chi, all’interno di una istituzione, ha l’ambizione di riuscire a rendere migliore il proprio territorio.Purtroppo il problema che Lei mi segnala non si colloca tra le competenze della Provincia.Le nostre competenze sono infatti concentrate attorno alle politiche di manutenzione e gestione degli edifici di istruzione superiore, oltre al delicato compito di coordinare le scelte dei Comuni i ordine alla dimensione della rete scolastica.Le nostre non sono, dunque, funzioni di gestione diretta in ordine alle scelte che Lei mi segnala che sono tutte in capo alla dirigenza degli istituti e all’Ufficio Scolastico provinciale.Se Lei lo ritiene posso comunque informarmi meglio ed eventualmente segnalare quella che Lei ritiene essere una scorrettezza al nostro Assessore delegato alle politiche della scuola. 27-03-2012 Cordiali saluti.

PROBLEMI EX SS 234 zona pavese

Gent.mo Presidente  da diversi anni viaggio in auto per lavoro lungola Provinciale234 da Codogno a Pavia. L'alternativa  del treno è resa infatti inappetibile dalla scarsa puntualità e qualità del servizio ferroviario ... ma questo è un altro capitolo.Le condizioni dell'asfalto di questa Provinciale (Ex.SS 234) sono particolarmente critiche, passano le stagioni ma nessuna ri-asfaltatura sembra interessare questa strada piuttosto trafficata. In particolare provenendo da Pavia, dopo aver superato Santa Cristina - nel tratto di provinciale compreso tra il bivio SS412 e quello dell'SP32 le condizioni dell'asfalto sono pericolose. All'approssimarsi della nuova rotonda del polo logistico infatti le auto, ma soprattutto i mezzi pesanti, tendono ad invadere l'altra corsia alla ricerca di una migliore copertura stradale proprio per non incappare nelle zone dall'asfalto tragicamente rovinato.La invito a fare un sopralluogo in quel tratto (solo chi tocca con mano riesce a comprendere certe situazioni) e si renderà conto che, pur viaggiando a velocità moderata, il massaggio cervicale non è di quelli consigliabili.La situazione purtroppo è inalterata da anni.La ringrazio anticipatamente per la risposta e le auguro una buona giornata.Giovanni Battista Corsico

R.Posso assicurarLe che i nostri tecnici provvedono costantemente a monitorare le condizioni della nostra rete viaria : si tratta di un impegno non indifferente, perché la nostra è la rete più estesa tra quella delle Province Lombarde. Ammonta infatti ad oltre2000 chilometridi strade, alcune delle quali ex statali ad alto volume di traffico che richiedono un impegno di spesa considerevolissimo per gestire anche la sola manutenzione.Quello che Lei sostiene è vero solo parzialmente : nell’ultima fase infatti,la Provinciaha effettuato considerevoli interventi di sistemazione del manto viario e di asfaltatura sulla tratta Valle Salimbene-Albuzzano; Cortelona Santa Cristina e Belgioioso.Nel nostro piano delle opere, che dettaglia la programmazione per la prossima fase, abbiamo previsto interventi di asfaltatura sulle tratte che Lei stesso indica ed esattamente in località Campo Rinaldo e attorno alla area della logistica.Tengo però a dirle che ogni nostro intervento deve fare i conti con i limiti imposti dal patto di stabilità, che ci vincola al rispetto degli equilibri di bilancio. Speriamo tuttavia, con fondata ragionevolezza, di riuscire a portare a termine gli interventi che Le ho indicato. Cordiali saluti. 27-03-2012.

PROBLEMA INVALIDITA'

Buon pomeriggio presidente:Mi chiamo Rapisarda giovanni e sono molto arrabiato per il tema che sto per manifestare,sono iscritto all'ufficio del lavoro per invalidi dl 1999 con una percentuale del 46% di invalidità,in tutti questi anni non sono mai stato chiamato per un posto di lavoro nonostantene ne abbia diritto per legge.Fino adesso ho cercato di andare avanti  con il lavoro di mia moglie ma adesso lei e' stata licenciata per mancanza di lavoro e noi non sappiamo più cosa fare;Dopo tanto insistere per un posto di lavoro prendendomi in giro tante volte adesso mi rivolgo direttamente a Lei prima di fare qualche gesto inconsulto.Gradirei una risposta chiara e semplice,il mio numero telefonico è:0382/810647 distinti saluti                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Rapisarda Giovanni.

R. Le esprimo grande solidarietà e capisco sin troppo bene il carattere drammatico della sua situazione.In questo senso, ho subito provveduto a mettermi in contatto con il nostro Ufficio del lavoro che ha come obiettivo quello di favorire per quanto possibile l’inserimento mirato in azienda delle persone iscritte, come Lei, alle liste speciali.A quanto ci risulta, Lei è stato in contatto con i nostri Uffici sino al 2003 e credo che la cosa più utile da fare immediatamente è riprendere questo rapporto chiamando il nostro funzionario al numero 0382-597 405.Non voglio e non posso farLe promesse, ma credo davvero all’utilità di riavviare il suo dialogo con i nostri Uffici che, pur non gestendo direttamente la situazione, possono rappresentare un veicolo importante per vedere di sbloccare la sua situazione.Cordiali saluti. 21 marzo 2012

ADSL SOMMO

Sono un cittadino del comune di Sommo, navigando sul portale della Provincia (www.provincia.pv.it) nella sezione Innovazione Tecnologica, abbiamo notato che si parla di lavori per la banda larga già ultimati presso alcuni comuni , tra questi compare Sommo.Se si effettua un controllo incrociato con il portale di Telecomitalia, risulta che la zona (Sommo) non è coperta dal servizio ADSL.In effetti stando alle tempistiche fornite sul portale provinciale, risulta che i lavori dovevano essere ultimati per la fine del 2011, purtroppo pare che si sono fermati al comune di Zinasco.La domanda che ci poniamo, è come mai compare il comune di Sommo nell'elenco, visto che i lavori non sono mai stati effettuati?Verranno fatti i lavori come prestabilito?Ringraziandola anticipatamente per la sua attenzione e per il disturbo, porgo i miei più cordiali saluti.Simone Dellabora

R. Siamo a conoscenza del problema che riveste un qualche complessità.Per i chiarimenti necessari la preghiamo di contattare il n 0382 – 597 506. Cordiali saluti. 20 marzo 2012.

ZERBOLO ADSL

Egr. Sen. BosoneFinalmente, abbiamo visto scavare nelle nostre vie cittadine per la posa dei cavi della Banda Larga da parte della Telecom.La posa è stata terminata già da circa 2 mesi, ma nessuno sa dirci  quando entrerà ufficialmente in funzione il collegamento. Il nostro comune ne sa meno di tutti.Lei potrebbe gentilmente illuminarci ? Le facciamo questa richiesta perchè ora usufruiamo di una  connessione Wairless privata della società Eddy. I contratti stanno per scadere e, sarebbe opportuno sapere se possiamo non rinnovarli più, dobbiamo però averne prima la certezza  che  potremmo usufruire della Banda Larga Telecom entro breve termine.La ringraziamo per l'attenzione e Le porgiamo i nostri saluti.Un gruppo di residenti della frazione Parasacco nel comune di  Zerbolò

R. Sulla base del crono programma di Telecom, al quale i nostri uffici fanno riferimento per ogni informazione, ci risulta che il servizio sarà attivo a partire dal mese di aprile. Cordiali saluti, 20 marzo 2012

ORIOLO ADSL

In merito alla sua risposta, per quanto riguarda la copertura del servizio la centrale e coperta da una 640 kbit satura quindi non piu' attivabile,mentre attualmente non esiste ancora nessuna copertura superiore e che si possa definire adsl attiva nella centrale.In attesa ringrazio per l'interessamento e porgo distinti saluti.

R. Sulla base delle informazioni assunte dai nostri uffici sulla base del crono programma di telecom ci risulta che il servizio adsl sia attivo con una velocità di navigazione pari a 7 mega. Per ulteriori informazioni la preghiamo di contattare gli uffici della Provincia al n.0382-597 506. Cordialmente. 20 marzo 2012.

SEGNALAZIONE PONTE GEROLA

Egr. Sen. Bosone Con piacere ho notato che avete asfaltato il tratto stradale(prima arcata lato Sannazzaro de Burgundi) del ponte in oggeto.Sò per certo, che è un tratto sperimentale in attesa di un riscontro favorevole. Però, purtroppo, tutto il rimanente tratto stradale è pieno di notevoli buche( alcune larghe anche40 cm. e profonde 10. Con buche simili è facile intuire gli eventuali danni che possono provocare.Ritengo non sia giusto lasciare una situazione così disastrosa del manto, in attesa di una probabile completa riasfaltatura(sempre che l'esito dell'esperimento sia favorevole).  Sarebbe opportuno, che durante tale attesa, provvediate a riempirle provvisoriamente con del catrame o con i sampietrini già esistenti in loco. Penso che con una minima spesa possiate porre fine a questa sgradevolissima situazione e, fare felici noi automobilisti. Se questa piccola spesa, di ordinaria amministrazione, non potesse essere sostenuta dalle casse della Provincia, sarebbe opportuno che limitaste ulteriormente il limite della velocità. Ora il limite è di 30 Kmh. e con questa velocità centrare certe buche vuole dire rovinare i braccetti guida (se non romperli). Pertanto il mio modesto consiglio è quello di portare il limite massimo a 10 Kmh.La ringrazio per la cortese attenzione, in attesa di un Suo gentile riscontro, Voglia gradire i miei più cordiali saluti.MarioFrigerio di Parasacco fraz. di Zerbolò

 R.Ad oggi, posso dirLe che nel nostro piano triennale delle opere abbiamo previsto di estendere all’intera struttura del ponte l’intervento sin qui effettuato su una sola arcata. Non posso essere più preciso riguardo ai tempi di realizzazione, in quanto dobbiamo procedere ad una verifica delle disponibilità finanziarie e ad una verifica delle compatibilità rispetto agli equilibri di bilancio, previsti dal patto di stabilità.In quanto alla presenza di buche, faremo il possibile per intervenire, almeno in via transitoria, in attesa di un intervento organico e risolutivo, con le nostre squadre di cantonieri a presidiodella rete stradale. Cordiali saluti, 20 marzo 2012.

