La Provincia di Pavia si costituisce parte civile nel processo “Fibronit” che vede dieci imputati tra amministratori e dirigenti della società cementifera. L’udienza preliminare in Camera di Consiglio è stata  fissata per il giorno 16 aprile avanti il Tribunale di Voghera.

 

“Noi vogliamo far sentire la vicinanza del’istituzione Provincia ai cittadini dell’area bronese , in particolare a quelli che sono stati colpiti  direttamente o indirettamente dal disastro sanitario e ambientale legato alla Fibronit. Oltre ai danni fisici e morali arrecati ai nostri cittadini e, quindi, all’Istituzione vi è sicuramente anche un danno ambientale e quindi economico in termini di investimenti, agricoltura e turismo nonché di enormi costi legati alla bonifica dell’area e allo smaltimento dell’amianto. E’ una ferita enorme aperta sul territorio sia materiale, perché l’area è ancora lì tutta da vedere, sia morale”, spiega il Presidente Daniele Bosone.

Nel periodo compreso tra il 1969 e il 1993 presso lo stabilimento Fibronit di  Broni veniva lavorato amianto per la produzione di manufatti in cemento – amianto. Gli imputati, secondo la richiesta di rinvio a giudizio formulata dal P.M., in concorso fra di loro avrebbero omesso di adottare gli accorgimenti ed i presidi tecnici  e strutturali necessari per contenere l’esposizione ad amianto dei lavoratori impiegati nello stabilimento. In particolare,  lo smaltimento dei residui di lavorazione sarebbe stato effettuato in modo incontrollato.  Un comportamento, questo, che ha determinato un’esposizione continuativa dell’amianto di lavoratori e cittadini, causando decessi e patologie riconducibili all’esposizione alle fibre di amianto.

Il 3 aprile p.v. sarà a Broni, grazie all’interessamento del Presidente Bosone, anche il Ministro alla Salute, Renato Balduzzi. Con lui,  insieme anche agli assessori di Regione Lombardia Luciano Bresciani (Sanità) e Daniele Belotti (Territorio) ci sarà un confronto sulla questione sanitaria e ambientale. Il Ministro incontrerà anche i rappresentanti delle associazioni dei familiari vittime del’amianto. Alle 12.45  terrà presso il Municipio di Broni una conferenza stampa.

Condividi