TEATRO DIALETTALE

Buongiorno Sig. Presidente, sono una cittadina di Vigevano che segue da alcuni anni con molto interesse la rassegna del teatro dialettale. Quest'anno non sono riuscita a sapere se la rassegna c'è ancora e dove si tiene. Sarebbe un peccato se non ci fosse più, in quanto lo ritengo un bellissimo modo di passare le serate e l'opportunità di tenere vivi i nostri dialetti e la nostra identità culturale. Grazie per l'attenzione. Rognoni Maria Rosa
Data: 2012-03-19 12:19:26

R. Ad oggi, stiamo verificando la praticabilità anche di ordine finanziario in ordine alla riproposizione della rassegna itinerante di teatro dialettale organizzata sino agli anni scorsi dalla Provincia di Pavia. In futuro, Le saprò senz’altro dare una risposta più completa, anche alla luce di una verifica della coerenza dell’iniziativa con il nostro programma di mandato. Cordiali saluti, 20 marzo 2012.

ROTATORIA BRESSANA

Buongiorno Presidente, in questi giorni è stato asfaltato il tratto di strada nel comune di Bressana Bottarone, finalmente dopo anni, la domanda è se prevista anche l' asfaltatura durante l'anno del tratto tra il ponte sul Po e la rotatoria verso Bressana, tratto che ha ceduto in alcuni punti , banchina pericolosa e cedimento di un tratto di guard rail sempre in direzione Bressana.Sto seguendo insieme al PD locale la questione Broni-Mortara, notando che al di là del colore di appartenenza questa amministrazione dialoga con le persone, infatti all'incontro che c'è stato a Bressana lunedì scorso c'era in rappresentanza della Provincia Martina Draghi e non è scontata la presenza di questi tempi visto come intende la politica qualcuno..... .Un saluto e buon lavoro, Gabriele Moroni.

R.Ho verificato la sua richiesta con l’ufficio viabilità, che mi conferma la precisa intenzione dell’amministrazione ad inserire i lavori di asfaltatura nel tratto tra il Ponte di Po e la rotatoria verso Bressana. Posso anticiparle che, in linea di massima e condizioni metereologiche permettendo, è nostra intenzione realizzare questi lavori nella prossima estate.La ringrazio per l’apprezzamento che Lei esprime nei confronti della amministrazione provinciale.L’impegno mio e della Giunta, come abbiamo anticipato nel nostro programma di mandato, è esattamente quello di essere presenti attorno alle questioni cruciali del nostro territorio, sforzandoci di mantenere con i cittadini di tuttala Provincia un dialogo attento e costante. Cordiali saluti, 16 marzo 2012

ZONA PAVESE VIABILITA'

Buongiorno, mi scuso in anticipo se non stessi usando il canale corretto ma volevo segnalare alcune strade gravemente dissestate ed in particolare mi riferisco a:
- tangenziale di pavia tra le uscite via olevano, vigentina e via per lardirago; il manto stradale presenta buche e affossamenti particolarmente gravi in entrambe le direzioni
- ss35 all'altezza di Vellezzo Bellini (in entrambe le direzioni) e tra Certosa e Pavia (in direzione pavia) il manto stradale presenta buche.
Ritengo entrambe le condizioni particolarmente gravi in quanto molto spesso, per evitare tali buche (e quindi danneggiamenti alle automobili) gli automobilisti le schivano rischiando di finire nella corsia opposta; trattandosi però di due strade a scorrimento veloce tutto ciò diventa molto pericoloso.
Inoltre, mi permetto di dire, che le buche sulla ss35 sono, per coincidenza, vicine proprio a dove sono installate postazioni autovelox (che personalmente ritengo molto molto utili e appropriate in quanto posizionate in punti pericolosi); è quindi paradossale e anche, mi conceda, un pò vergognoso che si trovino i fondi per effettuare tali installazioni e non per sistemare le strade....perchè per la sicurezza di tutti sicuramente gli autovelox sono più che utili ma anche un manto stradale idoneo lo è altrettanto.ringrazio e porgo distinti saluti
Marco Ferrari

R. Ha fatto bene a scrivermi e spero di riuscire a fornirle risposte soddisfacenti. Ho verificato infatti la situazione che Lei segnala con l’Ufficio Viabilità del Pavese che conosce bene la situazione difficile delle tratte indicate. Per quanto riguarda le buche in zona tangenziale Pavia tra le uscite via olevano vigevntina e lardirago la ditta appaltatrice che segue la manutenzione ordinaria sulle nostre strade e il nostro personale stradale ha provveduto ad una prima chiusura delle buche. Per ripristinare appieno il manto stradale è comunque necessario un intervento di asfaltatura che con ogni probabilità riusciremo ad effettuare entro l’estate. La stessa procedura è stata seguita sulla ss35 inlocalità Vellezzo bellini dove gli avvallamenti più pericolosi sono stati risanati. Gli interventi di asfaltatura su questa tratta rientra nello stesso lotto di lavoro previsti per questa estate.Le preciso infine che gli autovelox posizionati in zona non sono in capo alla Provincia, ma quello del Cassinino è in capo al Comune di Pavia e gli altri ci risultano essere stati posizionati dalla Polizia stradale, e comunque non dalla Provincia. Cordiali saluti, 16 marzo 2012

AUTOSTRADA BRONI MORTARA

Gentile Presidente,iinanzitutto complimenti per la bella iniziativa volta ad abilitare una politica 2.0!!!Ciò detto mi permetto di esprimere il mio profondo dissenso in relazione alle sue posizioni sull'autostrada broni-mortara.Non è un problema di bandiera politica ma di smetterla di vendere sviluppo e ripresa a parole e sui giornali e poi osteggiare un'opera che permette sviluppo, collegamenti e risolve un problema viabilistico della Provincia in un'area ormai al collasso (Ponte della Becca docet...)Mi piacerebbe vedere magari proposte alternative, oltra alle vaghe promesse di migliorare la viabilità... Capisco che NO è meglio, è più verde, dà una parvenza di maggiore attenzione verso il territorio ma mi permetto di ricordare che su un'opera GIA' APPROVATA, si sta ancora a discutere ed a perdere tempo quando tra poco ci sarà Expo.....E' un'occasione unica per rendere Pavia e la sua Provincia meglio collegata all'interno del triangolo industriale...Non politicizziamo anche questa occasione, cerchiamo di essere concreti e spingere verso uno sviluppo economico concreto e sostenibile!Con stima, Stefano Gentilini

R. La ringrazio per avermi scritto. Comprendo  la Sua posizione, ma mi permetto di dissentire perché essa propone una idea di sviluppo che non condivido, come ho già avuto modo di precisare in sede di elaborazione del programma elettorale e poi in sede di espressione delle linee programmatiche di mandato condivise in sede di Consiglio Provinciale.Mi sembra infatti che l’attuale progetto dell’autostrada rappresenti un bisogno “ad hoc” alimentato da una idea sbagliata di sviluppo, legato alle logistiche, ai centri direzionali e ai centri commerciali, piuttosto che alla valorizzazione della ruralità del territorio e alla nostra vocazione che chiama in causa piuttosto l’esigenza di potenziare una agricoltura di qualità avanzata.A mio avviso, la realizzazione dell’autostrada non risolve la mobilità del nostro territorio, rispetto alla quale riteniamo prioritario il rinnovo della viabilità ordinaria, insistendo sugli assi già esistenti progettandone l’evoluzione verso strade a scorrimento veloce e senza pedaggio.La nuova autostrada non risolverebbe a mio avviso, il problema gravoso del collegamento Vigevano – Milano; né a fluidificare il traffico indotto dalla presenza dell’Interporto di Mortara, rispetto al quale si sta già riqualificando la ex statale dei Cairoli. Recherebbe anzi un danno notevole alla risicoltura di qualità con la perdita di moltissimi ettari coltivati, sia per cause dirette che per cause indirette , quali ad esempio l’alterazione del sistema del ciclo idrico.Nella sua ultima seduta, inoltre, il Consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno che ci impegna ad adottare  ( cito testualmente dal testo approvato ) “ogni iniziativa tecnica e politica tesa ad evidenziare tutti i limiti di sostenibilità tecnica, economica ed ambientale”.Non è mia intenzione “politicizzare” questa questione : quello che mi interessa è ragionare lucidamente sulle prospettive del territorio.Sono comunque disponibile ad ogni confronto su questa questione cruciale per il nostro territorio  e se mi scriverà ancora sarò comunque lieto di risponderle. Cordiali saluti, 16 marzo 2012

 

SEGGIOVIA PIAN del POGGIO

Domanda: sig.presidente che futuro ha la seggiovia
Data: 2012-03-13 20:36:35

R. Stiamo procedendo nell’iter per il ripristino della seggiovia. Come saprà parte del finanziamento necessario viene coperto da un intervento di Regione Lombardia, mentre in sede localela Provinciasta individuando i diversi soggetti che possono essere coinvolti in questo progetto che è importante per la piena valorizzazione turistica. Insieme a questi soggetti stiamo verificando la disponibilità finanziaria di ciascuno, in modo da integrare i fondi di Regione Lombardia e raggiungere così la quota parte finanziaria necessaria per il decollo dell’iniziativa. Sul nostro sito troverà man mano notizie sull’iter dell’iniziativa, ma se mi scriverà ancora sarò lieto di risponderle e di ragguagliarla sulle tappe di avanzamento. Cordiali saluti, 16-03-2012

CRISI SEA TRIVOLZIO

 Presidente Bosone buonasera,
in relazione a quanto sotto, lette le recenti notizie presenti in rete, mi rendo disponibile per una giornata di analisi, con il fine d'individuare una soluzione, in aiuto alle 130 famiglie coinvolte.
Responsabile del GdL Mda -Progetto SII-  
Gian Piero Sciarrone

(DomandaBuongiorno, l'unica azienda lombarda produttrice di Camper rischia la chiusura per colpa dell'incompetenza di manager e del fondo azionistico cui appartiene che ha lasciato libera gestione accumulando un debito di quasi 300 milioni di euro! E' scandaloso...il polo sacrificato è quello di Trivolzio, mentre finora l'azienda ha investito per potenziare e ingrandire gli altri due poli produttivi (uno in Toscana e uno in Umbria).la Provinciadi Pavia o la regione Lombardia prevedono 'dialogo' o 'incentivi' al sostegno dell'occupazione? Vi prego. e' urgente. in pochi mesi 130 famiglie rischiano di essere senza reddito!

RispostaLa Provinciasegue con attenzione e con grande partecipazione la situazione della Sea che va ad aggiungersi ad un quadro di grande crisi che travaglia il nostro territorio. Ieri, al presidio organizzato davanti alla fabbrica di Trivolzio è stato presente in rappresentanza dell’Amministrazione l’Assessore Franco Osculati. Importante la partecipazione e le parole anche del vescovo di Pavia mons Giudici che ha garantito la propria solidarietà e il proprio sostegno ai lavoratori e alle loro famiglie.
Tra un’ora si terrà una riunione in Prefettura, cui sarà presente, per l’Amministrazione, ancora l’Assessore Osculati.
Vi assicuro l’impegno della Provincia al vostro fianco.
Cordiali saluti.)

R. Grazie per il Suo interessamento. Le proporrei di contattare direttamente la mia segreteria in Provincia di Pavia al numero 0382-597 412. 14 marzo 2012.

PRO LOCO TROMELLO

Gentile Presidente,le scrivo a nome della Pro Loco Tromello, un comune della vostra provincia.In collaborazione con un gruppo di sbandieratori di Asti stiamo cercando di organizzare un torneo tra diversi gruppi, da svolgersi durante l'intera giornata del 2 giugno.L'impatto che avrà sulla stampa e televisioni locali sarà sicuramente notevole e dovrebbe attirare numerose persone in qualità di pubblico.A tale scopo volevamo chiedere la vostra collaborazione per intervenire con un contributo nella misura che riterrete più opportuna. Confidando in un vostro gentile riscontro, porgo cordiali saluti. Pro Loco TromelloContini Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 347.1440498

R.Desidero antittutto complimentarmi per la iniziativa che sarà senz’altro importante per far conoscere il territorio della vostra terra e dare valore ad una giornata di festa. Per quanto riguarda la eventuale concessione del contributo, Le consiglio di rivolgersi direttamente all’Assessore al Turismo, Emanuela Marchiafava, al numero 0382 367 della sua segreteria.Per quanto riguarda la modulista da presentare e tutti i necessari passaggi di ordine amministrativo, Le consiglio di contattare contestualmente il funzionario dell’Assessorato Turismo che segue queste problematiche, inviando una mail a questo indirizzo : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Cordiali saluti, 7-marzo-2012

FUMI SCALDABAGNI

egregio presidente, la presente per chiedere delucidazioni sull'obligo, se esiste, di installare camini per fumi degli scaldabagni a metano. In breve risiedo a ROBBIO in un condominio di tre piani con riscaldamento centralizzato e quasi tutti i condomini hanno installato all'esterno sui balconi, gia tempo fa, scaldabani per acqua calda a metano, ora con le temperature dei giorni scorsi scese anche a -17/18 gradi, gli scaldabagni si sono quasi tutti rotti e sostituiti con scaldabagni a tenuta stagna di ultima generazione. Ora alcuni condomini dicono che è obligatorio un camino in acciaio all' esterno per convogliare ifumi degli scaldabagni. Esiste una norma in merito ai fumi degli scaldabagni?  Anticipatamente La ringrazio  cordiali saluti Celoria luciano.

R. Mi scusi se le rispondo in ritardo, ma sono davvero in difficoltà a darle dei chiarimenti su una materia che esula assolutamente dalle prerogative di legge della Provincia, la quale ha unicamente la funzione, pure importantissima, di esercitare, tramite i propri verificatori, le campagne di controllo caldaie che rispondono sia ad esigenze di sicurezza sia ad esigenze di tutela della qualità dell’aria. Per quanto riguarda il caso che Lei mi segnala, credo sia meglio che Lei chiarisca la situazione con il suo amministratore di condominio e, nel caso in cui avesse ulteriori dubbio, al competente servizio di igiene dell’ASL. Cordiali saluti.

AUTOSTRADA BRONI MORTARA

buongiorno,come elettrice, ricordo che in campagna elettorale Lei aveva espressamente chiarito la sua opposizione al progetto dell’autostrada Broni - Mortara: vorrei vedere questa determinazione concretamente, nei fatti. Mi sembra anacronistico investire denaro in questo momento di crisi per spingere ancora sul trasporto su gomma, dati anche i costi dei carburanti, snaturando un territorio che ha una connotazione agricola e peggiorando ulteriormente la qualità dell’aria, con tutte le conseguenze arcinote del caso.L’autostrada non è una ricchezza per questo territorio, sarebbe solo un passo indietro.

Greta Ormezzano

 R. La ringrazio per la sua mail e, a proposito delle sue osservazioni, tengo ad informarLa che il Consiglio provinciale ha approvato nella sua ultima seduta un documento che “impegna il Presidente e la Giunta ad adottare ogni iniziativa tecnica e politica tesa ad evidenziare tutti i limiti della sostenibilità tecnica, economica, ed ambientale dell’autostrada. La contrarietà espressa a maggioranza dal Consiglio mi sembra quindi perfettamente coerente con il nostro programma elettorale. Se mi scriverà ancora avrò senz’altro modo di tenerla informata dei passaggi successivi. Cordiali saluti.

PONTE della BECCA

 Buongiorno Presidente,riassumo in queste poche righe le critiche e le proposte raccolte dai commercianti e abitanti  della F.ne Tornello in merito al progetto che prevede la costruzione del nuovo ponte della Becca.Consapevoli dell’assoluta necessità di garantire il collegamento tra l'Oltrepò e Pavia con una nuova e sicura struttura che consenta anche il transito di mezzi pubblici e pesanti, e pertanto favorevoli alla costruzione del nuovo ponte, dobbiamo però  esternare il nostro disappunto per una parte della soluzione prospettata in quanto provocherebbe un enorme danno economico a  ben cinque attività commerciali che gravitano attualmente lungo la statale in prossimità del ponte e precisamente:-        la tabaccheria /edicola al Tabachè di Scovenna Eleonora      il bar Perbacco di Li Jeil'alimentari/panetteria di  Grassi Giuliani-        la trattoria da Simonail ristorante/pizzeria/hotel dell'AngeloPurtroppo,  la creazione della bretella che  ricongiungerebbe  il nuovo ponte alla statale, passando da Via Busca attraverso i campi sino all'altezza di Giananti,  devierebbe l’attuale flusso veicolare dal  tratto di strada lungo il quale da sempre sorgono tali attività,   mettendone a rischio la sopravvivenza ed il posto di lavoro degli attuali dipendenti.Inoltre ci teniamo a sottolineare il disappunto di chi ha costruito o acquistato la propria abitazione defilandosi, anche se per poche centinaia di metri, dalla statale.Si vedrebbe stravolta la propria tranquillità; e che dire degli agricoltori che si vedranno privati dei loro terreni  e dell'ambiente!!!! La proposta che chiediamo venga presa in seria considerazione, prevede che il  nuovo ponte, da edificarsi nella posizione prevista dal progetto, si ricongiunga alla statale già esistente all'altezza dell'argine,  tramite una rotonda.Ciò eviterebbe  l’esproprio di terreni e la costruzione di una nuova strada nelle campagne,   salvaguarderebbe le attività economiche della frazione Tornello e  porterebbe un considerevole risparmio economico nella costruzione del nuovo ponteLe sembra un progetto fattibile?La ringrazio per la cortese attenzione e attendo fiducioso una Sua risposta.Fabrizio Scovenna

R.Abbiamo letto con attenzionela Vostranota.Ci interessa senz’altro confrontarci con quanti sono coinvolti attorno a questa questione che è di importanza strategica per l’intera viabilità territoriale.L’ipotesi progettuale individuata dalla Provincia, che non è altro che uno studio di fattibilità da cui partire per reperire le necessarie risorse e sviluppare una prima progettazione preliminare, che tra l’altro, sarà oggetto di presentazione nella giornata di domani, prevede la realizzazione del nuovo ponte a monte di quello esistente.Precisiamo che questa ipotesi è stata oggetto di ampio confronto con i tecnici, i progettisti ed i nostri stessi Uffici.Essa rappresenta il punto fermo del nostro ragionamento e del nostro lavoro.Il collegamento viario che si andrà a realizzare è quello che, con piena convinzione, riteniamo essere il meno impattante sul territorio e quello che maggiormente tutela le attività presenti in zona. La realizzazione a valle del ponte avrebbe invece richiesto un intervento viario più invasivo del territorio, con l’allacciamento alla ex ss 617, previsto a valle delle attività presenti, prospicientila S.P.15 per Mezzanino, Rea e Verrua.La previsione del nuovo ponte a monte di quello esistente, è una scelta meditata come ipotesi progettuale, tutta da sviluppare, e pertanto i collegamenti con questo nuovo ponte, sono  suscettibili quindi, di alcune modifiche da mettere a punto in linea comunque con le prescrizioni del Codice della Strada e che vanno condivise con tutti.Siamo comunque disponibili a fornire ulteriori informazione e cogliamo l’occasione per inviare cordiali saluti. 23-02-2012

ADSL FRAZ. MORSELLA

Egregio Presidente, abito alla Morsella frazione di Vigevano purtroppo nonostante il comune sia coperto dalla linea adsl le frazioni limitrofe non lo sono nonostante siano sotto il comune di Vigevano, ci sarà mai la possibilità di avere la banda larga? Ho scritto ormai diverso tempo fa al sindaco del mio comune senza ottenere risposta. Cordiali saluti
Data: 2012-02-06 21:45:56

R. Per verificare il problema della banda larga alla frazione Morsella, Le chiederei la cortesia di inviarmi, alla stessa mail che ha utilizzato ora, un Suo recapito telefonico. Questo permetterà i nostri Uffici in condizione di verificare la situazione con telecom e con Regione Lombardia, in quanto soggetto titolare del progetto di banda larga che sta interessando ampie porzioni del nostro territorio. Cordiali saluti.

PROBLEMA RESIDENZA

Gentile Provincia,Vi contatto in merito al mio impellente bisogno di residenza.Di recente mi sono trasferito dal Lazio in Provincia di Pavia di preciso a Scaldasole, prendendo la residenza presso dei parenti che hanno una attività agricola nei pressi di Pavia.Dopo la recente manovra Monti, attuale posto di residenza non è più possibile essere iscritti anagraficamente in quanto decadrebbero tutti benefici agricoli/rurali di cui godono i miei parenti.Ho una estrema necessità ( anche per motivi medici premetto che sono riconosciuta disabile al 74% con legge 104 disabile psichico “disturbo del tono del umore” e ho 60 anni ) per essere residente e non so dove rivolgermi … Si tratterebbe anche di una residenza “figurativa”- in quanto posso stare/ essere domiciliata dai miei parenti, ma non essendo agricolo non posso essere residente.Aiutatemi Vi prego...Eternamente riconoscente perla Vostrasollecita risposta e Vostri contatti.Dorota

R. Capisco bene il suo disagio, anche se i termini della questione che Lei pone non mi risultano del tutto chiari in tutti i loro passaggi. Io Le consiglierei come prima cosa di rivolgersi al Comune di Scaldasole, in quanto soggetto titolare per il rilascio dei documenti, anche se mi sembra assai difficile, che si possano aggirare le norme in materia che, a mio modo di vedere, hanno una loro precisa motivazione e fondatezza. Cordiali saluti. 22 febb 2012.

TRATTA MARZANO ZONA PAVESE

come ogni anno io come tanti altri utenti VI informiamo che la strada che va da MARZANO, all'altezza della scapa sino a Torrevecchia PIA,è piena di crateri,che spero che il vigile di torrevecchiapia spesso passeggiando per quella strada spero vi abbia già segnalato,visto che è pagato per questo.CERTI DELLA VOSTRA PUNTUALE DOVEROSA COLLABORAZIONE,CERTI CHE INTERVENIATE IN TEMPI UTILI,AL FINE DI GIUSTIFICARE LE TASSE CHE PAGHIAMO,NONCHE L'UTILITA DELLE PROVINCIE,VISTO CHE SAPETE BENISSIMO QUALI SONO LE STRADE CHE DAN SEMPRE PROBLEMI.DIMENTICAVO IO SONO UNO DI QUELLI CHE HA ROTTOLA MACCHINA SUQUELLA STRADA E DALLE VOSTRE ASSICURAZIONI AL FINE DI AGEVOLARE GLI UTENTI ANCORA ASPETTO RISPOSTA.MA  A VOI CHE INTERESSA,BASTA CHE NOI PAGHIAMO, E POI CI SI CHIEDE PERCHE SI VOGLIONO ABOLIRE LE PROVINCIE.PER LEI ATTUALE PRESIDENTE,MALGRADO CIO ,LE AUGURO UN BUON LAVORO CHE ALLO STATO ATTUALE LEI STA FACENDO  MOLTO MEGLIO DEL SUO PREDECESSORE,CHE PENSAVA SOLO A STARE SUI GIORNALI.

GRAZIE

RUSSO FRANCESCOVIA MARZANO 50TORRE D'ARESE PV3938908024

 R.Posso informarLa che il problema delle buche che interessano il tratto di strada che Lei segnala è stato largamente risolto nella giornata di ieri ( 21febbraio 2012 ), dal nostro personale a presidio della rete stradale. L’Ufficio tecnico della provincia e le nostre squadre di manutenzione hanno ripristinato il fondo stradale, almeno nei tratti che presentavano maggiori criticità. Cordiali saluti.

BANDA LARGA ORIOLO

Salve,abito ad Oriolo frazione di Voghera e ho visto che nei paesi limitrofi,Cervesina,Pancarana ecc la telecom sta lavorando per la banda larga volevo sapere se anche la mia frazione sarà coperta dalla banda larga in breve periodo,giorni fa' trovai un tecnico Telecom che stava lavorando e gli chiesi qualche delucidazione ma non mi volle rispondere dicendo che non Sa i tempi e ce un progetto della regione.Da ricordare che la centrale di Oriolo copre anche il comune di Pizzale.Resto in attesa di una risposta e porgo distinti Saluti.Andrea misio

 R.I nostri Uffici hanno verificato la situazione del territorio di Oriolo sulla base della documentazione che ci viene trasmessa da Telecom. Ci risulta che il territorio di Oriolo sia coperto dal servizio. Nel caso in cui dovesse riscontrare dei problemi, La prego di contattarmi di nuovo. 22-02-2012

 

NUOVA SEGNALAZIONE ARFEA

 Volevo segnalare il continuo disservizio riguardante il trasporto alunni nella zona oltrepò pavese con partenza(nel mio caso)da Santa Maria della Versa con arrivo a Castel San Giovanni e ritorno.Più volte durante l'anno siamo costretti noi genitori ad effettuare il trasporto pur avendo già pagato l'abbonamento per conseguenze non imputabili alla viabilità.La scorsa settimana io e altri genitori abbiamo dovuto fare "tre corse".Voglio lodare l'operato degli autisti che ce la mettono tutta e lottano contro finestrini bloccati,riscaldamenti rotti,gomme lisce e altre cose che non si dicono.Purtroppo a volte vengono anche insultati per colpe che non hanno...non ho piacere di lasciare mia figlia in giro al freddo quasi tutti i giorni.Spero che questo guaio si possa risolvere in fretta per evitare spiacevoli risvolti.Grazie.

 R.La ringrazio per la segnalazione che per maggiore precisione inoltrerò anche agli uffici dei trasporti e all’Assessore alla Mobilità, Michele Bozzano. Sin da ora però posso dirle che proprio la settimana scorsa lo stesso Bozzano ha convocato Arfea ad un tavolo di lavoro per affrontare le tante criticità del servizio. I primi risultati che abbiamo ottenuto sono quelli di vincolare Arfea alla realizzazione di un “filo diretto” in modo chela Provinciapossa sapere in tempo reale disagi e criticità presenti sulle linee; abbiamo inoltre ottenuto la redazione da parte di Arfea di una indagine sui mezzi fermi per manutenzioni o riparazioni. L’azienda si è impegnata a fornire questa indagine e ad indicarci anche i tempi entro i quali i mezzi verranno rimessi su strada. Infine, abbiamo chiesto, ed ottenuto, che Arfea ci fornisce un censimento preciso dei mezzi operativi, così da poterne monitorare anche il livello di comfort di viaggio. Sono convinto che questi passaggi potranno essere utili per migliorare lo stato dei servizi di trasporto, mentre al tempo stesso gli uffici provinciali trasporti stanno intensificando i controlli sulla qualità di mezzi e sulla efficienza del servizio.La ringrazio per le Sue parole di apprezzamento rivolte agli autisti, che non mancherò di girare all’Assessore Bozzano perché le inoltri direttamente ai responsabili dell’azienda. Cordiali saluti. 16 febb 2012.

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Buongiorno Presidente Bosone,mi chiamo Gloria Vercesi  della Consulta Ambiente e Territorio del Comune di Torrazza Coste e cittadina interessata alla possibilità di vedere nella nostra provincia almeno un Comune virtuoso .!!Sembra che con il suo insediamento qualche piccolo miglioramento cominci ad esserci ma vorrei capire se esistono delle linee guida della Provincia che invitino le amministrazioni a spingere  su una miglior raccolta differenziata porta a porta che , dove è attuata, dopo i primi momenti di difficoltà, funziona benissimo !! sappiamo tutti che i cassonetti  esterni a serie isole ecologiche ingenerano comportamenti poco virtuosi!!!Il mio comune come gli altri della provincia , sembrano purtroppo rassegnati  al monopolio ASM di Voghera e non pare esserci la volontà di incidere perché ASM non punti solo ad alimentare l’inceneritore di Parona ma cominci a interessarsi a una diversa gestione dei rifiuti che, tra l’altro , porta molti soldi anche ai comuni (la invito a  consultare le realtà dei comuni di  Vedelago,  Capannori, Castelnuovo Scrivia….) .Sembra incredibile vedere  che il porta a porta comincia a partire a Scampia e Bagnoli e non in provincia di PV!!!!Per concludere, invitandola a spingere  con coraggio  sull’argomento, le chiedo se è vero quanto mi è stato detto  è cioè che i comuni , grazie a non so quale  direttiva, possono non indire più bandi pubblici per l’assegnazione  del servizio rifiuti  ma scegliendo  direttamente l’azienda da appaltare col rischio che il monopolio ASM si consolidi ulteriormente  impedendo quindi la partecipazione di  altre aziende magari più competitive ed avanzate  .Grazie per la disponibilità

 Gloria Vercesiv.Roma 79/aTorrazza Coste  

 R.La ringrazio per la sua mail, perché mi offre l’occasione di rendere esplicita la precisa volontà dell’Amministrazione provinciale di incentivare la raccolta differenziata e di prestare sostegno alle realtà comunali che vogliano potenziare questa pratica che è decisiva per ridurre i quantitativi dei rifiuti da smaltire.In questo senso trasmetto al suo indirizzo di posta due documenti, predisposti dall’assessorato alla Tutela ambientale,  uno relativo alle linee guida per lo sviluppo ed il potenziamento della raccolta differenziata, prodotto in allegato allo studio del Piano Provinciale Rifiuti; l’altro documento offre invece utili spunti di riflessione per avviare i progetti comunali di raccolta differenziata porta a porta, fermo restando, come Lei sa benissimo, che il soggetto titolare della gestione dei rifiuti è il Comune, che agisce tramite società di servizi, mentre alla Provincia spetta il compito, peraltro importantissimo, di programmare la gestione integrata del ciclo dei rifiuti. Le preciso anche che provvederemo a mettere i documenti che trasmetto alla Suo indirizzo di posta anche sul nostro sito istituzionale.In riferimento alla sua ultima domanda desidero confermarLe con piena certezza che i Comuni sono obbligati ad indire la gara pubblica per appaltare i servizi di gestione dei rifiuti. Cordiali saluti. 14-02-2012

PENSILINA ZONA CERTOSA

Salve Presidente, le ho scritto tempo fà per metterla al corrente del fatto che a Certosa di Pavia alla fermata dell'PMT ubicata sulla ex ss 35, direzione Nord non esiste una pensilina provocando nelle giornate di pioggia, vento ecc.. grave disagio soprattutto per le persone anziane che aspettano l'autobus riparandosi sotto un balcone di un edificio posto dietro la fermata. Ho scritto per ben 2 volte all'assessore bozzano spiegando la problematica ma dopo 3 mesi ancora nessuna risposta. Ciedo solo sela Provinciapuò fare qualcosa in merito. Grazie, cordiali saluti

R.Conosco la problematica e sono certissimo che anche l’Assessore Bozzano la conosce assai bene. Purtroppo, come credo l’Assessore Bozzano le abbia già risposto, il contratto siglato con PMT non prevede che l’azienda si faccia carico della realizzazione delle pensiline che rappresentano un onere aggiuntivo non secondario, anche perché la loro eventuale posa non può essere realizzata “solo” a Certosa, ma dovrebbe estendersi a tutte le tratte servite dall’azienda, con una ovvia dilatazione dell’investimento necessario.Né la Provinciapuò farsi carico dell’onere necessario :   le nostre funzioni in materia di trasporto escludono qualsiasi intervento gestionale e ci concentrano unicamente sulla programmazione del trasporto pubblico. Cordiali saluti. 14-febb 2012

Mi spiace davvero non poterLe essere utile in altro modo, ma vorrei farLe presente che, nell’attuale congiuntura economica, già il mantenimento dei servizi di trasporto, evitando tagli e rincari, rappresenta un risultato importante per le amministrazioni locali che, come la nostra, devono ricorrere ad autentiche alchimie per fare quadrare conti sempre più risicati.

INCROCIO PAIRANA ZONA PAVESE

Buongiorno Dott. Bosone,La presente per segnalarle che il giorno 7 Febbraio si è verificato l'ennesimo incidente in corrispondenza dell'incrocio di Pairana.Le avevo già scritto nel mese di Ottobre in merito  a tale questione e la sua risposta fu che l'assessore di competenza si sarebbe messo in contatto con l'amministrazione comunale di Landriano per risolvere il problema.Sarebbbero sufficienti deidossi in corrispondenza dell'incrocio, in quanto il rischio deriva dalla forte velocità di percorrenza delle autovetture, oltre che dalla scarsa visibilità in corrispondenza di tale incrocio.Cordiali saluti.Andrea Sommariva

 R.Le preciso, come credo di aver già fatto, che sulle strade provinciali ai sensi del nuovo codice della strada non è ammessa la realizzazione dei dossi.Viceversa, tengo a precisarLe che il nostro Assessore alle infrastrutture si è incontrato diverse volte con i rappresentanti del comune di Landriano, per risolvere il nodo dell’incrocio pericoloso all’altezza di Pairana.Detti incontri si sono svolti secondo le linee direttrici della convenzione siglata tra il Comune di Landriano ela Provinciadi Pavia che prevede la realizzazione di una bretella con rotatoria all’altezza di Pairana, per evitare l’incrocio a rischio.Ai sensi della convenzione e dopo gli incontri tra Visponetti e il sindaco di Landriano, il progetto definitivo è già stato approvato e siamo al progetto esecutivo, quale passaggio preliminare indispensabile per la realizzazione della opera. Cordiali saluti, 14-feb-2012

SEGNALAZIONI ARFEA

Vorrei segnalare una situazione scandalosa: la scorsa settimana il pulmann da Casteggio a Milano spesso non è arrivato e quando arrivato ha terminato la corsa a Pavia. Ci sono solo due autisti e ogni qualvolta uno è ammalato la corsa salta.Vorrei sapere perchè non revocate il contratto ad Arfea. Anzi mi chiedo perchè avete scelto Arfea? Quali interessi ci sono dietro?Il risultato del vostro incotro della settimana scorsa mi fa sentire molto presa in giro: d'ora in poi farete  dei controlli? Con quali mezzi? Perchè non li avete fatti sin'ora? I controlli e le segnalazioni li fanno i pendolari. Ho un suggerimento:la Provinciapotrebbe, ad esempio, creare un software che consenta all'utenza di registrarsi e partecipare attivamente alle segnalazioni suidisservizi: in questo modo non uscirebbero alla luce solo i ritardi e le soppressioni, ma la qualità del servizio verrebbe vagliata anche dal punto di vista es del funzionamento del riscaldamento, della pulizia, del sovraffollamento, etc. Sulla base di questi datila Provinciapotrebbe avviare una nuova politica di programmazione per efficientare il servizio. La Provincianon avrà MAI a disposizione un numero di ISPETTORI sufficiente per monitorare tutte le corse, i PENDOLARI invece sono DAPPERTUTTO. E' questa la forza della partecipazione dal basso, ma evidentemente sono duri di comprendonio e le buone idee non vengono accolte con la necessaria apertura che occorrerebbe avere da una prospettiva istituzionale. Basterebbe COPIARE la piattaforma dei pendolari treni pavia lomellina che c'è su facebook. Pensateci. State buttando un sacco di soldi!

Grazie

Elena Fontana

R.Grazie anzitutto per averci scritto. Tengo però ad esporle alcune precisazioni. Arfea è stata individuata, dalla precedente Amministrazione, quale referente per il servizio di trasporto pubblico a seguito di gara ad evidenza pubblica, il che, credo, sia garanzia sufficiente di trasparenza.Per quanto riguarda i controlli, non è certo da oggi chela Provincia li esercita, anche se, in questa fase,  alla luce di tante e preoccupanti criticità, l’Assessorato ha ritenuto opportuno intensificarli con forza, estendendoli anche ai magazzini e alla qualità dei mezzi.Questi controlli sono parecchio efficaci, anche perché il nostro personale ha ricevuto una formazione accurata e specifica tale da essere in condizione di verificare le condizioni dei mezzi e di stabilirne il livello di comfort di viaggio. Tanto è vero, che sulle altre due sotto reti gestite da altre due società, non si riscontrano particolari problemi. Evidentemente, quindi, le nostre ispezioni contribuiscono in modo sensibile all’efficienza del servizio.Concordo con lei nel sostenere che il coinvolgimento dei pendolari per monitorare la qualità del servizio e segnalarne eventuali criticità sia particolarmente importante.Per questa ragione, condivido la scelta dell’Assessore alla mobilità di istituire l’Osservatorio provinciale mobilità, dove tutti i cittadini hanno diritto di parola. Non solo : per quanto riguarda le segnalazioni, lei può scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. che è stata attivata sul nostro sito nella sezione trasporti.Scrivendo a questo indirizzo, in tempo reale, i nostri uffici sono in condizione di allertare da subito l’azienda, contribuendo a risolvere i problemi della mobilità. Cordiali saluti. 13-febb-2012

TICKET SANITARI

Buongiorno,Mi chiamo Stefano e sono un cittadino Pavese di 19 anni, non ho mai lavorato,sono solo nel mio stato di famiglia e vorrei sapere come fare per pagarmi i ticket ospedalieri se non ho diritto a nessuna esenzione.Grazie e buona giornata=

R.La crisi economica sta colpendo cittadini e famiglie, spesso purtroppo anche in un diritto importante quale è quello della salute. Mi rendo conto della sua difficoltà e le esprimo anzi piena solidarietà : se, come mi sembra di capire, la sua difficoltà è tanto grave Le consiglio di contattare il servizio sociale del Comune di appartenenza per studiare la maniera per riuscire a venirle incontro. Cordiali saluti. 07-02-2012

BANDA LARGA TORRE d'ARESE

BANDA LARGABuongiorno, le sarei grato se riesce a dirmi quando sarà disponibilela BANDA LARGAnel comune di Torre d’Arese.Sicuro di una sua pronta risposta la ringrazio anticipatamente.Cariddi Fabrizio

 R. Come lei sa la Provincia non ha competenze dirette in materia di infrastrutture di rete, ma seguiamo con grande attenzione il progetto di Regione lombardia che con Telecom sta provvedendo ad effettuare i lavori per l’estensione della banda larga in larga parte del nostro territorio che risulta ancora scoperto. Torre D’arese è compreso nell’elenco dei Comuni dove verrà esteso il servizio, ma ad oggi non sappiamo ancora indicarLe una scadenza precisa. Infatti, Telecom ci fornisce l’elenco dei lavori a cadenza quadrimestrale e dobbiamo aspettare la fine del mese di febbraio per verificare se Torre d’arese sarà coperto nella prossima tornata dei lavori. Se mi scriverà ancora dopo questa data sarò lieto di fornirLe tutte le informazioni a nostra disposizione. Cordiali saluti. 07-02-2012.

CRITICITA' LINEE ARFEA

Egr. Dr. BOSONE,invio la presente allo scopo di portare a Vostra conoscenza che nella mattinata odierna il pullman della società ARFEA partito da CASTEGGIO alle ore 6.55 giunto a BRESSANA BOTTARONE era privo di riscaldamento con vetri completamente ghiacciati, lungo tutto il tragitto per PAVIA l'autista è stato costretto ad effettuare più fermate (almeno 3/4) per cercare di pulire la parte interna del vetro anteriore del mezzo (non si vedeva quasi nulla e solo la bravura e la professionalità dell'autista ha evitato che succedesse qualcosa di ancor più grave); mi chiedo come sia stato possibile da parte della responsabile della società ARFEA, inofrmata per tempo del problema,  autorizzare una corsa in simili condizioni (la temperatura esterna al momento di salire sul mezzo era -14° !!! a fronte di un viaggio della durata di circa 45 minuti) , quello fornito questa mattina ritengo sia un disservizio gravissimo.  
Simili episodi purtoppo, si ripetono parecchie volte durante il periodo invernale !Distinti saluti 

MARINO GARBAGNOLI

 R.La ringrazio per la comunicazione. Purtroppo, non è l’unica di questi giorni, tanto è vero che, a fronte di diverse segnalazioni, l’Assessorato alla Mobilità ha già richiesto un incontro urgente con la società appaltatrice per andare a fondo della questione. Grazie anche alla sua segnalazione, l’Assessorato sta moltiplicando i controlli sulle tratte servite dal servizio pubblico su gomma, così da intervenire subito sulle criticità più grave. Le preciso che la Provincia ha compiti di programmazione sul trasporto pubblico locale che, a seguito di procedura di gara, viene affidato ad una società di servizio. Naturalmente il contratto siglato tra Provincia e società prevede che la Provincia eserciti precise funzioni ispettive sulla qualità del servizio. Per questo le segnalazioni dei cittadini e dei pendolari ci sono particolarmente utili per monitorare la qualità del servizio e per intervenire per risolvere i problemi. 7-02-2012

TRASPORTO PUBBLICO DISSERVIZI

Scandaloso la tratta Voghera - Varzi delle ore 13.35 riscaldamenti guasti pullman che passa per Salice Terme perché il bus della tratta Voghera - Salice Terme era guasto in più il bus tutto affollato! Per non parlare di una settimana fa che nella tratta delle ore 13.35 Voghera - Casa della Signora invece che il bus è venuta una macchina di Arfea! scandaloso perché il pulmino era guasto! SI PUÒ???

Gabriele Simionato

 La sua segnalazione purtroppo va ad aggiungersi a diverse altre pervenuteci in questi giorni. In questo senso, credo già nella giornata di giovedi la Provincia Assessorato Mobilità ha convocato un incontro con Arfea – in quanto società appaltatrice per le tratte dell’Oltrepo – per verificare insieme la situazione e valutare il da farsi. Non solo : gli uffici mobilità della Provincia,proprio in questi giorni, hanno moltiplicato i controlli sulle tratte del trasporto pubblico locale per verificare direttamente le ragioni di tanti problemi. Colgo l’occasione anche per specificarLe che la Provincia ha compiti di programmazione sul trasporto pubblico locale ( su gomma ). La Provincia in sostanza non gestisce direttamente il servizio ma lo appalta ad alcune società di trasporto, specificando anche in sede di contratto, che l’ente stesso si riserva compiti di ispezione e di controllo sulla qualità del servizio. Io spero che la situazione possano risolversi con rapidità, ma conto sulla sua collaborazione e su quella dei cittadini che viaggiano per aiutarci a tenere sotto controllo la qualità dei servizi. 06-02-2012.

PROVINCIALE 234 - ZONA PAVESE

Buongiornoho scritto qualche giorno fa in merito alle condizioni disastrate della provinciale 234,ma non ho ancora avuto alcun riscontro. Cordilali salutiMarina Mirco 

 R.Mi scusi se le rispondo con qualche ritardo.

Ho fatto verificare dagli uffici viabilità le condizioni della 234, e i nostri tecnici mi assicurano che su questa tratta non ci sono particolari criticità.

Se Lei volesse indicarmi con maggiore precisione i punti in cui rileva degli elementi problematici, sarò lieto di far verificare di nuovo la situazione, per provvedere a risanare i problemi. Cordiali saluti. 06-02-2012.

BANDA LARGA TORRAZZA

Salve ,abito a Trrazza Coste (PV) vorrei avere informazioni,se possibile riguardo alla possibilita' che anche nel mio paesela TELECOMpossa attivare un servizio di ADSL veloce.E' dal 2003 che tramite 187 chiedo informazioni ma molto spesso vengo invanamente rassicurato che entro fine annola TELECOMprovvedera' alla copertura della mia zona.Questo dal 2003!!! E' possibile avere una qualche informazione piu'attendibile e non illusoria? ringrazio anticipatamente, Massimo Girani

 

 

 

R.Ci risulta che il territorio comunale di Torrazza Coste sarà coperto dalla Banda larga grazie ad un progetto di Wodafone che non prevede partecipazione pubblica.

Tengo inoltre ad informarla chela Provincia, pur non avendo competenze dirette in materia di infrastrutture di rete, segue con attenzione il progetto di Regione Lombardia per l’estensione del servizio, progetto per il quale Telecom è stata individuata come soggetto aggiudicatario.

Dalle informazioni desunte dagli aggiornamenti di Telecom , ci risulta però che Torrazza Coste non sarebbe compresa tra i territori oggetto dell’intervento di Telecom. Per questa ragione, controlleremo ancora e speriamo di poterle fornire presto informazioni più precise.Cordiali saluti.

06-02-2012.

SEGNALAZIONE PROBLEMI SITO

Gentile presidente

Nel consultare il sito Del albo pretorio online a cui si può accedere tramite link dal sito dell' amministrazione provinciale ho purtroppo notato che non e' possibile fare ricerche sui vari bandi di gara e relativa assegnazione degli appalti ed altre info su spese varie della provincia di pv.Il fatto e' abbastanza grave. La pubblicita' degli atti pubblici di tale genere e' un fatto dovuto per trasparenza e per LEGGE.Spero si provveda al più presto, onde dovere attivarmi personalmente.GrazieFausto Pelizza Voghera=

 R. Il problema che Lei mi segnala è davvero sufficientemente grave e ho subito provveduto a segnalare la questione al personale incaricato perché provveda rapidamente a risolverLa. Cordiali saluti. 06-02-2012

POZZO USO AGRICOLO

 

Salve, mi chiamo Daniele Fusetto ed ho da poco comprato casa in Sant'Angelo Lomellina - via Muschin n°8, ove è presente un piccolo pozzo con pompa ed autoclave utilizzato da vecchi proprietari esclusivamente per innaffiare il giardino.Siccome il vecchio proprietario non sapeva della necessità di regolarizzazione, e anche lui l'haavuto in uso dal proprietario precedente, questo significa che esiste da almeno 13 anni, anche se è molto probabile sia stato costruito insieme alla casa nel 1967.Cosa devo fare per regolarizzarmi? Quali sono i costi da sostenere? Se questi ultimi dovessero essere eccessivi, come posso fare per chiuderlo, visto che la sua presenza torna utile proprio solo per il giardino e non è quindi assolutamente importante?In comune mi hanno scaricato il modulo presente sul sito della provincia, ma dovrei eventualmente utilizzare solo la prima pagina, dove si comunica l'esistenza del pozzo?In attesa di vostre comunicazioni, vi ringrazio per l'attenzione e vi porgo cordiali saluti

Daniele Fusetto

R.Credo che la situazione possa essere risolta facilmente : la cosa più conveniente è che lei contatti il nostro funzionario al telefono 0382-597 787.In questo modo, gli Uffici potranno verificare esattamente dove ricade il pozzo e il suo eventuale collegamento con l’acquedotto. Se come mi sembra di capire si tratta di un vecchio pozzo ad uso esclusivamente domestico, il nostro funzionario potrà facilmente spiegarLe la prassi da seguire, a partire dalla compilazione del modulo, né dovrebbe incorrere in nessun tipo di sanzione. Cordiali saluti.

6-02-2012

TRASPORTO GOMMA PMT

Buongiorno,questa mattina leggo sul giornale che consgliano, in Lombardia. di lasciare a casa le auto e di usare i mezzi.Vivo a Trivolzio e l'unico mezzo che abbiamo per raggiungere Pavia è l'autobus PMT.Peccato che il servizio sia penoso.Sono normali, a quanto dicono i controllori, i 10 minuti di ritardo (se vabene) che ogni giorno hanno le corse a qualsisi orario.Sono normali le deviazioni, non autorizzate e senza motivo valido, dai percorsi delle linee operate dagli autisti che troppo spesso non conoscono nemmeno il tragitto e le fermate.Questa mattina poi abbiamo aspettato la corsa delle 8,10 fino alle 9,15, al freddo e inutilmente. Il bus non è passato, anche se so che a Pavia è arrivato.Questo vuol dire che la corsa non è stata effettuata secondo il percorso abituale. E senza motivo perchè la praticabilità delle strade in paese era decente.Mi piacerebbe sapere come mai questa società, già fallita 2 volte, non riesce a fornire un servizio decente.Autobus fatiscenti, ritardi continui...E il costo delle corse non è indifferente.Come al solito, paghiamo per un servizio penoso.Ringrazio che ha il coraggio di rispondere a questa lamentela.Lorenzo Poggio

R.Ha fatto bene a segnalarmi la questione, rispetto alla quale ho tenuto a coinvolgere l’Assessore Provinciale alla Mobilità. Gli uffici si allerteranno immediatamente per meglio svolgere le funzioni ispettive e di controllo che la normativa ci assegna. Tengo anche ad informarLa che la Provincia è competente per quanto riguarda la programmazione del trasporto su gomma, che viene, poi, gestito da società legate da un contratto di servizio con la Provincia. In base, appunto, a questo contratto la Provincia può verificare periodicamente l'efficienza del servizio. Cosa che i nostri uffici non mancheranno di fare con la massima rapidità. 6-02-2012

SEGNALAZIONE SITO

Gent.mo Sig. Presidente,fino a qualche tempo fa riuscivo ad avere, entrando nel sito della Provincia, tutte le indicazioni riportate in oggetto.( Piano ittico Provinciale e Regolamento di Pesca)Oggi pur entrando nel sito al tema caccia e pesca, riserve naturali, nella sottocategoria Pesca non riesco ad avere alcun riferimento specifico.Per avere tali informazioni a chi devo rivolgermi?  considerando che l’ URP a cui mi sono rivolto  in data 9 gennaio 2012 non mi ha dato risposta)

 Grazie, Cordiali saluti

R. E' possibile che nel passaggio tra la vecchia struttura del sito e quella nuova vi siano state alcune criticità. Farò verificare dagli Uffici che provvederanno a risolvere il problema e ad inviarLe il nuovo indirizzo internet di quanto le interesa. Cordialmente. 24-genn-2012.

ROTATORIA SANNAZZARO

Presidente Bosone buongiorno.

Volevo segnalare che da alcune settimane l’intera illuminazione della rotatoria tra Sannazzaro e Scaldasole è completamente fuori uso.
In questi periodi di nebbia e di ghiaccio il disagio è particolarmente elevato.

Grazie per l’interessamento e nella speranza di rivederla presto a Sannazzaro, la saluto cordialmente. Elvio Vivaldini

 

R. La ringrazio per la Sua segnalazione. I nostri Uffici del comparto Lomellina hanno subito verificato la situazione e possiamo dirLe con tutta certezza che manutenzione e gestione degli impianti di illuminazione della rotatoria ( anzi, delle due rotatorie ) sono in capo al Comune. Posso consigliarLe di contattarne direttamente gli uffici, ma desidero anche informarLa che lo stesso Assessore Provinciale alle Infrastrutture si farà carico di segnalare questo problema al Comune. Cordiali saluti. 24- genn 2012.

SP 235 ZONA PAVESE

 Egregio Presidente,
oggi pomeriggio mi sono recato all'Ospedale San Matteo per far visita ad un congiunto ricoverato.
Partito da Sant'Angelo Lodigiano, ho affrontato un viaggio a dir poco pericoloso.
Sul tragitto da Sant'Angelo a Pavia gravava una fittissima nebbia e, putroppo, la segnaletica stradale è del tutto inesistente.
Faccia una verifica e potrà appurare quanto da me affermato.
La prego pertanto di valutare l'opportnità di far ripristinare una normale segnaletica orizzontale, affinchè la strada torni ad essere degna di un paese civile.
La ringrazio per l'attenzione e La saluto cordialmente.
 EUGENIO BRACCHI
PIAZZA DE MARTINO 2
SANT'ANGELO LODIGIANO
TE. 335  122 4741

R. Gli uffici hanno ben presente la situazione di criticità relativa alla segnaletica sulla provinciale 235 e specificatamente in alcuni suoi tratti. Posso assicurarLe che, malgrado le pesanti difficoltà della finanza locale e i limiti di spesa che ci vengono imposti dal patto di stabilità, inseriremo questo intervento nella nostra prossima programmazione. Cordiali saluti. 25/01/2012

PROVINCIALE ex 234 PAVESE

Abito a Linarolo e ogni volta che rientro da Pavia verifico sempre la pericolosità del restringimento della carreggiata appena dopo lo svincolo per Albuzzano. E’ pericoloso inoltre perché piante spontanee  alte 4/5 metri perpendicolari e vicinissime alla carreggiata costringono i numerosi  e voluminosi veicoli pesanti a spostarsi sulla loro sinistra proprio per evitare i rami degli arbusti ma creando notevole pericolo per gli autoveicoli provenienti da Belgioioso.Quindi il pericolo è triplo: perché la strada si restringe, perché curva leggermente verso sinistra, perché gli arbusti accentuano lo spostamento a  sinistra soprattutto dei veicoli pesanti e limitano la visuale.I suggerimenti sarebbero due: Raddrizzare e allargare il breve tratto di strada, ma prima di tutto tagliare se non addirittura estirpare gli arbusti rendendo almeno più chiara la visuale.Penso che quest’ultimo intervento sia veramente a costo vicino allo zero e forse velocemente eseguibile.Grazie per quanto potrà fare al riguardo.Distinti salutiGalbiati LorenzoVia  ANELLI,LLINAROLO

R. La ringrazio per la sua segnalazione. Ho verificato la situazione con il nostro ufficio Viabilità. Bisogna anzitutto verificare, e lo faremo con la maggiore tempestività possibile, se gli arbusti che ostacolano la visibilità ricadano all’interno di una proprietà privata. In questo caso possiamo allertare il proprietario che, prima di procedere, deve comunque concordare l’operazione con l’Ufficio Forestale e con l’Ufficio Agricoltura della Provincia.

Se invece la competenza fosse della Provincia, fatte salve queste procedure, possiamo procedere con il nostro personale a presidio della rete viaria, anche se non le nascondo che i tagli alle risorse degli enti locali hanno inevitabili ripercussioni sul numero del personale tanto che vediamo una costante diminuzione del nostro personale stradale, senza che ci sia data la possibilità di rimpiazzarlo.

Provvederemo comunque a questa verifica e la terremo informata. Cordiali saluti. 25 genn.2012

CERANOVA ADSL

Buona Sera Presidente e buon anno a tutti voi.Ho notato dai post sul sito della provincia che un cittadino di Roncaro ha sollecitato aggiornamenti per quel che riguarda la copertura ADSL. A Ceranova dove risiedo siamo anche qui ancora in attesa (se non ricordo male le premesse erano entro Ottobre).Posso cortesemente chiederle degli aggiornamenti puntuali in merito?Buon LavoroGrazie/Fabrizio

R. I nostri Uffici hanno verificato la situazione e a quanto ci risulta il territorio comunale di Ceranova è coperto dal servizio. Alla luce di quanto Lei scrive provvederemo a fare una ulteriore verifica anche presso Regione Lombardia e Telecom in quanto soggetto aggiudicatario del bando di gara regionale. Cordiali slauti. ( 19 - genn. 2012 ).

PONTE BECCA - CONTROLLO VELOCITA'

 Presidente vorrei chiedere a Lei che è sempre tanto disponibile con la cittadinanza, perchè non viene installato sul Ponte della Becca l'apparecchiatura di controllo della velocità che sarebbe molto utile per rinpinguare le casse pubbliche con multe salate ai "furbi" che sorpassano spudoratamente gli automobilitisti che rispettano il limite dei 50Km/h. Grazie.Anna Faini

 R. Le rispondo volentieri, soprattutto perché il tema della sicurezza e della prevenzione degli incidenti rappresenta, per la nostra Amministrazione, una precisa priorità – certamente più decisiva ed importante del semplice “fare cassa”. Il posizionamento di apparecchiature per il controllo della velocità rappresentano una opzione importante proprio in termini di sicurezza e, dal punto di vista normativo, richiedono il rilascio di una specifica autorizzazione da parte della Prefettura.

Desidero informarla in tal senso chela Amministrazioneha già avviato la richiesta alla Prefettura di Pavia, non solo per il Ponte della Becca, ma anche per tutte quelle tratte stradali che, a nostro avviso e secondo i rilievi dei nostri tecnici, richiedono una maggiore attenzione alla sicurezza del transito.

Siamo in attesa di una risposta che senz’altro ci metterà a breve nella condizione di agire nell’interesse dei cittadini. ( 16-genn 2011 )

SP 50 Vidigulfo Zona Pavese

 SP50 zona pavese.

Caro presidente           sono ormai circa più 120 giorni che in vidigulfo zona cimitero è apparso il cartello di cantiere per il sospirato allargamento e nuovo tracciato della sp50 diram.  vidigulfo- pontelungo.Ogni giorno decine di persone mi chiedono informazioni sullo stato dei lavori (iniziati da cartello a fine agosto).La mia risposta standard 2012 è diventata “ Ad oggi non abbiamo visto una ruspa, ma nemmeno un badile ! Spetarem ammò un pò” …La voce dei “sottoservizi – gas, luce, telefono”  da spostare (era la mia risposta standard nel 2011) e non ottemperati nel progetto iniziale non la “beve” più nessuno (e se è vera … che figura ! … chi ha progettato? … cosa fa di lavoro?) .Quindi caro Presidente sono a chiederti una risposta breve, netta e schietta come la mia domanda :“ Quando iniziamo, come iniziamo e… ghè un queicos ca và no? “   - Su Donca !Nella speranza di una  risposta risolutrice dei dubbi di tutti noi ( preannuncio che la stamperò e sarà attaccata in bacheca nel locale) … … Un semplice abbraccio, ma sincero.

William – trattoria pontelungo – strada vigentina 20 – Pontelungo di Vidigulfo (PV)

 R. Ha fatto bene a scrivermi. Sono infatti in condizione di darle una risposta aggiornata e spero soddisfacente.Lunedi 16 gennaio inizierà infatti l’allestimento del cantiere. Subito dopo ed esattamente a partire da lunedi 23 gennaio avranno inizio i lavori veri e propri che prevedono l’allargamento della sede stradale e la realizzazione di un piccolo tratto di variante.Le preciso che si tratta di lavori realizzati dalla Provincia d’intesa con il Comune, con una quota parte di finanziamento da parte della Regione.Non esiti a scrivermi ancora nel caso in cui avesse bisogno di altre informazioni. Cordiali saluti. 11 gennaio 2011.

RICHIESTA ARTOP

D. Buonasera sig. Presidente,sono Secondino Invernizzi, consigliere di ARTOP (Associazione Ricercatori Tartufi Oltrepo Pavese) che ha sede a Casteggio (per maggiori informazioni: www.artopoltrepo.it).L'ARTOP è una associazione che raggruppa circa 350 tartufai pavesi che svolgono la loro attività di ricerca dei tartufi sui territori dell'Oltrepo. Tra i nostri obiettivi principali tutelare l’ambiente e curare la preparazione dei tartufai.Ho avuto modo di visitare il nuovo sito internet della provincia che trovo innovativo e ben fatto. Ho notato che la sezione “prodotti tipici-tartufi” non è più riportata e non sono risuscito a trovare nel sito riferimenti a questa antica tradizione del “tartufaio” nella libera ricerca, che da tempo costituisce un preciso punto di riferimento nella storia, nella cultura e nell’economia locale. Nel vecchio sito era riportato anche il calendario regionale che esce tutti gli anni in primavera, per noi molto utile e c’era una sessione riservata con le istruzioni per conseguire il tesserino di idoneità alla raccolta tartufi. Tale tesserino è obbligatorio e rilasciato dalla provincia.Nell’attesa di un vostro gentile chiarimento in merito, ringrazio in anticipo e invio distinti saluti.Secondino Invernizzi

D. Ha fatto bene ad inoltrarmi questa segnalazione che ho comunicato agli Uffici. Provvederemo a verificare e a risolvere questa lacuna. Desidero intanto informarla che conosco ed apprezzo l’attività della vostra associazione e che sicuramente avremo modo di incontrarci per studiare una possibile sinergia con le azioni e le iniziative della Provincia. Cordiali saluti. ( 9-01-2012)

EX SS 10 VIABILITA' OLTREPO

D. Buongiorno Presidente, Le scrivo in merito alla strada denominata EX S.S. 10-VIA CIRCONVALLAZIONE, all’altezza del civico 92 nel COMUNE DI BRONI, Provincia di Pavia.Le chiedo: ai sensi dell’art 2 comma 7 del Codice della strada, la strada in oggetto è territorio di competenza della Polizia Municipale per l'espletamento dei servizi di polizia stradale(art.12. C.d.s.)?In sostanza, i Vigili locali sono autorizzati a posizionarsi con l’autovelox su tale tratto di strada? Grazie della disponibilità.

Cordiali Saluti. Donatella

 R. Ho verificato la questione con i nostri tecnici del comparto viabilità e posso assicurarLe che la risposta è affermativa ad entrambi i quesiti che Lei mi pone.Cordiali saluti. ( 9-01-2011)

BANDA LARGA - BASCAPE'

D. Gentile sen. Bosone.Mi chiamo Porchera Giovanni e le scrivo da Bascapè riguardo alla adsl.Avevo già scritto a lei in precedenza per lamentarmi del mancato aggiornamento della banda larga a Bascapè.Bene oggi 5 gennaio 2012 sono lieto di comunicarle che la banda larga a 7mega come io desideravo è finalmente arrivata.Cordiali saluti e colgo l'occasione per augurarle un buon 2012.

 R. Ricambio cordialmente i Suoi auguri e la ringrazio per la Sua nota. (9-01-2011)

RICHIESTA INCONTRO

Caro Presidente,  Sono Bergamaschi Roberto e voglio proprio metterla alla prova per vedere se è vero che lei mi risponde; mi trovo in una situazione assai assurda..... vorrei cordialmente chiederle se è possibile fissare con lei un'incontro; incontro chiesto anche al Presidente della Regione Formigoni dal quale non ho mai avuto risposta..... Vediamo se almeno Lei mi può ricevere e sentire quello che le devo dire. Mi può contattare al seguente numero 373/7923174

 R. La ringrazio per la fiducia. Le consiglio di contattare la mia segreteria al telefono 0382. 597 412, specificando preliminarmente, anche via mail, la ragione dell’incontro richiesto. Cordiali saluti. 9 gennaio 2011

VIABILITA' ZONA PAVESE

Salve Presidente, grazie per gli interventi fatti sulla suddetta strada,però mi lasci esprimere il mio disappunto di come è stata mal gestita questa importantissima arteria di collegamanto negli ultimi 10 anni, e di come ancora oggi viene gestita male.La stessa ss.35 da Casarile a Milano è stata asfaltata tutta (circa 13 Km) nel mese di Agosto (di notte) nel 2007, da allora dopo cinque anni e forse ancora per parecchi anni ancora la Provincia di Milano non ha speso più un soldo. Allora la domanda che le pongo è la seguente: Conviene fare un pezzettino per volta? Io penso proprio di no e soprattutto quando i soldi sono pochi e veramente un peccato spenderli in questo modo. Inoltre le ricordo che la suddetta strada è ancora sprovvista di illuminazione.Graziee scusi il disturbo

D.La ringrazio per l’apprezzamento nei confronti dei primi interventi dell’Amministrazione e dell’Assessorato alle infrastrutture. In quanto alla domanda che Lei pone, se non sia più conveniente realizzare un unico intervento complessivo, concordo certamente con Lei, ma purtroppo questo non ci è consentito per ragioni contabili imputabili da un lato ai pesantissimi tagli che penalizzano la finanza locale dall’altro alla necessità di rispettare il patto di stabilità.
Posso assicurarle che la arteria ex 35 rappresenta una assoluta priorità per l’Amministrazione e che, nella nostra prossima programmazione, daremo centralità ad un nostro intervento su questa tratta. Cordiali saluti.

AMBIENTE RIFIUTI

D. Buon giorno Presidente Voglio segnalarle una giacenza di rifiuti vari ai bordi della via abbiategrasso,sicuramente dovuta ad una precaria copertura dei mezzi di trasporto rifiuti diretti a Montebellino. Se di vostra competenza,ritengo doveroso un intervento.

R. Se si tratta di via Abbiategrasso a Pavia, la questione è di competenza dell'Amministrazione Comunale alla quale Le consiglierei senz'altro di inoltrare la Sua segnalazione. Cordiali saluti.

BANDA LARGA - RONCARO

Domanda: Buonasera presidente, le scrivo in merito alla copertura ADSL relativamente alla centralina sita nel comune di Lardirago nello specifico per l'attivazione di una linea nel comune di Roncaro. Dopo svariate telefonate a diversi operatori telefonici ivi compresa Telecom Italia (società per altro appaltatrice dei lavori), tutti mi hanno detto che il comune di Roncaro non ha copertura ADSL....... ormai siamo ad un mese e mezzo dalla conclusione dei lavori (il termine per rendere disponibile il servizio alle utenze era di un mese dalla fine dei lavori)e la situazione non mi sembra sbloccarsi!!!!......ci sono notizie in merito????.....credo sia il caso che il fornitore dei lavori dia qualche spiegazione in merito al disservizio!!!..... Grazie della disponibilità. Cordiali Saluti. Gianfranco.  

R.Ci attiveremo senz'altro per verificare la situazione, telefonando in Regione. Cordiali saluti.

28-12-11

SEGNALETICA STRADALE-LOMELLINA

Egregio Presidente sono molto soddisfatto per il suo tempestivo intervento, fatto su una mia segnalazione del 30/11/2011, circa il riposizionamento di un cartello segnalatore di direzione, ora è visibile a tutti gli automobilisti. La ringrazio e la saluto cordialmente. D. Bosio

 

R. La ringrazio per la Sua mail e colgo l'occasione per inviarLe i miei auguri di Buone Feste.

BANDA LARGA ELENCO COMUNI

D: Buongiorno, risiedo a Torre d'Isola, e da anni abbiamo un problema serio per quanto riguarda il servizio internet. Abbiamo solo la possibilità di usare, male, le chiavette internet e i servizi wifi, che però non sono di alta qualità, perché basta che ci sia un albero in mezzo e il segnale non arriva. Ora, nell'elenco di comuni che potranno superare il digital divide con il bando di gara regionale vinto dalla Telecom il nostro comune non c'è. Perché?

Data: 2011-12-02 10:23:10

R.Dalla verifica che abbiamo effettuato ci risulta che il Comune di Torre d'Isola sia compreso nelle aree individuate da Regione Lombardia . Possiamo quindi ragionevolmente ipotizzare che, presso il territorio comunale in questione, il servizio venga attivato nel prossimo quadrimestre. 28-12-11  

BEREGUARDO-PONTE BARCHE

Gentile Presidente, a nome del Comitato Ticino 2000 le porgo gli auguri di buone feste e le chiedo, sempre a nome del comitato, di poter conferire con lei per quanto concerne il ponte in barche. Abbiamo messo a punto un dossier fotografico che intendiamo sottoporle. Contiamo di essere convocati quanto prima sempre in relazione ai suoi impegni. In attesa di cortese risposta, ringraziamo e porgiamo i nostri migliori saluti. Carlo Maiocchi

Data: 2011-12-27 17:47:14  

R.Sarò lieto di incontrarLa : la prego soltanto di aspettare all’indomani delle feste, anche perché il giorno 10 gennaio l’Assessore alle Infrastrutture Visponetti sarà in Prefettura per un incontro istituzionale sulla questione “ponte di barche”. Dopo questa data saremo quindi di darLe ulteriori informazioni. Cordiali saluti

BANDA LARGA CURA CARPIGNANO

D. Salve, vorrei sapere se corrisponde al vero che a febbraio 2011 Cura Carpignano dovrebbe essere coperta dall'ADSL ?

R.Posso confermarle che il territorio comunale sarà coperto dal servizio nel prossimo febbraio. 28-12-11

130 dipendenti rischiano il licenziamento!!!

Domanda

Buongiorno, l'unica azienda lombarda produttrice di Camper rischia la chiusura per colpa dell'incompetenza di manager e del fondo azionistico cui appartiene che ha lasciato libera gestione accumulando un debito di quasi 300 milioni di euro! E' scandaloso...il polo sacrificato è quello di Trivolzio, mentre finora l'azienda ha investito per potenziare e ingrandire gli altri due poli produttivi (uno in Toscana e uno in Umbria). la Provincia di Pavia o la regione Lombardia prevedono 'dialogo' o 'incentivi' al sostegno dell'occupazione? Vi prego. e' urgente. in pochi mesi 130 famiglie rischiano di essere senza reddito!

Risposta

La Provincia segue con attenzione e con grande partecipazione la situazione della Sea che va ad aggiungersi ad un quadro di grande crisi che travaglia il nostro territorio. Ieri, al presidio organizzato davanti alla fabbrica di Trivolzio è stato presente in rappresentanza dell’Amministrazione l’Assessore Franco Osculati. Importante la partecipazione e le parole anche del vescovo di Pavia mons Giudici che ha garantito la propria solidarietà e il proprio sostegno ai lavoratori e alle loro famiglie.
Tra un’ora si terrà una riunione in Prefettura, cui sarà presente, per l’Amministrazione, ancora l’Assessore Osculati.
Vi assicuro l’impegno della Provincia al vostro fianco.
Cordiali saluti.

Sicurezza stradale

Domanda

Buongiorno Presidente, volevo segnalare che apprezzo il fatto che si siano asfaltati i tratti peggiori della ex ss35 tra Casarile e Borgarello, ma che non capisco, e qui sta la "richiesta", come mai (e l'ho già chiesto alle precedenti amministrazioni) in diversi punti della suddetta strada ci sono guard-rail piegati o abbattuti da incidenti successi negli ultimi anni e non esagero,qualcuno da una decina, lavoro a Binasco da quasi tredici anni, la conosco a memoria come molti altri ovvio, perchè non vengono mai ripristinate le condizioni di sicurezza originarie, non dico subito come capita sulla tangenziale gestita da MI-Serr. o in autostrada, ma dopo anni di incuria mi sembra troppo, soprattutto per il fatto di avere ai lati della strada i navigli.....E sapendo bene che i costi ci sono, soprattutto in quest'ultimo periodo di crisi, ma la risposta che mi è stata data anche in anni precedenti era sempre la stessa " la questione finanziaria" e i tanti km di strade da curare... ok, ma un'arteria così importante e trafficata non può essere sempre messa dopo altre strade, o non prevedere un piano di lavori specifico......così come il tratto che va da Tre Re di Cava Manara (da poco asfaltato) a Bressana soprattutto dal ponte sul Po verso Bressana...... Ho letto se non sbaglio di fondi per la sicurezza stradale, non chiedo di fare km di protezioni nuove, ma che si intervenga almeno dove sono danneggiate pericolosamente (pochi metri di guard-rail ma in tanti punti a rischio),spererei nei prossimi mesi e non troppi anni di leggere che si muove qualcosa in più in questo senso.E'un argomento che "sento" particolarmente, forse xchè appassionato di corse ma traendone le parti positive, non correndo sulla strada come fanno molti "piccoli" Alonso, solo per arrivare 5 minuti prima al lavoro rischiando e facendo rischiare agli altri. Mi scuso se mi sono dilungato troppo, cordiali saluti e buon lavoro , Gabriele Moroni ( Circolo PD Bressana Bottarone).

Risposta

Il problema che lei ci segnala è sicuramente molto grave. In taluni casi si tratta di un nostro ritardo anche imputabile a ragioni di ordine finanziario, come credo di aver ampiamente illustrato in tante mie precedenti risposte. In altri casi, l’abbattimento dei guard rail coincide con piccole cedimenti delle scarpate a costa delle tratte stradali, e in questo caso l’intervento è posto in capo alla sede territoriale di regione lombardia, alla quale ci premureremo di inoltrare una ulteriore e precisa sollecitazione. Cordiali saluti.

Condividi

La Provincia risponde